Skin ADV
Mercoledì 26 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE



14 Aprile 2019, 08.00

Blog - Figurine di Provincia

Lo straniero

di Luca Rota
Abbandonati i “figli di…” ci si proietta verso nuovi orizzonti, seguendo un sentiero che ci porta fino ad una nuova sotto categoria, quella degli “ibridi”.

L’esordio da giovanissimo in B
col Pescara, così che a 20 anni già vanta un buon numero di presenze e diversi gol in cadetteria.

Massimo Margiotta è una punta di peso, uno di quelli che nonostante siano giovani già sembrano veterani.

Vince la classifica marcatori e porta in B il Cosenza, poi va a Lecce ed a Reggio Emilia.

Quando lo acquista l’Udinese ha solo 22 anni, ma già vanta più di cento presenze e una quarantina di reti tra i professionisti.

In Friuli assapora la A, ma sostanzialmente fa la “punta di Coppa”, subentrando per lo più in campionato e segnando in Uefa gol importanti.

Va al Vicenza dove continua a segnare, poi una parentesi al Perugia dove ritrova la massima serie e i gol in Uefa; successivamente un nuovo ritorno ai berici.

È in questo periodo che accetta di vestire i colori del Venezuela, dov’è nato e cresciuto fino all’età di 8 anni, nonostante nel suo passato azzurro vanti molte presenze nelle favolose Under 21 di fine anni Novanta, e la partecipazione ai Giochi Olimpici del 2000 con l’Under 23.

Col Venezuela gioca 11 incontri segnando 2 reti, partecipando alla Coppa America del 2004 e giocando qualche partita delle qualificazioni ai Mondiali nel 2005, prima di concludere la sua esperienza con la Vinotinto.

Tra Piacenza e Frosinone, prima del definitivo ritorno al biancorosso vicentino, si concede le ultime stagioni, anche se per la maggiore subentra a partita in corso.

Chiuderà in Lega Pro al Barletta, ed oltre al ricordo del buon centravanti ammirato in piena gioventù, quando si pensa a Massimo Margiotta torna sempre alla mente questo piccolo record: è stato il primo e solo italiano a giocare coi colori di una nazionale straniera.
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
31/12/2017 08:00:00
Non un «uno» qualunque Palermo-Milano solo andata. Non è il titolo del celebre film di Claudio Fragrasso, ma la sintesi dell’adolescenza calcistica di Massimo Taibi

04/06/2019 15:22:00
Tir Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.

17/12/2017 16:15:00
Il ritardatario Da piccolo sfogliando l’album delle figurine, arrivato nella sezione dedicata alla Serie B, subito risaltavano ai miei occhi due nomi...

22/10/2018 09:07:00
Ultime bandiere (pt.2) Dalla C2 alla A, poi l'Europa League. Sempre di corsa, tra una chiusura e l'altra, una verticalizzazione o un alleggerimento 

01/04/2018 09:00:00
Vite spericolate Tre uomini e la droga. Le figurine di oggi hanno in comune proprio ciò che li ha rovinati. Tre ruoli diversi, tre ottimi calciatori, tre persone in difficoltà, nonostante le vite apparentemente scevre di problemi, che si pensa possano appartenere a dei calciatori professionisti



Altre da Blog - Figurine di provincia
14/06/2019

Il gentleman

Quest’ultima tappa del “Made in Sud” la dedichiamo alle gesta sportive ed extra-sportive di un atleta non proprio ortodosso

04/06/2019

Tir

Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.

26/05/2019

Il cobra

Nei ricordi d’infanzia di ognuno di noi, sono presenti degli eroi (sportivamente parlando) che per quanto “di passaggio”, entrarono nel nostro immaginario per non uscirne più

19/05/2019

Il portiere di Zeman

Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “made in Sud”, ricordando colui che fu uno dei primi ad esprimersi nel ruolo di portiere-libero in A

10/05/2019

'U re

Nuovo appuntamento, nuova figurina, nuova meta-rubrica, dedicata - per la gioia del buon Morosini - al “made in Sud”  (3)

30/04/2019

L'uruguagio salentino

Ernesto Chevanton di professione faceva l’attaccante, e tra i suoi segni particolari spiccavano un elevato senso del gol ed il giallorosso salentino tatuato a fuoco sul cuore

20/04/2019

L'argentino romagnolo

Figurine di Provincia festeggia la sua 50esima uscita e lo fa proseguendo il filone degli “ibridi”, presentando una figurina che ha trascorso molto più tempo nel Belpaese che nella natia Argentina

07/04/2019

Il "nipote" di Puskas

Ultimo appuntamento coi “figli di..”, per parlare di una figurina pienamente in attività, che ha vagato in lungo e in largo per la penisola, per poi trovare gloria altrove

31/03/2019

Il «figlio» di Zola

La figurina odierna appartiene anch’essa al filone dei “figli di…”, e si confronta con un’altra più illustre, che potremmo definire major. Ma come si sarà ben capito, qui si preferisce l’underground 

24/03/2019

Il figlio di papà

Nuovo appuntamento con i “figli di...”, nuova figurina, in questo caso però decisamente lontana dagli standard di chi l’ha preceduta. (2)

Eventi

<<Giugno 2019>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia