28 Gennaio 2017, 08.00
Idro Vestone Bagolino Valsabbia Valtenesi
La Nostra Valle online

Valle Sabbia Restart, premiata la valorizzazione del territorio

di Cesare Fumana

Elena Avanzini, Giovanni Nabacino e Daniele Pirlo sono i tre vincitori del bando rivolto a giovani potenziali imprenditori dalla Comunità montana con enti e aziende del territorio, per l’avvio di una start-up


Sono stati premiati martedì pomeriggio nella sede della Comunità montana di Valle Sabbia i tre ragazzi vincitore del bando Valle Sabbia Restart, promosso dalla Comunità Montana di Valle Sabbia con enti e aziende del territorio, finanziato da Regione Lombardia, e rivolto a giovani potenziali imprenditori della zona.

Si tratta di un progetto realizzato nell’ambito del Piano territoriale di Politiche giovanili che ha visto coinvolti la Cassa Rurale GVP, le cooperative sociali Area e Tempolibero, il Consorzio Laghi, Valle Sabbia Solidale e Secoval, lo studio Bizioli con Met Company, l’Istituto Superiore “Giacomo Perlasca”, le associazioni Il Graffio, Diskarika e Liberamente e anche noi di Vallesabbianews.it.

Il percorso si è sviluppato in vari step: i 25 ragazzi partecipanti hanno avuto l’opportunità di seguire anche un corso di formazione su come avviare la propria attività, al termine del quale presentare il progetto della loro start-up.
Sono stati 13 quelli presentati da 14 ragazzi (uno in forma associata), passati al vaglio di una commissione che ha scelto per concretezza, capacità realizzativa e possibilità di durata nel tempo i tre progetti migliori, per ognuno dei quali è previsto un contributo a fondo perduto di 4.500 euro.

I tre progetti vincitori sono: “Stay lake”, di Elena Avanzini, di Polpenazze del Garda, per un progetto turistico sul lago d’Idro; “Terre solive”, di Giovanni Nabacino, di Bagolino, per la coltivazione di piccoli frutti ed erbe di alta montagna, e “… di sicuro natura”, di Daniele Pirlo, di Vestone, per un progetto di tipo ambientale da realizzare a Pertica Bassa, con recupero di aree incolte, sfalcio prati e allevamento.

Più in dettaglio, la start-up di Elena Avanzini intende porsi come mediatrice fra proprietari di case e appartamenti da affittare per brevi periodi a turisti nella zona del lago d’Idro (sullo stile di Airbnb), gestendo il servizio di affitto e tutto il rapporto con i turisti per conto dei proprietari degli appartamenti (check-in, check-out, pulizie, cambio biancheria, ecc.).

Giovanni Nabacino ha già avviato una coltivazione di piccoli frutti su terreni di famiglia e intende estenderla all’allevamento di api e alla coltivazione biologica di erbe di alta montagna, medicinali e commestibili, erbe spontanee che stanno sparendo, come genziane, radicchio dell’orso e asparagi, con l’aggiunta di una attività didattica e culturale.

Nell’ambito ambientale ricade anche il progetto di Daniele Pirlo, che presso un fienile di famiglia a Pertica Bassa sta avviando un’attività agricola-forestale e di allevamento (sfalcio prati, abbattimento alberi, imballaggio del foraggio, recupero di aree incolte sfruttando animali al pascolo).

I tre ragazzi hanno ottenuto il plauso degli amministratori valsabbini e dei rappresentati delle realtà coinvolte nel progetto. “Innanzitutto – ha detto il presidente della Comunità montana Giovanmaria Flocchini – voglio ringraziare tutti i partecipanti al bando e al percorso formativo. È significativo che un numero considerevole di ragazzi si siano messi in gioco per pensare a creare una start-up. Questo ci stimola anche a programmare altre iniziative analoghe nel futuro. Inoltre, voglio ringraziare le realtà del territorio che ci hanno affiancato per questo progetto. 

“Il lavoro – ha proseguito – è uno dei problemi che in questi anni si è fatto presente anche da noi e le crisi aziendali di cui parlano i giornali in questi giorni ne sono un ulteriore esempio.Ma le situazioni di crisi e difficoltà possono essere anche lo stimolo per individuare nuovi percorsi e sfruttare, come nel caso dei ragazzi, le potenzialità finora inesplorate offerte dal nostro territorio. Mi fa inoltre piacere – ha concluso Flocchini – che due dei tre progetti siano legati all’agricoltura, segno che anche i nostri giovani ci tengono al loro territorio”.

Anche il presidente della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella (fra i partner del progetto), Andrea Armanini, si è complimentato sia con i ragazzi sia con i promotori del bando, per aver costruito una rete tra aziende e istituzioni per convogliare risorse e impegno in progetti concreti che valorizzano il territorio. Per il direttore della Rurale, Davide Donati, “l'innovazione non arriva da cose geniali, ma nel vedere con un'ottica diversa le realtà già presenti sul territorio”. Ha inoltre annunciato che la banca metterà a disposizione di questi tre ragazzi 10 mila euro per ciascun progetto per due anni a interessi zero.

In foto:
. i tre vincitori, da sx, Daniele Pirlo, Elena Avanzini e Giovanni Nabacino
. i vincitori con il presidente Flocchini e i partner del progetto Valle Sabbia Restart
. alcuni momenti della premiazione



Commenti:
ID70825 - 28/01/2017 09:30:05 - (Giacomino) - Dare incoraggiamento alle iniziative dei giovani

è uno degli investimenti più sicuri per il futuro.

ID70839 - 29/01/2017 18:38:51 - (potatore) - complimenti

Complimenti ai tre giovani e a chi li ha aiutati a sviluppare le loro idee

ID70870 - 01/02/2017 19:22:05 - (gioica) - Davvero bravi!

E un ringraziamento particolare alla Cassa Rurale che, a differenza delle altre banche del territorio, è sempre presente a queste iniziative in veste di finanziatore e a volte di promotore. Chapeau.

Aggiungi commento:

Vedi anche
21/05/2014 08:03

Restart, giovedì la premiazione Sono stati individuate le tre idee migliori fra quelle presentate dai giovani (18 - 35 anni) residenti fra Garda e Valle Sabbia, che hanno aderito al progetto proposto dal Piano Territoriale delle Politiche Giovanili

28/07/2016 13:59

Fab-Lab e Comunicazione, prorogati i bandi Sono stati prorogati al 23 agosto i termini per presentare le domande per i due tirocini presso il Fab-Lab della Valle Sabbia e per quello per gestire la comunicazione del progetto “Valle Sabbia Restart”

31/10/2016 10:15

Start up in Valle Sabbia Nell’ambito del progetto Valle Sabbia Restart, sabato scorso presso il Fab-Lab di Villanuova sul Clisi si è svolto un nuovo incontro del percorso formativo per il progetto di imprenditorialità giovanile lanciato dalla Comunità montana

31/08/2016 10:15

Tre start up da finanziare È rivolto ai giovani valsabbini dai 18 ai 35 anni il bando del progetto “Valle Sabbia Restart” per finanziare tre progetti innovativi

07/07/2016 07:10

Un Fab-Lab per la Valle Sabbia Verrà inaugurato a Villanuova il prossimo 22 luglio e sarà dedicato a tutti i giovani della valel Sabbia. E alla stessa data scadono i termini per partecipare al bando grazie al quale in tre potranno occuparsene, retribuiti, per sei mesi e forse più. Occasione da non perdere




Altre da Idro
25/03/2021

Lavori fermi al municipio

Come era già successo a Treviso Bresciano, dove la situazione si sta evolvendo in modo positivo, anche a Idro i lavori del municipio sono fermi al palo. Ecco perchè

(3)
24/03/2021

Scossa a Capovalle

Scossa a Capovalle
Un terremoto di magnitudo 2.5 è stato avvertito fra la Valle Sabbia e la Valvestino

15/03/2021

Schiacciato dal trattore

Incidente mortale questo lunedì a Idro dove un pensionato impegnato a fare la legna è rimasto schiacciato sotto il suo mezzo agricolo

10/03/2021

Processionaria, problema persistente in alta valle

Sono due le zone particolarmente colpite dall’insetto che forma dei nidi soprattutto sugli alberi di pino nero. Il fenomeno segnalato in Regione

08/03/2021

Proprio oggi?

«Cercasi ragazze di bella presenza». Così a Idro. Valgono le competenze e non le caratteristiche del candidato: lo dice la logica e lo dicono le norme

(6)
15/02/2021

Pulmini... al barolo

Per la prima volta, almeno in Valle Sabbia, i Fondi dei Comuni di confine vengono spesi anche per le municipalità "di seconda fascia"

06/02/2021

Contributi a fondo perduto per le attività

Il Comune ha indetto un bando per sostenere le attività economiche, artigianali e commerciali con sede in paese, al fine di contenere l'impatto economico dell'epidemia da Coronavirus

21/01/2021

A ricordo del collega Giorgio Zaninelli

Profondo cordoglio ha destato fra i colleghi la prematura scomparsa del 52enne di Idro. La vicinanza alla famiglia

21/01/2021

Traversa del lago d'Idro, arriva il commissario

L'opera, già a lungo progettata, è stata commissariata per accelerarne la realizzazione. Obiettivo la creazione di una galleria che permetta l'evacuazione delle portate anche in caso di frana

08/01/2021

Open day virtuali all'Istituto Perlasca

Imprescindibili in un periodo in cui organizzarli in presenza è impossibile, gli open day dell'Istituto superiore valsabbino sono in programma per la settimana prossima