Skin ADV
Mercoledì 23 Maggio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


In solitaria a Maderno

In solitaria a Maderno

by PierAngiola



21.05.2018 Gavardo

22.05.2018

21.05.2018 Anfo

21.05.2018 Bione

21.05.2018 Vestone Lavenone

22.05.2018 Bagolino

22.05.2018 Idro Vobarno Valsabbia

21.05.2018 Vobarno

21.05.2018 Lavenone

22.05.2018 Casto






19 Gennaio 2011, 07.00
Valsabbia Garda Provincia
Salute

CO, se lo conosci lo eviti

di red.
In quattro anni 86 bresciani hanno avuto bisogno di ricorrere alla camera iperbarica, causa intossicazione da monossido di carbonio. La prevenzione.

 
L’Asl di Brescia ha dato il via ad un progetto di prevenzione delle intossicazioni da monossido di carbonio (CO) nella popolazione residente in provincia di Brescia.
L’iniziativa ha portato alla realizzazione e alla divulgazione di un opuscolo informativo realizzato dall’ASL tradotto in 8 lingue (italiano, francese, inglese, swahili, urdu, cinese, hindi e arabo) e stampato in 16 mila copie.
 
I casi più gravi
Un progetto che si è basato sui risultati di uno studio realizzato dall’ASL in collaborazione con l’Istituto Clinico Città di Brescia, finalizzato a conoscere la casistica dei pazienti sottoposti a terapie urgenti presso il Servizio di Ossigenoterapia iperbarica dell’Istituto.
Lo studio ha indagato il numero degli eventi, il periodo in cui si concentrano casi di intossicazione, le cause dell’intossicazione, informazioni sui soggetti (nazionalità, sesso, zona di residenza) accolti nel Servizio di ossigenoterapia iperbarica nel periodo che va da gennaio 2006  a dicembre 2009.
Va detto che i pazienti che hanno dovuto ricorrere al servizio di ossigenoterapia sono solo una parte di quelli che sono incorsi in un’intossicazione da monossido di carbonio e ne rappresentano la quota clinicamente più grave.
 
I dati
Nel quadriennio 2006/2009 si sono verificati 86 eventi di intossicazione da CO che hanno portato al trattamento di 133 pazienti; in 48 casi (55.8%) si è trattato di soggetti immigrati per un totale di 83 pazienti trattati (62.4%) e in 38 casi (44.2%) soggetti italiani per un totale di 50 pazienti trattati (37.6%).
Nel corso di questi quattro anni è però diminuito il numero di stranieri ricoverati, passato da 38 a 18 persone, di nazionalità prevalentemente pakistana, indiana, marocchina, senegalese. E’ aumentato invece il numero di italiani, da 12 nel 2006 a 15 nel 2009.
La maggior parte delle intossicazioni da CO è dovuta all’incongruo utilizzo di bracieri per il riscaldamento domestico o a stufe e caldaie mal funzionanti.
 
Le cause
In particolare, i fumi di bracere sono stati la principale fonte di esposizione di persone extracomunitarie, essendo la causa di intossicazione in 50 pazienti immigrati sul totale degli 83 trattati (60.2%).
Nella popolazione italiana le principali cause sono state la caldaia, con 8 eventi (21.1%) e 13 pazienti (26.0%), e i fumi da braciere che hanno rappresentato la causa di intossicazione in 10 casi (26.3%) su 38 con 12 pazienti (24.0%) sul totale dei 50 trattati.
Altre fonti di intossicazione sono state la stufa a gas, lo scaldabagno a gas e la stufa a legna.

La Bassa, il Garda e la Valle Sabbia le zone più colpite
Dalla ricerca è emerso che il maggior numero di eventi di intossicazione, e di conseguenza il maggior numero di pazienti trattati, sono avvenuti nei comuni che fanno parte delle Direzioni Gestionale Distrettuale 5 (Bassa bresciana) e 6 (Garda e Valle Sabbia). I casi più numerosi si registrano nei mesi più freddi, tra dicembre e febbraio, anche se si registrano casi anche nei mesi estivi.
 
L'opuscolo
Essendo compito delle ASL, in collaborazione con le altre istituzioni, quello di favorire momenti di comunicazione e informazione rivolti alla popolazione, con particolare riguardo alle fasce di popolazione in situazioni di disagio (anziani, stranieri, comunità nomadi, ecc) ecco la decisione dell’Asl di Brescia di realizzare l’opuscolo “Intossicazione da monossido. Prevenzione e consigli” (alleghiamo in pdf), che offre alcuni semplici ma utili consigli su come comportarsi per evitare di creare situazioni di rischio di intossicazione da monossido.
 

OpiscoloCoAsl.pdf


Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/01/2017 15:59:00
Intossicazione da monossido di carbonio Tragedia sfiorata quest’oggi all’ora di pranzo quando una donna è stata rinvenuta priva di sensi nella sua abitazione a Sopraponte di Gavardo

04/02/2007 00:00:00
Ossido di carbonio: rischio in cisterna Infilatosi all’interno di una cisterna di cemento, usata nella bella stagione per la raccolta dell’acqua piovana da impiegare per l’irrigazione, un agricoltore di Gavardo è stato colpito da una leggera intossicazione da monossido di carbonio.

08/01/2015 07:24:00
Monossido di carbonio, sfiorata la tragedia Una madre e i suoi tre figli, che avevano acceso in camera un braciere per riscaldarsi, hanno rischiato di non svegliarsi più


08/03/2010 09:34:00
Quattro intossicati a Bagolino Una canna fumaria difettosa all'origine dell'intossicazione collettiva che a Bagolino ha coinvolto l'intera famiglia di un medico.

10/12/2011 12:00:00
Come comportarsi col monossido di carbonio? Il CO è un gas tossico incolore e inodore che, se respirato, può arrecare gravi danni alla salute, con estrema conseguenza la morte. Alcuni consigli utili per evitare eventuali intossicazioni domestiche



Altre da Provincia
22/05/2018

«Un Santo con la penna»

Ha debuttato la scorsa settimana il nuovo spettacolo del gavardese Emanuele Turelli, dedicato alla figura di don Carlo Gnocchi e di altri eroi della ritirata di Russia   


19/05/2018

Bresciacup, sul monte Regogna il giro di boa

Si corre domani la 4ª prova della Bresciacup 2018 che dopo l'inedita trasferta piacentina ritorna sui sentieri di casa, a due passi dalla città. Sui divertenti trails del Mte Regogna è già tempo di tirare le somme nelle classifiche generali, Rezzato darà il via al girone di ritorno

19/05/2018

2° Trofeo Valle di Lozio

Quinta prova di regionale individuale quella disputata a Villa di Lozio lo scorso weekend per gli agonisti della regolarità in montagna (1)

19/05/2018

Accoglienza, tra luoghi comuni e realtà

Questo il tema dibattuto in città lo scorso 10 maggio, in un incontro pubblico organizzato dalla rete dei progetti Sprar del territorio bresciano

18/05/2018

Sorpresa: la Valle Sabbia non c'è più

Se questo è il risultato del nuovo corso lombardo, che ha affidato la promozione territoriale ad una “società istituzionale” c’è da spaventarsi (16)

14/05/2018

«Benemerita», la nuova opera di Severino Del Bono

La presentazione si terrà domani, martedì 15 maggio, in città in un evento di beneficenza a sostegno dell’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri

13/05/2018

A Serle la primavera è di cultura

Il Comune valsabbino aderisce nei mesi di maggio e giugno a diverse iniziative culturali aperte a tutti

12/05/2018

Imbratta il bus davanti alle scuole

Grazie alle telecamere di sorveglianza l’autore della bravata è stato rapidamente identificato e dovrà rispondere penalmente delle sue azioni (3)

12/05/2018

L'annuale raduno delle Penne nere a Trento

Con l'alzabandiera e l'arrivo della bandiera di guerra è stata aperta ufficialmente la 91ª Adunata Nazionale degli Alpini a Trento
  (1)

11/05/2018

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

Eventi

<<Maggio 2018>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia