Skin ADV
Domenica 21 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Birba al lago della Vacca

Birba al lago della Vacca

di Fiorenza Zenucchi



20.07.2019 Vestone Valsabbia

19.07.2019 Bagolino Val del Chiese

19.07.2019 Gavardo

19.07.2019 Pertica Alta

19.07.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi

20.07.2019 Serle

19.07.2019 Val del Chiese

20.07.2019 Barghe

19.07.2019 Prevalle

20.07.2019 Gavardo






14 Gennaio 2019, 07.57

Blog - Genitori e figli

A che servono i castighi e le punizioni?

di Giuseppe Maiolo
Le frustrazioni, i rimproveri, le limitazioni e anche le punizioni servono, hanno la loro funzione: quella di far sapere al bambino ciò che è bene e ciò che è male, quello che si può  e quello che non si può fare

I genitori hanno il compito di stabilire dei limiti, di dare dei margini al bambino, di imporre dei divieti.
Lo devono fare con un atteggiamento amorevole, ma fermo.

Quando fa i capricci, urla o pretende da noi qualcosa, il bambino non solo cerca di soddisfare subito i suoi bisogni ma sta anche cercando di capire fino a che punto può spingersi con le sue richieste.
In altre parole al bambino interessa anche mettere alla prova il genitore e verificare se è convinto di quello che dice.

Di solito così insiste, non demorde, chiede e richiede la stessa cosa. Resiste e sa prenderti per sfinimento. Allora è più che mai necessario essere coerenti e tener duro, perché al piccolo serve sapere che una cosa detta va mantenuta.
Questo è un aspetto importante dell’educazione.

Un bambino può imparare da un castigo se questo è la conseguenza di un’infrazione alle regole che sono state fissate in precedenza ed espresse con chiarezza.
Allo stesso tempo è anche fondamentale cercare di non improvvisare le punizioni né farle dipendere dall´umore del momento. I bambini non sono in grado di capire perché uno stesso comportamento possa essere un giorno negativo e l’altro no. 

Alcuni genitori invece dicono una cosa e poi ne fanno un’altra e più ancora affermano un principio o mettono sanzioni alle trasgressioni e ai capricci che poi non applicano.
In altre parole mettono regole che poi non fanno rispettare. A

ltri lasciano correre su tutto perché temono di intervenire chiedendo ai loro figli rinunce e limiti. Sono i cosiddetti genitori permissivi che concedono più di quello che dovrebbero e solitamente non fanno crescere autonomi i loro figli.
Al contrario con questo loro atteggiamento potrebbero trasmettere ai bambini disinteresse e indifferenza. I castighi e le punizioni hanno un valore solo se derivano da patti e accordi che sono stati stabiliti con chiarezza e fatti rispettare.

Per i motivi indicati allora non serve proprio a niente minacciare una punizione e poi non applicare la sanzione.
Sia per i premi che per le punizioni è importante mantenere le promesse. Infine ricordiamoci che le punizioni fisiche di solito non hanno un grande valore sul piano educativo.
Il bambino picchiato per una trasgressione, considera giá pagato il conto e quindi non é detto che l´errore sia stato compreso e corretto.

Giuseppe Maiolo
Doc. Psicologia delle età della vita
Università di Trento
www.officina-benessere.it

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/04/2015 08:22:00
Le parole nella separazione Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

26/10/2017 08:00:00
«Genitori 2.0», educare figli responsabili L'ultimo libro di Giuseppe Maiolo è pensato come una “guida” per i genitori di oggi spesso smarriti di fronte alle emergenze e ai fatti di cronaca

18/03/2014 10:01:00
San Giuseppe: quale festa del padre? Si fa riferimento al padre putativo di Gesù, per ricordare le funzioni del padre, anche se prevale il sospetto che gli aspetti commerciali abbiano fatto perdere la valenza simbolica di questa figura

14/09/2015 11:12:00
L'arte di negoziare con i figli Riprende il percorso per GENITORI IN FORMAzione con un altro ciclo di incontri che si terranno nei vari comuni della Valle Sabbia nei prossimi mesi. Questo mercoledì l'appuntamento è a Sabbio Chiese con Giuseppe Maiolo. L'abbiamo intervistato


01/03/2014 18:34:00
Prostituirsi per gioco? A leggere di giovani adolescenti che a Ventimiglia si prostituiscono per "gioco", colpiscono diverse cose



Altre da Genitori e Figli
15/07/2019

Gli adolescenti, l'estate, l'amore

L’estate, per tutti è sinonimo di vacanza e di svago, di vita all’aria aperta. Per gli adolescenti ancora di più 

08/07/2019

Se un adolescente mente

Inventarsi una storia o farsi un film e mentire alla grande, in adolescenza ci sta. Eccome! Perché, come dice Gustavo P. Charmet, “I ragazzi che sostengono di dire sempre la verità ci devono preoccupare”

01/07/2019

I fatti di Bibbiano. Dalla violenza alla violenza?

Quando un amico e collega, qualche sera fa mi segnala la notizia appena diffusa dalle agenzie di stampa sui fatti di Bibbiano in provincia di Reggio Emilia, la mia reazione non è solo di sorpresa ma di totale sconcerto (1)

24/06/2019

WhatsApp, adescamento e pedopornografia

Stiamo perdendo la percezione del rischio. I bambini e gli adolescenti ne hanno poca o niente, ma questo è fisiologico. Gli adulti, invece, se poco competenti sulle nuove tecnologie digitali, sembrano sottovalutare i pericoli provenienti anche dall’utilizzo di un sistema di messaggistica come quello di WhatsApp, considerato sicuro

16/06/2019

Educare al fallimento

Tempo di bilanci per la scuola. Ma anche tempo di sofferenze per chi si aspettava risultati diversi, per chi ha debiti formativi da recuperare o addirittura viene bocciato.

10/06/2019

La disperazione infinita di Noa

Il gesto di Noa turba e sconvolge la coscienza collettiva. Genera sempre un’angoscia infinita la morte precoce di un adolescente, soprattutto quando si tratta di suicidio e nasce dalla caparbia determinazione di una ragazzina di 17 anni che ha rincorso da tempo il suo progetto

03/06/2019

Nuovi adolescenti, la comunicazione del dolore

“La nostra gioventù ama il lusso, è maleducata, se ne infischia dell’autorità e non ha rispetto per gli anziani”. Sembra uno di quei giudizi che pronunciamo un po’ tutti ogni qualvolta incontriamo adolescenti maleducati e offensivi. Invece questa frase la scriveva Socrate nel 470 a. C.

27/05/2019

Che bello lo sballo!

Se c’è una paura che hanno oggi i ragazzi è quella di essere vulnerabili. Non fragili, perché si sentono supereroi, ma deboli e incapaci di farcela, ad esempio nei confronti di un dolore

20/05/2019

Challenge. Le nuove sfide degli adolescenti

Le sfide fanno parte del nostro tempo. E non sono una novità, anzi. Ma adesso stanno diventando una moda che coinvolge un po’ tutti, grandi e piccini, e in particolare gli adolescenti.

07/05/2019

Manduria, adolescenti feroci e cultura della violenza

Un fatto incredibile, che sembra puntare i riflettori sull’adolescenza di oggi priva di senso morale, la quale per noia o divertimento esercita violenza sui più deboli e sugli indifesi

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia