03 Ottobre 2022, 09.55
Val del Chiese Storo
Manifestazioni

Trionfo per il Festival dei primati

di Gianpaolo Capelli

Ressa delle grandi occasioni questa domenica a Storo per il Festival della Polenta, dove si respirava la gioia dell'incontro e della convivialità e della libertà riconquistata dopo il Covid
VIDEO


Il Festival della polenta 2022
di Storo: straordinario!
La parola straordinario rimarca ancora poco per quanto è successo a Storo nella settima edizione del Festival della polenta appena conclusa.

Ottobrata magnifica, in una Storo piena all'inverosimile, dove si respirava la gioia dell'incontro e della convivialità e della libertà riconquistata dopo il covid, dove nella scorsa edizione del 2021 la pandemia aveva imposto delle regole severe e messo a dura prova gli organizzatori.

Sin dal primo mattino Storo si è riempita di gente giunta da varie province dell'alta Italia.
Nelle sette postazioni i “polenter” hanno cominciato ancora presto la preparazione delle loro speciali polente.
Tanti i paioli che fumavano per far degustare alle miglia di persone che sarebbero giunte le sette polente in gara per la conquista della “Ramina di oro”, premio assegnato alla polenta più votata dalla giuria popolare e dalla giuria degli esperti.

Queste le polente in gara: La “polenta carbonera” presentata dal gruppo alpini di Condino, la stessa nella preparazione dei “Polenter de Stor”, “la polenta di rape” cotta dalla Pro loco di Bondo, quella di patate dai polenter di Praso, quella macafana dalla pro loco di Cimego e la polenta alle noci preparata dai polenter del Bleggio e da ultimo la polenta “cucia” preparata dai polenter di Strada.

Degustazioni iniziate verso mezzogiorno con un serpentone interminabile di gente davanti a tutte le postazioni,
Servizio veloce che ha ridotto molto i tempi di attesa e tutto si è concluso prima delle previste ore sedici.
Conclusione anticipata anche perchè prima di quell'ora i paioli di alcuni polenter erano completamente vuoti, vedi la polenta di rape di Bondo e altri polenter con le loro polente hanno dovuto venire in soccorso dei buongustai che sulla loro tessera avevano ancora degustazioni da espletare.

Bravissimi i polenter di Storo guidati da loro presidente Giorgio Zocchi che aveva previsto quasi mille razioni in più, rispetto ai duemila cinquecento tagliandi venduti e che hanno supportato le razioni delle polente mancanti, quindi tutti accontentati.
Le persone presenti a Storo come dai dati raccolti dal Sindaco Nicola Zontini, sono state circa ottomila, superiori alla edizione del 2019, quella che pareva insuperabile.

Organizzazione perfetta e competente in tutte le fasi della giornata.
Oltre duecento i collaboratori della Pro loco di Storo guidati dal presidente Luca Comai.
Lavoro alla grande per tutti: espositori dei prodotti locali e di valle, per i bar per le associazioni.
Servizio d'ordine impeccabile da parte della polizia comunale che è stata sottoposta ha una prova importante per poter assegnare i parcheggi alle migliaia di macchine presenti.

L'allegria musicale non mancava lungo le strade e nelle piazze, dove complessini e gruppi di fiati locali, cori, per tutto il giorno, instancabili, hanno dato vita alla colonna sonora musicale del festival della polenta 2022.
Sono ritornati ad esibirsi a Storo, una presenza ormai amica il gruppo Folk “I Quater Sauti Rabiesi” della val di Rabbi in val di Sole, guidati dalla loro presidente l'instancabile Marina Mattarei affascinante nelle sue presentazioni storiche.
Verso le sedici il verdetto della miglior polenta: quello dell'urna per il voto della giuria popolare e di quella degli esperti, che hanno decretato come miglior polenta del 2022.

Verdetto unanime vince la “Polenta carbonera” del gruppo alpini di Condino, che bissa il successo di quattro anni fa e quindi può trattenere nella propria sede il prestigioso premio della “ramina d'oro”, che per regolamento deve essere riconsegnato dopo ogni edizione dai vincitori dell'anno prima.

Ulteriore lavoro per lo scultore Mario Brugnoni, che è autore dell'opera lignea.
Al secondo posto per la polenta “Macafana” del gruppo di Cimego, al terzo posto i polenter di Bondo, con la loro polenta di “Rape, degustatissima perchè terminata prima del previsto.

Delusione viva per i polenter locali di Storo, che hanno presentato la loro “Carbonera”. Rammarico nelle parole del loro presidente Zocchi che per l'impegno di tutti i suoi collaboratori indipendentemente dal voto delle urne, si aspettavano qualcosa di più dalla giuria degli esperti.

Tantissime le personalità presenti
che sono saliti sul palco a onorare la manifestazione e a premiare i polenter i Polenter.
Eccone alcuni:  Il vicepresidente della provincia di Trento Mario Tonina, l'assessore al turismo Roberto Failoni, il Sindaco di Condino Giorgio Butterini,  sodisfatto e contento per la vittoria dei suoi alpini di Condino, i tanti esperti del mondo culinario che con la loro presenza hanno dato ulteriore valore alla manifestazione.

Un ringraziamento forte, grande e sentito val al Presidente di Agri 90, Vigilio Giovanelli, uomo di larghe vedute agricole e commerciali, instancabile.
Lode e onore al Presidente Vigilio che ha portato la cooperativa che guida a fatturati milionari, incrementando l'agricoltura di Valle, che nei decenni scorsi era stata quasi completamente abbandonata e ora reddito importante per le famiglie e le aziende che sono ritornate a coltivare i campi.

Il Presidentissimo ha visto lontano anche per i tanti prodotti nuovi che ha affiancato alla “Farina di Storo”.
Sua l’idea del Festival della polenta nata sette anni fa, insieme con quella del presidente  della pro loco di allora Nicola Zontini.
Presente anche l'associazione dei “Castagnicoli” della Val del Chiese che con le loro grandi caldaroste a legna hanno fatto degustare ai presenti oltre 200 kg di castagne.

Presente Radio Dolomiti di Trento e le telecamere di Videotecnica Capelli di Condino per le riprese di tutta la giornata con le interviste rilasciate dalle personalità presenti e raccolte da Gianpaolo Capelli.

Evviva, Evviva la polenta, evviva la mogliettina che fa la polentina,  e alla fine faremo un bel cin...cin con un bicchiere di vim trentin”
canta Nicol Bertanzetti nell'inno dedicato alla polenta.

In questo caso non solo un cin, cin ma un brindisi alla grande per gli organizzatori,i  polenter e per il meraviglioso pubblico che con la sua presenza ha onorato come non mai il Festival della polenta di Storo.
Grazie a tutti, ad maiora!




NELLE FOTO DI ANGELA GRILLO:

FOTO 1 L'ASSESSORE AL TURISMO DELLA PROVINCIA DI TRENTO ROBERTO FAILONI CONSEGNA IL  PREMIO DELLA POLENTA  VINCITRICE LA “CARBONERA” DI CONDINO.
FOTO 2 MARIO TONINA VICEPRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TN CONSEGNA IL SECONDO PREMIO AI POLENTER DI CIMEGO PER LA LORO “POLENTA MACAFANA”
FOTO 3 I VINCITORI DEL TERZO PREMIO I POLENTER DI BONDO CON LA LORO “POLENTA DI RAPE”.
FOTO 4 I POLENTER DI CONDINO INTERVISTATI DA GIANPAOLO CAPELLI ESULTANO CON IL VICE PRESIDENTE MARIO TONINA

FOTO 5 INSIEME IL SINDACO Di BORGO CHIESE GIORGIO BUTTERINI, CON IL SINDACO DI STORO NICOLA ZONTINI E IL VICE PRESIDENTE PROVINCIA DI TN MARIO TONINA


VIDEO: FESTIVAL DELLA POLENTA DI STORO 2022 PREMIAZIONI



Aggiungi commento:

Vedi anche
07/10/2016 09:41

A Storo sfida fra polenter Sarà una sfida all'ultimo colpo di trisa quella in programma domenica 9 ottobre a Storo nel secondo Festival della Polenta, che vedrà il confronto pubblico tra quattro differenti specialità gastronomiche locali per la conquista del titolo di Polenta Regina della valle del Chiese 2016

01/10/2018 09:45

Il trionfo dei polentèr di Storo I maestri della polenta storese hanno vinto questo 4° Festival della Polenta facendo onore alla loro consolidata tradizione. Brave anche le compaesane “Amiche delle Pellegrine”, vincitrici del concorso per i migliori Spaventapasseri 

10/10/2016 09:53

La migliore è la Carbonera di Condino Nemmeno il tempo uggioso, con la leggera pioggia che a tratti è caduta su Storo, ha limitato il grande successo di pubblico al secondo Festival della Polenta della valle del Chiese

09/10/2016 11:00

Fra convegno e spaventapasseri Un convegno organizzato da Agri 90 ha fatto da anteprima al Festival della Polenta in programma in piazza a Storo questa domenica

28/09/2021 10:19

Tutto pronto per il Festival della Polenta La sesta edizione del tradizionale evento di Storo si svolgerà con qualche riduzione degli spazi per via delle norme anti Covid, ma la sfida sarà tra le prelibatezze locali di sempre




Altre da Storo
02/10/2022

Incontro culturale a Riccomassimo

Col nostro Gianpaolo Capelli siamo saliti a Riccomassimo, frazione lungo la vecchia strada che da Lodrone sale direttamente fino a Bagolino, dove la chiesetta del borgo è tornata agli antichi splendori. Presto anche un video

30/09/2022

Fuori strada al sottopasso

Ha fatto tutto da sola la donna che ha perso il controllo dell’auto finendo lungo l’argine della strada

28/09/2022

Tornano a fumare le polente

Fine settimana ricco di polente per il Festival dedicato a questo piatto della tradizione. Epicentro della due giorni Agri 90 e il centro storico di Storo

25/09/2022

Castagne di qualità

Dopo le ultime piogge le castagne si preannunciano abbondanti e di qualità. Sabato a Riccomassimo in vista del raccolto c’è stata una messa

19/09/2022

Inaugurata la nuova sede

In occasione della Festa di San Maurizio è stata inaugurata la nuova sede del Gruppo Alpini di Storo, un tempo adibita a locali della Pro loco
VIDEO

17/09/2022

Manutenzione lungo le strade di montagna

Interventi su cinque strade agro-silvo-pastorali per una spesa complessiva di 210 mila euro

16/09/2022

Ritorna Darzo in Sagra

La festa della Madonna Addolorata che si tiene a Darzo domenica 18 settembre, nella bassa Val del Chiese chiude i festeggiamenti a Maria, il primo tenuti a Bondone per le feste della Madonna di Settembre, il secondo a Lodrone per quella della Madonna dell'Aiuto e il terzo ora a Darzo
VIDEO

12/09/2022

La fiera della Madonna dell'Aiuto di una volta

La fiera della “Madonna dell'Aiuto”, che da decenni si teneva lungo la via Nazionale a Ponte Caffaro il primo grosso centro bresciano che si incontra passando il ponte sul fiume Caffaro, fiume che divide la provincia di Trento e Brescia, non è più quella di una volta.

12/09/2022

Alla Settaurense il 6° Memorial Grassi

La società organizzatrice del torneo vince il Memorial Remo Grassi al cui hanno preso parte Settaurense, U.S. Riva del Garda, Castelcimego e Caffarese

12/09/2022

Lodrone, onore al Nome di Maria

Ieri nella frazione di Storo la celebrazione nella piccola ma graziosa chiesa della Madonna dell’Aiuto
VIDEO