23 Febbraio 2024, 08.00
Provincia
Confindustria Brescia

Terziario, risale la fiducia delle imprese bresciane nel 4° trimestre

di Redazione

Tra ottobre e dicembre, si assiste ad un significativo incremento rispetto al trimestre precedente (121 contro 106): un livello che ritorna ad essere quello sperimentato nella seconda metà del 2022. Pesano però le incognite globali


Nell’ultimo trimestre del 2023,
risale il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi, attestatosi sul valore di 121, in deciso aumento rispetto alla rilevazione precedente (106) e in linea con quanto sperimentato nella seconda metà del 2022. Nel 2023 il livello di fiducia medio dichiarato delle aziende operanti nel terziario locale è stato pari a 118, in crescita nei confronti del 2022 (111), ma in decisa flessione sul 2021 (138).

A evidenziarlo sono risultati dell’Indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al 4° trimestre 2023.

La dinamica che ha caratterizzato il periodo ottobre-dicembre 2023 va di pari passo con la ripresa del settore industriale locale, dopo lo stagionale rallentamento nel periodo estivo, all’interno di un contesto non privo di elementi di preoccupazione, tra cui spiccano: le perduranti tensioni geopolitiche, gli alti tassi d’interesse e il ridimensionamento della domanda.

“Pur in un contesto caratterizzato
da una serie di incognite, ancora una volta il settore terziario si dimostra al passo con l'evoluzione dell'economia italiana e bresciana. Le nostre aziende progrediscono, assumono personale e si ritagliano un ruolo di incontestabile rilevanza anche nel confronto con la grande manifattura – commenta Fabrizio Senici, Presidente del settore Terziario di Confindustria Brescia –. Il terziario conta, non tanto nella dimensione, ma nel ruolo che oggi ricopre nella catena del valore di qualsiasi impresa.”

Il quadro delineato, contraddistinto da luci e ombre, non ha impedito alle realtà bresciane attive nel terziario, di realizzare numeri nel complesso positivi. Nel dettaglio, per quanto riguarda i giudizi espressi dalle aziende sui tre mesi precedenti:
  •     il fatturato è aumentato per il 52% delle imprese intervistate, con un saldo positivo del 43% tra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione;
  •     gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +45% e a +23%);
  •     i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione crescente (saldo netto pari a +19%); una tendenza che certifica come l’inedita salita delle quotazioni degli input energetici riscontrata nei mesi scorsi (ora in fase di ridimensionamento) non abbia terminato di propagarsi in altri ambiti dell’economia reale.

Anche le prospettive per i mesi a venire appaiano favorevoli:
  •     il fatturato è atteso in crescita dal 41% degli intervistati, con un saldo positivo del 29% a favore degli ottimisti rispetto ai pessimisti;
  •     i saldi riferiti al portafoglio ordini (+31%) e all’occupazione (+23%) descrivono uno scenario di possibile consolidamento dell’attività;
  •     i prezzi dei servizi offerti manifestano un saldo positivo (+17%), a indicazione che la fase rialzista è verosimilmente destinata a confermarsi anche nel prossimo futuro.

Con riferimento alle prospettive generali
dell’economia italiana, oltre tre imprese su quattro (78%) prevedono una dinamica stazionaria, il 17% si dichiara pessimista, mentre solo il 5% degli imprenditori esprime un orientamento ottimistico. Tali numeri riflettono quindi una percezione, da parte delle imprese, di una sostanziale stabilità per il sistema economico nazionale, all’interno di uno scenario in cui il comparto dei servizi è atteso guidare la ripresa, con l’industria che si appresterebbe a terminare la fase di calo che ha contraddistinto buona parte del 2023.

Consulenza alle imprese

Il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto della consulenza alle imprese, nel 4° trimestre 2023, si attesta a 118, contro il valore di 114 del periodo precedente. I giudizi espressi rispetto ai tre mesi precedenti segnalano che: il fatturato è aumentato per il 58% delle imprese, con un saldo positivo del 54% tra risposte in crescita e in diminuzione; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +42% e a +27%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione in rafforzamento (saldo netto pari a +19%). Con riferimento alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso in crescita dal 38% degli intervistati, con un saldo positivo del 23%; i saldi riferiti al portafoglio ordini (+26%) e all’occupazione (+19%) indicano uno scenario di significativo rafforzamento dell’attività; i prezzi dei servizi offerti manifestano un saldo positivo (+19%). Le opinioni delle imprese in merito alla tendenza generale dell’economia italiana risultano non in linea con i positivi risultati aziendali consuntivi e previsionali: il 4% prevede un aumento, a fronte del 77% che propende per la stazionarietà e del rimanente 19% che ha una visione sfavorevole.

ICT & digitale

Il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto ICT & digitale, nel 4° trimestre 2023, si attesta a 123, in netto aumento rispetto a quanto rilevato fra luglio e settembre (87). In merito ai giudizi espressi sui tre mesi precedenti: il fatturato è aumentato per il 40% delle imprese, con un saldo positivo del 30% tra variazioni in aumento e in diminuzione; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +45% e a +20%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione crescente (saldo netto pari a +15%). Riguardo alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso in crescita dal 45% degli intervistati, con un saldo positivo del 40%; i saldi riferiti al portafoglio ordini e all’occupazione risultano positivi (rispettivamente pari a +35% e a +30%); i prezzi dei servizi offerti registrano un saldo in aumento del 20%. Le opinioni delle imprese in merito alla tendenza generale dell’economia italiana risultano fredde: solo il 10% ha un orientamento positivo, il 70% prevede stazionarietà e il rimanente 20% si aspetta una contrazione.

Servizi alle imprese

Nel 4° trimestre 2023 il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto servizi alle imprese si attesta a 126, in crescita rispetto al periodo precedente (114). Riguardo ai giudizi espressi a consuntivo: il fatturato è cresciuto per il 44% delle imprese, con un saldo positivo del 22%; gli ordini evidenzia un saldo positivo (+34%) l’occupazione invece registra numeri meno entusiasmanti (saldi pari allo 0% ma il 78% dichiara stazionarietà); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per una trend positivo (33%). In merito alle prospettive a breve termine: il fatturato è atteso risulta in crescita per il 44% degli intervistati, con un saldo positivo del +33%; il saldo riferito al portafoglio ordini risulta pari al 44%, quello all’occupazione a +11%; i prezzi dei servizi offerti si contraddistinguono per un saldo positivo dell’11%. Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive dell’economia italiana risultano esclusivamente stazionarie: il 100% degli imprenditori del settore prevede un andamento costante dell’economia italiana.


Aggiungi commento:

Vedi anche
20/11/2022 08:00

In calo la fiducia delle imprese, che ritorna ai livelli di fine 2020 Nel 3° trimestre del 2022, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si contrae rispetto al trimestre precedente, passando da 109 a 102, un livello non lontano da quello sperimentato a fine 2020

15/02/2023 08:00

Terziario, a Brescia risale il clima fiducia delle imprese Nel 4° trimestre del 2022, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si è attestato a 124, evidenziando un significativo incremento rispetto alla rilevazione precedente (102), quando l’indice era di fatto ritornato sui livelli di fine 2020.

15/05/2021 08:45

Brescia, balzo della fiducia nel terziario Nel primo trimestre del 2021 il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attesta a 133, in deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente

14/02/2022 10:19

Terziario, cala la fiducia ma il contesto rimane positivo Nel periodo tra ottobre e dicembre, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si è attestato a 123, evidenziando così una significativa riduzione rispetto a quanto rilevato nel periodo precedente (146). Il livello raggiunto è il più basso nel 2021

23/02/2021 11:02

Terziario, nel quarto trimestre si assesta la fiducia Il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attesta a 102, confermando il livello registrato nel periodo precedente. Rilevante il “fattore smart working”




Altre da Economia e Lavoro
20/02/2024

MecSpe, anche la Valle all'evento bolognese

Fra le 93 aziende bresciane presenti alla fiera ci saranno anche 5 imprese valsabbine del comparto manifatturiero

18/02/2024

Fermo Fiori: dalla macelleria agli impianti elettrici

Da giovane ragazzo in procinto di aprire una piccola macelleria a proprietario di un'azienda milionaria, la storia di Fermo Fiori

14/02/2024

VeriWatch: il rilancio di un brand tutto italiano

Un marchio storico dell'orologeria italiana ritorna nei negozi grazie alla passione di un imprenditore valsabbino

13/02/2024

Nuovi fondi per gli scolari lombardi

Buone notizie per i Buoni Scuola: raggiunto il totale di 28 milioni per gli aiuti scolastici

12/02/2024

Negozi di vicinato messi a nuovo

A beneficiare di un finanziamento del Gal GardaValsabbia i piccoli negozi di Casto della Cooperativa di consumo Savallese

07/02/2024

Turismo in Valle Sabbia, bilancio e prospettive

Investimenti in infrastrutture e promozione fra le attività del settore turistico della Comunità montana che registra presenze in crescita. L’intervista all’assessore Daniela Giacomini
VIDEO

05/02/2024

La Spressa di Roncone

È un formaggio tipico della Valle del Chiese e delle Giudicarie, che dal 2004 si pregia della Dop. Sergio Amistadi lo prepara nel suo maso da “Mont” come una volta
VIDEO

05/02/2024

Produzione industriale in leggera flessione nel 2023

Un calo del -0,2% rispetto al 2022; più marcata la flessione del 4° trimestre 2023 rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente (-2,3%)

31/01/2024

L'università ora si fa in inglese

Il Rotary Valle Sabbia promuove il nuovo corso in "Business and Finance" dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia. Le competenze su cui è incentrato sono molto richieste nel mondo imprenditoriale valsabbino

30/01/2024

Ecco il Suap associato

Sempre più a fianco delle imprese la Comunità montana della Valle Sabbia, con lo Sportello Unico delle Attività Produttive (Suap): servizio comunitario, in accordo con la Camera di Commercio di Brescia, e supporto tecnico del Comune di Gavardo