18 Gennaio 2023, 07.00
Valsabbia
Ambiente

Valle Sabbia zona ad alto rischio incendi

di Cesare Fumana

Così viene classificata la nostra valle nel Piano Aib 2023 approvato da Regione Lombardia ma è molto buona la dotazione di uomini e mezzi per affrontare gli incendi boschivi


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Regione Lombardia ha approvato nei giorni scorsi il nuovo Piano delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi per l’anno 2023 (Piano Aib).

Nel nuovo Piano, in analogia con quelli precedenti, sono stati analizzati i dati disponibili relativi al decennio trascorso (2012-2021) per descrivere l’andamento del fenomeno ed elaborare la classificazione di rischio di ogni Comune e degli enti direttamente impegnati.

Il rischio ha un’incidenza molto diversa per Ente Aib, e considera quali aree più critiche quelle con oltre 500 ettari percorsi dal fuoco nel decennio. La stragrande maggioranza degli incendi boschivi ha coinvolto superfici inferiori a 20 ettari, ma preoccupa l’aumento di quelli con superficie maggiore di 400 ettari.

Nella classifica dei grandi incendi a livello regionale spiccano, al secondo e al terzo posto, quelli che hanno interessato nel febbraio 2020 aree boscate estese tra la Valtrompia e la Valsabbia, con 597 ettari bruciati tra Bione, Casto e Lumezzane, e 489 tra Casto, Mura, Pertica Alta e Lodrino.

Il territorio delle Comunità montane della Valle Sabbia e della Valtrompia presenta una tendenza al rialzo del numero di incendi. Entrambe sono state classificate nella classe di rischio più elevata. Allo stesso livello appartengono anche quelle di Valcamonica, Sebino e Alto Garda, a conferma della diffusione di questa problematica in tutta la fascia prealpina bresciana.

Nel decennio 2012-2021 le cinque Comunità montane bresciane sono state interessate dal 25% degli incendi boschivi e dal 31% delle superfici percorse dal fuoco a livello regionale.
E nella fascia della provincia compresa tra la Valtrompia, la Valsabbia e l’Alto Garda si concentra il gruppo di Comuni lombardi inseriti nella classe di rischio più alto.

La distribuzione temporale degli incendi boschivi presenta un massimo nei mesi invernali e in quelli primaverili (periodo ad alto pericolo esteso da dicembre ad aprile) e un minimo in autunno (periodo a basso pericolo).
Nei periodi di allerta è fondamentale l’attività di sorveglianza e di tutela svolta dai presidi territoriali, che attuano le prime azioni finalizzate alla circoscrizione e alla riduzione dei danni a persone, cose e ambiente naturale, causati da eventi avversi.

Nel documento sono indicati anche gli operatori presenti e le attrezzature in dotazione per ogni ente Aib. Per la Comunità montana di Valle Sabbia sono presenti 158 operatori di primo livello, 15 operatori esperti, 37 capisquadra e 1 Dos. L’attrezzatura in dotazione consta di 33 automezzi, 19 moduli, 65 soffiatori, 1 radio fissa, 20 veicolari e 58 portatili. Sono inoltre presenti 23 vasche mobili, 2 fise, 18 fra laghi e bacini, 40 piazzole per atterraggio elicottero e 35 punti di approvvigionamento idrico. Una struttura fra le meglio equipaggiate a livello regionale.

Il Piano lombardo considera anche l’incidenza dei cambiamenti climatici in corso e di quelli previsti. Gli esperti ritengono che tali modifiche ambientali possano causare un aumento generalizzato del pericolo di incendi, sia mediante l’aumento della severità dei fenomeni, sia attraverso un prolungamento atteso della stagione interessata e un incremento delle aree percorse dalle fi



Vedi anche
06/05/2022 09:38

Incendi boschivi, terminato il periodo di alto rischio È cessato ieri, 5 maggio, il periodo ad alto rischio per gli incendi boschivi emanato da Regione Lombardia. Le raccomandazioni per chi frequenta il bosco per lavoro o per turismo

31/01/2022 07:00

Alto rischio di incendio boschivo La Regione ha emanato l'allerta con divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto. Allerta codice rosso per rischio incendi boschivi

29/02/2020 09:44

Incendi, parla Massardi: «La Regione non lascerà sole le Valli bresciane» Riguardo all’emergenza degli incendi che in questi giorni imperversano in Valle Sabbia e Val Trompia il consigliere regionale valsabbino Floriano Massardi ribadisce il massimo impegno delle istituzioni in questo momento così difficile

24/03/2021 11:00

Basta fuochi Niente più ripulitura dagli sterpi: la Regione ha dichiarato lo stato di alto rischio per gli incendi boschivi. Sanzioni elevate per i Comuni più a rischio: ecco quali

15/02/2011 15:02

Allerta incendi boschivi Da venerd 11 febbraio iniziato il periodo d’allerta per grave pericolosit di incendi boschivi in tutta la Lombardia.




Altre da Habitat
16/01/2023

L'Europa verso batterie più etiche e sostenibili entro il 2030

L’utilizzo di dispositivi e veicoli elettrici o elettronici sta aumentando progressivamente nel corso del tempo e in maniera particolare negli ultimi 5-10 anni

04/01/2023

Rifiuti in aumento e differenziata in calo

I dati del rapporto rifiuti urbani parla chiaro: a Brescia e in Val sabbia aumenta la quantità di rifiuti prodotta da ogni abitante, cala invece la percentuale della raccolta differenziata, di poco, ma non succedeva da vent'anni

03/01/2023

Novità nel servizio di raccolta rifiuti

Con l’inizio del nuovo anno Sae Valle Sabbia ha introdotto alcune modifiche nei giorni di raccolta rifiuti in alcuni paesi, in altri parte la tariffa puntuale

(5)
02/01/2023

Acqua Maniva, contenitori e sostenibilità

Michele Foglio, amministratore delegato di Acqua Maniva, parla di Smile-Box e delle richieste del mercato della ristorazione

15/12/2022

10 milioni per le foreste lombarde

Anche la Comunità montana di Valle Sabbia e i consorzi forestali locali sono beneficiari dei finanziamenti regionali per la prevenzione e la cura del patrimonio forestale

09/12/2022

Studio del Presidio: «Chiese inadatto per acque reflue»

Uno studio tecnico-giuridico del Presidio 9 agosto redatto dall’avvocato Pietro Garbarino evidenzia tutte le incongruità del progetto dei depuratori sul Chiese

23/11/2022

Paitone green

Anche il comune di Paitone ha colto l’occasione per mettere a dimora nuove piante per la «Giornata nazionale degli alberi»

23/11/2022

Prevalle per la Giornata nazionale degli alberi

Un centinaio di piante messe a dimora, un gesto concreto a tutela della biodiversità e dell'ambiente

23/11/2022

Il torrente Gombra messo in sicurezza

Un importante intervento di messa in sicurezza del territorio contro le esondazioni con lavori alla vasca di laminazione e al corso d’acqua che scenda la località San Carlo

(1)
04/11/2022

Diffida alla Vergomasco

Con il provvedimento riprende anche la possibilità di pianificare interventi risolutivi

(1)