02 Settembre 2022, 08.21
Eco del Perlasca

L'Alberghiero stupisce ancora

di Manuela Pelizzari

Ed eccoci con un articolo riguardante le seconde dell'alberghiero, che hanno nuovamente deliziato i palati di professori e ospiti con i propri piatti.


Si concludeva quasi l’anno scolastico 21/22 quando gli studenti delle classi 2^ cucina e sala, dell’indirizzo alberghiero dell’Istituto Perlasca di Idro, dopo aver partecipato a diversi incontri con un’esperta botanica, si sono cimentati nella loro ultima Macro, sull’utilizzo delle erbe spontanee commestibili.

Il giorno prima, gli studenti si erano recati nei pressi della scuola per raccogliere alcune piante aromatiche (silene, tarassaco, erba cipollina, edera terrestre, salvia selvatica, primule, pimpinella, timo selvatico e ortica), con cui hanno poi ideato originalissime e buonissime pietanze che due mie compagne avuto l’onore di assaggiare (io, per il momento, mi fido!).

In una sala elegantemente allestita, alla stregua di grand’hotel, facevano bello sfoggio di sé le piante usate nel menù, esposte su alcuni tavoli insieme ai corrispondenti QR code, che riportavano le loro proprietà curative e aromatiche.

Il servizio è stato svolto alla perfezione dai ragazzi di sala che, spiegando le loro ricette ai commensali e sempre pronti ad accontentare ogni loro richiesta, cercano sempre di eguagliare la professionalità dei migliori ristoranti.

E parlando dei nostri cuochi invece?
I ragazzi sono stati molto bravi ad abbinare tra loro le erbe nella preparazione dei piatti la mattina stessa dell'evento, creando accostamenti interessanti.
Parlando con alcuni di loro, mi è stato riferito quanto sia piaciuto loro realizzare questa prova: si sono potuti sbizzarrire nella combinazione dei sapori, alcuni poco conosciuti, hanno progettato un allestimento elegante ma accogliente e hanno avuto l’occasione per prepararsi anche al periodo di stage, sempre più vicino.

La natura ci offre molti modi per arricchire i nostri piatti, forse dovremmo iniziare a guardarci intorno e sfruttare ciò che ci regala la terra, iniziare a renderci conto che la prima cosa da fare è preservare il nostro pianeta.

Mi complimento nuovamente con tutti i ragazzi,
sia per le loro abilità, sia perché quest’anno hanno portato in sala ed in cucina tematiche molto attuali, dalla multiculturalità al rispetto per l’ambiente, la loro è una cucina unica, che fa onore alla nostra scuola.

Concludo questo articolo sperando, come faccio ogni singolo giorno, che pure io avrò l’occasione di assaggiare i loro manicaretti prima o poi. Alla prossima!

Manuela Pelizzari 2 A liceo scientifico




Vedi anche
28/03/2014 08:36

A cena con... Verdi Lo scorso 15 marzo il Perlasca si è trasformato in "Villa Verdi" e la sala ristorante dell'Alberghiero si è popolata di ospiti eleganti e raffinati

15/01/2022 07:03

La cucina: un mondo senza pareti e pieno di ponti All’istituto Alberghiero “Perlasca” di Idro va in scena “Il sapore del mondo”: un buffet colorato e speziato, frutto di ricette multietniche predisposte dagli studenti di cucina e di sala bar.

13/02/2016 08:33

Shaker & Flamba I ragazzi dell'Alberghiero di Idro intitolato a Giacomo Perlasca sono saliti sul podio in una importante manifestazione del settore che ha avuto luogo a Riva del Garda un paio di settimane fa

18/01/2016 14:10

Scelti dal Prefetto Prima il dottor Valerio Valenti ha visitato la sede di Idro del Perlasca, poi ha invitato ragazzi ed insegnanti dell'Alberghiero a Brescia, a gestire la logistica di un importante ricevimento ufficiale

09/03/2013 07:54

Alberghiero: dimostrazione all'Aliment Sull'asse Idro-Montichiari un successo la collaborazione tra l'Alberghiero del "Perlasca" di Idro e Ima Store di Manerba del Garda, azienda che produce macchinari innovativi per le realt alberghiere




Altre da Eco del Perlasca
29/08/2022

Erasmus+, anche il Perlasca oltre i confini

Tre studenti dell’indirizzo alberghiero del nostro istituto sono stati selezionati per partecipare ad un tirocinio all’estero tra tutti quelli delle scuole della provincia partecipanti, vediamo come ci sono riusciti

27/08/2022

Ci mancherà profe...

La nostra prof.ssa Antonella Ali è andata in pensione, dopo quasi 44 anni di insegnamento, di cui 39 trascorsi al Perlasca di Idro. Noi vogliamo salutarla così, ricordando la sua storia lavorativa. L'abbiamo dunque intervistata

(4)
11/08/2022

Tre, due... uno!

Vi ricordate del concorso “Poesia d’istanti”, indetto lo scorso anno, in cui due studentesse del Perlasca si sono aggiudicate il secondo e il terzo posto? Bene, una di loro ci ha riprovato e questa volta ha ottenuto il primo premio

25/07/2022

Mostra "Dalla testa ai piedi", anche lì c'era il nostro zampino...

Il 28 maggio scorso si è tenuta, presso le piste ciclabili di Nozza e Treviso Bresciano, l’inaugurazione della mostra della Fondazione PInAC di Rezzato, intitolata “Dalla testa ai piedi”, con un nostro piccolo contributo…

23/07/2022

Una cosa in meno o una in più?

Come possiamo definire l’inclusione? Quanto è importante nella vita di tutti i giorni? Vediamo cosa ne pensano i ragazzi del nostro istituto

20/07/2022

Ci sono classifiche e classifiche

C’è quella del Campionato di calcio ritenuta assai importante da molti. Oggi vi parlerò di una classifica che dovrebbe essere più importante e purtroppo non lo è

23/06/2022

Raffmetal: azienda con il cuore

“I numeri sono importanti, ma sono i valori che contano” Silvestro Niboli. La redazione idrense dell'Eco è entrata in Raffmetal, dove ha incontrato una delle figlie di Silvestro, Roberta

20/06/2022

Auguri ai maturandi

«Un augurio per tutti i maturandi di quest’anno attraverso le parole di uno di voi... così la profe Celeste Pezzali introduce lo scritto di uno dei suoi studenti, che tratta di un'emozione fra le più ambite, la felicità

19/06/2022

Habemus Papam al Perlasca

La classe 4^A dell’indirizzo di Amministrazione Finanza e Marketing ha nominato, riunita in conclave, il proprio Papa

19/06/2022

L'idrogeno come energia rinnovabile

Macchine, centrali, termo riscaldamenti, e chi più ne ha più ne metta. Oggi si parla tanto di Idrogeno come nuova fonte di energia, ma ne vale la pena? Quattro articoli che riuniremo in un unico dossier