28 Febbraio 2018, 16.49
Valsabbia
Controlli

Senza assicurazione in 23

di red.

Tanti gli automobilisti sorpresi in Valle Sabbia privi della prescritta autorizzazione, nei primi due mesi dell’anno


C’è chi non era assicurato da più di un anno, ne era ben cosciente e ha deciso deliberatamente di rischiare. Chi invece ha chiamato in causa errori da parte della propria compagnia assicuratrice, o la banca che non aveva provveduto al bonifico nonostante le disposizioni. Chi si era “semplicemente” dimenticato di assicurare l’auto, ma da diversi mesi.

Insomma, motivazioni tante per un’unica infrazione.

Trasversale, visto che ha messo insieme automobilisti facoltosi con auto di lusso e altri alla guida di un catorcio, autoctoni e stranieri, uomini e donne, valsabbini e di passaggio.

Certo agevolati dai nuovi sistemi
che leggono la targa e restituiscono immediatamente le informazioni, gli agenti della Locale della Valle Sabbia, al comando del dott. Fabio Vallini, hanno fermato subito e direttamente i 23 malcapitati, sequestrando loro il veicolo.

Il dissequestro è poi avvenuto, come prescrivono le norme, solo dopo che è stata pagata la multa (circa 800 euro) e anche l’assicurazione, per almeno sei mesi.
In nessun caso sono stati ritrovati contrassegni contraffatti, anche questo è un dato significativo.

Nel frattempo, fra le altre attività,
è stato rinvenuto a Roè Volciano anche un veicolo rubato nella Bergamasca, una Micra, restituito al legittimo proprietario. Sono in corso indagini per capire cosa ci facesse in Valle.

Lo ricordiamo, l’Aggregazione di polizia locale della Valle Sabbia non si occupa di tutto l’impluvio valsabbino del Chiese.
Partendo da Nord, infatti, rimangono esclusi i territori di Bagolino, Casto, Provaglio Valsabbia, Sabbio Chiese, Vobarno, Vallio Terme.
E quelli al di sotto di Villanuova.



Commenti:
ID75382 - 28/02/2018 22:22:54 - (delirio) - bene....

io sono 30 anni che pago sempre regolarmente (e ci mancherebbe altro)

ID75383 - 01/03/2018 11:47:47 - (Tc) - ...

Ma in caso di incidente questi signori pensano alle conseguenze? Per chi ammette di farlo di proposito gli roddoppierei la sanzione...e che caz!

ID75388 - 01/03/2018 21:41:55 - (GGA) - le assicurazioni

ma le assicurazioni che non pagano i danni dei loro assicurati chi gli fa la multa? nessuno quindi giusto non pagare l'assicurazione

ID75389 - 02/03/2018 01:17:43 - (Tc) - GGA

Ci sono assicurazioni che non pagano? Anche se i loro clienti annualmente pagano? Poco male...in caso di sinistro e con cedolino che provi che si e' pagato,son cavoli loro...se non le paghi a prescindere,poi son cavoli tuoi.. E se consapevolmente non paghi giusto ti facciano una multa il doppio piu' salata...

Aggiungi commento:

Vedi anche
14/04/2015 06:39

Aggregazione della Valle Sabbia Per il momento sono in sei e svolgono attività di Polizia Locale in 13 dei 25 Comuni valsabbini. E cosa vuol dire? L'abbiamo chiesto al comandante Fabio Vallini

13/01/2019 08:06

Pochi ma buoni Dieci agenti per sedici Comuni valsabbini dove vivono quasi 30 mila abitanti. Eppure, oltre che compiere tutte le mansioni loro delegate, gli agenti dell'Aggregazione di polizia locale della Valle Sabbia trovano il tempo di effettuare servizi antidroga

26/04/2021 07:00

Un capillare controllo del territorio Numeri importanti quelli riferiti dal comandante della Polizia locale della Valle Sabbia, Fabio Vallini, per i primi tre mesi dell’anno, che hanno visto l’ingresso di Gavardo nell’aggregazione

29/06/2019 13:34

In auto senza assicurazione, veicolo confiscato Viaggiava con un’auto già sotto sequestro per mancata assicurazione e all’alt degli agenti della Polizia locale della Valle Sabbia a Vestone si è dato alla fuga, ma è durata poco

20/12/2017 09:08

Vai con l’Aggregazione Dieci agenti per 16 Comuni della Valle Sabbia. Così l’aggregazione di Polizia locale gestita per conto dei sindaci dal comandante Fabio Vallini




Altre da Valsabbia
15/05/2021

Approvato nuovo bando Dote Scuola

Il consigliere regionale Floriano Massardi (Lega): “13,6 milioni di euro per gli studenti lombardi under21”

15/05/2021

Covid, Girelli: «Urgente far ripartire la sanità non covid»

Secondo il consigliere regionale valsabbino del Pd in Lombardia si è registrata una pesante riduzione di visite, interventi e screening

15/05/2021

La mulattiera di «Gruffo»: la strada del mercato, antichissimo percorso tra vicinie

Oggi resiste ancora, vecchio tratturo da restauro, colma di innumeri ricordi e di antiche memorie che una sua sistemazione aiuterebbe a conservare

14/05/2021

Tavolo delle associazioni: «Peschiera la soluzione più economica e meno impattante»

La Federazione delle associazioni ambientaliste del Chiese guidata da Gianluca Bordiga ha commissionato uno studio nel quale vengono comparati i diversi progetti per il depuratore che sarà sottoposto all’Ato e alla Cabina di regia

13/05/2021

Un blogger sulle strade della Valle Sabbia

I noto blogger di viaggi Gio del Bianco sta percorrendo questa settimana le strade della Valle Sabbia lungo un itinerario alla scoperta del borghi che circondano il lago d’Idro

13/05/2021

«Orizzonti di giustizia»

Al Perlasca di Idro si è tornati agli incontri in presenza, con “Orizzonti di Giustizia”. Protagonista dell’evento Fiammetta, la terzogenita del giudice Borsellino, ucciso da un agguato mafioso il 19 luglio del 1992

12/05/2021

Depuratore a Lonato, in cosa consiste il progetto?

L’impianto sorgerà nella frazione di Esenta e, secondo Acque Bresciane, darà ampie garanzie di sostenibilità ambientale. Resta da sciogliere il nodo dello scarico dei reflui

12/05/2021

È Lonato la scelta finale per il depuratore

L’ufficialità arriverà nei prossimi giorni, ma la scelta è già stata fatta nel corso della Commissione Ciclo Idrico del Broletto, alla presenza dei vertici di Acque Bresciane e dell’Ufficio d’Ambito

12/05/2021

«Una bestemmia culturale»

Questo, in estrema ed iconica sintesi, il pensiero di un produttore vinicolo valsabbino riguardo all’iniziativa di Bruxelles di togliere l'alcol dal vino e di aggiungervi acqua

(2)
12/05/2021

Medicina di territorio, belle parole ma...

«Si stanno muovendo tutti per invertire lo stato di abbandono che la medicina sul territorio sta subendo da anni (vedi le proteste a Salò). Tutti meno che i valsabbini». Così un lettore, riferendosi al Presidio di Nozza

(1)