27 Febbraio 2024, 11.47
Eco del Perlasca

Dalla Russia o dalla Polonia?

di Jacopo Bettini

La parola "vodka" deriva dal termine slavo "voda", che significa "acqua" ed è stata utilizzata per la sua somiglianza nell’aspetto e nel colore ad essa

 
La bevanda ha una storia che risale a diversi secoli fa: le prime tracce si possono trovare in Polonia e Russia, con documenti che datano intorno al XIV secolo.

La prima menzione del termine Wodka,
(che si scriveva appunto con la “W”) apparve in Polonia nel 1405, ma l’anno di svolta per la produzione va collocato nel 1430, quando un monaco russo sviluppò la prima ricetta ufficiale, a partire dalla fermentazione del pane.

Le materie prime principali
utilizzate per la produzione oggi sono principalmente due: cereali e patate; i cereali principalmente utilizzati sono: il grano, la segale, il mais o il frumento.
La scelta del cereale utilizzato può influenzare il gusto finale della vodka.
Ad esempio, quella russa tradizionale è fatta con grano o segale. Le patate sono un'altra materia prima utilizzata, impiegate in particolare nella produzione di alcune varietà di vodka polacche.
Le materie prime vengono, quindi, messe a fermentare con l'aggiunta di lieviti per convertire gli zuccheri in alcol; il liquido fermentato viene distillato in alambicchi per eliminare impurità e aumentare la concentrazione di alcol. Infine, la vodka viene diluita con acqua fino a raggiungere la gradazione alcolica desiderata.

Inizialmente, la vodka non assomigliava molto a quella che beviamo attualmente.
La qualità poteva variare notevolmente da una produzione all'altra, ma nel corso del tempo, grazie a miglioramenti nei processi di distillazione e produzione, la vodka è diventata più pura, più chiara e più uniforme nel gusto.
Durante il XVIII secolo, divenne una bevanda popolare in Russia, tanto che, nel 1894, fu istituito il primo standard di produzione russa per la vodka. Nel frattempo, in Polonia, era già considerata una bevanda nazionale e un elemento importante della cultura polacca.

Ad oggi, non è dato sapere se la vodka sia stata fatta per la prima volta in Russia o in Polonia, tuttavia, entrambi i paesi rivendicano di averla creata e perfezionata come la bevanda che conosciamo oggi.

La fortuna della Vodka fece sì che questo distillato riuscisse ad oltrepassare i confini dell’Est Europa per diffondersi anche in Occidente; Napoleone Bonaparte in questo ebbe un ruolo cruciale: il generale la usò come forma di sostentamento contro il freddo durante la campagna in Russia, importandola, poi, anche in Francia e nel resto d’Europa.

Nel corso del tempo, poi, la vodka ha guadagnato popolarità anche nel resto mondo, perfino in America, dove, nel 1975, sorpassò perfino le vendite del Bourbon Whiskey, fino ad allora il distillato più bevuto dalla popolazione americana.
A partire dalla fine del XX secolo sono aumentate anche in Italia la produzione e il consumo della bevanda. Si può quindi ormai definire la vodka come una bevanda conosciuta ed apprezzata in ogni parte del globo.





Vedi anche
14/12/2011 12:02

Lo zafferano una pianta della famiglia delle Iridacee. Il suo nome deriva dalla parola latina safranum, che deriva a sua volta dall’arabo asfar, che significa “giallo”

26/10/2011 09:00

Il wasabi Una pasta di colore verde, utilizzata nella cucina orientale

02/09/2022 07:00

Paese che vai, orto che trovi… La parola orto deriva dal greco “chórtos” (che si legge aspirando la “c” come in Toscana). A Vobarno ce n’è uno che invece (per ridere) potrebbe derivare dalla parola “lungós”. Vediamo (seriamente) il perchè

05/06/2023 09:20

L’ansia. Ansia in adolescenza e adolescenti ansiosi La parola ansia ci appartiene come disturbo e stato di disagio. In genere lo è perché l’etimo latino “ango” da cui deriva significa “stringere e soffocare”

11/06/2023 08:00

Acqua come arma di guerra L’acqua in molte occasioni è stata utilizzata, all’interno di conflitti, come una vera e propria arma di distruzione di massa




Altre da In cucina
16/02/2024

Giovani cuochi valsabbini a Roma

Soddisfazione per gli studenti dell'Alberghiero del Perlasca di Idro, che portano la Valle anche nelle sfide culinarie

26/12/2023

Chef per una notte: il Perlasca presente

La classe quinta di cucina e sala dell'istituto di Idro parteciperà all'11esima edizione dell'iniziativa, ora anche programma tv, promossa dal gruppo Editoriale Bresciana

20/08/2023

Il ritorno della chef

Ambra Marca, chef bagossa, si è regalata un'esperienza internazionale: un anno intero a Dublino per tornare ancora più brava di prima. VIDEO

15/05/2023

La CPF80 di Lavenone

La C.P.F.80, cooperativa di consumatori con sede a Lavenone, giunge quest’anno al suo 43esimo compleanno.  L’assemblea annuale dei soci è per questo giovedì 18 maggio alle 20:30, per la prima volta nell'area di vendita

02/05/2023

Lo spiedo bresciano espatria in Trentino

La tradizione dello spiedo valsabbino varca i confini provinciali e regionali grazie a un corso tenuto dal maestro spiedatore Mauro Tosi in Val di Ledro
VIDEO

30/04/2023

I monaci e la birra: una lunga tradizione

Viaggio fra le origini inaspettate di questa bevanda

04/03/2023

A Serle la polenta teragna è De.Co.

Grande festa per la presentazione della Denominazione Comunale per uno dei piatti tipici della tradizione serlese
Galleria fotografica

28/02/2023

Una colazione sotto l'albero

Dopo la grande esperienza del “ristorante Santa Cecilia”, i professori ultra contenti, hanno detto: “Magari, ci fosse un altro giorno così”. Ed è successo, in periodo natalizio

18/02/2023

Ritorno al medioevo

Un tuffo nel passato con le classi terze dell’alberghiero