09 Ottobre 2020, 09.20
Valsabbia Provincia
Valsabbini in Regione

Vaccino antinfluenzale, Girelli: «Dosi insufficienti»

di Redazione

Partirà dal 19 ottobre la campagna antinfluenzale in Lombardia. Critiche da parte del consigliere regionale valsabbino del Pd sulla gestione dei bandi per l'acquisto dei vaccini: «La Lombardia arriverà una cifra 5 volte superiore a quella spuntata da altre regioni».


Partirà il 19 ottobre la somministrazione dei vaccini antinfluenzali in Lombardia. Inizialmente è prevista in forma gratuita per i pazienti fragili, le donne in gravidanza, gli ospiti delle RSA e l’inizio degli over 65. A novembre, sarà quindi il turno dei rimanenti over 65 e a seguire quello degli operatori sanitari e i bambini fino a 6 anni di età e gli over 60.

«Ad oggi – ha spiegato il direttore generale dell’assessorato regionale al Welfare, Marco Trivelli – la Regione ha già acquistato 2.884.000 dosi a fronte di un fabbisogno massimale raccomandato e aggiuntivo a titolo gratuito previsto di 2.768.000 dosi. Ciò significa che l’offerta dei vaccini è non solo coerente con il bisogno, ma addirittura superiore. C’è anche spazio per poter sub-fornire le farmacie per consentire alla popolazione non target di vaccinarsi volontariamente. La difficoltà non è dunque nelle forniture, quanto nel tentare di raddoppiare il numero di vaccinazioni in poche settimane rispetto agli anni precedenti».
 
Sulla gestione delle vaccinazioni in Lombardia giunge la critica del consigliere regionale valsabbino del Pd, Gian Antonio Girelli: «Con la recrudescenza dei contagi da Covid19, prevista e prevedibile, e con la stagione influenzale alle porte, la Lombardia non ha ancora una chiara pianificazione vaccinale. Non solo nella tempistica, ma soprattutto nella capacità di copertura: a fronte di una stima di circa 5 milioni di cittadini che avrebbero diritto e bisogno di un'immunizzazione dai virus dell'influenza soprattutto quest'anno, la Regione ha acquistato solo 2,8 milioni di vaccini (il numero è complessivo delle dosi per adulti e bambini)».

«Se da questi dati tentiamo una proporzione per la nostra provincia, che da sola rappresenta il 10 per cento degli abitanti dell'intera regione, le vaccinazioni previste - circa 280mila - sono ampiamente sottodimensionate rispetto alla popolazione. Basta leggere i numeri e fare le somme. Se complessivamente i minori bresciani tra 0 e 18 anni sono 227.326 (i bambini tra 0 e 6 anni sono 74.387) e gli over 60 sono 355.326, è del tutto evidente che già così la copertura prevista è insufficiente. Soprattutto perché mancano all'appello tutti gli altri che avrebbero diritto alla profilassi, ovvero le persone fragili tra 6 e 59 anni, le forze dell'ordine e gli operatori sanitari».

«Ai ritardi e alla sottostima dei numeri per la profilassi, si aggiunge la deplorevole gestione di ben 10 gare per l’acquisto di cui la metà non andate a buon fine per errori nel prezzo a base d’asta, per revoche e mancanza di offerte. La Lombardia alla fine è arrivata a pagare fino a 26 euro a dose, una cifra 5 volte superiore a quella spuntata da altre regioni».

«La nostra Provincia è stata duramente colpita nei mesi più bui della pandemia. Senza una chiara strategia, siamo molto preoccupati per le settimane che ci aspettano».



Vedi anche
25/10/2012 08:29

Al via le vaccinazioni Prender il via il prossimo 5 novembre, con alcune importanti novit, la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia

17/11/2014 16:03

Appuntamenti col vaccino Prosegue anche questa settimana la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia nei paesi della Valle Sabbia

24/10/2015 10:43

Vaccinazioni antinfluenzali in Valle Sabbia La mappa paese per paese con i giorni e gli orari delle vaccinazioni antinfluenzali per gli anziani e le categorie a rischio predisposto dall’Asl di Brescia a partire dalla prossima settimana

04/11/2014 08:00

Vaccinazioni antinfluenzali Ha preso il via anche in Val Sabbia la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia. Quest’anno di nuovo coinvolti i medici di famiglia

24/11/2014 15:03

Proseguono le vaccinazioni Anche questa settimana la campagna di vaccinazione antinfluenzale, iniziata all’inizio di novembre, prosegue facendo tappa in altri paesi della Valle Sabbia



Altre da Salute
08/10/2020

Ospedale di Desenzano, manutenzione straordinaria

Per la giornata di domenica 11 ottobre sono sospese le visite ai degenti e limitate le prestazioni al Pronto soccorso per lavori di adeguamento agli impianti che richiedono la sospensione della corrente elettrica

08/10/2020

Mascherina obbligatoria in tutta Italia

Esteso l'obbligo di indossarla anche all’aperto su tutto il territorio nazionale se non si è da soli o con i conviventi, una misura che in Lombardia era già in vigore. Contagio in aumento anche in Valsabbia

30/09/2020

Passo dopo passo, insieme per una crescita armoniosa

La crescita del bambino dal concepimento all'età scolare al centro del convegno in calendario questo sabato pomeriggio nella sala consiliare di Villanuova sul Clisi

22/09/2020

A volte ritornano - 4

Nel corso della settimana fra il 14 e il 20 settembre, i nuovi casi di contagio in Valle Sabbia sono diminuiti. Altri due Comuni non sono più "covid-free"

21/09/2020

Mascherine made in Prevalle

Prosegue la produzione di mascherine “Face cover Mercury”. Una produzione made in SABA Confezioni, una delle prime aziende, a marzo, a convertire parte della sua produzione per affrontare così l’emergenza nazionale

18/09/2020

Emergenza Covid in Valle Sabbia, le problematiche del territorio

Il punto in un incontro organizzato da Comunità montana con i responsabili delle Rsa e del Terzo settore alla presenza dei consiglieri regionali valsabbini

14/09/2020

Effettuata la seconda fase di prelievi sierologici

A Borgo Chiese e a Pieve di Bono – Prezzo prosegue lo studio sulla popolazione per individuare gli anticorpi anti Covid-19

14/09/2020

A volte ritornano - 3

Nel coso della settimana fra il 7 e il 13 settembre, sono rimasti costanti nel numero i nuovo casi di contagio in Valle Sabbia

10/09/2020

Asst del Garda, arretrati da smaltire

Delle quasi 50mila prestazioni sanitarie non erogate durante il lockdown, l'Asst del Garda ne ha già riprogrammate più di 13mila, ad un ritmo di 3000 visite a settimana. Si prevede di recuperarle tutte entro la fine dell'anno, con poche eccezioni

06/09/2020

A volte ritornano - 2

Frutto di un aumento dei tamponi eseguiti, in gran parte asintomatici, i contagi valsabbini cominciano comunque a preoccupare