Skin ADV
Domenica 20 Gennaio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Libertà

Libertà

by Laura



19.01.2019 Gavardo Villanuova s/C

18.01.2019 Gavardo

18.01.2019 Valsabbia

18.01.2019 Gavardo Muscoline Garda

19.01.2019 Vobarno Bagolino Pertica Alta Valsabbia

19.01.2019 Prevalle

18.01.2019 Idro Vobarno

18.01.2019 Vobarno

18.01.2019 Bagolino Valtrompia

18.01.2019 Valsabbia Garda Provincia






01 Marzo 2011, 06.00
Sabbio Chiese
Viabilità

San Martino all'asciutto

di Ubaldo Vallini
Si sono da poco conclusi i lavori sotto la galleria che lungo la Variante alla 237 del Caffaro permette di oltrepassare d'un balzo l'abitato di Sabbio Chiese.

E’ costato 270 mila euro “asciugare” la San Martino, la galleria che lungo la Variante valsabbina permette in un colpo solo di superare l’abitato di Sabbio Chiese e che rischiava di diventare, soprattutto in inverno, una trappola mortale.
Il problema era diventato macroscopico la mattina del 25 novembre scorso, quando un’autocisterna per il trasporto dell’ossigeno è uscita da quel tunnel piegata in due.
 
L'incidente
Nessuna delle 20 ruote del mezzo pesante è stata sufficiente a frenarne la corsa, terminata solo contro il guard rail duecento metri dopo.
Una fortuna che nessun’altro mezzo venisse coinvolto dalla carambola.
Così anche per la manciata di auto che seguivano, schizzate in testacoda come birilli da una parte e dall’altra della strada, solo ammaccate contro le protezioni laterali.
 
Le cause
Erano già un paio di settimane che pioveva, sotto quella nuovissima galleria, in più punti lungo i 922 metri della sua lunghezza.
“Infiltrazioni di acqua sia dalla volta che dai piedritti della calotta in cemento armato che, a causa dalle copiose piogge registrate in questi giorni si sono notevolmente accentuate con conseguente formazione di ampie pozzanghere sul piano viabile” era stata la diagnosi dei tecnici della Provincia.
Quella mattina a fare la differenza era stato un’improvviso calo delle temperature, che appena fuori dalla galleria ha ghiacciato l’acqua raccolta dalle auto e dai camion in transito, fino a rendere insidiosissima una vasta porzione d’asfalto.
 
La soluzione
Si poteva prevedere? Si. Si doveva intervenire prima? Dipende dai punti di vista: quindici giorni, quando c’è un pericolo su un’arteria trafficata come quella, per gli utenti sono un’eternità; “volano” quando c’è da organizzare una manutenzione straordinaria.
Serve tempo per segnalare il problema, tempo per studiare soluzioni, tempo per cercare i soldi necessari... solo poi fra progetti ed appalti si può intervenire.
Il 25 novembre dell’anno scorso i tecnici del Servizio di Manutenzione strade erano al secondo stadio.
Ed intanto avevano disposto dei cartelli che segnalavano il pericolo.
Va anche detto che quella galleria i “nostri” l’avevano ricevuta in dote dall’Anas solo qualche mese prima e non avevano potuto prevedere nulla.
 
I lavori
“Ci siamo occupati subito di quella oggettiva situazione di pericolo affidando immediatamente i lavori ad un’azienda specializzata nella messa in sicurezza delle gallerie stradali, imponendo la loro esecuzione in orario notturno, per limitare il più possibile disagi agli utenti” fa sapere l’assessore di riferimento Mariateresa Vivaldini.
Lavori che si sono conclusi ufficialmente a metà febbraio, dopo che sono stati installati circa 2.200 metri quadrati di lamiera grecata preverniciata, che nei punti fessurati raccolglie l’acqua convogliandola ai lati della galleria, lungo i camminatoi, dove è stata realizzata un’apposita canaletta che la fa defluire all’esterno.
Già che c’erano, gli operai hanno avuto modo di sistemare dei catarifrangenti in sostituzione degli iniziali “delimitatori di margine” che venivano sovente danneggiati da ignoti.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID7360 - 01/03/2011 09:07:00 (Granma)
270.000 euro che avremmo potuto risparmiare lavorando come si deve, siete indegni.


ID7362 - 01/03/2011 11:17:00 (Nikko)
C'è da chiedersi come una galleria appena aperta abbia bisogno di manutenzione, e soprattutto quanto dureranno gli effetti della manutenzione visto che sono stati messi dei "tappi" diciamo ma non sarà stato risolto il problema delle infiltrazioni ...mah!


ID7365 - 01/03/2011 11:57:17 (Ernesto) tempo....
per segnalare il problema??tempo per studiare soluzioni???tempo pre cercare soldi????? queste sono leggi e burocrazia da cambiare,snellire,mica il bunga bunga!!!e poi si prende il costrutture della galleria e gli si da il conticino di 270000euro!!!


ID7374 - 01/03/2011 14:54:00 (Ricard53) Fosse tutto così semplice.
Ogni opera pubblica, per quanto piccola, ha bisogno di progetti, capitolati d'appalto ecc., provatevi a far qualcosa al di fuori di questo contesto e vi trovate subito addosso la magistratura, nel migliore dei casi amministrativa. Nel nostro caso la galleria in questione fu realizzata dall'Anas che appaltò i due lotti da Vobarno a Ponte Re a due diverse imprese, le quali, a loro volta, subappaltarono ad un'unica impresa specializzata trentino/bresciana tutti i tunnel. In particolare questa galleria fu costruita a cavallo tra l'inizio del 95 e la fine del 96. Nel 2003 si dovette intervenire rifacendo tutti gli scarichi per adeguarli alla portata delle acque di infiltrazione. Gli eventi seguenti sono anche frutto di scarsa manutenzione. La Provincia, intervenuta solo recentemente, ha però messo in campo, secondo me in maniera tempestiva, le prime contromisure, pur in presenza di scarse risorse di bilancio.


ID7411 - 03/03/2011 08:28:00 (Ernesto) allora,
Ricard aniamo bene cosi??? percche' non si e' chiamata l'impresa trentinobresciana??? perche'come al solito di responsabili..(.nessuno)!!! ......mah???


ID7444 - 04/03/2011 12:13:06 (Ricard53) Caro Ernesto.
L'impresa citata è di quelle che hanno pagato lo scotto delle insolvenze imputabili a chi deteneva l'appalto del 1° lotto (Vobarno - Sabbio Chiese). Ora non esiste più, cosi come è scomparsa l'impresa romana diretta responsabile dell'esecuzione dell'opera (anch'essa aveva subito l'insolvenza del governo algerino per una grande opera parzialmente pagata). Come vedi un effetto domino per cui gli ultimi pagano sempre le conseguenze maggiori. Per quante cautele vi siano, per quanti paletti si possono mettere, rimane l'imponderabile che nessuno è in grado di prevedere. In questi ambiti dobbiamo solo sperare sempre che le cose filino come vengono impostate, certo è che si devono evitare approssimazione e rischiose scorciatoie, per questo dicevo: "fosse tutto così semplice".



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
08/11/2018 06:45:00
«A tutela della pubblica incolumità» Troppi incidenti, anche gravi, sotto la galleria Prada, lungo la Variante alla 237 del Caffaro, fra i territori di Sabbio Chiese e Vobarno. Il sindaco Luscia prende carta e penna e si rivolge a Provincia e Prefettura


30/03/2006 00:00:00
Strada di Valsabbia, un passo avanti E' stato inaugurato questo giovedì 30 marzo il tratto di Variante alla 237 del Caffaro che permette al traffico di oltrepassare gli abitati di Sabbio

15/11/2013 14:24:00
Contro i tubi in galleria Carambola di tubi poco prima di mezzogiorno sotto la galleria Carpeneda, lungo la Variante alla 237 del Caffaro in territorio di Vobarno (Aggiornamento ore 16:30)

09/08/2014 22:03:00
Carambola in galleria Brutto incidente, per fortuna senza gravi ferite per le otto persone coinvolte, quello che è avvenuto questo sabato pomeriggio sotto la galleria San Martino, fra Sabbio Chiese e Barghe


15/10/2016 13:11:00
Sbatte da solo in galleria L'incidente è avvento nel tunnel più breve fra quelli che ci sono fra le uscite di Sabbio e di Carpeneda, lungo la Variante alla 237 del Caffaro



Altre da Sabbio Chiese
14/01/2019

Volley Sabbio, il 2019 inizia nel migliore dei modi

Nel primo incontro dell’anno il Volley Sabbio sconfigge i bergamaschi di Nembro per 3-1 con un’ottima prestazione.

11/01/2019

Aggiornamento, utile e necessario

Il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) è una figura disciplinata nell’ordinamento giuridico italiano. Ecco le date per la formazione con SeIL, a Sabbio Chiese

08/01/2019

Fiamme in tangenziale

Prima il botto, poi le fiamme. A prendere fuoco all’interno della galleria San Martino, in territorio di Sabbio Chiese, del materiale trasportato su un camioncino del Servizio manutenzione strade

07/01/2019

Servizio di ascolto per i cittadini

E’ l’utile iniziativa dell’Arma dei Carabinieri, che ha istituito presso il Municipio di Sabbio Chiese e in molti altri Comuni valsabbini uno spazio dedicato all’ascolto delle problematiche dei residenti e a fornire loro aiuto nella prevenzione dei reati 


06/01/2019

Fablab in biblioteca

Il ciclo di laboratori di creazione digitale promosso dal Fablab di Valle Sabbia in collaborazione con le biblioteche del territorio continua con altri tre appuntamenti. Il primo è in programma ad Agnosine il prossimo martedì, 8 gennaio 

05/01/2019

Al Carnevale di Viareggio

C’è tempo fino al prossimo 30 gennaio per iscriversi alla gita organizzata per domenica 17 febbraio dai Comuni di Agnosine, Bione, Odolo e Sabbio Chiese

04/01/2019

Denunciato un sabbiense per incendio doloso

I carabinieri forestali di stanza a Vobarno hanno sorpreso un uomo di Sabbio Chiese intento sulle montagne dietro al paese a dare fuoco a rovi ed arbusti, rischiando l’incendio boschivo (1)

02/01/2019

Capodanno in musica

Anche le più famose colonne sonore dei cartoni targati Walt Disney nella scaletta del Concerto di Capodanno della Filarmonica Conca d’Oro, che andrà in scena domenica 6 gennaio a Sabbio Chiese

28/12/2018

Così la «Prada» è diventata sicura

Prima la posa di asfalto ad alta aderenza, poi di innovativa segnaletica orizzontale antiscivolo, anche per le motociclette. Se in quella galleria ancora succederanno incidenti non date più la colpa alla strada
(22)


20/12/2018

Il bosco e il sacro

Sarà inaugurata questa sera alle 18 a Sabbio Chiese una nuova importante mostra organizzata dal Museo Archeologico della Valle Sabbia dedicata ai luoghi di culto in valle fra età del Ferro e romanizzazione



Eventi

<<Gennaio 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia