Skin ADV
Venerdì 19 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Giglio martagone a Tombea

Giglio martagone a Tombea

di Antonio Bonomi



18.07.2019 Villanuova s/C

17.07.2019 Vobarno

18.07.2019 Vestone

18.07.2019 Serle

17.07.2019 Casto

17.07.2019 Gavardo

19.07.2019 Gavardo

19.07.2019 Bagolino Val del Chiese

17.07.2019

19.07.2019 Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi






16 Agosto 2018, 18.19
Val del Chiese Garda
Viabilità

Il sogno di don Luigi Festi

di Gianpaolo Capelli
Se il tunnel progettato per unire Valvestino alla Valle del Chiese ha un "papà", questo è il parroco che tanto si è adoperato per rompere l'isolamento delle "terre di mezzo" fra l'Eridio e il Garda

Dopo gli accordi firmati il 29 maggio 2017, tra l'assessore della provincia di Trento Mauro Gilmozzi e l'assessore della regione Lombardia Ugo Parolo, alla presenza dei sindaci Gianni Cimarolli di Bondone, di Magasa Federico Venturini e di Valvestino Davide Pace, ha preso il via l'iter della galleria in costruzione Valvestino-Bondone.

Proprio in quella occasione
, anche grazie alla presenza della sorella di don Luigi, Laura Festi, è stato decretato che la galleria sarà intitolata al parroco di Magasa, che per 30 anni ha retto la parrocchia omonima: Don Luigi Festi.
A tutt'oggi a detta delle autorità locali, tutto sta procedendo bene con la progettazione e i rilievi locali.

Nel 1934 la Valvestino fu staccata dal Trentino e aggregata alla Provincia di Brescia ma la Curia Arcivescovile di Trento, il tribunale, il catasto di Riva sono ancora sotto la giurisdizione del Trentino.
La figura di don Luigi, prete dalle vedute molto ampie e dai fatti concreti è ancora nel cuore e nella mente dei suoi parrocchiani di allora e merita un ricordo particolare.

Dalle testimonianze raccolte
emerge la figura di un grande uomo, rivalutata, una vera risorsa, per la Valvestino degli anni ‘50 fino agli anni ‘80.
Don Luigi in Valvestino ha applicato in pieno il modo di fare del convalligiano don Guetti.
Come ricordano la bibliotecaria di Turano Mirka Vaglia ed il marito Aldo Corsetti per 10 anni vicesindaco, don Luigi è stato l’uomo del fare, dell’agire, dell’aiutare in qualsiasi momento e situazione, non guardando alla fede e al partito politico del parrocchiano che aveva di fronte, ma dando precedenza alle sue necessità e di quanto aveva bisogno rimettendoci spesso del suo.

Don Luigi nativo di Fiavè proveniente da famiglia contadina arriva a Magasa nel 1953 dopo l’esperienza di Cappellano a Tione.
Arriva in un paese povero, isolato dal resto delle valli confinanti, bresciane e trentine: l’emigrazione la fa da padrone e chi rimane non trova lavoro e l’allevamento del bestiame, la vendita dei prodotti caseari locali, sono l’unico sostentamento in un paese dove manca tutto.

I primi dieci anni per don Luigi sono frenetici,
avvia un forno per fare il pane e apre la famiglia cooperativa per gli alimentari.
Le ACLI con il dopolavoro sono un ulteriore passo per far sentire meno sola la sua gente e il patronato da lui gestito permette di portare avanti tante pratiche pensionistiche di emigranti ritornati pieni di silicosi e dei contadini che non sapevano niente di assicurazioni e di pensioni.
Si trasforma anche in muratore andando a comprare cemento e mattoni per restaurare le sue chiesette di montagna, importante il restauro della chiesa di san Vigilio di Droane, ricorda Aldo Corsetti.

Da costruttore di strade
con l’aiuto della popolazione realizza la strada che va sui prati di Denai e quella che da Rest va in Cadria.
In canonica è assistito dalla mamma che non lo vede quasi mai.

Prima con la sua 1100 Fiat familiare e poi con il suo maggiolone è sempre in giro, è il “TASSISTA DI DIO” della Valle, sempre pronto a portare la sua gente alle visite in ospedale o dagli specialisti a Milano e anche più lontano per ottenere una misera pensione: ovunque si dovesse andare lui c’era sempre e gratis.

Riforniva il paese di medicinali o di quanto i suoi parrocchiani avessero bisogno e spesso mancavano i soldi e don Luigi doveva tirar fuori da quella povera veste talare che conteneva i tanti problemi della sua gente, anche la sua povera congrua.
Le sue macchine, spesso, erano trasformate in improvvisate ambulanze per portare chi si era fatto male nei boschi o la partoriente che doveva arrivare urgentemente in ospedale: il nascituro non poteva aspettare e via a tutta velocità sulle strade polverose e strette di allora.

Don Luigi, dice Mirka Vaglia, non si fermava mai, ma era cosciente dell’isolamento della sua valle e si batté con tutte le sue forze perché fosse realizzata una galleria che congiungesse la Valvestino con la Valle del Chiese.
Quanti viaggi a Trento presso gli assessori democristiani di allora per perorare la sua causa: che lui conosceva, essendo di Fiavè.

Ovunque ci fosse una porta aperta lui entrava e spiegava il suo problema.
Quante visite a Bondone all’allora sindaco Pio Cimarolli e a Storo al sindaco Malfer perché appoggiassero la sua causa!
Sempre forte il contatto con la Valle del Chiese: don Luigi mandava i suoi “Malghes” a fare scambio merce con il bottegaio di Bondone Martino Capelli: burro e formaggio in cambio di sacchi di “aole secche” che allora abbondavano nel lago d'Idro, e farina.

Proverbiale la trasferta a fine anni ‘50, quando i “commedianti” di Magasa con gli scenari in spalla attraverso bocca di Valle, dove si pensa che la galleria passi lì sotto fino al Rio RE di Bondone, arrivarono in massa per la recita a Bondone: il ritorno il giorno dopo a mattinata inoltrata.
Gli anni passavano e il sogno di don Luigi rimaneva tale.

Anche la mamma stava invecchiando e aveva bisogno di assistenza e fu verso il 1973 che Cecilia Ariasi di Darzo andò a Magasa ad aiutare il parroco e la mamma.
Il figlio Giuseppe Balduzzi ricorda che quando don Luigi nel 1950 era cappellano a Tione andava spesso a trovare il papà Iginio gravemente ammalato e con la sua famiglia si stabilì una forte amicizia tanto che la mamma Cecilia rimasta vedova proprio nel 1950 con due figli da allevare, Giuseppe ed Elide, riceveva spesso le visite di don Luigi che arrivava in bicicletta da Tione. Valido l’aiuto di Cecilia per don Luigi, donna tuttofare oltre che perpetua faceva la cuoca, la segretaria e la donna delle pubbliche relazioni, perché don Luigi era spesso assente.
Rimase con lui fino al 1980 quando si risposò con Angiolino in bresciana.

Gli anni passavano e la galleria rimaneva sempre un sogno
e tutto cadde nel dimenticatoio.
Ora la Valvestino era autosufficiente e don Luigi si sentiva meno utile, girava sempre la sua valle con il suo maggiolone, con i rastrelli sul portapacchi per girare il fieno e andava ad aiutare i suoi contadini sui prati di Denai, di Rest che arrivavano a segare con la falce l’erba tagliente “Seola” fino sotto il monte Tombea: allora il fieno era prezioso e costoso.
I prodotti caseari dei contadini erano molto ricercati e se rimanevano senza, don Luigi partiva per Fiavè e andava a far rifornimento al caseificio del suo paese.

Nel 1983 il trasferimento, con grande rincrescimento dei parrocchiani e di tutta la valle, a Balbido, vicino al suo paese natale Fiavè: poi la grave malattia, nel suo cuore c'era sempre la sua Valvestino, con tanti ricordi.

Il sogno di allora di don Luigi, si trasforma in realtà
.
Adesso, con il tunnel in fase di realizzazione.
Tanto si deve a don Luigi Festi, con delle perle interiori: la carità verso il prossimo, l'altruismo, non visibili allora per tanta gente, ma splendenti adesso, nel suo ricordo.

Gianpaolo Capelli

.in foto: il giovane don Luigi Festi


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID77177 - 16/08/2018 22:40:03 (Giacomino) Mi auguro di vedere realizzato
quel tunnel, sarà più utile di quel che si può pensare ora.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/05/2017 16:26:00
Tunnel: ecco il «La» La prima “nota” per la realizzazione del tunnel di cinque chilometri che unirà la Valvestino a Bondone e alla Valle del Chiese è risuonata questo lunedì in municipio a Turano

17/01/2017 13:38:00
Dei costi e dei benefici Sotto la lente dei 5Stelle, con un'interrogazione a risposta scritta del consigliere provinciale per Trento Filippo Degasperi, il tunnel che dovrebbe unire Valvestino e Bondone, ma anche le decisioni prese in merito all'utilizzo sull'Eridio dei Fondi ex-Odi

09/09/2011 07:30:00
Il tunnel di Brancher Finiranno in un tunnel fra Valvestino e Bondone i fondi destinati ai Comuni di Confine? Ipotesi per nulla fantasiosa.

26/08/2015 08:48:00
Verso il Trentino? La prossima estate Da anni si parla della costruzione di un tunnel che colleghi Valvestino e Magasa al Trentino. Grazie ai fondi in arrivo, sarà per l'estate prossima

13/12/2017 17:30:00
Domani i funerali di Giovanni Festi, deceduto dopo un malore Saranno celebrati domani, giovedì 14 dicembre, i funerali di Giovanni Festi, 86enne di Por, venuto a mancare ieri mattina a seguito di un malore e della successiva caduta



Altre da Val del Chiese
19/07/2019

Nel Caffaro una trota da record

A catturarla Giorgio Cimarolli, pescatore di Bondone in trasferta sul torrente bagosso (3)

19/07/2019

I Cavalieri delle Giudicarie in visita a Camera e Senato

“Missione compiuta” per i Cavalieri al Merito delle Giudicarie, che sono riusciti a realizzare uno dei loro più grandi desideri: una visita a Roma, tra storia e Istituzioni 

16/07/2019

Giro di vite in Val d'Ampola

Grande impegno lo scorso fine settimana per polizia locale della Valle del Chiese nell’attività di repressione e prevenzione in merito alle norme del Codice della strada (1)

14/07/2019

Condino, a lezione da Vito Mancuso

Nel mese di agosto l'ex convento dei frati Cappuccini di Condino ospiterà il noto teologo all'interno del programma di iniziative culturali a cura dell'associazione "Il Ponte Sul Guado"

13/07/2019

L'ultimo saluto a Lino Zaninelli

Venuto a mancare ieri mattina all'Alpo a monte di Bondone, il 72enne era conosciuto per aver gestito per anni il Rifugio Ai Casai. Lunedì i funerali

12/07/2019

Aspettando Montagne Racconta a Brione

Questo sabato 13 luglio il piccolo borgo di Brione uno spettacolo con cena nella splendida Valle del Chiese organizzato dalle associazioni Le Ombrie e Pro Loco Brione

11/07/2019

Parapendio all'Alpo di Bondone

Uno sport sempre più praticato in zona, soprattutto dai turisti provenienti dal nord Europa, nonostante i rischi che comporta. Tante, ogni settimana, le richieste di soccorso 

10/07/2019

Maria Stenico raggiunge le 99 primavere

E' Maria Stenico in Rosa la nonna più anziana di Condino. Lo scorso 6 luglio ha festeggiato il traguardo dei 99 anni, circondata dall'affetto dei suoi cari

09/07/2019

«Alla scoperta dei cinque sensi» a Malga Table

Un'esperienza utile e formativa quella vissuta a Castel Condino da un gruppo di ragazzi con difficoltà di apprendimento, tra laboratori creativi ed esperienze a contatto con la natura


07/07/2019

Americani a Condino

Da nove anni i figli di Tom Joice Maloney volevano incontrare gli amici di Condino. In questi giorni ci sono rusciti

Eventi

<<Luglio 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia