Skin ADV
Mercoledì 20 Settembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827
Terapia del dott. Fish

Terapia del dott. Fish

di Maria Rosa Marchesi



18.09.2017 Anfo

18.09.2017 Casto Mura

19.09.2017 Vobarno

18.09.2017 Salò Valtenesi

19.09.2017 Gavardo Vallio Terme Villanuova s/C

19.09.2017 Vobarno

19.09.2017 Lavenone

18.09.2017 Gavardo

18.09.2017 Preseglie

19.09.2017 Odolo






20 Gennaio 2014, 07.28

Genitori & Figli

Le 'C' dell'educazione

di Giuseppe Maiolo
Educare è un'arte, ovvero un misto di  operazioni che richiedono risorse oggettive e conoscenze teoriche ma soprattutto impegno personale, disponibilità relazionale ed estro creativo

Educatori non si nasce ma si diventa solo se riconoscono i compiti necessari a svolgere il mestiere più difficile al mondo e si sanno attivare le proprie risorse interiori che permettono di mettere in pratica quelle che chiamiamo le "buone prassi educative" .
Il cosiddetto “buon educatore” o, come diceva Winnicott, il genitore sufficientemente buono ha necessità di conoscenze “tecniche” unitamente ad una serie di competenze e abilità che si costruiscono con pazienza e impegno sempre che ci sia il desiderio di approfondire la conoscenza di  sé.

In gran parte le abilità più significative per la sfida educativa del nostro tempo, iniziano tutte con la lettera “c”. Intanto proviamo ad elencarne alcune. Ne faranno seguito altre.

1. Conoscenze: sono l’insieme delle cose teoriche e non che è necessario sapere sui processi evolutivi. 
Questo permette di comprendere cosa vuol dire essere bambini o adolescenti e quale impatto ha ogni fase evolutiva sulla relazione educativa.
Per questo il lavoro del genitore è un mestiere da imparare. Allo stesso tempo però conoscere vuol dire  anche sapere chi siamo come adulti ed essere in grado di riconoscere le parti interne cresciute e quelle che sono rimaste infantili. Quelle solide e quelle fragili.

2. Competenze relazionali, sono le nostre capacità di intrattenere e sviluppare con gli altri e in modo particolare con i figli, rapporti soddisfacenti, maturi e autorevoli, costruttivi e soddisfacenti per noi e per loro.

3. Capacità affettiva è l’essere in grado di dare ed esprimere affetto, cioè saper manifestare le proprie emozioni.
Perché educare significa saper esprimere il proprio mondo emotivo-affettivo, ovvero permettere e permettersi senza timore i sentimenti anche quelli difficili.

4. Comprensione vuol dire saper capire l’altro, non solo per quello che dice ma anche quello che vive e prova ma non riferisce a parole.
Significa sentire empaticamente ciò che il proprio figlio sente.
Vuol dire immedesimarsi, essere nella sua pelle e accettare fino in fondo i suoi pensieri e il suo modo di essere, anche se abbiamo un’altra visione della vita e la nostra esperienza.

5. Comunicazione è il saper parlare al bambino e all’adolescente con un linguaggio appropriato e adatto al suo universo.
Ma poiché si comunica sia a parole che a gesti, a livello verbale e non verbale, saper comunicare vuol dire conoscere bene questi codici.
Poi la comunicazione è anche saper ascoltare fino in fondo, dedicare cioè attenzione, presenza, partecipazione. In una parola vuol dire “esserci”.

Giuseppe Maiolo
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/03/2014 10:01:00
San Giuseppe: quale festa del padre? Si fa riferimento al padre putativo di Gesù, per ricordare le funzioni del padre, anche se prevale il sospetto che gli aspetti commerciali abbiano fatto perdere la valenza simbolica di questa figura

28/03/2014 07:00:00
Educare al tempo di Internet Prendono il via questa sera a Villanuova sul Clisi le conferenze della serie “Genitori in forma(zione)”, con un primo incontro dedicato al rischi della rete a cura del prof. Giuseppe Maiolo, curatore della rassegna


29/04/2015 08:22:00
Le parole nella separazione Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

01/03/2014 18:34:00
Prostituirsi per gioco? A leggere di giovani adolescenti che a Ventimiglia si prostituiscono per "gioco", colpiscono diverse cose

14/09/2015 11:12:00
L'arte di negoziare con i figli Riprende il percorso per GENITORI IN FORMAzione con un altro ciclo di incontri che si terranno nei vari comuni della Valle Sabbia nei prossimi mesi. Questo mercoledì l'appuntamento è a Sabbio Chiese con Giuseppe Maiolo. L'abbiamo intervistato




Altre da Genitori e Figli
19/09/2017

Bulli non si nasce e cyberbulli si diventa

Nessuno nasce violento ma tutti possono diventare bulli. E oggi con le nuove tecnologie della comunicazione digitale è ancora più facile far emergere aggressività e violenza come gioco e divertimento, senza una chiara consapevolezza della gravità dei propri comportamenti

16/09/2017

Costruire l'umano nella scuola che cambia

La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

04/09/2017

Meno stress per il rientro dalle vacanze!

Settembre è per tutti il mese della ripresa. Ognuno riprende la vita di prima dopo le vacanze estive, il tempo lungo del giorno, l’ozio e la distensione. C’è chi ritorna al lavoro e che inizia la scuola

03/08/2017

Piromania, che piacere!

Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

25/07/2017

Bulli e bulle per me pari sono

Ci sono tempi come i nostri che vedono comportamenti e modi di agire che si vanno trasformando radicalmente

08/06/2017

A proposito di Balena blu

L’allarme è virale, come si dice ora nel tempo digitale. E’ bastato un servizio decisamente inquietante per mettere in angoscia genitori e educatori, infuocare gli animi di preoccupazione e far gridare all’emergenza

03/05/2017

Prevenire il Cyberbullismo

Sul cyberbullismo è noto l’impegno del Parlamento italiano che, almeno al Senato, ha approvato un disegno di legge per la tutela dei minori vittime di aggressioni e offese sul web. Tuttavia...

24/04/2017

Ragazzi che si fanno male

Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

10/04/2017

Il coraggio di educare

Li incontro quasi ogni giorno ormai, andando nelle scuole e parlando con loro di Internet, dei social, delle attività che si fanno e dei rischi che si possono correre in rete...

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

Eventi

<<Settembre 2017>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia