Skin ADV
Mercoledì 20 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


In collaborazione con:

 

MAGAZINE


LANDSCAPE



05 Febbraio 2019, 06.23

Eco del Perlasca

Dalla parte del cane 2

di Chiara D'Aniello
Dopo qualche tempo avevo imparato come muovermi dentro casa e fuori, stavo attento a non avvicinarmi troppo a quell’uomo perché chissà quali conseguenze ci sarebbero state se mi fossi trovato troppo vicino, sembrava un cane rabbioso a tre teste, letale..

(qui la prima parte)


Spesso giocavo con il bambino e mi facevo coccolare dalla dolce donna, l’uomo mi guardava invece con disprezzo come se puzzassi di un cattivo odore anche se l’unico odore che avevo era quello del latte e dell’amore.

Dopo circa 4 mesi mi ero abituato a questa situazione, io stavo nel mio e lui stava nel suo.
Io e l’uomo avevamo imparato a convivere tranne per qualche eccezione quando per sbaglio mi tirava dei calci o mi lanciava il giornale sulla testa.
Non riuscivo a stargli simpatico, eppure obbedivo sempre alla donna e stavo a cuccia quando me lo dicevano, anche se non proprio sempre ma facevo del mio meglio.
Io miglioravo ma l’uomo non aveva intenzione di cambiare atteggiamento, era così ostinato nel suo odio.

Stavo giocando nel giardino con il bambino, mi lanciava la pallina e io correvo per riprenderla. A volte mi piace solo stare all’ombra a mordere la mia pallina solo che quella volta il bambino voleva continuare a giocare e così provava a prendermela dalla bocca.
Ad un certo punto l’ho mollata e così il bambino l’ha lanciata più lontano, mi sono alzato lentamente e sono andato verso la pallina.

Una volta raggiunta mi sono sdraiato con l’intenzione di non alzarmi più, quel giorno faceva troppo caldo e io avevo corso fin troppo, stare sull’erba fresca era il mio solo desiderio.
Ah il bambino, lui era pieno di energie e non mi mollava un attimo, mi stavo anche innervosendo ma non volevo farlo vedere, in fondo mi vuole bene e anch’io gliene voglio, ma a volte non capisce che quando è troppo è troppo.

Continuava a stuzzicarmi e tirarmi via la pallina, non lo sopportavo più e quando mi ha messo la mano in bocca per prendermi un’altra volta la pallina l’ho morso.
Non volevo fargli male, volevo solo fargli capire che ero stanco e che mi stava facendo arrabbiare. Avevo circa sei mesi e i miei denti erano più affilati che mai, davvero non volevo fargli male ma è stato istintivo e il nervosismo non mi ha fatto pensare, devo avergli forato la pelle delle mani perché il sangue ha cominciato a scorrere sulla sua mano e nella mia bocca fino a gocciolare sul mio pelo nero.

Senza volerlo avevo morso troppo in profondità e il bambino accorgendosi del sangue ha cominciato a piangere e chiamare suo padre perché purtroppo la madre non era in casa in quel momento.
Ho subito mollato la presa sperando che smettesse di urlare ma continuava e poco dopo è arrivato l’uomo scocciato ma preoccupato del bambino.

Nel vedere la sua mano e il mio pelo insanguinati l’uomo si è infuriato ed è venuto verso di me come se volesse mangiarmi. Stavo pensando di scappare o di nascondermi, non avevo mai visto un essere umano così rabbioso e affamato.

Ma perché affamato? Sembrava che volesse mangiarmi vivo, aveva proprio lo sguardo di qualcuno che non aveva potuto mangiare per mesi e che finalmente avesse trovato una preda per sfamarsi.
Ho nascosto la testa tra le zampe anteriori nel tentativo di nascondermi, pensavo che se mi fossi alzato sarebbe andata peggio, forse mi avrebbe inseguito e probabilmente mi avrebbe preso.

Restare calmi in quel momento mi sembrava la cosa meno peggio da fare, poteva risolversi facilmente la situazione, una sgridata o una giornalata sulla testa e via.

(continua)


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/01/2019 07:15:00
Dalla parte del cane 1 Simile a un batuffolo di cotone imbevuto nell’inchiostro nero, avevo circa 40 giorni, non ricordo molto di quel giorno ma l’immagine del muso triste di mia madre non la scorderò mai...

12/02/2019 06:31:00
Dalla parte del cane 3 L’uomo si è ritrovato a 10 centimetri da me, stranamente mi ha accarezzato la testa fino al collo ma poi mi ha preso per il pelo del dorso e ha cominciato a tirare e a dire parole incomprensibili...

19/02/2019 06:38:00
Dalla parte del cane 4 La donna mi guarda, sta piangendo e le lacrime le scorrono sul viso rosso e caldo...

24/10/2011 10:00:00
Quando il cane è più fedele dell’uomo Questa è la vera storia di Hachiko, il cane immortalato anche nell’omonimo film, che si ispira al suo esempio di fedeltà

27/03/2009 00:00:00
Cane da lepre cerca padrone Da più di una settimana qui a Odolo girovaga un cane che pare disperato, in cerca del padrone, è un cane da caccia, forse da lepre, marrone rossiccio, taglia media, molto magro. Rischia di essere investito.
Ce lo segnala Daniela.



Altre da Eco del Perlasca
19/02/2019

Dalla parte del cane 4

La donna mi guarda, sta piangendo e le lacrime le scorrono sul viso rosso e caldo...

18/02/2019

World Chase Tag

La gente ormai è abituata a vedere sempre gli stessi sport, spesso a discapito di altri emergenti che vengono oscurati. Questi ultimi prendono piede tramite il web e i social

16/02/2019

Magazzino 18

In occasione della Giornata del Ricordo gli studenti delle classi quinte del Perlasca di Idro ricordano  la tragedia delle foibe e l’esodo istriano

15/02/2019

A scuola con il Soccorso alpino

Nei giorni scorsi gli studenti delle classi quarte hanno incontrato la V delegazione bresciana del Soccorso alpino e la squadra cinofila dei Volontari del Garda

12/02/2019

Dalla parte del cane 3

L’uomo si è ritrovato a 10 centimetri da me, stranamente mi ha accarezzato la testa fino al collo ma poi mi ha preso per il pelo del dorso e ha cominciato a tirare e a dire parole incomprensibili...

07/02/2019

Il sistema chirurgico «Da Vinci»

Ultimo prodigio della scienza medica nel settore della chirurgia mini-invasiva, questa macchina permette ai chirurghi di lavorare stando seduti comodi, mentre magari il loro paziente si trova a chilometri di distanza

03/02/2019

Impegno e sacrificio

Del successo di Sara Scalvini al programma Cuochi d’Italia, abbiamo parlato col professor Stefano Pirrone. Che è stato uno dei suoi insegnanti all’Alberghiero Perlasca di Idro

29/01/2019

Dalla parte del cane 1

Simile a un batuffolo di cotone imbevuto nell’inchiostro nero, avevo circa 40 giorni, non ricordo molto di quel giorno ma l’immagine del muso triste di mia madre non la scorderò mai...

28/01/2019

L'ultimo bambino uscito da Auschwitz

Oleg Mandic, ebreo ungherese, è stato l’ultimo ad uscire dal più grande campo di sterminio mai esistito all’età di soli 13 anni


14/01/2019

Progetto DAE

«Scuola della Valle, per la Valle, con la Valle, nella Valle» questo lo slogan da mettere in pratica. Anche per le emergenze di tipo cardio-vascolare


Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia