04 Agosto 2007, 00.00
Roè Volciano
Libri

«Imparato lassù» di Italo Bazzani

Quello di Italo Bazzani un nome ben noto nell'alpinismo bresciano. Il suo libro Imparato Lass, genere diaristica, apre una finestra sul suo autore, di Ro Volciano, classe 1942.

Abbiamo incrociato un libro «Imparato Lassù», genere diaristica, che apre una finestra sul suo autore, Italo Bazzani, di Roé Volciano, classe 1942.
Si tratta di un nome ben noto dell’alpinismo bresciano, uno degli eletti - meno di dieci fra Brescia e provincia - a far parte del Club alpino accademico, a suo tempo istruttore nazionale di alpinismo per il Cai di Brescia. Una sequenza di récits d’ascension che Bazzani sottotitola «fatti ed esperienze di montagna».

Ragazzo di paese nella sua Roé Volciano, vita tirata del Dopoguerra, ma con la febbre della libertà, le scorribande nelle campagne, i tornei all’oratorio a compensare la dura disciplina delle dieci ore in officina. Promettente campione di atletica, specialità mezzofondo, poi a 23 anni il virus della montagna.
Goethe scrisse che «i monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi». Bazzani, nelle sue intense frequentazioni dei maestri muti ne ha registrato vicende personali, impressioni, ricordi.
Il suo è un libro di un uomo che si guarda indietro: le montagne vissute come parte di sé lo hanno segnato, le imprese rischiose e le ambizioni ardite lo hanno risparmiato così che il Campanile Basso, la Nord dell’Adamello, lo Sperone della Brenva, i ripidissimi canali del Tacul e della Verte emergono nel mare delle arrampicate, racconti ancora accesi di ebbrezza e velati di malinconia.

Con diversi compagni di arrampicata - alcuni famosi come Clemente Maffei «Gueret», guida alpina della Rendena e Fausto De Stefani, uno dei salitori dei 14 ottomila esistenti al mondo - Bazzani ha tracciato vie nuove in Val di Genova, sulla Presanella, in Brenta e ripetuto alcune fra le classiche vie di ghiaccio nelle Occidentali (sperone della Brenva in solitaria, Nord dell’Aiguille Blanche, canalone Gervasutti al Tacul, ecc.) e in Dolomiti.

Ma Bazzani ha all’attivo diverse spedizioni nelle montagne del mondo: sul monte Kenya, in Africa dove lui e De Stefani tracciano una via nuova. Ancora, una salita solitaria sull’Ancohuma, una montagna di 6.427 metri e sull’Illampu che è poco di meno, 6.360 metri in due successive spedizioni sulle Ande Boliviane, e ancora in Groenlandia con il Cai Brescia, 1968, e due spedizioni sui settemila del Pamir in Asia centrale.
Montagne di esaltazione e di sofferenza, perché Bazzani subisce alcuni incidenti, uno particolarmente grave durante un corso per istruttori nel gruppo del Bianco che lo terrà convalescente per oltre sei mesi.

Montagne di sofferti trionfi e di drammatici naufragi e ancora di affranti ritorni dolore perché in montagna Italo perderà alcuni amici «del cuore».
Per dirla con William Blake, «quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose accadono».
Grandi come la marea dei ricordi che ogni giorno affiorano e che Italo come un capitano di mare ha condensato nel suo libro di bordo. Per gli appassionati ci sono spunti per rinverdire la passione della montagna.

Giovanni Capra dal Giornale di Brescia



Aggiungi commento:

Vedi anche
13/12/2007 00:00

Le imprese di Italo Bazzani Venerd 14 dicembre, presso la sede del Gruppo Alpini di Ro Volciano, sar presentato il libro Imparato lass - Diario di un alpinista bresciano di Italo Bazzani, il quale proietter anche filmati delle sue attivit alpinistiche.

27/06/2007 00:00

Nel diario 50 anni di alpinismo Bazzani, dopo anni di silenzio, ha scritto un nuovo libro: Imparato Lass, fatti ed esperienze di montagna.
Un agile volume in cui racconta s stesso.

27/02/2018 07:54

Una vita in cima alle montagne “Tu sei già oltre la vetta, tu sei sulle montagne e sui pascoli del paradiso”. Con queste parole la famiglia e gli amici hanno annunciato la scomparsa di Italo Bazzani, accademico del Cai

04/09/2013 09:32

Montagne di una vita In preparazione alla Festa delle Associazioni che avr luogo a Vestone domenica prossima, nell'Auditorium vestonese un appuntamento con la montagna, quella vera di Italo Bazzani

28/08/2010 12:00

Marcovaldo E' una raccolta di venti novelle di Italo Calvino. La prima edizione fu pubblicata nel novembre del 1963 in una collana di libri per ragazzi dell'editore Einaudi.




Altre da Roè Volciano
17/06/2021

Assorbenti gratuiti al bar, un aiuto per le donne

Un’iniziativa che è stata molto apprezzata dalle clienti quella di un noto locale di Roè Volciano, i cui titolari hanno dimostrato un’attenzione non comune ad un tema ancora molto sottovalutato

16/06/2021

Charlie Cinelli sul palco con Si può fare band

Questa sera alla Scar di Roè Volciano la prima serata della rassegna “Il dono del tempo”, nell'ambito del progetto “Oltre il Chiostro”, per promuovere la cittadinanza attiva

11/06/2021

Benvenuto don Roberto

Dopo lunghi mesi di attesa, domenica scorsa ha fatto il suo ingresso il nuovo parroco di Roè Volciano

10/06/2021

«Il dono del tempo»: promuovere la cittadinanza attiva

Una rassegna con quattro appuntamenti nell'ambito del progetto “Oltre il chiostro” promosso dalla Rsa e dal comune di Roè Volciano per passare dal fare comunità all'essere comunità

08/06/2021

Trasporti e sicurezza, il caso di Roè Volciano

Anche il “nodo” dei Tormini, punto di interscambio tra le valli, il Garda e Brescia, necessita di un intervento di riqualificazione. La lettera del comitato “Vado a scuola sicuro”

03/06/2021

La vita dopo la terapia intensiva

Cosa succede a chi ha vissuto in ospedale la terapia intensiva e poi viene dimesso? Se lo sono chiesti i ragazzi delle Terze F e G delle Medie di Roè

01/06/2021

Contro lo scuolabus

Solo danni ai mezzi nello scontro fra un’auto e lo scuolabus nel passaggio in una via stretta di Roè Volciano

30/05/2021

Non ce l'ha fatta

Luciana Avanzi, 72enne di Roè Volciano, era stata investita venerdì a Salò mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, è spirata il giorno dopo in ospedale

30/05/2021

Lorenzo diventa maggiorenne

Tanti auguri a Lorenzo Gregori, di Roè Volciano, che proprio oggi, domenica 30 giugno, compie i suoi primi 18 anni

27/05/2021

I 64 di Armando

Tanti auguri, ad Armando Ponchiardi, di Roè Volciano, che oggi, 27 maggio spegne 64 candeline