Skin ADV
Martedì 23 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Riflesso

Riflesso

di Paolo Salvadori



22.04.2019 Bione

22.04.2019 Vestone Sabbio Chiese Odolo

22.04.2019 Garda

21.04.2019 Bagolino

22.04.2019 Villanuova s/C

23.04.2019 Vestone

22.04.2019 Roè Volciano Valsabbia

21.04.2019 Vobarno

21.04.2019

21.04.2019 Villanuova s/C Valsabbia






01 Novembre 2018, 07.59
Bagolino
Maltempo

Le ferite bagosse

di val.
Dopo le paure vissute fra domenica e martedì, in attesa della prossima ondata di maltempo preannunciata dai meteorologi, la Valle Sabbia intera prova a tornare alla normalità. Più difficile a Bagolino

Le ferite sono ancora evidenti soprattutto nei boschi e percorrendo le numerose strade che li attraversano, dove la furia del vento ha sconquassato alberi secolari come fossero mazzi di Shangai.
E in mezzo a quei boschi, sotto quegli abeti, sono rimasti sepolti anche chilometri di cavi elettrici e telefonici.

Ieri a Bagolino a decine erano al lavoro: volontari, tecnici, operai comunali e della Provincia, col compito di riaprire strade e ripristinare l’energia elettrica.

Le squadre della Elettrolinee di Muscoline, dopo aver atteso invano di poterlo fare lunedì sera, alla riapertura della Provinciale, finalmente, sono riuscite a raggiungere il paese e a piazzare cinque gruppi elettrogeni a gasolio vicino ad altrettante cabine, per riportare una parvenza di normalità fra le vie del borgo, ma anche nelle contrade più isolate, dopo due giorni interi trascorsi senza energia.

E col ritorno di quella (l'energia) filtrano anche le drammatiche testimonianze di quanti, loro malgrado, si sono ritrovati a dover percorrere anche brevi tratti di strada sotto le intemperie e col rischio di rimanere sotto a un albero.

Dopo la grande paura, insomma, nonostante i disagi ancora da patire, quassù è vissuto con sollievo il riscontro che nessuno si sia fatto del male.

Al ristorante Cerreto, ma è solo un esempio, ci raccontano che hanno trascorso la notte fra lunedì e martedì sui divani, impossibilitati ad uscire e a percorrere anche solo a piedi poche decine di metri per tornare a casa, mentre attorno a loro si schiantava la foresta, volavano tegole e ondulati di zinco.

Ancora è da liberare la strada che da Cerreto porta alla frazione trentina di Riccomassimo: pochi chilometri letteralmente scomparsi sotto una coltre di piante.

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/11/2016 11:45:00
Investita a Cerreto Una donna di 32 anni è stata investita da un'auto mentre camminava per strada a Cerreto, frazione di Bagolino. Sul posto anche l'eliambulanza, ma non sarebbe grave

09/11/2018 08:59:00
Non solo Bagolino A subire pesantemente i danni del maltempo che si è scatenato una decina di giorni fa lungo la Valle, anche altri boschi e altre strade

07/06/2017 09:58:00
Sotto la pioggia al Dosso della Portola Il maltempo non ha consentito la consueta sfilata delle Penne nere in occasione del raduno di Cerreto organizzato domenica 4 giugno dagli alpini di Bagolino


19/02/2015 06:00:00
Fermato dalle piante, prima del grande salto in Paradiso Ha rischiato grosso e n'è uscito con qualche contusione, l'ottantenne che mercoledì sera è uscito di strada con la sua auto mentre percorreva uno sterrato nella frazione bagossa di Cerreto


06/10/2018 07:21:00
Precipita con l'auto, salvo Avrebbe fatto tutto da solo il 21 enne che nella notte ha distrutto l’auto precipitando a Cerreto di Bagolino



Altre da Bagolino
21/04/2019

Indagine esplorativa in municipio

Ha fatto un certo scalpore a Bagolino, nei giorni scorsi, la presenza della Guardia di Finanza negli uffici comunali

19/04/2019

Bagolino onora Peter Brack

L'amministrazione comunale di Bagolino conferirà la cittadinanza onoraria al prof. Peter Brack, scopritore del Sito Geologico del Chiodo d'Oro di Romanterra. Venerdì 26 aprile la cerimonia in municipio (3)

12/04/2019

«Patto per Bagolino Ponte Caffaro» si presenta

La lista “Patto per Bagolino Ponte Caffaro” candida come sindaco Paolo Zangarini e organizza due serate di presentazione dei candidati alle associazioni lunedì 15 aprile a Ponte Caffaro e mercoledì 17 a Bagolino

11/04/2019

104 candeline per nonna Rita

Tanti auguri a Rita Fusi, decana di Ponte Caffaro, che oggi, 11 aprile, raggiunge la 104 primavere


08/04/2019

Pulizie di primavera

Una quindicina di Penne nere al lavoro sabato mattina a Ponte Caffaro per ripulire il parco antistante la loro sede

06/04/2019

Fra neve e fango

Neve oltre i milledue e tanta acqua al di sotto. E Bagolino che accusa guai. Con piante e fango sulla “vecchia” Sp 669 fra Ponte Prada ed il paese, dove nonostante la strada fosse chiusa c’è rimasta sotto anche un’auto in transito (7)

05/04/2019

Con le dita nel tritacarne

L’infortunio ad una 18 enne stagista di Storo, impegnata in una macelleria a Ponte Caffaro (1)


05/04/2019

Slavina al Gaver

E’ quella conosciuta come “canal rot”, a metà strada fra Valle Dorizzo e la Piana del Gaver. L’allarme è stato dato con buon anticipo da Federico Rota, il nivologo incaricato dalla Provincia (6)

03/04/2019

I sapori vincenti della Valle

Intervista a Sara Scalvini, vincitrice di “Cuochi d’Italia” e direttrice del ristorante e trattoria “del Viandante"

01/04/2019

Finito un ciclo se ne apre un altro

Desolanti le immagini che ci arrivano da Bagolino. Speriamo che si tratti di un momento di transizione
(13)

Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia