Skin ADV
Lunedì 18 Giugno 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Specchi riflessi

Specchi riflessi

di Renato Sorice



16.06.2018 Sabbio Chiese

17.06.2018 Sabbio Chiese Bagolino

18.06.2018 Vestone

18.06.2018 Sabbio Chiese Bagolino Valsabbia

16.06.2018 Vobarno Valsabbia Garda

17.06.2018 Gavardo

17.06.2018 Casto Valsabbia

16.06.2018 Gavardo

17.06.2018 Gavardo Valsabbia

16.06.2018 Anfo





30 Dicembre 2014, 07.51
Idro Bagolino Anfo Lavenone
Eridio

Operazioni d'appalto

di Ubaldo Vallini
Pronti via. Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale è partita la procedura d’appalto per la realizzazione delle “nuove opere di regolazione per la messa in sicurezza del lago d’Idro”

Opere che, in estrema sintesi, consistono nella realizzazione di una nuova galleria di scarico “in sponda destra” e di una “traversa di tipo mobile sull’emissario naturale”, che è il fiume Chiese.
Lavori che saranno l’ultimo atto di una vicenda che si trascina da decenni e che fino ad oggi ha scomodato a decine ingegneri ed avvocati.

Da una parte Infrastrutture Lombarde
decisa ad investire nell’opera circa 33 milioni di euro.
Dall’altra amministrazioni comunali (prima anche Anfo e ora solo Idro) ed associazioni di cittadini che, manifestando in piazza e promuovendo azioni legali fino ad ora senza fortuna, questa nuova colata di cemento intendono ostacolarla.

Con il bando di gara reso pubblico nei giorni scorsi,
che riporta il numero 2161526 e prevede un investimento di circa 33 milioni di euro, iva esclusa, Infrastrutture Lombarde prevede la redazione della progettazione esecutiva da parte dell’aggiudicatario.
Una pianificazione che dovrà essere sottoposta ad approvazione della stazione appaltante, prima dell’esecuzione delle nuove opere che dovranno essere realizzate in 1.360 giorni (poco più di 3 anni e mezzo, dalla data di aggiudicazione dell’appalto).
Il termine per la presentazione delle offerte o delle domande di partecipazione è stato fissato alle 16 del 9 aprile 2015.

La nuova galleria si svilupperà per circa 1.300 metri e sarà più lunga di quella attuale, con una portata massima di circa 300 mc/secondo. Servirà, secondo gli ingegneri, a gestire la “piena millenaria”.

La traversa verrà invece posizionata a monte rispetto a quella attuale, al di fuori dalla zona caratterizzata dalla presenza di una paleofrana (dove c’è quella attuale).
Si prevede il posizionamento di due grandi paratoie metalliche verticali e di una paratoia piana per il rilascio del deflusso minimo vitale.
Lo stesso progetto prevede anche che venga dismessa l’attuale traversa e chiusa la vecchia galleria di scarico, opere giudicate ormai insufficienti a gestire il lago.

La notizia è arrivata come una doccia fredda, sull’entusiasmo dei comitati di cittadini che da anni ostacolano il progetto di una nuova regolazione del lago valsabbino.
Le loro speranze si affidano ad un paio di ricorsi ancora pendenti al Tar: uno dell’amministrazione comunale di Idro, che contesta il progetto della nuova traversa; l’altro degli “Amici della Terra” che riferisce di un presunto “falso ideologico” perché le nuove opere nulla avrebbero a che spartire con la sicurezza delle popolazione sul lago e a valle del lago.

Sempre gli Amici della Terra, avrebbero intenzione di promuovere un ricorso alla Commissione europea.
A questo proposito, l’associazione ambientalista ha invitato tutti i cittadini nell’aula magna del Polivalente di Idro, domenica 4 gennaio alle 16, per un concerto augurale con la Junior Band della Gasparo Bertolotti” di Salò e per la condivisione del rapporto annuale sull’attività svolta in difesa del lago.

.in foto: un sopralluogo nella Galleria degli Agricoltori nel 2012

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID53232 - 30/12/2014 11:02:49 (Dru) Vaglia Alessandro
Come volevasi dimostrare le opere vanno avanti, per fortuna del paese, che ignaro e, anzi, contrario alla propria sicurezza, voleva restare con quelle ormai consunte dal tempo, di opere, ma solrattutto, per come si mostrano le cose, che si mostrano per come stanno, questa è necessità. Oggi abbiamo le opere che iniziano e un paese che per sola testardaggine, e nessuna visione sul futuro, è bloccato nel proprio PGT proprio a causa delle Opere, perché credeva di essere un Davide contro Golia e invece è una pulce d'acqua. Infatti, unico nella valle, Idro non ha un'entrata, ha un PGT bloccato dalla Regione, che intanto continua incurante sulla strada della messa in sicurezza ( per fortuna dico io voce fuori dal coro in Idro), però sembra, come é d'altronde per la stessa nostra sgangherata nazione, narcotizzato dalle parole di alcuni pifferai magici che lo stanno mettendo in ginocchio il paese.


ID53236 - 30/12/2014 14:19:56 (Giacomino) In più d'una occasione
ho avuto modo di constatare come alcuni che si definivano "amici della terra", nella realtà si comportavano come nemici dei suoi abitanti.


ID53240 - 30/12/2014 15:08:20 (kyselak)
Prima ci aveva provato il Comune di Anfo che pretendeva l'annullamento dell'Accordo di Programma per il semplice fatto che un progetto per la valorizzazione del lago d'Idro, presentato dallo stesso Ente seppur con altra maggioranza, non fosse dichiarato compatibile con il PGT.Ora ci prova il Comune di Idro adottando una variante generale al PGT che non contempla le opere per la sicurezza. Sarebbe interessante conoscere su quali presupposti si fondino le convinzioni per poter sovvertire l'esito degli eventi. Ma nulla traspare da parte dell'Amministrazione Comunale, mentre l'Associazione Amici della Terra ha indetto un concerto augurale in cui si presume, verrnno chiariti alcuni aspetti, non ultimi i contenuti dei ricorsi presentati e/o da presentare. Pertanto, non conscendo la documentazione, bisogna fare supposizioni rischiando smentite clamorose da parte di chi invece conosce bene la situazione.


ID53241 - 30/12/2014 15:17:46 (kyselak) segue
Il fatto stesso che la Regione Lombardia abbia dato il via alle operazioni di appalto la dice lunga su quanto vengano tenuti in considerazione i ricorsi e contro-ricorsi del Comune. A meno che si tratti di atto dovuto per rispettare i tempi per la concessione del finanziamento (oltre 33 milioni di Euro). La mia personale opinione e' che sia il Comune di Idro, obtorto collo, a dover adeguare il proprio PGT agli strumenti urbanistici di Enti superiori, quali la Provincia e la Regione, e non viceversa. Certamente i tempi sono ancora molto lunghi perch l'approvazione del progetto esecutivo comportera' un iter non indifferente. E intanto la Regione va avanti mentre per il resto, dal punto di vista urbanistico, tutto bloccato.


ID53242 - 30/12/2014 16:28:32 (Baldo degli ubaldi)
Come volevasi dimostrare l'inutilità dei ricordi e controricorsi presentati , ora ci si trova davanti ad un bivio: continuare con le solita strategia del muro contro muro ,sostenuta dal sindaco Nabaffa, oppure è forse giunto il tempo di trovare una strategia diversa e , speranza mia , più proficua per il bene del lago e del paese di Idro?


ID53251 - 31/12/2014 13:03:25 (Dolcestilnovo)
Si suppone che gli amici della terra, lungi dal rispettare la propria auto qualifica e dunque assumendo il rango di ossimori viventi, ben si guarderanno dal parlare dello scempio ambientale del nuovo PGT e si lanceranno in impossibili difese del loro operato, che ha smesso di far ridere anche i polli.L'incontro del 4 gennaio, nonostante la presenza dei Led Zeppelin de noantri, è pertanto una ghiotta occasione per andare a sciare.


ID53252 - 31/12/2014 13:11:51 (idro) Amici della terra
Già il portavoce del comitato la dice lunga ... Il resto è una tristissima scenografia di persone che inneggiano alla salvaguardia del territorio con ovvia distruzione del proprio vicino. X fortuna che il mio sindaco è staccato da queste strane persone. Ci vediamo domenica dicono che sarà come vedere una serata di Zelig


ID53255 - 31/12/2014 14:00:39 (kyselak) per Baldo degli ubaldi
Non sono molto convinto del fatto che il Sindaco Nabaffa abbia adottato la strategia del muro contro muro. Questo è quello che fa capire ai Comitati che lo sostengono, ma sotto sotto penso che intenda venire a patti con la Regione. Vedrete che quando le opere avranno inizio lascerà andare in avanscoperta Comitati e Associazioni ambientalistiche. E, gonfiandosi il petto come alla presentazione del battello (dopo aver detto peste e corna di Prignachi e dei predecessori), affermerà che lui ha fatto il possibile per osteggiare e ritardare le opere ma che è stato messo con le spalle al muro dalla firma dell'AdP.


ID53256 - 31/12/2014 14:20:31 (Baldo degli ubaldi) X kyselak
Concordo con la tua previsione, ma per il bene del paese e soprattutto del lago ora c'è bisogno di risultati e non di chiacchiere



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
04/01/2015 08:32:00
Il punto sulla battaglia per il lago L'appuntamento è per le 16 di oggi nell'aula magna del Polivalente di Idro, con gli "Amici della Terra" che faranno il punto sule azioni da intraprendere per ostacolare la realizzazione delle opere di regolazione


06/03/2017 07:31:00
«I lavori non cominceranno tanto presto» Così il sindaco Nabaffa a Idro, in occasione del convegno organizzato dagli Amici della Terra per fare il punto sulla battaglia per il lago 

20/04/2014 07:22:00
Il nostro lago non si vende, si difende Passato, presente e futuro del lago, in un'azione dimostrativa degli "Amici della Terra" che proseguono nella loro battaglia contro la realizzazione delle opere di regolazione del lago.


05/11/2015 07:01:00
Ad Itinera Spa, l'appalto delle opere di regolazione del lago Beccalossi: «Opere necessarie da realizzare il prima possibile». Nabaffa: «Vedremo come sarà il progetto esecutivo»


02/05/2008 00:00:00
Prima l'uovo o la gallina? Si prospetta un muro contro muro fra la Regione e i rivieraschi in materia di opere di regolazione del lago e regola di gestione. Se ne parlerà questa sera alle 20.30 con gli Amici della Terra nella sala consiliare del Comune di Idro.



Altre da Lavenone
13/06/2018

Bisenzio e Presegno, un'estate in musica

Prenderà il via questa domenica, 17 giugno, nelle frazioni montane di Lavenone la rassegna di eventi organizzata dall’Associazione “Amici Bisenzio e Presegno”, che si protrarrà per tutta l’estate
 

23/05/2018

Passa il Giro

Un appuntamento atteso dai tanti appassionati di ciclismo e in particolare dai supporter del valsabbino Marco Frapporti il passaggio della tappa di oggi del Giro d’Italia che attraverserà l’alta Valsabbia

21/05/2018

Vestone si tinge di rosa

Durante la 17ª tappa del Giro d’Italia, mercoledì 23 maggio la carovana farà sosta davanti alla Ivars, sponsor della squadra Androni Giocattoli Sidermec nella quale corre il valsabbino Marco Frapporti (2)

21/05/2018

«Rambo» re della corsa in montagna

Con la vittoria alla Bronzone Trail Alessandro Rambaldini vince il titolo di Campione Italiano di corsa in montagna lunghe distanze e stacca il biglietto per il Mondiale in Polonia (2)

17/05/2018

Arte e accoglienza

Airbnb ha scelto di finanziare la realizzazione di un B&B nella struttura comunale che a Lavenone già ospita un ostello. Sarà decorato dalla star Olimpia Zagnoli
(2)

17/05/2018

Ombelico del mondo

Si è svolto a Lavenone, centro scelto dalla piattaforma internazionale Airbnb per sperimentare forme di valorizzazione turistica, un interessante doppio convegno


10/05/2018

Simona Frapporti seconda in Cina

Mentre il fratello Marco è protagonista di memorabili fughe al Giro d’Italia, la sorella ha guadagnato un bel secondo posto alla Panorama Guizhou international woman race (2)



03/05/2018

Un solo valsabbino al Giro

Per l’edizione numero 101 della corsa rosa sarà in sella solo Marco Frapporti dell’Androni Sidermec. Il 23 maggio il passaggio di tappa in alta Valsabbia (1)

29/04/2018

Rambaldini terzo alla Ötzi Alpin Marathon in staffetta

Terzo gradino del podio con i compagni Fenaroli e Facchini per il runner di Lavenone nell’atipico triathlon di mountain bike, corsa e scialpinismo andato in scena questo sabato in Val Senales (1)

14/04/2018

Trota del lago d'Idro

Ancora un colpaccio quello di Matteo Amicabile, lungo in Chiese in quel di Lavenone

Eventi

<<Giugno 2018>>
LMMGVSD
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia