09 Aprile 2024, 08.43
Eco del Perlasca

Musica & Rinascimento

di Michele Giovinazzi

Per favore: fatti una cortesia. Leggi questo articolo sulla musica rinascimentale e scopri un mondo che, forse non immaginavi esistesse


Il Rinascimento, un periodo storico che ha avuto luogo principalmente in Europa tra il XIV e il XVII secolo, è stato un'epoca di rinascita culturale, artistica e intellettuale.
La musica durante il Rinascimento ha subito importanti cambiamenti e sviluppi che riflettevano l'evoluzione delle idee e della società di quel tempo.

Inoltre, il Rinascimento è stato un periodo di grande innovazione tecnologica nella produzione musicale.
Lo sviluppo della stampa a caratteri mobili ha reso possibile la produzione su larga scala di spartiti musicali, consentendo una più ampia diffusione della musica tra le masse.

Non è così facile stabilire che cosa sia stata la musica nel rinascimento.
Diversi studiosi di questo tema fanno notare la difficoltà di identificare con chiarezza se esista o meno un tipo di musica definibile “rinacimentale”, cioè musica “del rinascimento”, o , piuttosto, se non si possa solo parlare di musica “nel rinascimento”.

Per risolvere questo problema può essere opportuno domandarsi quali siano i caratteri fondamentali dell’arte rinascimentale e, in seguito, considerare come possano essere applicati alla musica. E’ abbastanza chiaro che i tratti del Rinascimento sono principalmente 3: italinità, rinascita culturare e classicismo.

Per quanto riguarda l’italianità c’è da notare che tanta composizione rinascimentale è d’oltralpe soprattutto di area tedesca.
Nonstante questo compositori rinascimentali come Giovanni Pierluigi da Palestrina hanno raggiunto vette di maestria nell’espressione polifonica, creando opere di grande bellezza e complessità.

Rispetto alla rinascita culturale, invece, la musica del Rinascimento si mostra come scostamento dalla musica sacra.
Nonostante molte opere continuarono comunque ad essere composte per l'uso nelle cerimonie liturgiche della Chiesa cattolica, si constata uno sviluppo notevole della musica profana, con la creazione di madrigali, canzoni e danze popolari.

Infine, la questione del “classicismo” applicata alla musica di questo periodo pone in evidenza una particolare circostanza: diversamente da altre arti (per esempio la scultura), che si ispirano alla classicità greca e romana per trarre la loro rinnovata ispirazione, per la musica è il Rinascimento stesso il periodo considerabile “classico”; infatti, la musica del Rinascimento, come già si accennava, ha dato grande inportanza alla polifonia, cioè alla pratica di scrivere e eseguire musica con più voci che si muovono in modo indipendente.

Collegato a questo va anche segnalato che, durante il Rinascimento, la musica ha cominciato a diventare sempre più accessibile alla classe media emergente, con l'aumento della produzione e della diffusione di strumenti musicali. Questo ha portato a una maggiore democratizzazione della musica e ha contribuito alla crescita della cultura musicale popolare.

In conclusione, l’alternativa fra musica “del” Rinascimento e musica “nel” Rinascimento potrebbe fare da stimolo alla ricerca sugli usi sociali della musica in questo periodo storico.

Di Michele Giovinazzi 3 A Telecomunicazioni.




Vedi anche
07/12/2022 10:55

Woodstock: un concerto che cambiò il mondo della musica Nei libri scolastici ho notato che questo importante avvenimento della storia della musica è poco trattato. Perciò mi sono chiesta perché non scriverci su un bell'articolo per farlo conoscere a tutti, anche alla nuova generazione

15/08/2023 09:00

Il viaggio in musica di Elisa Citterio Nuovo appuntamento di San Rocco in musica nella ricorrenza della sua festa. Mercoledì al via anche Musica dal Mondo di Musica Spiccia

15/12/2011 10:00

«La musica che fa muovere le gambe» Lo scorso fine settimana Ponte Caffaro ha ospitato un Convegno Internazionale sulla Musica Popolare. Gli appassionati apprezzeranno questo appassionato resoconto di uno spettatore.

03/10/2014 09:00

La musica barocca con i Cantores Silentii Riparte sabato sera a Preseglie nella chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo la stagione autunnale della rassegna concertistica “I paesaggi della musica polifonica” con un concerto vocale di brani di polifonisti inglesi e fiamminghi a confronto

23/07/2010 19:03

D-Skarika Festival Live Grandi performance artistiche questo sabato al Parco Rinascita di Odolo, fra no stop di musica dal vivo, esposizioni, mercatini e mondo associativo.




Altre da Eco del Perlasca
05/04/2024

Emozione: la migliore forma di comprensione

“Nulla emoziona di più dell’essere compresi. Forse perché la comprensione è una dei più considerevoli atti d’amore.” - Mirko Sbarra. In replica questo sabato sera al Foppa "La Bolla", spettacolo teatrale nato in Valle Sabbia

04/04/2024

Diciassette domande ad una campionessa del Mondo

Intervista a Vanessa Marca, studentessa del Perlasca che ha vinto i Campionati Mondiali under 18 di Sci d’Alpinismo

01/04/2024

Le mostrine degli Alpini

Ciao esploratori, eccoci in un altro articolo sugli Alpini! Oggi parleremo di un altro simbolo identificativo degli Alpini: Le mostrine

27/03/2024

Amore e narcisismo covert

Nel film “Primo Amore” di Matteo Garrone (2004), si racconta una storia d’amore realmente accaduta e anche molto attuale

24/03/2024

Un mese per la sicurezza in rete

Riflessioni nel merito di un alunno dell’Istituto Perlasca

23/03/2024

La prima mela

La mela: cibo e simbolo fra dolcezza e amarezza

19/03/2024

Cosplay a go go...

Non solo un costume, ma anche colore, passione e divertimento

13/03/2024

Effimeri sussurri artistici

L’espressione contemporanea della libertà creativa

10/03/2024

One Life

Raccontare storie vere nei media è difficile: sono spesso lunghe, intricate, a volte incomplete o lacunose. One Life ci prova lo stesso e riesce a mostrarne la semplicità e la rilevanza

06/03/2024

Pensieri su carta

Avreste mai detto che le crasi di parole senza punteggiatura riflettono davvero il nostro modo di pensare