08 Maggio 2018, 10.20
Odolo
Mountain bike

La Conca d'Oro Bike 2018 a Johnny Cattaneo

di Angelo Lossi

Terzo sigillo sulla corsa targata Gs Odolese per il biker bergamasco della Wilier Force, che domenica ha surclassato tutti nella ventesima edizione della marathon di mountain bike


La Conca d’Oro, un anfiteatro racchiuso nel cuore pulsante e vivo di una terra laboriosa, anche quest’anno ha accolto centinaia di bikers pronti a lanciarsi il guanto di sfida, per la Conca d’Oro Bike, organizzata domenica a Odolo dal Gs Odolese.
Una gara avvincente ed emozionanti che ha coinvolto anche in questa edizione veterani e nuove leve, e le scintille e lo spettacolo non sono mancati.

L’edizione 2018 della Conca d’Oro Bike è targata bergamasca. A impostare una gara perfetta e trionfare ci ha pensato Johnny Cattaneo, già vincitore di due precedenti edizioni della  Conca d’Oro, nel 2008 e nel 2009.

Una completa e graditissima sorpresa: ritorna e ha voluto riprendersi questa mattina la ventesima edizione.
Un vero atleta come tutti quelli presenti, ma il suo affondo è stato decisivo. Infatti ciò che ha aperto la chiave di tutto è stato ancora una volta il mostro sacro del Bertone.

Qui Cattaneo, con la sua condizione al top, ha determinato tutto.
Ma fin dalle battute iniziali abbiamo rivisto ancora una volta un bresciano sempre in grado di farsi strada con le migliori intenzioni, per riprovare a fare centro e mettere a segno il poker che voleva conquistarsi. Stiamo parlando di Juri Ragnoli, molto attivo, e detentore di ben tre firme prestigiose alla Conca d’Oro, l’ultima l’anno scorso.

A parte lui e Cattaneo, che sono ormai i veterani della classicissima, quest’anno hanno voluto prendere parte anche altri atleti promettenti e in grado di testare  il tracciato e avere in più il sogno di concretizzare e scorgere un testa a testa finale.
Ma la coppia decisamente più abile a cambi regolari si è lasciata scrivere da sola e da qui il punto decisivo e la svolta a ogni questione.
In località Sant’Andrea e Fontanino, sono arrivati appaiati Johnny Cattaneo e Cristiano Salerno, in un finale da qui tutto da vivere in loro compagnia.

Ma il campione italiano Marathon 2010 in Val di Fassa, Johnny Cattaneo, aveva già in serbo l’intenzione di scappar via all’inizio del cancelletto del Bertone.
Da qui non ci sono state più storie, ma solo una decisione di prendere in mano la corsa e raggiungere un’intuizione giusta: quella di seguire il proprio istinto e la rotondità di una gamba davvero in giornata e superlativa.
A resistere a Johnny, solo Cristiano Salerno ma per pochi attimi. Allo scollinamento del Passo, Cattaneo aveva già un distacco molto evidente e da lì in poi avrebbe condotto la parte finale del percorso con autorità.

Ma un accenno particolare bisogna lasciarlo a Juri Ragnoli, campione italiano Marathon in carica che, nonostante un guasto meccanico ai piedi del Bertone, non è riuscito comunque ad infiammare come avrebbe voluto. Resta per lui una gran tenacia e quella capacità di trasmettere sempre energia in corsa e fuori. Lo smalto non gli è mancato: lo aspetteremo l’anno prossimo, e sicuramente ripercorrerà le sue gesta con i migliori propositi.

Johnny Cattaneo a tutta, quindi, verso l’abitato di Odolo e da qui ancora un piccolo slancio per ritornare e affrontare un’ultimissima salita e arrivare al Parco Rinascita. È lui che si intravede al tragurdo: lo speaker fa vivere gli ultimi istanti di gara ad appassionati e fotografi, pronti a immortalare un giorno semplicemente perfetto. E un raggio di luce si accende da lì a breve sul volto del bergamasco.
Vince in 2 ore e 54 minuti, mettendosi alle sue spalle il compagno di viaggio Cristian Salerno.

Per Johnny questo appuntamento contava moltissimo e anche lui, come Ragnoli, è fra quelli che compaiono di più nell’albo d’oro: tre primi posti per Cattaneo e altrettanti tre per Ragnoli. L’anno prossimo si contenderanno nuovamente lo scettro.
Terzo Stefano Dal Grande, autore anch’esso di coraggio. Quarto Pietro Sarai, già a podio qui alla Conca d’Oro negli anni precedenti. Quinto Juri Ragnoli, che non si è arreso dopo il guasto meccanico, ma ha continuato a lottare come un leone.

Per Cattaneo e la sua squadra Wilier Force, doppia festa, perché proprio nello stesso giorno il suo compagno di team Tony longo, in Val di Non firma e stravince la kermesse trentina.

Cala il sipario tra gli applausi alla Conca d’Oro, corsa sempre benvoluta da tutti. Un grazie ancora al Gruppo Sportivo Odolese per aver organizzato un servizio accogliente per far riempire ogni angolo della Conca della sua cornice ciclistica.




Aggiungi commento:

Vedi anche
03/05/2013 08:20

Conca d’Oro bike e… 15 Un migliaio di biker sono attesi domenica mattina a Odolo per la partenza della 15esima edizione della classica marathon di maggio targata Gs Odolese

08/10/2018 09:22

La Tremalzo Bike Scott 2018 si decide in volata Terzo sigillo straniero consecutivo per la Tremalzo Bike che vede il campione europeo Alexey Medvedev regolare solo in volata uno strepitoso Johnny Cattaneo. Bronzo per il tre volte tricolore Juri Ragnoli. Tripletta per Maria Cristina Nisi fra le donne

30/04/2014 16:08

Domenica la Conca d'Oro Bike Scatta il conto alla rovescia per la gara di mountain bike organizzata dal Gs Odolese in collaborazione con l’Aics, divenuta ormai il classico appuntamento di inizio maggio degli amanti delle ruote grasse

11/05/2017 10:17

Juri Ragnoli cala il tris Il biker serlese della Scott Recing Team, fresco vincitore del titolo tricolore Marathon, sale per la terza volta sul grandino più alto del podio della corsa organizzata dal GS Odolese sulla distanza più lunga

04/05/2016 17:53

La Conca d'Oro Bike diventa maggiorenne Domenica prossima la gara di mountain bike organizzata dal Gs Odolese in collaborazione con l’Aics, divenuta ormai il classico appuntamento di inizio maggio degli amanti delle ruote grasse




Altre da Odolo
30/07/2021

Ci siamo quasi

Sono ormai in dirittura d’arrivo i lavori per la nuova palestra di Odolo, che sarà un punto di riferimento per tutti i comuni della Conca d’Oro. A breve il taglio del nastro

27/07/2021

Piergiorgio Cinelli in Ouver Tour

Nel concerto per Acque e Terre Festival una selezione delle più significative canzoni dei suoi 15 album precedenti, con l’aggiunta di alcuni brani registrati tra il 2020 e il 2021 e inseriti nel cd L’óc dàun

10/07/2021

Studenti guide nei musei della Valle Sabbia

Grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro, quindici studenti del corso turistico del “Battisti” effettueranno alcuni servizi, guide ma non solo, per il Sistema museale valsabbino

04/07/2021

Restyling per le etichette di Sincette

Presentata l’ultima produzione di vini dell'azienda di Polpenazze, che ha sposato il metodo dell'agricoltura biodinamica e che fa riferimento alla famiglia Brunori di Odolo

26/06/2021

101 candeline per Remigio

Grande festa oggi, 26 di giugno, in onore del nostro Remigio Garzoni, di Lavenone, in occasione del suo 101° compleanno

26/06/2021

Una storia d'amore lunga cinquant'anni

Tantissimi auguri a Irma e Agostino di Odolo che proprio oggi, sabato 26 giugno, festeggiano le nozze d'oro

18/06/2021

Aliscargo Airlines, a capo degli azionisti Alcide Leali

La nuova compagnia aerea per il trasporto intercontinentale delle merci vede alla guida degli investitori privati l’imprenditore valsabbino, già fondatore di Air Dolomiti e patron dei Lefay Resorts

18/06/2021

Al via Acque e Terre Festival

Quindici spettacoli in nove Comuni nell’arco dell’estate per l’attesa rassegna che regala musica, teatro e cultura di qualità

14/06/2021

In scivolata sotto al guard-rail

Perde il controllo della sua Yamaha sulle Coste e va a sbattere violentemente contro le protezioni in acciaio. 24 enne ricoverato in codice rosso con l'eliambulanza

10/06/2021

Pirla: un anno di lavori

C’è chi si chiede, transitando sulla 237 del Caffaro quando diventa tangenziale di Odolo, che cosa sta succedendo alla montagna. Sono i lavori di Terna ed A2A per costruzione di una “sottostazione”

Odolo, il paese la sua gente

La Fucina di Pamparane

14/04/2020

Inaugurato ufficialmente nel 2008 il muncipio di Odolo è ubicato in via Dino Carli al civico numero 62.
Si trova in un fabbricato che tradisce le sue origini settecentesche (1)

14/04/2020

La chiesa parrocchiale che Odolo dedica a S. Zenone fu eretta nel 1667 sullo stesso luogo dove preesisteva una costruzione risalente al XIV secolo

14/04/2020

Si tratta di un “Museo del Ferro” che fa parte del Circuito museale della Valle Sabbia. E’ collocato al civico 2 di via Massimo d'Azeglio. Locali donati dall’imprenditore Dario Leali al Comune di Odolo che si propongono di evocare il sapere dei forgiatori odolesi