19 Maggio 2022, 10.00
Provincia
Confindustria Brescia

«Un vaccino per tutti», raccolti quasi 500.000 euro

di Redazione

La campagna, lanciata nello scorso mese di agosto da Confindustria Brescia in collaborazione con CGIL, CISL e UIL provinciali, aveva l'obiettivo di concorrere alla diffusione degli interventi vaccinali anti-Covid19 nei Paesi economicamente più fragili del mondo


Un totale di 486.788,86 euro raccolti e 299 donatori aderenti, di cui 235 aziende: sono questi i risultati della campagna "Un vaccino per tutti", lanciata nello scorso mese di agosto da Confindustria Brescia, in collaborazione con CGIL, CISL e UIL provinciali.

L'iniziativa – ufficialmente avviata a settembre – aveva l'obiettivo di concorrere, attraverso un meccanismo di raccolta fondi solidale che ha coinvolto le realtà aderenti e i loro dipendenti, alla diffusione degli interventi vaccinali anti-Covid19 nei Paesi economicamente più fragili del mondo. In particolare, i fondi sono stati raccolti da Medicus Mundi Italia, che si è occupata di devolverli per l'implementazione della campagna vaccinale in Mozambico. L'operazione è già stata avviata e si stanno distribuendo decine di migliaia di vaccini nel Paese africano; in particolare, tra gennaio e aprile sono già state somministrate 13.000 dosi.

I numeri del progetto sono stati presentati oggi pomeriggio al Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Brescia, durante l'evento "Un vaccino per tutti – Saúde para Todos", a cui sono intervenuti Maurizio Tira (Magnifico Rettore dell'Università di Brescia), Adriana Apostoli (Direttrice Dipartimento Giurisprudenza UNIBS), Cristina Alessi (Dipartimento Giurisprudenza UNIBS), Roberto Zini (Vice presidente Confindustria Brescia), Francesco Bertoli (Segretario generale CGIL Brescia), Paolo Reboni (Segretario generale aggiunto CISL Brescia), Mario Bailo (Segretario generale UIL Brescia), Barbara Distaso (Segretario generale CGIL Valcamonica-Sebino), Massimo Chiappa (Direttore Medicus Mundi Italia) e Francesco Castelli (Prorettore vicario UNIBS).

"Siamo molto soddisfatti, perché siamo riusciti a portare avanti un discorso di carattere globale, contestualizzandolo a livello locale per quanto riguarda la solidarietà e superando la sterile polemica tra le posizioni a favore e contro il vaccino – commenta Roberto Zini, Vice Presidente di Confindustria Brescia con delega a Welfare e Relazioni Industriali –. Dopo il protocollo per il rientro in sicurezza al lavoro dell'aprile 2020, Brescia si è dimostrata ancora una volta un territorio in cui il dialogo tra associazioni datoriali e sindacati è in grado di portare a risultati importanti. Un sentito ringraziamento per quanto ottenuto va rivolto alle tante aziende e ai tanti privati che hanno voluto aderire all'iniziativa, oltre che ai partner del progetto ALL-IN Brescia, lanciato nel 2019 da Confindustria Brescia sul tema della convivenza multiculturale quale condizione per favorire la crescita sostenibile del territorio."

"Il sostegno alla campagna nazionale di vaccinazione nella Provincia di Inhambane prosegue, attraverso l'adesione al programma UNIVAX. Si vaccina soprattutto nelle aree urbane: nei centri di salute, nelle scuole, nei mercati. Grazie a "Un vaccino per tutti" sono già stati acquistati e si stanno distribuendo decine di migliaia di vaccini, siringhe, aghi, piccoli inceneritori – aggiunge Massimo Chiappa, Direttore di Medicus Mundi Italia –; inoltre, si sono formati infermieri e tecnici vaccinatori, e si fornisce materiale medico, tamponi rapidi, materiale di protezione; si acquistano o riparano congelatori; si allestiscono tende per triage e isolamento pazienti; si copre il costo del carburante per vaccinare nei villaggi.  Cercando di raggiungere le aree più remote, da gennaio a marzo 2022 abbiamo vaccinato più di 10.000 persone attraverso le brigadas moveis, equipe sanitarie mobili che portano i servizi di salute di base, in particolare per mamme e bambini nelle comunità più distanti dai centri di salute. Stiamo attendendo il via libera da parte del Ministero della Salute del Mozambico per iniziare le vaccinazioni alla fascia di età 15 e 17 anni del distretto più popoloso, quello di Massinga. La Campagna "Un vaccino per tutti" sta dimostrando ancora una volta come Brescia sia capace di fare rete tra istituzioni, mondo profit e mondo no profit per ottenere risultati concreti ed efficaci. Ma non è solo solidarietà e cooperazione, è anche un'azione di sensibilizzazione sull'importanza delle vaccinazioni e della salute pubblica, perché in un mondo sempre più globalizzato, è un'illusione pensare che basti vaccinare i paesi più ricchi per bloccare la circolazione del virus e di nuove varianti."

"Per contrastare, insieme alla pandemia, anche le crescenti disuguaglianze alla base di tante sfide globali in ambito sanitario la nostra Università ha da subito aderito alla campagna "Un vaccino per tutti" – dichiara Maurizio Tira, Rettore dell'Università degli Studi di Brescia –, volta a raccogliere fondi destinati all'approvvigionamento di vaccini anti-Covid nei Paesi a risorse limitate e ad evitare che l'insorgenza di nuove varianti possa depotenziare i benefici della vaccinazione anche negli Stati che oggi sono riusciti a contenere la pandemia. Il nostro Ateneo ha raccolto un rilevante importo, grazie alle adesioni dei propri dipendenti, che ha contribuito allo svolgimento della campagna vaccinale in Mozambico".

Oltre alla campagna di sensibilizzazione nelle aziende, nello scorso mese di novembre la Piccola Industria di Confindustria Brescia ha promosso la rappresentazione "Da le ses a le dò, da le dò a le des. Storie di ferro e di lavoro" al Teatro Grande di Brescia.




Vedi anche
31/08/2021 10:30

Al via mercoledì il progetto «Un vaccino per tutti» Dal 1° settembre al 31 dicembre sarà possibile aderire all'iniziativa promossa da Confindustria Brescia con CGIL, CISL e UIL provinciali: un progetto che mira a promuovere la diffusione degli interventi vaccinali nel mondo

20/09/2021 15:50

Buona adesione alla campagna «Un vaccino per tutti» A pochi giorni dal lancio numerose sono le aziende che hanno già aderito all'iniziativa. Il presidente Franco Gussalli Beretta: "I vaccini nei Paesi a risorse limitate fondamentali per sconfiggere la pandemi". Il sostegno di Confindustria Brescia

24/11/2020 15:13

Iopagoifornitori, la campagna tocca quota 530 adesioni Per effettuare un primo bilancio della campagna lanciata nel marzo scorso e illustrare azioni e numeri, si terrà questo mercoledì 25 novembre un webinar intitolato “L’etica non va in lockdown”

24/11/2021 11:17

«Un vaccino per tutti», uno spettacolo al Teatro Grande "Da le ses a le dò, da le dò a le des", promosso dalla Piccola Industria per raccogliere fondi da devolvere a Medicus Mundi Italia a sostegno della campagna vaccinale nei Paesi meno sviluppati

28/03/2021 08:00

Brescia Regeneration, per progettare il futuro Il progetto, promosso da Confindustria Brescia, vede coinvolti Prometeia SpA e l’Università degli Studi di Brescia. L’obiettivo è delineare i futuri possibili del territorio bresciano all’orizzonte 2030




Altre da Economia e Lavoro
18/05/2022

Ristori per il caro-bollette agli enti pubblici

Arrivano dallo Stato i primi “ristori” per le amministrazioni locali, concessi per far fronte ai rincari in bolletta accusati nel primo trimestre del 2022 anche dai Comuni. I contributi a quelli valsabbini

18/05/2022

«Cigni neri, inflazione e capitale privato: qui si fa l'Italia»

All'incontro, dedicato in particolare alle opportunità legate al private markets e private equity per trasformare e innovare le imprese Italiane, sono intervenuti tra gli altri Franco Gussalli Beretta, Presidente di Confindustria Brescia, Paolo Streparava, Vice presidente di Confindustria Brescia con delega a Credito, Finanza e Fisco, e Claudio Scardovi, CEO & Fondatore di HOPE

14/05/2022

Martedì l'evento «Cigni neri, inflazione e capitale privato: qui si fa l'Italia»

Tra le tematiche che verranno affrontate durante i lavori, figurano le opportunità legate al Private markets e private equity per trasformare e innovare le imprese Italiane, in competitività e verso la sostenibilità

14/05/2022

Sostegno garantito al territorio

Quasi cinque milioni e mezzo di utile, con la decisione di destinare un intero milione a fondo "mutualità e beneficenza". È quanto è emerso dall’assemblea per l’approvazione del bilancio 2021 della Cassa Rurale

13/05/2022

Con Valsir al Giro-E

Laddove si parla di tradizione e di innovazione non può certo mancare Valsir. Così al Giro-E 2022, che si corre sullo stesso tracciato della Corsa in Rosa. L'azienda valsabbina ha schierato addirittura due squadre, una delle quali ieri era in testa alla classifica

13/05/2022

Arrivano i bandi

160mila euro. É il budget che la Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella mette a disposizione delle associazioni del territorio per investimenti su materiali e progetti formativi. Entro il 27 maggio

13/05/2022

«Eureka! Funziona!» premiati gli alunni della primaria

L'evento si è tenuto nella nuova sede di via Garzetta dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia; nell'edizione 2021/22 sono state 12 le classi premiate da tutta la provincia per i migliori progetti, con 52 alunni e 13 docenti coinvolti.

13/05/2022

A sostegno dell'agricoltura di montagna

C'è tempo fino al 27 giugno per partecipare al bando di Comunità montana per aiuti finanziari al settore primario. Flocchini: «Un importante strumento di sostegno per le aziende agricole del territorio»

10/05/2022

Scuola in Fattoria, secondo posto per una classe di Sabbio Chiese

A Monticelli Brusati le premiazioni del progetto di educazione alimentare di Coldiretti Brescia 2021/2022 che ha visto protagoniste anche le scuole valsabbine

08/05/2022

Tiene il primo trimestre

Si aggrava la pressione sui margini aziendali, a seguito della limitata capacità di trasferire sui prezzi di vendita i rincari dei costi degli input produttivi.