Skin ADV
Lunedì 19 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










19.11.2018 Vestone Capovalle Valsabbia

17.11.2018 Barghe Valsabbia

18.11.2018 Salò Valsabbia Garda

19.11.2018 Valsabbia Provincia

18.11.2018 Storo

19.11.2018 Idro

18.11.2018 Vestone Valsabbia

19.11.2018 Casto Serle

19.11.2018 Vobarno

19.11.2018 Villanuova s/C Provincia



25 Gennaio 2018, 07.00
Bione Vestone Vobarno
Grandi spaventi

Bus in corsa perde due studenti

di val.
E' andata bene che si sono fatti poco male, ma lo spavento è stato tanto quando la portiera posteriore del bus si è aperta e due ragazzi sono volati fuori. E' successo a Vobarno

«Nessuna denuncia, non mi interessa. Voglio però che si sappia cosa è successo, per questo vi ho chiamati, perché queste cose non devono accadere».
Antonio fa l’operaio e ha messo su famiglia a Bione.

L’unica figlia quindicenne frequenta l’Itis Perlasca a Vobarno e martedì, mentre stava tornando a casa, è letteralmente volata fuori dall’autobus.
Lei insieme ad un suo coetaneo di Vestone.

I due ragazzi, stando al loro racconto, erano accalcati in piedi nella parte posteriore del pullman perché seduti non ci stavano.
Quando l’autobus ha affrontato la rotonda che a duecento metri dalla scuola immette sulla Provinciale IV sono stati spinti dagli altri e dalla forza centrifuga verso la portiera con l’apertura ad aria, che si è aperta.

«Loro due sono rotolati fuori e sono finiti sull’asfalto
, se ne rende conto – ci dice Antonio -. Ti vengono sempre mille paure quando tua figlia esce con gli amici, non pensi proprio che possa rischiare la vita andando a scuola».

Pura fortuna che non ci siano state conseguenze fisiche importanti, anche se la ragazzina verso sera ha cominciato ad accusare dolori e ieri mattina invece che andare a scuola è stata portata al Pronto soccorso di Gavardo, dove hanno riscontrato alcuni traumi e qualche escoriazione.
Non si sa, perché non siamo riusciti a rintracciarne la famiglia, di eventuali postumi per il ragazzo.

«Dietro all’autobus si sono fermate alcune auto, poi un altro bus sul quale c’era un controllore – aggiunge Antonio al suo racconto -. Ha preso le generalità dei due ragazzi, ha chiesto loro se era il caso di chiamare un’ambulanza e quando i due hanno negato li hanno fatti risalire sull’autobus e mandati a casa, senza nemmeno avvisarci, senza chiamare vigili o carabinieri, mentre l’autista imprecava perché giusto il giorno prima quell’autobus era stato revisionato.
Andiamo bene: però i 68 euro ogni mese per l’abbonamento li esigono.
Ma siamo sicuri che possano caricare i ragazzi a quel modo?».

Pigiati spesso sull’autobus, dopo una vera e propria gara per salirvi, i ragazzi non avrebbero alternative, perché aspettare la corsa successiva significherebbe perdere la coincidenza e arrivare a casa ore dopo.

«Siamo dispiaciuti per l'accaduto e vicini alle famiglie dei ragazzi coinvolti. Il mezzo è accuratamente revisionato e controllato e non ci risulta che in quel momento a bordo ci fossero più persone della capienza certificata». I

ll direttore d'esercizio Roberto Salerno, interpellato dal Giornale di Brtescia in merito all'accaduto, precisa anche che «è stata disposta una verifica tecnica sul bus e un'indagine interna.
Non possiamo neppure escludere che qualcuno sul bus abbia inavvertitamente urtato la leva dell'apertura di emergenza».


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID74908 - 25/01/2018 09:05:19 (Eleonora_Teotti) L'altro ragazzo è mio fratello
Il ragazzo di Nozza è mio fratello. Anche lui fortunatamente se l'è cavata con contusioni ed escoriazioni, un cellulare frantumato e vestiti rotti. Siamo andati la sera stessa al pronto soccorso. Per il momento fatica a sedersi e a sdraiarsi, oltre che ad aver dolore a camminare, come penso sia per la ragazza, spero non ci sia altro di più grave. Di certo il trauma e la paura di questa scena resterà anche in futuro non solo per entrambi, ma anche per le famiglie.


ID74910 - 25/01/2018 10:36:30 (Tc) ...
a prescindere da tutto,qualcuno ha comunque delle responsabilita',che andranno ben appurate e spero anche risolte e sanzionate al piu' presto,e' impensabile ed incredibile che succedano cose di questo tipo nel 2018!Auguri ai 2 ragazzi.


ID74913 - 25/01/2018 12:22:36 (emiliadelfina)
Auguri ai ragazzi... È Da punire questa cosa ke risulta ancora più grave a pensare ke il giorno prima l'autobus era stato revisionato!!!


ID74914 - 25/01/2018 14:03:13 (bernardofreddi)
Vi ricordate quando ci raccontavano le meraviglie tecnologiche del 2000? Bene: un mio amico andava a scuola a Brescia negli anni '70 e ci metteva un'ora esatta; suo figlio frequenta la stessa scuola e nel 2018 ci mette un'ora e mezza. No comment.


ID74918 - 25/01/2018 15:33:15 (princess)
ma non esiste proprio...! Non può stare... autobus pieno-chiediamoci quante persone possono essere trasportate...sistemi di sicurezza collaudati ?- cosa hanno rischiato questi ragazzi? io personalmente procederei con una denuncia del fatto a chi di dovere ed una richiesta dei danni subiti. Non è una questione di soldi, assolutamente, ma una questione di principio. Non si deve avere paura, o lasciare correre. Non è successo nulla, è un vero miracolo!E la prossima?


ID74920 - 25/01/2018 16:50:18 (cardinale) Una denuncia sarebbe comunque corretta
Credo che comunque una denuncia del fatto, sarebbe bene farla almeno perchè le forze dell'ordine possano chiarire il perché di questa situazione. Sovraffollamento del bus? Sicurezza non sufficiente... Responsabilità personali o aziendali è perché no un lauto rimborso economico per i danni fisici e di disservizio (esistono le assicurazioni) io certo non mi fiderei semplicente di un controllo interno di parte.


ID74924 - 25/01/2018 18:02:35 (bob63) treni-pulman sempre gente in piedi, possibile??
Io al contrario di voi accetto il fatto che purtroppo a volte accadono cose che non dovrebbero, cadono aerei, deragliano treni, cadono ponti, ma nel caso specifico... considerando che anche mia figlia era su quel autobus, sempre e ripeto sempre sono stracolmi, e' legale ? gli studenti pagano l'abbonamento regolarmente, e ritengo abbiano diritto ad avere un posto a sedere, ecco dove vorrei vedere l'intervento da parte delle istituzioni, se non bastano mettano piu' pulman


ID74925 - 25/01/2018 18:13:31 (Tc) bob63
accetttare ok,ma non quando la revisione e' stata fatta solo il giorno prima ,mi sembra scandaloso,sempre pero' non sia stata fortuitamenmte tirata la leva d'emergenza da qualcun'altro,vista anche la calca e li andrebbe valutato quante persone c'erano e quante ne poteva trasportare...


ID74927 - 25/01/2018 18:29:19 (princess)
mi scusi..dice di essere contrario al nostro pensiero...(!?!) e si chiede se è legale trasportare questa moltitudine di figliuoli. Se Lei ritiene di accettare ciò che nella vita a volte accade, io Le passerei pure la ragione, ma in questi episodi, visto che riguardano la vita pubblica, vorrei vederci un attimino più chiaro e approfondire.Non ho figli che salgono su autobus, ma a prescindere da questo, credo che le verifiche che verrano fatte siano atto dovuto.Mi auguro che i ragazzi stiano bene e che tutto si risolva serenamente.un pensiero alla vittime del treno deragliato. In questo caso non riesco davvero ad accettare che a volte le cose accadano. Forse le lasciamo accadere.


ID74928 - 25/01/2018 23:07:52 (Iva) inaccettabile
E' inaccettabile che succedano questi fatti nel 2018 con tutta la tecnologia del giorno d'oggi, poteva diventare una strage di ragazzi che effettivamente da quello che vedo sono spesso in piedi. L'abbonamento dovrebbe essere per un posto a sedere e se i ragazzi non ci stanno si mettono n. 2 bus, mi sembra logico. Poteva succedere una strage ed i sistemi di sicurezza dove sono?


ID74931 - 25/01/2018 23:42:07 (Paoli) Poteva andare peggio
Sono decenni che i pullman sono stracolmi di studenti che pagano l'abbonamento per un posto a sedere che non sempre trovano. E se fosse successo poco dopo mentre il pullman faceva i 50 km/h? O in galleria? Con qualche autovettura che sopraggiungeva alla stessa velocità? Speriamo che qualche comandante di qualche stazione dei carabinieri legga l'articolo e i commenti e da domani, tra i tanti controlli che impegnano le forze dell'ordine ogni giorno, ne sia riservato qualcuno (una tantum) ai pullman all'entrata/uscita delle scuole.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/04/2013 13:17:00
Arrosto di autobus Si è rotto un manicotto e l'olio, dopo aver imbrattato tutto il vano motore, ha preso fuoco. E' successo a Collio di Vobarno ad un autobus della linea 202

27/02/2015 14:42:00
Investiti da un camion Grave incidente questo pomeriggio a Prevalle dove due ragazzi appena scesi dall’autobus, stavano per attraversare la strada non accorgendosi che stava per sopraggiungere un camion che li ha presi in pieno

13/01/2017 14:59:00
Fuoristrada con l'autobus A rischio di ribaltamento, l'autobus che scendendo da Cimego si è intraversato e poi ha puntato dritto verso il guard rail. Per fortuna nessuno si è fatto male

14/11/2015 14:44:00
Esce dal distributore e si scontra con l'autobus Una bella botta quella rimediata da un giovane ventenne alla guida di un autocarro che dopo aver fatto rifornimento è ripartito senza accorgersi che stava sopraggiungendo l’autobus di linea

28/10/2011 09:04:00
Natura e pipistrelli Apertura domenicale per la riserva del Funtanì, lungo il corso dell'Agna a Vobarno. Per l'occasione visite guidate e laboratori per ragazzi.





Altre da Bione
14/11/2018

Sperando che non sia troppo tardi

Si chiama Billy ed è scomparso da Bione domenica mattina. Ha 17 anni ed è epilettico, necessita dunque ogni giorno di farmaci. Ricompensa a chi lo riporta


03/11/2018

Dosso di Cè Trail fra i colori dell'autunno

Si svolgerà questa domenica 4 novembre la corsa in montagna organizzata a Bione dal Bione Trailers Team valida come seconda prova del Trofeo CardioSox

02/11/2018

Ancora disagi in Valle Sabbia

In attesa di ripristinare la linea dell'alta tensione a Bagolino, ma non dappertutto, sono in funzione 22 gruppi elettrogeni. E le piante abbattute a migliaia non hanno nessun valore, perchè la luna per il taglio, lunedì scorso, era "cattiva"
(3)

29/10/2018

Scuole chiuse? Ecco quali

Ecco le scuole che siamo certi saranno chiuse questo martedì in Valle Sabbia. Per le altre non abbiamo ricevuto comunicazione alcuna

26/10/2018

Denunciati a Bione padre e figlio

Più di mille uccelletti "proibiti", quasi tutti già spiumati e congelati, alcuni ancora vivi e destinati a fare da richiamo per attività venatoria
(9)

22/10/2018

Avviso pubblico dal Comune di Bione

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico del Comune di Bione relativo ad una Variante al documento di Piano, Piano dei Servizi e Piano delle Regole, del Pgt, unitamente alla verifica di assoggettabilità alla Vas

17/10/2018

Daniela arriva a venti

Tanti auguri a Daniela, di Bione, che proprio oggi, giovedì 18 ottobre, festeggia i suoi primi vent'anni


13/10/2018

In viaggio con l'Avis Agnosine Bione

Una gita per immergersi nell'atmosfera natalizia, a Bressanone e Innsbruck, con i mercatini di Natale e non solo, dal 15 al 16 dicembre

29/09/2018

Elsa Fornero e le riforme

Partecipatissima ed applaudita la serata bionese con l’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero.
VIDEO
(14)

26/09/2018

Elsa Fornero ospite a Bione

Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del Governo Monti, autore della riforma sulle pensioni che ha suscitato tante polemiche negli ultimi anni, sarà a Bione per presentare il suo libro “Chi ha paura delle riforme”  (15)



Eventi

<<Novembre 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia