06 Dicembre 2022, 10.10
Val del Chiese
Lutto

Ciao Mario Antolini «Musòn»

di Gianpaolo Capelli

A oltre 102 anni ieri se n’è andato Mario Antolini “Musòn” decano dei giornalisti trentini


Era nato a Tione in Giudicarie
nel 1920, il “Maestro-Pubblicista” come voleva essere chiamato, anche se per tutti era il Professor Mario “Musòn”, soprannome che accompagna il suo nome e di cui era orgoglioso.

Già da ieri sera gli organi di informazione televisivi trentini hanno dato ampio risalto alla sua scomparsa e oggi tutti i giornali ne parlano e forse sapranno raccontare meglio di me di questo grande uomo.

Voglio ricordare l'amico Mario semplicemente per  l'amicizia che mi legava a lui, ancora dal lontano 1977, quando era ospite negli studi di GB1 Radio di Storo nei programmi culturali della stessa.

Presenza poi continuata negli studi di Tg8 di Tione fino alla sua chiusura.
Amicizia durata negli anni e cementata dai tanti incontri a Bondone e Baitoni, quando era ospite a presentare i libri che erano editati in quegli anni dal comune e dalla parrocchia.

Era accompagnato sempre dalla moglie a cui teneva molto al suo parere delle sue presentazioni.

Fu lui a presentare il libro “Un prete con noi”, all'inizio degli anni duemila nel ricordo del parroco don Dino Menestrina, che per quasi 25 anni ha guidato i fedeli dei due paesi e di cui era amico.

Oggi sono tanti a ricordare il personaggio Mario Antolini Musòn, raccontandolo in tutte le sue attività culturali dove egli ha dato tutto se stesso con i suoi saperi immensi.

Brevemente traccio un suo ricordo del suo percorso di vita, che mi aveva rilasciato nel Natale 2021, in occasione della trasmissione “Persone”.

Mario Antolini è nato a Tione in Giudicarie il 19 giugno 1920.
 Studi e formazione successivamente a Tione di Trento, Milano, Ivrea, Chieri, Tokyo, Trento, Napoli.
Ha conseguito il diploma delle Magistrali a Trento e la laurea in Scienze Orientali (specializzazione giapponese) a Napoli.
Dal 1955 al 1980 insegnante di Scuola Elementare in varie località delle Giudicarie.

Dal 1947 opera nel mondo dell’informazione come pubblicista per diverse testate provinciali e non solo.
Impegnato come appassionato di storia e geografia locali.
Diverse le sue pubblicazioni editate.
Coinvolto in attività culturali, figura tra i fondatori del Centro Studi Judicaria con sede a Tione di Trento.

Notevole la sua partecipazione in varie associazioni di volontariato.
Dalla fondazione del “Il Giornale delle Giudicarie” è stato sempre un collaboratore assiduo e importante, fino a questo dicembre 2022
I suoi editoriali mensili, anche attuali, sono molto letti ed apprezzati .
A oltre 102 anni era presente presente sui “social” (in Facebook) con inserti quotidiani.

L'anno scorso su Rai Tre nazionale era andato in onda uno special a lui dedicato, nella trasmissione “Persone”  dal titolo “101 SOCIAL”, in riferimento alla sua età, proprio il giorno di Natale e di cui sono orgoglioso di esserne stato l'artefice.
E' stato per me un onore far conoscere nel settembre 2021 Antolini,  all'amico giornalista Stefano Cangemi di Rai tre di Roma, e presentare Lui come personalità di spicco delle Giudicarie.
Cangemi  ha incontrato e intervistato Mario Antolini  nel suo studio di Tione e nei poco più dei 4 minuti dedicati al “Maestro-Pubblicista” lo  lascia parlare a ruota libera e da onore a un uomo che della cultura, della continua ricerca del sapere ne ha fatta la bandiera della sua vita.
La trasmissione si apre con immagini della vecchia Tione, spostandosi nella contrada di Brevine,  dove nel bar attuale, era ubicata la tipografia della famiglia Antolini.

Brevemente Mario ricorda i 12 anni della fanciullezza passati a Tione, e quelli fino ai 37, passati con i salesiani di San Giovanni Bosco,  con  un periodo della sua vita trascorso in Giappone.
Ritornato a casa, grazie al giornalista Gorfer, trova il suo primo impiego come corrispondente di valle del giornale “L'Adige “di Trento.
Da allora in poi la penna, le macchine da scrivere prima meccaniche  e poi quelle elettriche, sono gli strumenti di lavoro di Mario.

L'avvento del “PC”e le sue applicazioni sarà il suo nuovo modo di  scrivere e comunicare, e per lui con internet si apre un nuovo mondo di contatti e la possibilità di poter far leggere i suoi scritti a una platea immensa di persone attraverso i social network, persone che lui magari non conosce e che apprezzano le sue tante pubblicazioni e libri.
Il video da una lucida e esaustiva spiegazione di come l'ultracentenario Mario usa, e a suo giudizio devono essere usati i “social”.

Ecco quanto aveva rilasciato allora in video: “La telematica ha eliminato distanze tra popoli, nazioni e continenti”, questa sua affermazione trovava riscontro nei  4731 amici, come li chiamava lui, che ogni giorno leggevano quello che scriveva.
Ecco cosa diceva Mario riguardo a quello che si aspettavano da lui i suoi lettori:
“Tutti i giorni aspettano il mio pensiero, che deve riguardare il modo di vivere bene.”

 L'ultima riflessione di Mario
in chiusura di trasmissione è stata questa: “Io credo che l'età più bella sia quella che  tu ti senti contento di te , senza desideri e senza rammarichi...”

Ho avuto l'onore che il mio articolo a lui dedicato sia stato pubblicato nel marzo del 2021 sulla importante pubblicazione “Judicaria”, di cui ne è direttore il professor Graziano Riccadonna, legato da profonda stima e amicizia al collega Mario Antolini.

Ecco quanto mi ha rilasciato brevemente oggi il professor Riccadonna  riguardando la scomparsa  dell'amico Mario e nel suo ricordo:
“Per me è una perdita unica e insostituibile, non solo perche Mario è stato il mio predecessore alla guida di “Judicaria”: è stato lui a promuovermi alla guida della stessa incentivandomi e cosigliandomi continuamente.
Mario è stato anche mio maestro di giornalismo, quando mi iscrissi nella categoria e alla fine  degli anni sessanta  diventati corrispondente del quotidiano  Alto Adige con il suo appoggio.
Contatti personali quasi giornalieri  tramite email, dove ero lieto di commentare quello che scriveva per le migliaia di amici che aveva sui social.
Ciao mio maestro di vita, riposa in pace, sentite condoglianze ai tuoi famigliari.”

Chiudendo, vado a riprendere quanto scritto sull'annuncio funebre:
“Lo annunciano i figli Flavio con Flor, Sabrina con Roberto, le nipoti Marinella, Nacari con Lorenzo e il piccolo Franco, Valerio e Milena.”
I funerali saranno celebrati mercoledì 7 dicembre alle ore 16.30 nella chiesa di Tione.
Sentite condoglianze ai famigliari.  

FOTO 1 MARIO ANTOLINI FESTEGGIATO DA “JUDICARIA “PER I SUI 100 ANNI.
FOTO 2-3-4 MARIO ANTOLINI DURANTE LE RIPRESE DELLO SPECIAL PERSONE

Video: Mario Antolini protagonista del video “Persone” dal titolo “101 SOCIAL”.


Questo e altri video, con maggior risoluzione, su VallesabbianewsTV






Commenti:
ID83080 - 06/12/2022 15:40:00 - (ZUA) - Grazie Mario Antolini

Grazie mille per questa testimonianza di vita vissuta con tanta attenzione e gratitudine! Che bello avere incontrato questa persona su Valle Sabbia News! RIP. Betty Zuaboni

Aggiungi commento:

Vedi anche
14/11/2017 07:49

A ricordo di Andrea Barbiani Riceviamo e pubblichiamo volentieri il tratteggio che di Andrea Barbiani fa il 97enne Mario Antolini Musón, uomo di cultura e storico delle Giudicarie. Si erano conoscuti un paio di anni fa e si erano a vicenda apprezzati

21/10/2020 07:38

Ciao Mario, gigante buono Se n’è andato improvvisamente Piermario Baruzzi, il pugile. Aveva 74 anni. Un mito negli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso

09/01/2022 19:49

«101 anni social» Il titolo di questo articolo, forse incomprensibile al momento, è un rebus subito risolto presentando Mario Antolini di Tione. VIDEO

16/02/2018 13:50

Ciao partigiano Spinetti Saranno celebrati questo lunedì alle 15 a Paitone i funerali di Mario Spinetti, scomparso all’età di 99 anni. Mario è un eroe della Resistenza. Riportiamo uno scritto di Massimo Mattei, che l’aveva intervistato quindici anni fa

05/09/2019 18:00

L'ultimo saluto al presidente della banda Si terranno questo sabato pomeriggio i funerali di Mario Zambelli, tra i fondatori del Corpo bandistico di Vallio Terme del quale era alla guida da un paio d’anni




Altre da Val del Chiese
06/12/2022

Giù la casa

A Storo demolita la casa dell’Ardito, la prima realizzata in Via Garibaldi nel 1921 da Pietro Albieri di Rivoltella

05/12/2022

Valle del Chiese, i risultati di Settaurense e Condinese

Ad una giornata dalla conclusione del girone di andata Condinese e Settaurense risultano entrambe sconfitte mentre le compagini di 1 categoria sono già ferme da domenica scorsa

05/12/2022

Valle del Chiese, i pompieri per S.Barbara

Celebrata questo sabato dai pompieri di valle la ricorrenza di Santa Barbara

02/12/2022

Renzo Mazzola artista fotografo

Renzo Mazzola continua a mietere premi e riconoscimenti: ecco una carrellata dei suoi scatti più belli
VIDEO

01/12/2022

Ciao amico Sergio

La notizia della scomparsa di Sergio Rassega, classe 1936, ha destato sorpresa e cordoglio nei tanti amici che aveva nella Valle del Chiese, in Rendena e nel Bresciano

30/11/2022

I murales di Bondone ritornano protagonisti

Lunedì 28 novembre, almeno per un giorno, i “Murales” di Bondone, alcuni datati intorno al 1800 e altri si presume precedentemente, sono assunti agli onori delle cronache, già protagonisti primari nella votazione di Bondone quale borgo più bello di Italia: determinante la loro presenza nel Borgo.

29/11/2022

Prove geometriche sul campo

Non sembrerebbero sufficientemente tonde le uscite dal ponte nuovo che fa parte della rotonda quadrata di Ponte Caffaro. La geometria sembra dar ragione al Comune

(1)
28/11/2022

Giudicarie sport 90' Minuto

Nella domenica di 27 novembre Condinese, Castelcimego , Pinzolo Valrendena e Pieve di Bono vincono i rispettivi confronti mentre la Settaurense è costretta al pareggio in casa dall’Aquila Trento

26/11/2022

Tre panchine rosse per Storo e Lodrone

Giornata importante a livello mondiale ieri venerdì 25 novembre per sensibilizzare tutti contro la violenza sulle donne di qualsiasi tipo: fisico e morale.

24/11/2022

«Quan cal vé mbrünì», il nuovo libro dello storico Gianni Poletti

Sarà presentato questo sabato a Storo per iniziativa dell'Associazione culturale “Il Chiese”
VIDEO