Skin ADV
Sabato 23 Febbraio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








22.02.2019 Sabbio Chiese

21.02.2019 Serle

23.02.2019 Casto

22.02.2019 Bione

22.02.2019 Sabbio Chiese

21.02.2019 Vestone

23.02.2019 Villanuova s/C Roè Volciano

21.02.2019 Preseglie

21.02.2019 Gavardo Valsabbia Muscoline Provincia

22.02.2019 Prevalle






17 Luglio 2013, 11.00
Val del Chiese
Bande

Concertone alla grande!

di Marisa Viviani
È toccato a Praso quest'anno ospitare il Concertone delle Bande della Valle del Chiese che ha radunato nel paese delle Giudicarie sette gruppi bandistici della valle

 

E' andato alla grande il Concertone delle Bande della Valle del Chiese, svoltosi il 13 e 14 luglio a Praso, paese ospite di turno nella manifestazione di quest'anno; circa 300 i bandisti partecipanti, aderenti alle sette bande della valle: Banda San Giorgio di Castel Condino (presidente Stefano Bagozzi), Banda Sociale di Cimego (presidente Alex Zulberti), Corpo Musicale Giuseppe Verdi di Condino (presidente Roberto Spada), Banda Musicale di Pieve di Bono (presidente Sergio Rota), Banda Sociale di Roncone (presidente Eliodoro Gelmini), Banda Musicale di Storo (presidente Paolo Zontini), e la Pras Band di Praso (presidente Francesca Filosi), appunto ospite del Concertone 2013. La cui impegnativa organizzazione si è resa possibile economicamente grazie all'intervento di indispensabili sponsors, Comune di Praso, Bim del Chiese, Cassa Rurale Adamello Brenta, e la concreta realizzazione grazie a quella efficientissima macchina da guerra che è l'insieme delle associazioni presenti sul territorio, in primis la Pras Band responsabile dell'organizzazione, la Filodrammatica La Busier, la Proloco, i Vigili del Fuoco, la comunità stessa attraverso i suoi cittadini con contributi spiccioli, favori, presenza; e sull'importanza fondamentale di contare sul capitale umano valorizzandone la funzione e l'attività, il sindaco di Praso Roberto Panelatti ha posto infatti l'accento in un breve saluto e ringraziamento ai presenti, rilevando l'importanza di investire in cultura per migliorare le nostre società; scelta che il piccolo comune di Praso (340 abitanti) ha effettuato da tempo e che sta dando frutti importanti per la vivacità, quantità e qualità di iniziative attuate.

La giornata del Concertone è iniziata con la celebrazione della messa nella Chiesa Parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo e con l'inaugurazione della mostra fotografica “La Pras Band … 13 anni di musica e non solo”, che racconta per immagini il consolidarsi di una compagine bandistica he ha raggiunto i 70/80 componenti in poco più di un decennio. Nel pomeriggio si è svolta la sfilata delle bande per le vie del paese, per concentrarsi poi nella piazza prospiciente il sagrato della chiesa e da lì proseguire per il luogo del concerto; suggestivo lo spettacolo delle bande nelle diverse divise e costumi loro propri, e sempre coinvolgente l'entrata dei gruppi nella piazza, preannunciato dal ritmo dei tamburi e dalle musiche via via più definite e riconoscibili con l'avvicinarsi al punto di raggruppamento, l'entusiastica accoglienza degli spettatori, gli applausi, il saluto del sindaco e della banda ospite; particolarmente applaudita l'entrata della banda di Pieve di Bono con una insolita sfilata coreografica molto apprezzata dal pubblico e dai colleghi bandisti.

Non fa storia il concerto svolto di seguito, perché come sempre le compagini bandistiche sono preparatissime e all'altezza di una tradizione musicale per banda che in Trentino è fortemente radicata; la serietà del lavoro svolto è stata infatti ripetutamente richiamata dal M° Stefano Bordiga, direttore della Pras Band ospitante, per richiedere da parte del pubblico l'attenzione all'ascolto e il rispetto dovuti all'impegno di un anno dei bandisti, che notoriamente non sono professionisti ma si dedicano alla musica soltanto per passione. E' stato perciò interessante confrontare i vari stili che connotano le sette bande partecipanti, e apprezzarne di tutte le peculiarità e i pregi più che i limiti, che credo sia lo spirito più giusto per assistere ad una manifestazione che non è una competizione, ma una partecipazione paritaria di realtà bandistiche diverse.

Si sono così potute apprezzare le moderne proposte dei giovani maestri direttori Paolo Filosi (Banda di Castel Condino) con una trascinante “Macarena”, Sergio Rizzonelli (Banda di Roncone) con una potente interpretazione di “Pirates of The Caribbean”, Andrea Romagnoli (Banda di Storo) con un'appassionante “Take a walk”; come del resto applauditissime sono state le prestazioni classiche dei maestri direttori Cleto Zulberti (Banda di Cimego) con una perfetta interpretazione di “Wonderful Invention”, Sandro Rota (Banda di Pieve di Bono) con una entusiasmante “A Klezmer Carnival”, Giuseppe Radoani (Banda di Condino) con un'ariosa e spumeggiante gran marcia “Milano”; non dimenticando il maestro direttore ospite della Pras Band Stefano Bordiga che con la sua banda prevalentemente costituita da ottoni ha inserito per la prima volta nella storia del Concertone uno strumento insolito, la voce umana attraverso il canto lirico di Romina Faes, maestra di musica e cantante, oltre che strumentista della banda.

Alle bande partecipanti è stato alla fine consegnata un'originale targa-ricordo, realizzata in legno dagli allievi della Scuola del Legno di Praso, presente la rappresentante per la zona delle Giudicarie di Federbande Trentine Maria Grazia Bosetti. Il Concertone si è concluso con l'interpretazione d'insieme di tutte le bande dirette a turno e poi collettivamente dai maestri Stefano Bordiga, Paolo Filosi che della Pras Band è vicedirettore e Romina Faes. A questo punto della manifestazione è prevalsa l'autonomia dello zoccolo duro degli irriducibili, ovvero quei bandisti che quando si trovano in gruppo liberi dalla disciplina richiesta alle prove e nei concerti, iniziano a suonare a ruota libera e continuano fino a notte fonda; infatti alla richiesta del M° Bordiga di fare un bis hanno attaccato con accompagnamento canoro la pruriginosa “Mutandine ricamate”, prendendo decisamente in mano la gestione finale del Concertone, che formalmente si concludeva alle ore 19, ma in realtà iniziava proprio da lì fino ad orario indefinito (di solito le quattro/cinque del mattino). Penserete che il M° Bordiga si sia risentito dell'affronto alla sua autorevolezza: niente affatto, è entrato subito a far parte della combriccola.

Questa è la cronaca del Concertone, ma la manifestazione per celebrare l'evento era iniziata nella giornata precedente con un prestigioso programma che prevedeva due interessanti iniziative presso il Forte Corno, che è di proprietà del comune di Praso. Qui il prof. Walter Civettini ha tenuto una lezione teorico-pratica di respirazione yoga applicata agli strumenti a fiato e di tecniche di rilassamento e di postura finalizzate al massimo rendimento della prestazione musicale con il minimo sforzo e fatica muscolare e psicologica; la lezione è stata seguita da una cinquantina di bandisti e da alcuni direttori che hanno ricavato molto interesse dal prezioso insegnamento del relatore, che oltre ad essere egli stesso trombettista di livello internazionale, è docente di didattica musicale presso il Teatro Danza di Rovereto (1).

La seconda proposta riguardava una visita storico-musicale all'interno del forte con una guida (2), che illustrando la storia di questa struttura militare, accompagnava i visitatori su un percorso lungo il quale erano previsti momenti musicali relativi alla storia delle bande trentine e della musica relativa ai vari momenti storici interessati, con letture, video, musica dal vivo suonata da musicisti solisti o in ensamble. La suggestiva visita è stata in parte guastata da ripetuti acquazzoni che hanno costretto ad escludere aree del percorso, come la salita sul tetto del forte per la veduta panoramica sull'intera Valle del Chiese, ma in ogni caso l'iniziativa, apprezzatissima, ha colto un momento di particolare significato della storia di questa comunità e della storia italiana più in generale, connotando la manifestazione musicale del Concertone con un'impronta culturale di rilievo.

La giornata si è conclusa sotto la tettoia ricostruita che fu la mensa ufficiali di Forte Corno, con un rinfresco offerto a tutti i partecipanti e con un concerto del gruppo musicale Böhemische Judicarien composto da strumentisti provenienti da vari paesi della Valle del Chiese. Agli organizzatori, in particolare alla presidente della Pras Band Francesca Filosi, va il ringraziamento per le ottime proposte culturali offerte e per la possibilità di ascoltare la buona musica che le brave Bande del Chiese hanno suonato per tutti.

  1. Il curriculum di Walter Civettini è lunghissimo, brevemente sintetizzato come segue: diplomato in tromba al Conservatorio di Trento; studi di perfezionamento a Brema, Los Angeles, New York, Colorado, Svezia; insegnante di tromba, improvvisazione jazz al Centro Didattico Musicale Teatro Danza di Rovereto; prima tromba e solista in innumerevoli orchestre, festival jazz; svariate partecipazioni a concorsi internazionali.

  2. I visitatori sono stati accompagnati dalle guide volontarie della filodrammatica La Busier di Praso; Forte Corno resterà chiuso per circa un anno per l'avvio del terzo lotto dei lavori di ristrutturazione.

Nelle foto di Luciano Saia alcuni momenti del Concertone

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/08/2015 06:42:00
Rassegna di bande a Castel Condino Segnata dal maltempo, la manifestazione giudicarese del Concertone delle Bande, si è svolta senza scossoni e fra molti applausi


22/02/2016 11:56:00
Aspettando il concerto di primavera Spada ha lasciato la presidenza della banda Giuseppe Verdi di Condino. In primavera il concertone di valle a Sella Giudicarie

16/07/2015 07:08:00
220 elementi per unÂ’unica banda Sarà Castel Condino, a 32 anni dall’ultima volta, ad ospitare il Concertone delle Bande del Chiese

29/05/2017 16:16:00
Trecento musicisti per sette bande Domenica a Roncone Bande in Festa, con trecento musicisti in rappresentanza di sette formazioni strumentali del Chiese

12/06/2018 11:53:00
Storo in musica con il «concertone» Ben 250 i musicisti che hanno partecipato al tradizionale evento, lo scorso sabato. Tra i pezzi più applauditi gli Inni al Trentino e alle Giudicarie



Altre da Val del Chiese
18/02/2019

Riaperta al culto la chiesa di Prezzo

L’intero paese di Prezzo era presente ieri alla solenne cerimonia, presieduta dall’arcivescovo di Trento, di riapertura della chiesa di San Giacomo ritornata agibile dopo un importante intervento di restauro


15/02/2019

Giovani attori protagonisti di un cortometraggio

Sarà presentato domenica a Tione il cortometraggio realizzato dall’associazione Noi del locale oratorio sotto la direzione del regista storese Giovanni Moneghini

14/02/2019

Apprezzata anteprima di «Exitus - Il Passaggio»

Tanta gente mercoledì sera al cinema Aurora di Ponte Caffaro all'anteprima del film “made in Trentino” ambientato tra Pinzolo e Pergine

14/02/2019

L'ultimo saluto a Caterina Gnosini

Cordoglio a Daone per la scomparsa della donna che con il marito Livio aveva gestito per quasi mezzo secolo il Bar Centro. Venerdì i funerali


13/02/2019

San Giacomo riapre ai fedeli

Sarà l’arcivescovo di Trento ad inaugurare domenica prossima i lavori di restauro della chiesa di Prezzo, rimasta chiusa dal 2012 dopo una scossa di terremoto



12/02/2019

Dizionario toponomastico trentino

Presentato il progetto del XXI volume della collana, dedicato ai nomi locali dei Comuni di Borgo Chiese (Brione, Cimego e Condino) e Castel Condino

12/02/2019

Giulìs, nuovo organigramma e attività

Il Circolo pensionati di Condino ha varato il nuovo direttivo e programma l'attività dell’anno. Domenica il tradizionale pranzo di stagione presso il Centro polifunzionale


11/02/2019

Giovane capriolo in difficoltà

E’ stato segnalato più volte nel centro abitato di Darzo e non sarebbe in grado di riprendere la via per i boschi. Verrà portato al sicuro, lontano dalle vie del paese


10/02/2019

In tanti per l'addio a Flavio Serafin

Chiesa piena ieri mattina a Condino dove in tanti si sono stretti alla famiglia per l’estremo saluto a una persona che ha lasciato il segno in seno alla comunità

Eventi

<<Febbraio 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia