Skin ADV
Mercoledì 21 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






[Sal]


19.11.2018 Vestone Capovalle Valsabbia

20.11.2018 Casto Valsabbia

19.11.2018 Idro

19.11.2018 Valsabbia Provincia

20.11.2018 Mura Valsabbia

19.11.2018 Vobarno

19.11.2018 Casto Serle

19.11.2018 Villanuova s/C Provincia

19.11.2018 Provaglio VS

21.11.2018 Bagolino Valsabbia






06 Agosto 2018, 05.24
Vobarno
Penne nere

La Madonna e l'alpino disarmato

di AlZig
Lo scorso 28 luglio è stata inaugurata in località “Canecol”, in Degagna, la Madonna dell’Alpino

L’’idea è nata alla fine dell’inverno, durante una delle produttive riunioni del Gruppo alpini di Degagna, che non è nuovo ad iniziative che esulano dalla semplice adunata o dalla consueta riunione conviviale.

Per l’occasione, infatti, uno dei membri del consiglio di Gruppo ha suggerito l’idea di inserire una statua della Madonna in una delle piccole grotte che si trovano lungo la strada che dal borgo di Degagna sale verso il passo della “Fobiola” e poi fino al rifugio “G. Granata” in località “Campei de Sima”. Accanto alla Vergine ci sarebbe stato un alpino in adorazione.

E così è stato.
Nei mesi successivi gli alpini hanno sistemato la grotta, il tratto di strada nelle vicinanze ed affrontato le pratiche burocratiche necessarie.
Già: il sito si trova all’interno di un Parco naturale sotto diretto controllo dell’Ersaf, ente che ha espressamente richiesto che le modifiche del sito garantissero comunque il minor impianto ambientale.

Sabato 28 luglio l’inaugurazione
, che ha registrato la sentita partecipazione della popolazione del grazioso borgo della valle dell’Agna, ma anche dei rappresentanti dell’ERSAF e della Forestale, oltre che di gran parte dei membri del Gruppo alpini locale e di alcuni rappresentati dei sodali della Sezione Monte Suello di Salò.

A benedire la statuetta il parroco don Giuseppe Savio.
Ad intonare i canti alpini il coro “I Vocali dell’Agna”, mentre a recitare la preghiera dell’Alpino dedicandola a tutte le Penne nere del Gruppo e non che sono “andate avanti”, ci ha pensato con grande emozione il capogruppo Giorgio Maffei.

Una particolarità:
l’Alpino è disarmato ed ha in mano un mazzo di fiori che intende offrire alla Vergine Maria. Sta a significare che gli Alpini, soldati per vocazione, intendono comunque salvaguardare e ove possibile portare la pace. E sia mai che magari ci scappi un miracolo in questo periodo che non sempre è troppo sereno.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID77101 - 06/08/2018 16:58:20 (Giacomino) Molto
bello e significativo


ID77103 - 06/08/2018 21:07:48 (bernardofreddi)
Bravi (non solo per questo) gli Alpini della Degagna, ma la motivazione della Forestale è umorismo demenziale allo stato puro,


ID77104 - 06/08/2018 23:49:16 (Tc)
Fatemi capire,da Degagna salendo a Prato della Noce per poi arrivare a Campei...le armi sarebbero vietate? Se si,come mai non mi spiego i cacciatori visti un po' ovunque in tali zone? O non eran cacciatori?.....................



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/07/2017 10:39:00
Trofeo Alpini Degagna La bella manifestazione valsabbina organizzata dal gruppo alpini di Degagna è stato per l'appunto il 7° appuntamento stagionale al quale si è presentata una ridotta, rispetto al solito, ma qualificata schiera

21/10/2009 13:00:00
In Degagna la premiazione dello sport alpino Sabato sera le premiazioni dei campionati sportivi della sezione degli alpini di Salò e l'assegnazione del Trofeo "Monte Suello".

25/07/2017 14:48:00
In attesa della «Madonna della Neve» C'era anche la "nostra" Marisa Viviani al raduno alpino sul Bruffione, con Luciano Saia ad immortalare su pellicola i momenti salienti della manifestazione. Alpini, quelli della Monte Suello, che si ritroveranno presto a Campei per onorare la Signora

10/12/2006 00:00:00
Restyling per la Madonna di Caravaggio Verrà dedicata agli alpini caduti a Nikolajewka la Santella della Madonna di Caravaggio, oggetto di recupero architettonico ed artistico grazie all'interessamento dei proprietari, all’ex don, degli alpini e del Comune.

30/06/2014 16:23:00
Una settimana in Alto Garda, con Ersaf Dal 14 al 19 luglio l'ERSAF Ente regionale per lo sviluppo agricolo e forestale invita tutti ad aderire alla «Settimana della foresta» che avrà come protagonista il Parco Alto Garda Bresciano




Altre da Vobarno
21/11/2018

3° Trofeo Bianchi Rubinetterie

Presso il bocciodromo di Vobarno si è svolto il Campionato Provinciale, nella specialità di Coppia organizzato dalla Vobarno Bocce, in collaborazione con il comitato Provinciale F.I.B. (Federazione Italiana Bocce) di Brescia

20/11/2018

Al di sotto delle aspettative

Peggior Vobarno della stagione in questa 6^ giornata di campionato che perde malamente a Lallio contro una diretta concorrente a pari punti in classifica.

19/11/2018

La lunga storia della Chiesa di Alvar Aalto a Riola

Questo mercoledì sera al cinema di Vestone la proiezione del docufilm del regista valsabbino Roberto Ronchi e di Mara Corradi sulla costruzione dell'unica opera italiana di uno dei più grandi maestri del Movimento Moderno (1)

19/11/2018

L'annata storica del 1984

Un’occasione per rivedersi e festeggiare al gran completo alla festa di classe dei nati nel 1984 di Vobarno andata in scena sabato sera (1)

18/11/2018

Il destino della Biblioteca Civica Vobarnese

Stimolato dal contributo del prof. Fabrizio Galvagni, anche l’ex sindaco Carlo Panzera dice la sua sul destino della biblioteca di Vobarno (4)

18/11/2018

Volley Vobarno, vantaggio sprecato

Partita dalla doppia faccia per il Vobarno che disputa i primi due set da manuale, ma si fa rimontare malamente dalle bergamasche sprecando una vittoria alla propria portata

14/11/2018

Verso una biblioteca del futuro

Una bella collaborazione quella nata tra il Sistema bibliotecario e il Fablab valsabbino, che ha dato vita ad una serie di laboratori gratuiti nelle biblioteche del territorio. Tutte le informazioni e come partecipare 

14/11/2018

La vaca grisa e la biblioteca de Boaren

“I dis mia che ‘na vaca l’è grisa se la gh’a mia almeno en pel!”: non si dice che una mucca è grigia se non ha almeno un pelo (grigio). Così recita un vecchio proverbio bresciano... (3)

13/11/2018

La guerra alpina nel bresciano

Questo mercoledì sera a Vobarno una conferenza dedicata alla Prima guerra mondiale nel bresciano e sull’impiego degli Alpini sul fronte dell’Adamello

10/11/2018

Scontro in Variante

Lo scontro fra due auto è avvenuto poco fuori dalla galleria Prada, dalla parte di Sabbio Chiese. Strada chiusa per più di due ore. Grave un 27 enne di Sabbio Chiese (8)



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia