04 Novembre 2014, 14.38
Pertica Alta Provincia
Nuova Provincia

Ecco la squadra di Mottinelli

di Redazione

Nella prima riunione del nuovo Consiglio provinciale, assegnate le deleghe di assessore e varata la commissione per lo Statuto. In Consiglio entra Giovanmaria Flocchini, sindaco di Pertica Alta e presidente della Comunità montana valsabbina


Si è aperta con le dimissioni di Franco Claretti (Lega Nord), sindaco di Coccaglio, la prima seduta del nuovo Consiglio provinciale, eletto il 12 ottobre scorso (per la prima volta non dai cittadini, ma da sindaci e consiglieri comunali). Il consigliere, candidato nelle fila della Lega Nord ha preso la parola e, con evidente rammarico, ha deciso di non accettare l'incarico elettorale “per incompatibilità”. La ragione? Claretti, oltre ad essere il primo cittadino di Coccaglio è infatti anche un dirigente del Comune di Brescia, fatto che lo rende incompatibile con il ruolo di consigliere provinciale secondo l'articolo 12 della legge 39 del 2013. Claretti non ha mancato di sottolineare il profondo rammarico “per una legge piena di punti oscuri che avrebbe dovuto essere chiarita prima di riformare le Provincie”. Il sindaco di Coccaglio ha lasciato quindi il “posto” ad un altro leghista, Giovanmaria Flocchini, sindaco di Pertica Alta.

Il consiglio, presieduto dal presidente Pier Luigi Mottinelli, ha proseguito i lavori con la nomina del vicepresidente, ruolo affidato ad Alessandro Mattinzoli, coordinatore provinciale di Forza Italia, e con quella dei dieci consiglieri che lo affiancheranno “in questo difficile incarico” e sui quali, ha ammesso di aver “riflettuto a lungo, specie alla luce dei tagli della legge di stabilità ”.

Nella nuova squadra provinciale sono entrati il sindaco di Bovezzo, Antonio Bazzani (Pd), al quale è stata affidata la delega ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile, Mariangela (Nini) Ferrari che gestirà Bilancio e Patrimonio, il sindaco di Castenedolo, Gianbattista Groli (Pd) che dovrà gestire l'Ambiente, l'ex sindaco di Gardone Val Trompia, Michele Gussago (Pd) che si occuperà del Ciclo idrico, Laura Parenza (Pd) al controllo ambiti discriminatori in ambito professione, Pari opportunità ed Expo 2015, Diego Peli (Pd) ai Trasporti e Polizia Provinciale, Gianluigi Raineri alle Attività produttive, al Turismo e alla Formazione professionale, Andrea Ratti all'Agricoltura e alimentazione, Maria Teresa Vivaldini (Fi) all'Istruzione e Gianpiero Bressanelli (Area Civica) alla Comunità Montana.

Diverse le decisioni del presidente Mottinelli per quanto riguarda la commissione per la stipula del nuovo statuto provinciale, che ha proposto formata dalla “metà dei consiglieri, in modo da calibrare le varie aree del territorio provinciale”. La scelta, approvata all'unanimità dal consiglio, è andata verso Antonio Bazzani (Pd), Maria Teresa Vivialdini (Fi), Lama (Area Civica Democratica), Gianluigi Raineri (Pd), Laura Parenza (Pd), Diego Peli (Pd) e Mattia Zanardini (Lega Nord). In qualità di vicepresidenti della commissione, Mottinelli ha proposto i nomi di Lama (Area Civica), che ha accettato l'incarico in qualità di vicario e Gianpietro Maffoni (Lista Civica).

Nel corso della prima seduta del consiglio, dove si sono affrontate solo questioni di carattere tecnico e rappresentativo, non sono mancate alcune piccole polemiche, tanto da parte del dimissionario Claretti quanto della civica Benedetti: “Che senso ha mantenere un Consiglio e un ente come questo dove non esistono competenze e fondi, dove il consiglio resta in carica per due anni e il presidente per quattro – ha tuonato Benedetti – dove non esistono prospettive chiare e dove le realtà territoriali che compongono la nostra provincia non sono uniformemente rappresentate in Consiglio?”. La risposta, tanto secca quanto chiara è arrivata dal democratico Diego Peli, un veterano della Provincia, che ha chiarito: “Nessuno ci ha obbligato a candidarci, ma se abbiamo deciso di farlo è perché crediamo in questo progetto – per poi aggiungere – Il ruolo dei partiti in questa avventura non è certo all'interno del Consiglio”. Concetto ribadito anche dal presidente Mottinelli nel finale, dopo che la Lega Nord ha nominato Maffoni capogruppo : “Oggi il Consiglio è chiamato ad un ruolo collegiale e non esistono gruppi e capigruppo”.




Commenti:
ID52278 - 29/11/2014 19:02:56 - (gevvscom) - ...e io pago!

che le provincie abbiano cambiato nome non cambia nulla!Sono sempre i cittadini a pagare.Oppure i nuovi amministratori sono a "costo zero"? Alla faccia della "spending rewiew" promessa da Renzi...

ID52659 - 07/12/2014 14:40:55 - (astrolabio) -

Abolita la Provincia, teniamoci questo baraccone da circo di pessimo livello.

Aggiungi commento:

Vedi anche
13/10/2014 09:24

Mottinelli presidente con il 67% Oltre 80% degli amministratori comunali bresciani si è recato ieri alle urne per l’elezione del presidente e del nuovo consiglio dell’Ente di Area Vasta

11/10/2014 07:22

Ente di Area Vasta Domenica i grandi elettori bresciani, 2.532 amministratori locali tra sindaci e consiglieri comunali, saranno chiamati a eleggere l´ente di Area Vasta, il nuovo organismo istituzionale che prenderà il posto delle antiche provincie

09/10/2014 15:45

Sindaci e consiglieri comunali al voto per la nuova Provincia Gli amministratori dei 206 Comuni bresciani domenica sono chiamati a eleggere presidente e consiglieri della nuova Provincia che diventa un ente di secondo livello non più eletto dai cittadini e cambierà pelle

26/12/2016 11:18

Consiglio provinciale, i candidati valsabbini Sei le liste in campo per l’elezione di metà mandato dal Consiglio provinciale di Brescia. Domenica 8 gennaio saranno chiamati alle urne tutti i sindaci e i consiglieri comunali

14/03/2019 10:45

Sindaci e consiglieri comunali al voto per la Provincia Gli amministratori pubblici dei Comuni bresciani questa domenica 17 marzo sono chiamati alle urne per votare il rinnovo del Consiglio provinciale di Brescia




Altre da Provincia
15/05/2021

Brescia, balzo della fiducia nel terziario

Nel primo trimestre del 2021 il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attesta a 133, in deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente

14/05/2021

Torna la grande musica in Casa Molloy

Entra nel vivo con la “Summer revolution” la rassegna di concerti tra Bergamo e Brescia. Protagonisti del weekend Viadellironia, Omar Pedrini e Luca Ravenna

14/05/2021

Nasce il Club delle Start-up innovative

La nuova iniziativa di Confindustria Brescia crea le condizioni per fare sistema tra mondo industriale e giovani realtà aziendali con un’importante componente innovativa, permettendo a queste ultime di avere un supporto concreto per esprimere al meglio le proprie potenzialità di crescita

12/05/2021

Depuratore a Lonato, in cosa consiste il progetto?

L’impianto sorgerà nella frazione di Esenta e, secondo Acque Bresciane, darà ampie garanzie di sostenibilità ambientale. Resta da sciogliere il nodo dello scarico dei reflui

12/05/2021

È Lonato la scelta finale per il depuratore

L’ufficialità arriverà nei prossimi giorni, ma la scelta è già stata fatta nel corso della Commissione Ciclo Idrico del Broletto, alla presenza dei vertici di Acque Bresciane e dell’Ufficio d’Ambito

12/05/2021

«Una bestemmia culturale»

Questo, in estrema ed iconica sintesi, il pensiero di un produttore vinicolo valsabbino riguardo all’iniziativa di Bruxelles di togliere l'alcol dal vino e di aggiungervi acqua

(2)
11/05/2021

Designati gli 8 vice presidenti

La squadra affiancherà il presidente designato, Franco Gussalli Beretta, nel quadriennio 2021-2025; l’elezione avverrà durante l’Assemblea Generale del prossimo 31 maggio.

11/05/2021

I sindaci del Chiese: «L'opzione Gavardo/Montichiari non è più percorribile»

Dopo gli esiti dei tavoli tematici sul depuratore organizzati da Acque Bresciane i sindaci dei comuni del Chiese ribadiscono la propria posizione

10/05/2021

Depuratore, settimana decisiva per la localizzazione

L’ipotesi in pole position resta quella di Lonato, che però si schiera per Gavardo e Montichiari con una mozione approvata all’unanimità. Si accende il dibattito anche nel mantovano

07/05/2021

Al via le vaccinazioni per gli over 50

Da lunedì 10 maggio, visto il procedere spedito della campagna vaccinale, anche i nati fino al 1971 potranno prenotare la vaccinazione anti-Covid