23 Settembre 2022, 06.22
Casto Odolo Valsabbia
Crisi energetica

Sostenibilità e risparmio energetico, il caso Raffmetal

di Ubaldo Vallini

Dalla Valsabbia, ancora una volta, un esempio virtuoso su come, con lungimiranza, si è data risposta alla crisi energetica che oggi attanaglia le aziende


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Fra le aziende virtuose, che nonostante l'attuale crisi energetica possono ancora guardare al futuro con una certa tranquillità, grazie a cospicui investimenti fatti negli anni passati, c’è Raffmetal spa.

«L’idea inziale era di intervenire sulla sostenibilità ambientale dei processi produttivi, col recupero degli scarti di produzione e l’utilizzo delle grandi quantità di calore in arrivo dai forni.
Poi ci siamo accorti che in questo modo, oltre che rendere più efficienti i sistemi produttivi, stavamo risparmiando anche molta energia.
Un vantaggio che oggi ci premia permettendoci di non dover fermare la produzione a causa degli elevatissimi costi energetici».

Così Orlando Niboli, presidente di Raffmetal Spa che fra gli stabilimenti di Casto e quello di Odolo dà lavoro a 420 persone, con una capacità produttiva da rottame di 350 mila tonnellate di alluminio l’anno ed un bilancio che nel 2021 ha chiuso con un fatturato di 541 milioni.

«Se non avessimo intrapreso quella strada già 10 anni fa, ora arriveremmo a spendere 150 milioni l’anno solo in energia, quando nel 2020 ne avevamo spesi 15» aggiunge.

Cosa è stato fatto,
progettando efficientamento anche in collaborazione con le università, è materia del direttore tecnico dell’azienda Franco Franzoni:
«Abbiamo cominciato con un impianto di recupero del calore che oggi ci permette di risparmiare 10 milioni di mc l’anno di metano, che è circa il 30% di quanto consumiamo – dice -. Altri 3 milioni di metri cubi li risparmiamo grazie alla revisione della linea di essicazione, poi ci sono gli investimenti in fotovoltaico per una potenza pari a 10 MW ed una turbina a vapore per altri 6 MW».
Interventi che permettono la riduzione di oltre un terzo del consumo totale di energia.

Ma non è finita qui. «Abbiamo intenzione di investire ulteriormente in parchi fotovoltaici, ovviamente non solo sui tetti degli stabilimenti, di studiare nuovi vettori energetici e di potenziare l’impianto di recupero del calore – aggiunge Orlando Niboli -, per arrivare a coprire completamente il nostro fabbisogno di energia elettrica».

Una continua innovazione che ha permesso a Raffmetal di ottenere, prima al mondo nel suo settore, la EPD (Enviromental Product Declaration).
«Si tratta della certificazione ambientale maggiormente riconosciuta a livello mondiale, che attesta la bassa impronta di carbonio in tutte le fasi della produzione» spiega Michele Bertolami, responsabile Hse in azienda.

«Tutte le azioni di sostenibilità ambientale ed energetica si trasformano in vantaggio competitivo anche per i clienti e per i partner delle filiera – aggiunge Roberta Niboli, amministratore delegato e direttore commerciale -. Grazie a processi produttivi efficienti, siamo infatti riusciti a produrre leghe primarie da riciclo a basso contenuto di impurità, alta percentuale di riciclo e bassa impronta di carbonio, come quelle storicamente ottenute dal minerale.
Grazie a questo ci posizioniamo come fornitori diretti delle maggiori case automobilistiche, che vedono in noi un partner strategico per raggiungere i loro obiettivi di neutralità climatica».

Raffmetal è anche in grado di fornire direttamente alluminio allo stato liquido invece che in pani, quindi già bello caldo e pronto per essere inserito negli stampi: un risparmio energetico garantito anche per i clienti.

.in foto: in Raffmetal il controllo capillare di ogni fase della produzione; da sin. Bortolami, Roberta e Orlando Niboli, Franzoni.





Vedi anche
26/04/2007 00:00

In Fiera per la «valutazione energetica» Nell'ambito degli eventi collaterali alla Fiera di Gavardo, sabato 28 alle 15, anche la possibilit di capire come si investe in risparmio energetico, avendo la propria casa come riferimento.

24/12/2011 08:33

Maniglie? Ancora si può Per le maniglie negli anni scorsi si parlato di crisi di prodotto, prima ancora che di crisi del mercato. Per alcuni per non stato cos. Il caso della Pasini di Sabbio.

06/10/2016 07:01

ESCo: il futuro del risparmio energetico Migliorare l'efficenza energetica degli edifici sfruttando le più moderne tecnologie senza spendere un soldo? Si può, grazie alle ESCo

28/02/2009 00:00

C'è chi la crisi la prende... a padellate Lo dicono da pi parti: a questa crisi sopravviveranno che le aziende che pi di altre si dimostreranno in grado di interpretare il mercato, magari proponendo prodotti innovativi e ad alto valore aggiunto. L'esempio della Fis di Sabbio

18/01/2008 00:00

Riscossa energetica italiana in sette punti Sette punti per rimettere in sesto l’Italia, con l’obiettivo di dare risposta alla carenza energetica che assale il Paese. E’ quanto Massimiliano Amolini propone ai lettori di vallesabbianews. Pubblichiamo volentieri.




Altre da Odolo
19/09/2022

I 102 di Aldina

Tanti auguri ad Aldina Formenti, che nei giorni scorsi alla fondazione Soggiorno Sereno di Odolo ha spento la bellezza di 1'2 candeline

22/08/2022

Attenzione alle truffe

Il progetto presentato in Regione Lombardia, e da essa finanziato con 16 mila euro, prende il via a Gavardo ed in altri comuni valsabbini grazie all’impegno di Polizia Locale e associazioni di Volontariato

21/08/2022

Un territorio da valorizzare

Anche a Odolo ci sono peculiarità da far conoscere e valorizzare, dall’archeologia industriale ai sentieri sulle montagne di casa

21/08/2022

Cade sulle coste, vola in ospedale

È un motociclista di 26 anni la vittima dello sfortunato incidente avvenuto sulla ex ss 237

VIDEO

20/08/2022

Un viaggio nel medioevo con il giudice Albertano

Prenderà il via giovedì 25 agosto la seconda edizione de “Il cammino del giudice Albertano”, una rassegna di presentazione dell’ultimo libro di Enrico Giustacchini promossa dal Sistema bibliotecario

18/08/2022

Michele Oliva, protagonista della siderurgia odolese

Si sono svolti ieri a Odolo i funerali dell'imprenditore che con i fratelli ha fondato la Olifer e poi il gruppo Olifin

17/08/2022

Soggiorno Sereno, servizi anche per gli esterni

La casa di riposo odolese si apre al territorio e offre alcuni servizi sanitari anche alla popolazione del circondario

11/08/2022

Vergomasco: «E al percolato chi ci pensa?»

A Odolo tiene banco la notizia del sequestro della discarica di Vergomasco e del Parco Rinascita

10/08/2022

«È l'occasione buona per un cambio di passo»

Gentile direttore, con l'odierno sequestro della discarica di Vergomasco, ancora una volta, e questa in modo assai eclatante, Odolo finisce sulle pagine dei giornali per il non invidiabile primato che detiene nell'inquinamento industriale...

10/08/2022

Dal passato una pesante eredità

Ci sono altre discariche sequestrate sul territorio odolese, conseguenza di un'epoca durante la quale senso civico e norme ancora non prestavano sufficiente attenzione all'ambiente

(1)