13 Febbraio 2018, 11.00
Eco del Perlasca

In battaglia per la Vita

di Adriana Galati

La nostra esistenza a volte ci riserva degli eventi inaspettati, sta a noi decidere come reagire, se lasciarci abbattere o affrontarli con tutta la forza che abbiamo a disposizione


Per riflettere meglio su questo tema sempre più frequente, vorrei raccontarvi la storia di un uomo la cui vita tutt'un tratto si è ritrovata appesa ad un filo pericoloso, instabile.

Alla fine del servizio militare a Ermanno Manenti, che vive nella Bassa bresciana, fu diagnosticata una forma di epatite.
Per i primi anni sembrava tutto sotto controllo, il suo modo di vivere procedeva “normalmente” fino a quando le sue condizioni peggiorarono e nel 2004 scoprì di avere bisogno di un trapianto di fegato, che avverrà soltanto nella notte tra il 3 e il 4 Gennaio 2007 presso l'ospedale di Pisa.

Anni difficili per lu
i e la sua famiglia, nonostante questo ce l'ha fatta e l'intervento è andato a buon fine.
Il post trapianto è stato altrettanto doloroso e faticoso ma niente a confronto della felicità di poter continuare la sua quotidianità e di stare accanto alle  persone che più ama.

Di seguito Ermanno si prende le sue rivincite, le sue vittorie per non essersi mai arreso.
La sua passione per la bicicletta non e mai svanita neanche nel periodo più buio, così nel 2009 partecipa al campionato italiano organizzato dall'ANED (Associazione nazionale emodializzati che si occupa dell'organizzazione di eventi sportivi per trapiantati)  vincendo il terzo posto.
Un altro traguardo prezioso per lui è stato quello raggiunto in Australia conquistando la medaglia d'oro nella 20 Km di ciclismo (gara avvenuta sulla Gold Coast).

Ma la vittoria più grande è stata quella per la vita.
Tutto questo è stato possibile grazie alla persona che ha donato i propri organi per salvare la vita di un uomo.
Un gesto importante e altruista che Ermanno non dimenticherà mai.

Da Manenti, la cui gioia di stare al mondo è stata più forte di tutto il dolore provato, dovremmo prendere esempio e imparare che anche all'interno del tunnel più oscuro e tenebroso ci sarà sempre una luce sul fondo e non dobbiamo lasciarci sopraffare dal male che proveremo o dalla paura di non riuscire ad uscirne, siamo vivi e in quanto tale abbiamo il dovere ma soprattutto il diritto di VIVERE.

Adriana Galati - 4AG





Vedi anche
23/01/2016 15:41

Il Perlasca in Inghilterra Torna dopo un anno, uno dei progetti più richiesti e qualificanti che si possono sperimentare frequentando l'Istituto Superiore di Valle Sabbia

06/02/2016 09:11

A proposito della redazione Perlasca Da qualche settimana è al lavoro fra Idro e Vobarno un gruppo di ragazzi dell'Istituto Superiore di Valle Sabbia. Cosa stanno facendo, in poche parole, ce lo spiega Daniel. Il frutto di questo impegno lo troverete spesso sulle pagine di Vallesabbianews

30/11/2018 07:00

L'impresa di Barbara Circa due mesi fa si parlava di un quarto posto nel mondiale di ciclismo juniores, raggiunto da una ragazza del nostro Istituto...

13/04/2018 10:13

La Norvegia, istruzioni per l'uso La Norvegia, denominata anche “cugina-ricca” e situata nel Nord Europa, è uno stato monarchico di tipo costituzionale e non fa parte dell'Unione Europea

10/11/2016 06:43

Andrea Pirlo, diploma nonostante tutto A scuola iniziata è venuto a trovarci Andrea e ci ha rilasciato un'intervista sulla sua particolare esperienza di vita




Altre da Eco del Perlasca
15/05/2021

Un gioco, una vita

Alcuni attimi segnano la nostra vita per sempre, ma ci sono alcuni giochi la cui trama resterà per sempre dentro di noi. E proprio oggi, 15 maggio, un gioco ritorna nell’Olimpo

13/05/2021

«Orizzonti di giustizia»

Al Perlasca di Idro si è tornati agli incontri in presenza, con “Orizzonti di Giustizia”. Protagonista dell’evento Fiammetta, la terzogenita del giudice Borsellino, ucciso da un agguato mafioso il 19 luglio del 1992

11/05/2021

La sbornia di Rio

Vi siete mai chiesti gli effetti che potrebbe avere l’alcol sul vostro animale domestico?

07/05/2021

Piccole donne in quarantena

Un modo abbastanza originale, sia di affrontare i grandi classici sia di trascorrere il "lockdown"

04/05/2021

Tiger Experience: una passeggiata tra i felini

Un luogo magico che ti avvicina al mondo dei grandi felini

22/04/2021

Twitch, il possibile futuro televisivo

“Un posto dove si può fare ciò che più amiamo”. Sembra poco, eppure è la formula vincente per una piattaforma riscoperta, che probabilmente ha ben più potenziale della classica antenna via cavo

21/04/2021

Las calles de las mujeres (Le vie delle donne): ovvero dis-uguaglianza di genere

Il progetto di cartografia "open", nato a Sao Paulo, in Brasile, durante un incontro tra utenti di Open Street Map, approda all’Istituto Perlasca

20/04/2021

La mafia secondo don Aniello

Com'è convivere con la mafia? Si può davvero fare qualcosa per contrastarla? Sì, si può e don Aniello Manganiello ce l’ha fatta

15/04/2021

Eccoci qua, un anno dopo

Un anno fa stavamo vivendo il primo lockdown nazionale e iniziavamo a confrontarci con una pandemia che non è ancora passata e che condiziona in modo pesante la vita quotidiana di tutti noi

14/04/2021

Ciao Nonno, dove sei ora?

Guardo il cielo e immagino che tu sia la stella più grande… Questa è la storia di mio nonno, un uomo che, come tanti altri, ha perso la vita a causa del Covid-19