28 Settembre 2014, 07.39
Valsabbia
Briciole di Cultura

Tra Vestone e Casto pulsò il "cuore politico" della Valle Sabbia per più di 100 anni. E ora?

di Alfredo Bonomi

A partire dal periodo risorgimentale la Valle Sabbia...

... nell’ambito geografico che va da Vestone a Casto, ha avuto una serie di robuste personalità, che hanno ricoperto ruoli politici nazionali.
Appartenenti a partiti diversi, con tendenze politiche non convergenti, si sono imposte tanto da giungere a sedere nel Senato, prima del Regno poi della Repubblica.
A richiamarle appare in tutta evidenza l’odierna marginalità della valle.

Lucio Fiorentini (1829-1902), nato a Vestone, figlio di farmacista, di antica famiglia originaria di Provaglio Val Sabbia, fu uno dei pochi valligiani a partecipare di persona ai fatti delle “10 giornate di Brescia”, che ha poi descritto nel libro “I Dieci Giorni di Brescia nel 1849” pubblicato nel 1899.

Liberale moderato, quindi un “risorgimentale” vicino alla monarchia, ebbe una carriera burocratica assai brillante.
Fu prefetto a Belluno, Sassari, Bergamo e Cosenza. Scrittore e pensatore fecondo fu nominato Senatore dal Regno nel 1900.

Angelo Passerini
(1853-1940), figlio di Angelo che da Casto aveva consolidato una vistosa fortuna in valle, a Brescia e nella pianura bresciana, fu un attivo esponente del movimento cattolico, punto di raccordo in Valle per tutti i cattolici impegnati sul piano amministrativo.

Si distingue per una vasta attività amministrativa e feconde iniziative benefiche.
Legò il suo nome alla Valle Sabbia, culla della sua famiglia, con la fondazione del “Ricovero Valsabbino” di Nozza, una struttura assistenziale concepita a valenza comprensoriale per i comuni del Mandamento di Vestone e di gran parte di quelli del mandamento di Preseglie.
Venne nominato Senatore del Regno nel 1914.

Silvio Longhi (1856-1937), di famiglia mantovana nacque a Vestone.
Valente giurista, docente universitario, magistrato, fu tenuto in grandissima considerazione nei primi anni del fascismo al quale si era avvicinato nel 1920, uno dei primi magistrati d’alto grado ad aderire apertamente al movimento.
Nel 1926 fu eletto presidente della Sezione di Corte di Cassazione, carica che lasciò nel 1935. Molti sono i suoi scritti di natura giuridica.
Venne nominato Senatore del Regno nel 1928.

L’elenco va completato con il più recente nome di Egidio Ariosto di Casto (1911-1998), uomo politico che si è imposto nel Parlamento repubblicano.
Socialdemocratico, con personalità versatile, di buona cultura, con parola facile e affascinante, di ingegno pronto, ha avuto una lunghissima carriera politica, prima alla Camera e poi al Senato ricoprendo due volte il ruolo di Ministro, l’unico tra i valligiani a giungere a tale carica.
Con lui si è chiusa la schiera dei valsabbini significativi in politica a livello nazionale.

Ed ora come è la situazione?
La domanda è legittima e la risposta sarà data dalle capacità che avranno i valligiani di far opinione e di esprimere pensieri.
La nostra valle è “maestra nel lavoro”, ma rischia di non essere sufficientemente valorizzata se mancano voci che vengano ascoltate per la loro competenza e per la cultura posseduta fuori dal nostro ambito geografico.

È infatti assodato che la forza della parola (che è sempre veicolo di pensiero posseduto) e la comunicazione, valgono tanto oro.
È questa una sfida aperta che attende risposta.

Settembre 2014 - Alfredo Bonomi



Commenti:
ID50007 - 28/09/2014 20:34:57 - (GGA) - Sarebbe bello

Sarebbe bello trovare dei volti comuni da mandare a rappresentarci, ovvio serve uscire dai campanilismi. Il problema è che in valle siamo pochi e i nostri voti sparpagliati non riusciranno a mandare altri Valsabbini nelle luoghi politici che contano a livello nazionale..................................

Aggiungi commento:
Vedi anche
18/02/2016 06:45

Sussidiarietà secolare La comunità montana di Valle Sabbia nel richiamo di una millenaria storia di vicinie e di comuni, fino al "nuovo centralismo" dei giorni nostri

03/11/2014 09:11

Donne di Valsabbia Tre donne legate alla Valle Sabbia hanno anticipato l’emancipazione intellettuale femminile

18/04/2016 10:34

Un sogno per Sabbio Chiese L'ultima, in ordine di tempo, delle "briciole" di Alfredo Bonomi riguarda la "Settimana dell'ingegno creativo". Si tratta di un'idea/sogno che ben si addice alla realtà storico culturale di Sabbio Chiese



Altre da Valsabbia
05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19

05/08/2020

Le mamme del Chiese e del Garda confidano in una soluzione di buon senso

Mamme del Chiese e mamme del Garda, unite per il buon esito della questione depurazione del Garda, in risposta ad alcune affermazioni lette a seguito del rinvio del Tavolo Tecnico, ritengono necessarie alcune puntualizzazioni. Pubblichiamo volentieri

05/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

04/08/2020

Una ciclopedonale per l'Eridio

Un tracciato sicuro per ciclisti e pedoni per girare attorno al lago. Un progetto ormai storico e futuristico insieme, che con gran fatica comincia a prendere corpo

03/08/2020

Comuni di confine, «riparto dei fondi non equilibrato»

Quattro milioni a testa per quattro anni ai due Comuni di confine della Valtellina e solo 700mila euro ciascuno all'anno per gli undici Municipi bresciani, tra cui i valsabbini Bagolino e Idro. La polemica

03/08/2020

Valsir, controllo totale

Non solo in Valsir, ma anche per Oli, Marvon e Alba, è stata messa in pratica una massiccia operazione di controllo e prevenzione del rischio Covid

02/08/2020

Fiume Chiese e Lago d'Idro, per un uso sostenibile dell'acqua

E' stata approvata qualche giorno fa, a firma del consigliere trentino del Movimento 5 Stelle Alex Marini, la proposta per un progetto di ricerca applicata per assicurare un uso sostenibile delle risorse idriche dei territori trentini e bresciani

01/08/2020

«Le risposte è bene che arrivino dal Ministero»

Comitati e associazioni ambientaliste, in un comunicato unificato che riportiamo integralmente, invitano i sindaci dei Comuni dell'asta del Chiese, in merito al Tavolo tecnico sulla depurazione del Garda, a respingere qualsiasi soluzione tecnica non vagliata dalla politica

01/08/2020

A piedi e in bici per credere in sé stessi

Torna il progetto educativo di cooperativa Area che utilizza l’esperienza del viaggio di gruppo come strumento di riabilitazione e integrazione sociale alternativo al carcere minorile. Coinvolti 20 adolescenti posti in regime di “messa alla prova” da parte Tribunale dei Minorenni di Brescia

01/08/2020

Presidio alla Tematrade

Operai in agitazione nel sito produttivo di Prevalle. Sul tavolo delle trattative l'erogazione del fondo antiusura, la cassa integrazione, le paghe arretrate ed un'istanza di fallimento. VIDEO