Skin ADV
Sabato 20 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    





08 Gennaio 2007, 00.00
Valsabbia - C
Sovraccrescita urbana

Una sfida ignorata in Europa... e in Valsabbia


L’incessante sovraccrescita urbana rischia di compromettere l’equilibrio ambientale, sociale ed economico dell’Europa. È quanto afferma una relazione dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA).
A noi pare stia succedendo anche nella nostra Valle.
L’incessante e rapida sovraccrescita urbana rischia di compromettere l’equilibrio ambientale, sociale ed economico dell’Europa. È quanto afferma una relazione dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA). A noi pare che anche la nostra Valle non sia del tutto estranea a questo processo.

La relazione, intitolata “Urban sprawl in Europe — the ignored challenge” (La sovraccrescita urbana in Europa — la sfida ignorata), mostra come molti dei problemi ambientali in Europa derivino dalla rapida espansione delle aree urbane.
L’economia globale, le reti di trasporto transfrontaliero, le grandi trasformazioni sociali, economiche e demografiche nonché le difformità nelle legislazioni nazionali relative all’ordinamento del territorio sono soltanto alcuni dei principali fattori di cambiamento dell’ambiente urbano.
La relazione sollecita pertanto lo sviluppo di una politica a livello comunitario finalizzata al coordinamento e al controllo delle attività di pianificazione del territorio.

La sovraccrescita urbana o espansione urbana incontrollata si verifica quando il tasso di trasformazione d’uso del suolo supera il quello di crescita della popolazione. Secondo la relazione, oltre un quarto del territorio dell’Unione europea è stato urbanizzato. Gli europei vivono più a lungo e sempre più spesso da soli, aumentando in tal modo la pressione in termini di spazio abitativo. Si viaggia di più e si consuma di più.
Nel periodo compreso tra il 1990 e il 2000, oltre 800.000 ettari di territorio europeo sono stati edificati: un’estensione pari a tre volte la superficie del Lussemburgo.
Se questa tendenza persisterà, le aree urbane raddoppieranno nell’arco di appena un secolo.

La continua espansione delle città comporta un aumento del fabbisogno energetico e di infrastrutture per i trasporti nonché l’occupazione di estensioni sempre più ampie di suolo. Tutto ciò danneggia l’ambiente naturale e provoca un aumento delle emissioni di gas ad effetto serra.
Il cambiamento del clima e l’aggravarsi dell’inquinamento atmosferico e acustico sono fra le conseguenze. La sovraccrescita urbana incide pertanto direttamente sulla qualità della vita delle persone che vivono nelle città o nei loro dintorni.

“L’espansione urbana incontrollata rappresenta piuttosto una conseguenza dei cambiamenti degli stili di vita e dei modelli di consumo, che della crescita demografica. Il crescente fabbisogno di alloggi, cibo, trasporti e turismo comporta un analogo consumo di suoli.
Le aree rurali che circondano le città presentano spesso un valore di mercato meno elevato e questo facilita l’espansione sotto la spinta delle esigenze citate” afferma la prof.ssa Jacqueline McGlade, direttore esecutivo dell’AEA.

“I fondi strutturali e di coesione dell’UE, strumenti di cruciale importanza per la società in Europa, rientrano fra i principali responsabili della sovraccrescita urbana.
Tale impatto acquista rilievo dal momento che l’UE e i suoi Stati membri stanno discutendo come allocare il prossimo bilancio dell’Unione europea.
I nuovi Stati membri, in particolare, andranno incontro ad effetti drastici, e dovrebbero dotarsi di linee guida politiche, al fine di evitare i rischi ambientali derivanti da un afflusso di fondi improvviso”, ha affermato la prof.ssa McGlade.

La relazione contiene studi riguardanti sette città europee, che illustrano diversi approcci, condivisibili o meno, relativi alle attività di pianificazione ed applicati negli ultimi 50 anni.
La relazione sottolinea, in particolare, che il fenomeno dell’espansione incontrollata, lungi dall’essere un fatto localizzato, colpisce quasi tutte le città europee e non manca di suggerire iniziative e politiche per il futuro, volte a fronteggiare con efficacia la continua tendenza alla sovraccrescita urbana.

La relazione è stata redatta dall’AEA e dal Centro comune di ricerca (CCR) della Commissione europea. L’AEA ha sede a Copenaghen. Scopo dell’Agenzia è contribuire ad un miglioramento significativo e misurabile dell’ambiente in Europa, mettendo a disposizione dei decisori politici e del pubblico in generale informazioni tempestive, mirate, pertinenti e affidabili.
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
26/10/2007 00:00:00
La Romstal alla conquista dell'Est Europa Nel giugno scorso la rivista Capital, il più importante periodico di business della Romania, l’ha collocata al primo posto nella classifica delle società di prodotti termoidraulici dell’Europa orientale.

13/05/2007 00:00:00
Vobarno e l'Europa Venerdì 11 maggio, presso l’auditorium della Biblioteca comunale di Vobarno, si è aperta la rassegna “Vobarno incontra l’Europa”, un ciclo di incontri dedicati al tema dell’integrazione europea nel 50° della firma dei Trattati di Roma.

07/02/2018 09:37:00
«Quanto ancora dobbiamo aspettare?» Le minoranze gavardesi unite nel chiedere lumi all’assessore all’Ambiente in merito all’adeguamento delle Fonderie Mora alle prescrizioni per il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale

22/01/2014 09:00:00
Destinazioni in crescita in Europa e nel mondo TripAdvisor ha stilato la classifica delle destinazioni europee e mondiali in crescita nel 2013: L’Avana svetta su tutte, in Europa prima è Corralejo nell’isola di Fuerteventura, Palermo rientra nella top 10 Europea


23/04/2009 00:00:00
Una Relazione per saperne di più È un lavoro complesso e ricco di informazioni e permette di interpretare l’ambiente mediante la lettura delle sue molteplici componenti. Si tratta della “Relazione sullo stato dell’ambiente”, in distribuzione a Gavardo.



Altre da - C
19/05/2009

Tutta un’altra musica dalla Corea

La Kia si lancia in un settore in cui fino ad ora non era presente: il settore dei crossover compatti, grazie alla Soul, proposta con un 1600 a benzina da 126 cv e un 1600 common rail CRDI da 128 cv, negli allestimenti Active e Cool.

19/05/2009

Il sorriso e la mamma

Un sorriso ad una mamma è un sorriso per tutte quante le mamme. Ci sono quando si nasce, quando si cresce, quando si soffre. Il pensiero va a lei anche quando si muore. Un amore incondizionato il loro: basta un sorriso a ripagarlo.

18/05/2009

Terza parte: speciale cinghiale

Negli ultimi anni nei boschi che circondano la Valle Sabbia sono ricomparsi numerosi i cinghiali. Non di rado scendono fino a fondo valle dove, per nutrirsi, riescono a devastare orti e piantagioni. Necessarie alcune regole sanitarie.

18/05/2009

«In cerca di identità» e i Peripatetici volano

Saranno I Peripatetici a rappresentare Brescia nelle due finali di due festival cabarettistici in Toscana, al termine di un percorso che li ha portati a superare importanti selezioni.

16/05/2009

Aiuti da Distretto 12 e Comunità montana

Arriva dal Distretto sanitario numero 12 e dalla Comunità montana della Valsabbia un nuovo provvedimento di sostegno alle persone più colpite dalla crisi economica: sul tavolo c’è un «buono famiglie» per un ammontare complessivo di 120 mila euro.

15/05/2009

Fondi a sostegno dello sviluppo della montagna

È di 1.961.000 euro il contributo assegnato dalla Giunta regionale lombarda alle Comunità montane della provincia di Brescia per iniziative a sostegno dello sviluppo della montagna. Di questi, 388 mila euro a quella valsabbina.

15/05/2009

Un weekend pieno di cultura

Sono numerose anche in Valle Sabbia le realtà culturali, biblioteche e musei, che proporranno eventi, da venerdì a domenica, in occasione dell’iniziativa regionale “Fai il pieno di cultura”.

15/05/2009

La Cpf80 convoca i propri soci

La Commissionaria popolare familiare 80 (Cpf 80) convocherà il suoi 2610 soci ad approvare il bilancio dell’esercizio 2008, questa sera alle 20.30 presso l’Auditorium comunale di Vestone, via Glisenti 7.

13/05/2009

Bontempi pronto a volare con la Catullo

Giorgio Bontempi, 46 anni, sindaco di Agnosine e commercialista, vicepresidente della Comunità montana di Valle Sabbia, è in pole position per la nomina bresciana nel Consiglio di amministrazione della Catullo Spa. (4)

12/05/2009

Una straordinaria festa di popolo

Va in archivio anche l’82 Adunata nazionale degli alpini che si è svolto nel fine settimana a Latina. Tanti anche dalla Valle Sabbia. Come sempre è stata una straordinaria festa di popolo, con tanta gente per le strade e per le piazze.

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia