09 Ottobre 2009, 09.00
Vobarno
Amministrazioni

Quando l'Ici ha la scossa

Un contenzioso in corso tra Enel ed Agenzia del Territorio (con funzioni di Catasto) rende incerte le cifre Ici che l’Enel deve versare al Comune di Vobarno per la Centrale elettrica di Carpeneda.

 
«Abbiamo nominato un nostro legale - riferisce in sindaco Carlo Panzera - che assieme alla dottoressa Iacono, responsabile di servizio in Municipio, sieda al tavolo giudiziario di verifica tributaria per conoscere in fretta quanto ci spetta da Enel per l’Ici».
Tutto ha avuto inizio nel 2007, quando immobili come le Centrali operative Enel, prima accatastati con rendite molto basse, si sono visti revisionare le rendite dall’Agenzia del Territorio, che le ha notevolmente elevate, più che triplicandole.
 
Di conseguenza, il Comune ha diritto al pagamento di una cifra ben più consistente rispetto a quanto pagato da Enel negli anni passati.
E questo ha fatto entrare nelle casse del Comune di Vobarno, a saldo del dovuto dal 2001 al 2004, sulla base dei nuovi accertamenti, ben 562.754 euro.
«A questi vanno aggiunti - spiega il sindaco - i soldi in più dovuti dal 2005 al 2009, per un altro mezzo milione circa di euro».
 
Ma perchè in Municipio davanti a quest’entrata straordinaria si rimane prudenti?
«Il contenzioso tributario tra Agenzia del Territorio ed Enel è ancora in corso, ed è stata la stessa compagnia elettrica, in via unilaterale, a versare 562.754 euro alle casse del Comune di Vobarno, per evitare di dover poi pagare oltre al capitale anche gli interessi».
Ma il ricorso, dopo che la prima determinazione ha dato torto a Enel, è ancora in ballo.
 
«Per questo abbiamo prudenzialmente messo a bilancio, in uscita - ricorda il sindaco - sotto la voce «restituzione oneri» la stessa cifra in entrata. E questi soldi rimarranno in cassa senza essere utilizzati. Se il ricorso darà ragione ad Enel, restituiremo la cifra. Se invece la ragione sarà ancora dell’Agenzia del Territorio, questi soldi saranno per noi un’entrata straordinaria, che andrà a copertura delle spese correnti: sarà quindi utilizzata per potenziare le manutenzioni e per recuperare agli investimenti parte della quota di oneri di urbanizzazione».
 
In tutto, se la decisione rimarrà l’attuale, sulla base della nuova rendita catastale nelle casse del Comune entrerà oltre un milione di euro. Ma oggi la situazione è paradossale: Enel, che ritiene di dover pagare la vecchia cifra, versa al Comune di Vobarno la nuova, più elevata, per tutelarsi; il Comune invece, che ritiene gli sia dovuta la nuova cifra, sceglie di impegnarne solo una parte, per evitare, se il ricorso dovesse dar ragione ad Enel, di non avere più in cassa i soldi da restituire.
 
Massimo Pasinetti da Bresciaoggi
 


Aggiungi commento:

Vedi anche
13/12/2007 00:00

Non solo prima casa Un milione di euro in pi nelle casse comunali. E' quanto si potrebbe ritrovare a gestire l'Amministrazione comunale di Vobarno, alle prese con un contenzioso con L'Enel che deve pagare l'Ici per la centrale di Carpeneda.

15/05/2015 15:00

Respinto il ricorso di Enel Sole Al termine di un contenzioso legale iniziato nel 2013 il Tar di Brescia ha recentemente respinto il ricorso di Enel Sole contro il Comune di Gavardo aprendo la strada per un grande progetto di ammodernamento della pubblica illuminazione comunale

10/06/2009 15:00

Panzera riconfermato a Vobarno Anche Vobarno riconferma il sindaco uscente Carlo Panzera con la lista “Insieme per Vobarno”.

14/07/2016 07:14

Un milione e mezzo dall'Enel E' quanto il Bim della valle Sabbia ha ottenuto da Enel che per tre anni si è rifiutata di corrispondere all'ente pubblico i sovracanoni per lo sfruttamento dell'acqua a scopi idroelettrici

17/07/2007 00:00

Il sindaco Panzera risponde alla minoranza Dura risposta del sindaco di Vobarno Carlo Panzera alle richieste di dimissioni dell’assessore all’urbanistica Stefano Francinelli e di Aurelio Bizioli, presidente di Progetto Vobarno, chieste dalla minoranza di Vobarno Futura.




Altre da Vobarno
14/05/2021

Un'aula intitolata a Massimiliano Amolini

A ricordo perenne del giovane, venuto a mancare di recente dopo trent’anni vissuti a letto a causa di una tetraplegia irreversibile, un’aula della Scuola materna di Carpeneda di Vobarno

02/05/2021

L'altra campana

In merito alle vicende che riguardano la rotonda tanto attesa di fronte all'Itis di Vobarno, riceviamo e pubblichiamo anche la posizione del consigliere di minoranza Ernesto Cadenelli

02/05/2021

Il punto sulla rotonda dell'Itis

Se ne discute ormai da anni, a Vobarno, ma senza che i lavori per realizzare la rotatoria - indispensabile vista la pericolosità di quell’incrocio - possano iniziare. Il punto della situazione

28/04/2021

Ciao e buon cammino, Betty

Dal gruppo “Facciamo Rivivere Vobarno” un caloroso saluto alla “Parrucchiera Betty” di Elisabetta e Mariangela Gobbini, che dopo ben 41 anni di attività appende le forbici al chiodo

27/04/2021

Da Vobarno con «Bella ciao»

Per noi a Vobarno alla cerimonia del 25 aprile c'era Mario Pavoni. Ci regala, della Resistenza vobarnese, anche un piccolo aneddoto che riguarda la sua famiglia

26/04/2021

Andrea Mabellini e Virginia Lenzi conquistano il Rally Prealpi Orobiche

Il pilota valsabbino dopo essere rimasto in testa la prima giornata si ripete anche nella seconda facendo sua la 35esima edizione del rally organizzato da Aci Bergamo

25/04/2021

Rally Prealpi Orobiche, Mabellini-Lenzi in testa

Nella prima giornata di gara comandano il vobarnese Andrea Mabellini navigato da Virginia Lenzi su Skoda Fabia R5

22/04/2021

Vobarno celebra la Liberazione

In programma per il 25 Aprile quattro cerimonie, nel capoluogo e nelle frazioni, in presenza di rappresentanze di associazioni e forze dell'ordine ma senza la popolazione, per evitare assembramenti

20/04/2021

Ponchiardi quarto al «Palme» in Liguria

Ottima prestazione lo scorso fine settimana per il pilota valsabbino che si è piazzato quarto assoluto in classe N2 con la piccola Citroen Saxo

19/04/2021

«Lo Stato delle Cose» in uscita su YouTube

Esce oggi il singolo interpretato dal cantautore David M, firmato anche dalla vobarnese Sara Nolli