Skin ADV
Mercoledì 27 Marzo 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Celeste primavera

Celeste primavera

di Gianfranco Fenoli



25.03.2019 Bagolino

25.03.2019 Prevalle Provincia

26.03.2019 Bagolino

25.03.2019 Capovalle Valsabbia

26.03.2019 Bione

25.03.2019 Gavardo

25.03.2019 Salò

25.03.2019 Sabbio Chiese

25.03.2019 Vallio Terme

25.03.2019 Vallio Terme






20 Febbraio 2014, 13.46
Valsabbia
Nera

Carriera finita per l'usuraio di Lumezzane

di Salvo Mabini
Undici le vittime accertate, fra questi anche due artigiani valsabbini. L’hanno bloccato i carabinieri di Sabbio Chiese insieme ai colleghi del Nucleo operativo di Salò, col supporto tecnico dei Nor di Brescia

Usura aggravata.
Con questa infamante accusa è stato arrestato M.R. un pluripregiudicato sessantaseienne di Lumezzane.
L’uomo, di origine siciliana, è arrivato in Valgobbia 38 anni fa facendo l'impresario edile.
Con quello che ha guadagnato, avvicinandosi la pensione, ha messo su un’impresa ancora più redditizia: prestare il denaro a strozzo.

Secondo quanto hanno potuto calcolare i militari che gli hanno messo le manette, gli interessi usurai andavano dal 20% mensile al 240% annuo, con un guadagno per lo strozzino lumezzanese di oltre 500.000 euro l’anno.

Un’impresa dello strozzinaggio stroncata a un’attività investigativa cominciata a ottobre dello scorso anno, in seguito a una denuncia presentata a Sabbio Chiese da un consulente assicurativo di Brescia che lavora nella zona della Valle Sabbia e che dall’aprile del 2011 si era rivolto al 66enne di Lumezzane, conosciuto per il tramite di conoscenti, in quanto bisognoso di liquidità, per far fronte a scadenze legate alla sua professione.

Dal 2011 ad oggi l’assicuratore avrebbe ricevuto dal pregiudicato quattro prestiti di denaro per un totale di 18.000 euro, restituendone, compresi gli interessi usurai, circa 25.000. Senza però estinguere il debito che ammontava ancora a 10.000 euro.
Ogni volta all’usuraio veniva consegnato un assegno a garanzia del prestito, corrispondente alla cifra ricevuta in prestito maggiorata del 20%, che era quanto era stato pattuito per gli interessi di un mese.
Se il prestito era di 5 mila euro l’assegno doveva essere di 6 mila.

Allo scadere di ogni mese, a partire dalla data del prestito, se il creditore non fosse riuscito a riconsegnare l’intera somma doveva comunque corrispondere i mille euro “maturati” di interesse. E l’assegno rimaneva ancora nelle mani dello strozzino.
I carabinieri, di concerto con la Procura della Repubblica di Brescia titolare dell’indagine, si sono messi in osservazione riuscendo a documentare un incontro tra l’usuraio e la sua vittima, avvenuto fra i tavolini all’esterno del bar del distributore di benzina in prossimità del Passo del Cavallo, lungo la Provinciale numero 79.

Nel corso dell’incontro il pregiudicato chiedeva e riceveva dal consulente assicurativo -  a garanzia dei crediti vantati, due assegni per un importo pari a 10.000 euro e così è scattato l’arresto in flagranza di reato.
In seguito a perquisizione personale e domiciliare i militari hanno poi rinvenuto nella sua disponibilità denaro contante sia in euro che in valute estere per un totale corrispondente a 5.000 euro ed ampia documentazione, tipo assegni bancari, cambiali, fotocopie di documenti d’identità e appunti contabili, che attestano lo scambio di denaro ad interesse usurario, con l’assicuratore bresciano, ma anche con altri soggetti quasi tutti piccoli imprenditori artigiani della zona.

In tutto sono undici le vittime accertate.

Fra queste anche due artigiani valsabbini che l’usuraio non avrebbe avuto remora a “protestare” quando si sono trovati impossibilitati a far fronte al debito.
Fra le vittime anche la titolare di un negozio di calzature di Gussago. In questo caso, quando non è stata in grado di fare fronte al debito è stata anche minacciata di morte da due complici del lumezzanese. I due sono stati individuati e denunciati: uno a piede libero, l’altro è ricercato perché deve già scontare una pena di 5 anni per truffa aggravata ed estorsione.

Sarebbero ad ogni modo moltissime le vittime finite nel giro a strozzo in questi ultimi anni.
Considerando “la propensione a delinquere” la “negativa personalità del soggetto e delle allarmanti modalità d’azione perpetrate con continuità nel tempo”, considerato individuo pericoloso, dopo l’arresto l’usuraio si è fatto già due mesi di carcere.
Ora è in stato di arresti domiciliari per motivi di salute, in attesa che il Gip decida in merito al suo rinvio a giudizio.

In foto:
- Il momento dell'arresto
- il luogo dell'incontro documentato dai carabineri

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID41888 - 20/02/2014 18:26:54 (Tc)
Si ricorre a sta gentaglia,perche' molte volte le banche non concedono prestiti a nessuno...e intanto 7,5 miliardini di euro regalati...W l'Italia!!! Comunque grazie alle forze dell'ordine,il loro dovere lo han egregiamente compiuto,ora vediamo questo qui,quanti giorni di galera si fara'...se la fara'...e che gli confiscano tutti i suoi beni...deve restare solo con le mutande...feccia,sta gentaglia e' e restera' sempre feccia e che caz...


ID41890 - 20/02/2014 20:30:03 (Dolcestilnovo) Condanna
Condannatelo a prestare i soldi gratis


ID41898 - 21/02/2014 08:00:42 (Giacomino) Un vero
serpente.


ID41899 - 21/02/2014 08:07:09 (valista) Val
Bene,fortuna qualche bella notizi si legge...peccato sia già fuori per problemi di salute! Ehm scusate la mia ignoranza, ma i soldi "guadagnati" dall'usuraio vengono poi restituite alle vittime?


ID41911 - 21/02/2014 11:27:15 (Ernesto)
come dice tc,,,,, qui le banche hanno delle grosse pecche!!!!!non si trattava di milioni di euro.....


ID41913 - 21/02/2014 11:55:04 (bob63) banche e non solo
Oltre chiaramente a Equitalia, e adesso ci si mette pure l'inail,(vedi il caso del pizzaiolo di Napoli che in realta' c'era sua moglie che lo aiutava a fare le pulizie) quanto alle banche con tutte le porcate che hanno fatto e continuano a fare dovranno pure rivalersi su qualcuno, ovviamente sui piu' deboli.


ID41935 - 21/02/2014 16:51:40 (bernardofreddi)
Basta con questi giustizialisti che ostacolano l'attività di onesti imprenditori! Come ben detto da Al Fano, vogliamo un garantista al ministero della giustizia (cioè uno che garantisca gli affari degli amici degli amici).


ID41943 - 21/02/2014 21:22:07 (genpep)
Ma "Al Fano" è per caso un parente di un altro famoso Al?



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/05/2014 14:28:00
Marito e moglie, ladri d’ottone in trasferta Li hanno pizzicati i carabinieri di Sabbio Chiese, in collaborazione coi colleghi del Radiomobile di Salò. Avano fatto sparire un quintale e mezzo d’ottone lavorato da una ditta di Bione

15/01/2010 17:52:00
Cassintegrato arrotonda spacciando cocaina L'hanno bloccato, perquisito ed arrestato a Provaglio Valsabbia i carabinieri di Sabbio Chiese.

22/12/2017 06:13:00
Giovani e cattivi I carabinieri, fra Garda e Valle Sabbia, in questi giorni hanno intensificato i controlli su gravi episodi di spaccio e bullismo che coinvolgono soprattutto dei minorenni

14/03/2015 07:00:00
Presi i truffatori Telefonavano inventandosi raccolte di fondi per opere di beneficenza inesistenti. I carabinieri di Sabbio Chiese li hanno colti sul fatto. Denunciati in quattro, bresciani di città, soggetti già noti per precedenti specifici, appartene



07/04/2018 08:07:00
Rapinatori nostrani in trasferta Inseguiti dai carabinieri salodiani in borghese e con un'auto civetta, sono stati bloccati dopo un rapina in un supermercato in provincia di Cremona




Altre da Valsabbia
26/03/2019

Cambio ai vertici della sicurezza bresciana

In questi giorni stanno prendendo possesso dei loro uffici il nuovo prefetto, il nuovo comandante provinciale del Carabinieri e il nuovo Questore di Brescia

26/03/2019

Sostegno all'agricoltura di montagna

La Regione ha destinato risorse alla Comunità montana per finanziare lo sviluppo e la valorizzazione del sistema agro-pastorale di montagna

25/03/2019

Alla rincorsa di un piromane

Grande dispiegamento di uomini e mezzi ieri mattina a Capovalle per alcune prove di soccorso che hanno visto in campo le squadre dell’antincendio boschivo e quelle della Protezione civile

22/03/2019

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

22/03/2019

Una giornata a Parma e Fontanellato

C’è tempo fino al prossimo 30 aprile per iscriversi alla gita organizzata dai Comuni di Agnosine e Odolo. Iscrizioni aperte anche a chi risiede in altri Comuni 

21/03/2019

A mediare sarà la Regione

Non ha un ruolo specifico in materia, ma sarà Regione Lombardia a mettere tutti gli attori attorno a un tavolo per analizzare nei particolari una soluzione possibile alla depurazione del Garda. L'ha dichiarato l'assessore Foroni
(2)


20/03/2019

Evoluzione digitale nel cuore della Vallesabbia con Edok Srl

L’azienda, specializzata nella gestione documentale, dal 2005 aiuta le imprese a digitalizzarsi per ottimizzare e velocizzare i processi di lavoro documentali

20/03/2019

Inizia la primavera

Per la 12esima volta consecutiva l’equinozio di primavera si verifica il 20 marzo, esattamente alle 20.58

20/03/2019

Sul territorio, per fare rete

Per la prima volta il Consiglio del settore “Metallurgia, Siderurgia e Mineraria” in seno ad Aib, si è riunito fuori dalla sede. E l’ha fatto in Valle Sabbia

18/03/2019

Bione incontra... Paolo Gentiloni

L’appuntamento con l’ex presidente del Consiglio e ora presidente del Pd, è per il prossimo 5 aprile nel salone delle Elementari di Bione. Ingresso libero, ma da prenotare (13)

Eventi

<<Marzo 2019>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia