23 Febbraio 2024, 08.00
Bagolino
Sanità

Assemblee partecipate, problemi irrisolti

di Marisa Viviani

Piccoli passi per fare passi avanti? No, anche l’assemblea pubblica convocata a Bagolino per la seconda volta in un mese e mezzo non ha portato a concreti sviluppi nella soluzione dei problemi sanitari né locali, né tantomeno generali già segnalati


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Sono stati i rappresentanti dei sindacati SPI-CGIL Brescia, CISL Pensionati Brescia e Villa Carcina, UIL Pensionati Brescia, a discutere con il numeroso pubblico presente il tema “Sanità tra bisogni e problemi aperti”, vale a dire ciò che la stragrande maggioranza della popolazione ben conosce e subisce sulla propria pelle da tempo: mancanza di medici e infermieri; lunghissime liste di attesa per esami, controlli, ricoveri, interventi chirurgici, terapie; inadeguatezza o assenza di presidi di medicina territoriale; ricorso a visite ed esami a pagamento quando i servizi sanitari pubblici non forniscono assistenza adeguata, oppure rinuncia a curarsi per mancanza di possibilità economiche.

Le rappresentanti sindacali relatrici hanno messo in evidenza la drammatica situazione sanitaria che si è creata dopo la pandemia, che ha fatto ingigantire i problemi già presenti accentuando la povertà sanitaria che affligge le fasce di popolazione più fragili, che è passata dal 5% del periodo pre-covid all’11% odierno.

A fronte di questa drammatica situazione non si sono verificati a tutt’oggi segnali di miglioramento della situazione sanitaria; il paese di Bagolino resta privo di un numero adeguato di medici di base, come del resto tutte le zone periferiche della provincia, specialmente le aree montane disagiate; le liste di attesa per visite e controlli restano lunghissime; i costi per le cure private, anche di automedicazione sono lievitati molto e incidono pesantemente sui bilanci famigliari; mentre i provvedimenti urgenti per il reperimento di personale sanitario e parasanitario (medici,infermieri, Oss) non riceve il sostegno economico e le compensazioni necessarie per chi opera in contesti difficili e decentrati, come le zone di montagna.

Nel contempo i gravissimi segnali già da tempo in atto inducono ad una privatizzazione sempre più estesa dei servizi sanitari, che vede la Regione Lombardia al centro di tale dissennata politica sanitaria in un vero e proprio attacco frontale al Servizio Sanitario Nazionale, che ha rappresentato da sempre nel nostro Paese il nucleo fondamentale del welfare, cioè della sicurezza, del benessere, dell’assistenza sociale garantiti dallo stato.

Lo scollamento tra i bisogni della popolazione e la politica sanitaria regionale lombarda è nei fatti e il dibattito avvenuto nell’assemblea lo ha rilevato con forza; i rappresentanti delle sigle sindacali hanno sollecitato il pubblico presente a partecipare alle iniziative promosse in difesa della sanità pubblica e in sostegno delle legittime richieste della popolazione, impegnandosi a chiedere un incontro urgente con l’ASST del Garda competente nella soluzione dei bisogni del territorio, che oggi più che mai sono i bisogni di tutti.


In attesa di eventi significativi, una nota a margine a conferma delle inchieste giornalistiche che i quotidiani locali stanno facendo sul problema delle liste di attesa. Ecografia alla spalla: 6 mesi e mezzo (196 giorni), dopo aver contattato 4 istituti di cura, di cui uno a pagamento, uno con prenotazioni bloccate fino a maggio, uno con prenotazioni bloccate fino a fine 2024 – Colonscopia: 2 anni e 2 mesi (superando di un anno il controllo già previsto presso lo stesso istituto); situazioni riferite per la provincia di Brescia; altrimenti vai a S.Giovanni Bianco, Bergamo, per una visita oculistica urgente.



Vedi anche
28/03/2007 00:00

I problemi saranno affrontati domenica prossima Il lago d’Idro scolma ormai dal mese di febbraio dal suo corso naturale, ma la soluzione ai problemi dell’Eridio ben lungi dall’essere definitiva.

02/09/2011 15:00

Se l’insonnia è figlia di problemi irrisolti Capita che nel coricarsi vengano al pettine le paure e i problemi irrisolti e che non si riesca a prender sonno. Si chiama insonnia.

25/02/2008 00:00

Primi passi per l’associazione di categoria Un’altra assemblea tra meno di un mese, per definire lo statuto. Poi la scelta dei nomi per formare il direttivo. Questi i prossimi passi che dovranno compiere i commercianti di Sal per colmare una lacuna incomprensibile per una citt turistica.

20/08/2015 13:30

«La grande muraglia alpina» La “Narrazione in cammino” con Franco Michieli chiude domenica a Temù la rassegna Passi nella Neve

14/07/2014 06:07

Passi nella neve Nel centenario della Grande Guerra, la rassegna presenta un programma senza precedenti: ecco il programma "Passi nella neve 2014". Luca Zingaretti aprirà le danze




Altre da Salute
20/02/2024

Sanità tra bisogni e problemi aperti

Questo martedì pomeriggio a Bagolino un incontro promosso dai sindacati dei pensionati per parlare delle problematiche della sanità locale

18/02/2024

La trasformazione del rapporto medico-paziente

Come sta cambiando il rapporto tra medico e paziente? Quanto incidono su di esso i processi di riforma della sanità, la svolta digitale, le incertezze professionali e le nuove idee di salute?

08/02/2024

Équipe medica in partenza per il Bangladesh

Un gruppo di medici e infermieri guidati dal dott. Giuliano Maffetti, di Muscoline, è in partenza per il paese asiatico dove opererà in un ospedale gestito dai Padri Saveriani

03/02/2024

Situazione di stallo, ma può peggiorare

Così a Bagolino in merito alla cronica carenza di medici di medicina generale

28/01/2024

Salviamo il SSN: primo incontro per i sanitari locali

 Emerse le proposte per il progetto, esponenti dell'Alleanza e di Gavardo in Movimento sull'iniziativa

26/01/2024

Salviamo il Servizio Sanitario Nazionale: incontro a Gavardo

 Alleanza Bresciana e Gavardo in Movimento per far fronte alla crisi sanitaria della regione

26/01/2024

Nuova risonanza magnetica all'ospedale di Gavardo

La radiodiagnostica del nosocomio gavardese verrà potenziata grazie all’installazione di una nuova apparecchiatura per la risonanza magnetica con tecnologia di ultima generazione

(1)
20/01/2024

Asst del Garda, ecco la nuova Direzione strategica

Il nuovo direttore generale Roberta Chiesa ha nominato i più stretti collaboratori e presentato le linee programmatiche: in primo piano l'attenzione al personale

12/01/2024

«Non è vero che non visito le donne da sole»

Il dottor Guri respinge le accuse. L’Asst Garda: «Stiamo valutando il caso»

11/01/2024

«Non ne possiamo più»

Sindaco e popolazione in rotta di collisione col sostituto medico di Medicina generale che professa fra Bagolino e Ponte Caffaro: «Fra le tante inadempienze, non visita donne se non sono accompagnate»