Skin ADV
Lunedì 23 Ottobre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




22.10.2017 Roè Volciano

21.10.2017 Casto Valsabbia

22.10.2017 Giudicarie

21.10.2017 Bagolino

21.10.2017 Valsabbia

22.10.2017 Vobarno

22.10.2017 Valsabbia

21.10.2017 Storo

21.10.2017 Gavardo

22.10.2017 Anfo






19 Ottobre 2017, 15.26
Muscoline
Presentazione libri

«All'ombra del reticolato»

di Redazione
Questo sabato pomeriggio, presso la biblioteca di Muscoline, Roberto Maggi presenta i diari di Mario Maggi, combattente in Africa e prigioniero degli inglesi. Ingresso libero

Questo sabato, 21 ottobre, alle ore 17.00 presso la biblioteca di Muscoline, saranno presentati alla popolazione i diari di Mario Maggi, fedelmente trascritti e curati da Paolo e Roberto Maggi, insegnanti salodiani, nipoti dell’autore. Roberto Maggi dialogherà con Marcello Zane.

La vicenda di Mario Maggi,
salodiano, classe 1908, è magistralmente narrata in questi diari, gelosamente custoditi prima dall’autore stesso, successivamente dalla moglie e poi dalla famiglia, si sintetizza così: è la storia di un uomo che non volle mai venir meno ai propri ideali e che - senza nuocere a nessuno - pagò in prima persona il prezzo della fedeltà.

I due diari di Mario Maggi (“All’ombra del reticolato” e “Sulla via del ritorno”) raccolti in un unico, elegante volume, edito dalla casa editrice bresciana Liberedizioni, raccontano il trascorso storico, personale, a volte profondamente intimo, di un figlio del suo tempo; un tempo percorso da grandi tragedie e da conflitti, affrontati con la fede in Dio e nella Patria. Al di là della vicenda spiccatamente umana di Mario Maggi, i diari percorrono anche la vicenda, ancor oggi poco indagata, dei P.O.W., i prigionieri di guerra italiani catturati dagli inglesi in terra africana. L’esperienza di Maggi è quella di un recluso “ospite” di campi in Sudan (dal 1941 al 1943) e in Sudafrica (dal 1943 al 1947): ovvero una lunga durata, protrattasi oltre la fine della guerra, dalle durissime privazioni.
 
La difficoltà di comunicazione con le lontanissime famiglie, lo sprezzante atteggiamento dei carcerieri – che anche dopo l’armistizio e la fine della guerra non liberarono i loro “nuovi” alleati – resero i Prisoners of War manodopera a basso costo, dimenticati dal governo italiano, considerati a volte con disprezzo e diffidenza dai civili.

La testimonianza di Maggi è limpida e sincera nella duratura fedeltà alle proprie convinzioni e, soprattutto, agli affetti familiari.
Maggi aveva combattuto in Abissinia durante la guerra 1935-36. Si era guadagnato una croce di guerra al valor militare, perché nel suo ruolo di caporal maggiore portaferiti, espletò (come si afferma nella menzione d’onore) il suo compito durante i furiosi combattimenti nel Tembien, riuscendo a portare in salvo molti compagni con coraggio e sprezzo del pericolo.
 
La seconda guerra mondiale, Maggi, la combatte ancora in Africa Orientale partecipando alla conquista della Somalia britannica e alla battaglia di Cheren, di cui fu uno dei pochi superstiti.
 
In seguito al crollo dell’Africa Orientale Italiana, iniziò per Maggi la lunga prigionia nei lager inglesi, prima in Sudan e poi in Sudafrica. Spregiativamente classificato come Prisoner of War Recidive (prigioniero di guerra non disposto a collaborare), ritenne sempre in cuor suo un onore non aver venduto il proprio ideale.
 
Tardivamente rilasciato, Maggi poté riabbracciare la sua famiglia nel gennaio del 1947.
 
Passò in resto della sua vita dedicandosi al commercio delle scarpe prima a Brescia e poi a Salò e dilettandosi sulla tavolozza.
Socio del Nastro Azzurro, ha donato al museo salodiano la sua croce di guerra e la sua bandiera, che per anni è stata esposta nelle sale del museo stesso.
 
Mario Maggi è morto nel luglio del 1979.
 
Oggi grazie all’interessamento dei nipoti, la sua vicenda diviene patrimonio di tutti i salodiani e di coloro che lo hanno conosciuto e stimato.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/03/2016 16:17:00
«All'ombra del reticolato», i diari di Mario Maggi Giovedì sera presso la biblioteca di Vobarno, la presentazione del volume che raccoglie i diari di prigionia del salodiano Mario Maggi, trascritti dai nipoti Paolo e Roberto

13/06/2017 12:00:00
«Il Caimano del Garda» Per la rassegna “Incontri con l’autore”, questo giovedì 15 giugno, nella biblioteca di Vobarno sarà presentato il libro che Roberto Maggi ha dedicato alla storia di suo padre Armando


31/08/2017 11:45:00
Un gardesano a Porta Pia Il semplice e gradevole saggio di Maggi, "Un gardesano a Porta Pia", edito da Liberedizioni, verrà presentato presso il Museo della Rocca d’Anfo questo sabato 2 settembre alle 17. Presente l'autore che dialogherà con Marcello Zane


04/06/2014 07:24:00
Un gardesano a Porta Pia Verrà presentato questo giovedì alle 20.30 in biblioteca a Vobarno il libro «Un Gardesano a Porta Pia - Carlo Turina 1844-1870» di di Roberto Maggi. Per l'occasione Interverrà anche Marcello Zane, editore, giornalista e storico locale


09/07/2015 07:19:00
Incontro e drink con l'autore Riprendono questo sabato sera gli "Happy Book" all'Officina del Benessere di Puegnago, con "Quel giorno di uve rosse" e l'incontro col suo straordinario autore: Alfredo Bonazzi. Partecipazione libera, ma con prenotazione




Altre da Muscoline
15/10/2017

Riconoscimenti agli artisti e agli studenti

In occasione della Festa delle Associazioni, l’amministrazione comunale di Muscoline ha voluto consegnare dei riconoscimenti agli artisti locali e le borse di studio agli studenti meritevoli

11/10/2017

La zucca di Giacomo

Anche quest’anno nell’orto di un pensionato di Villanuova sul Clisi è cresciuta una cucurbitacea gigante

10/10/2017

Un defibrillatore per Muscoline

L’apparecchio è stato donato dall’associazione Fallo col cuore in occasione della Festa delle associazioni. A breve un corso per il suo utilizzo

03/10/2017

Devastazione al parco

Staccionate divelte, cestini rotti, rifiuti e bottiglie sull’erba: è il risultato di una notte di bagordi e vandalismo di alcuni ragazzi al parco di Cadellava a Muscoline (1)

03/10/2017

«Genitori si cresce»

“Il Sassolino” Scuola Montessori propone un ciclo di incontri rivolti a genitori ed educatori presso alcune biblioteche dei Comuni limitrofi. Si comincia questo giovedì, 5 ottobre, a Gavardo con “Il bambino non è un elettrodomestico”

28/09/2017

Tiziana, dottoressa con lode

Tantissime congratulazioni a Tiziana Giacomini di Muscoline che ieri, 27 settembre, si è laureata in Scienze dell'Educazione e della Formazione con 110 e lode

21/09/2017

«Repubblica. Racconto costituzionale per voce e fisarmonica»

Prologo della Festa delle Associazioni di Muscoline, nella serata di sabato 23 andrà in scena lo spettacolo scritto e interpretato da Filippo Garlanda (e, naturalmente, dai padri e dalle madri costituenti)

19/09/2017

Sodalizi in festa a Muscoline

Torna il prossimo fine settimana l’appuntamento con la festa delle associazioni, una giornata pensata per far conoscere a tutti le diverse realtà che operano in paese

11/09/2017

Un monumento per ringraziare l'Arma

Un segno di vicinanza e di apprezzamento nei confronti dell'Arma dei Carabinieri il monumento alla Virgo Fidelis inaugurato questa domenica mattina a Muscoline alla presenza di numerose autorità

09/09/2017

Legalità, questione di giustizia sociale

Il secondo appuntamento della manifestazione “Carabinieri ieri - oggi – sempre” è stato dedicato alla legalità con ospiti il generale Angiolo Pellegrini e il consigliere regionale Gian Antonio Girelli

Eventi

<<Ottobre 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia