03 Maggio 2021, 09.45
Val del Chiese
Parrocchie

Baitoni, esposta la Madonna del Rosario

di Gianpaolo Capelli

Anche quest’anno è iniziato il mese dedicato alla Vergine Maria e nel paese trentino affacciato sull’Eridio si ravvivano le tradizioni di un tempo con le limitazioni dovute alla pandemia ancora in corso


La pandemia in tempi di Covid
non ferma la devozione dei fedeli alla Madonna, anzi la accentua.
Il mese di maggio è dedicato dai credenti e dai devoti della Vergine Maria, proprio a Lei.

Negli anni precedenti il Covid, le parrocchie e le diocesi italiane facevano a gara a organizzare pellegrinaggi nelle località dove Maria è apparsa o nei luoghi di devozione a Lei dedicati.

L'Unitalsi organizzava pellegrinaggi per gli ammalati con diverse destinazioni, in modo particolare per Lourdes.
Erano i treni della speranza per i sofferenti, che se non potevano ottenere il miracolo fisico, chiedevano almeno di avere la rassegnazione di sopportare la malattia con serenità.
Era la massima espressione del grande volontariato di tante persone: barellieri, crocerossine, accompagnatori con mansioni varie, tutti facevano a gara per aiutare chi soffre, silenziosamente.
La loro, una preghiera fattiva e solidale in onore di Maria, era il loro operato in favore degli ammalati, anche gravi.

Tutto questo è scomparso, in attesa di tempi migliori.

In questa prima domenica di maggio, come da consuetudine, la statua linea della Madonna del Rosario, protettrice della chiesa di Baitoni, è stata esposta alla pubblica venerazione, al fianco dell'altare.
Normalmente si trova sulla parete dietro l'altare vicino a Gesù Crocifisso.

Sul supporto che sostiene la Vergine Maria, fa bella mostra la tovaglia regalata e fatta ad uncinetto da Graziella Poli, che da tanto tempo è gravemente ammalata.
Poco tempo fa è venuto a mancare il marito Roberto, sempre disposto ad aiutare in parrocchia.

Quell'“Ave Maria” ricamato da Graziella sulla tovaglia, don Andrea si augura che con la sua preghiera e quella dei fedeli, aiuti Graziella e doni conforto ai famigliari
Messa domenicale molto partecipata: tante le persone hanno ascoltato don Andrea Fava che ha officiato la santa Messa.
Celebrazione secondo le norme anti covid, grazie al volontariato della brava e intransigente Nella Cimarolli, che a turno chiama vicino i ragazzi a cui fa la catechesi, invitando la gente a disinfettarsi le mani, prima e dopo la cerimonia.
Vicino a Nella per l'occasione c'era Biagio Scaglia.

Don Andrea ha rivolto, come sempre, il ringraziamento a tutte le persone che collaborano al decoro della chiesa e si prestano alla buona riuscita delle funzioni religiose. Presente il coro locale.

I ricordi in queste celebrazioni ritornano sempre a quelli agli anni passati: “Na olta se fava così...”
La tradizione del mese di maggio a Baitoni, fino all'avvento dell'unità pastorale, vedeva la celebrazione delle prime comunioni dei ragazzi che si tenevano nella chiesa del paese a fine mese.

Allora, rosari e preghiere comunitarie alla Madonna in alcuni giorni del mese, avvenivano nei vari luoghi di culto, sparsi attorno al paese.
Rosario alla “Crus dei quader”, al capitel di Sant'Antonio all'entrata del paese di Baitoni, quello sempre dedicato al taumaturgo di Padova, lassù al capitel dove inizia la mulattiera per Bondone.
La devozione maggiore era ed è dedicata alla chiesetta al Ruch, dove in piccolo è venerata la stessa Madonna del Rosario della chiesa principale.
La chiesetta del Ruch, fa parte del paese vecchio di Baitoni abbarbicato sotto le rocce delle Laf di Bondone, e fino agli anni 50 è stata la piccola chiesa della frazione del comune di Bondone, che allora contava pochi abitanti.

La consuetudine vuole che la Madonna del Rosario venga portata a spalla lungo le vie del paese due volte all'anno, alla fine del mese di maggio e la prima domenica di ottobre.
A portarla nella processione a maggio erano i papà dei bambini della prima comunione, a ottobre toccava alle giovani del paese, ultimamente supportate dal gruppo alpini locale.

Andando con i ricordi della mia gioventù, nel mese di maggio e di giugno a settimane alterne una volta a Bondone e una a Baitoni, il parroco era uno solo per i due paesi,  teneva le rogazioni,
al fine di propiziare un buon raccolto. Ora il parroco è uno per 5 paesi.

Le rogazioni vennero introdotte con l'avvento del cristianesimo.
Esse consistono in preghiere, e atti di penitenza, con processioni organizzate fin dall'antichità, allo scopo di attirare la benedizione divina sul lavoro nei campi, sull'acqua e sui frutti della terra.
Di buon mattino si partiva dalla chiesa con il parroco in testa, con canti, preghiere e invocazioni.
Ogni volta si sceglieva un percorso diverso, sempre però dove erano presenti piccoli luoghi di culto e devozione cari alla popolazione dei due paesi.  Erano molto partecipate.

Ricordi, tradizioni,devozioni scomparse, come il Covid, si spera momentaneamente, ne sospende altre attuali. Basta feste estive varie, organizzate ovunque.
I fedeli della Comunità di Baitoni e Bondone si augurano che quest'anno, Covid permettendo, le processioni si possano svolgere regolarmente.

Papa Francesco sabato scorso nella recita del Santo Rosario per gli ammalati di Covid e per gli operatori sanitari, ha inviato tutti i fedeli a risvegliare, in questo mese di maggio, la devozione a Maria con la recita del Santo Rosario in famiglia e a visitare i nostri piccoli santuari che sono in tutte le nostre chiese.

La Madonna del Rosario di Baitoni è esposta alla pubblica venerazione... vi aspetta, la chiesa è sempre aperta.

In foto (di David Capelli):
. Prima domenica di maggio chiesa Madonna del Rosario Baitoni don Andrea Fava celebra la santa messa,
. Capitel di Sant'Antonio all'inizio paese
. Madonnina alla Frata di Bondone
. Ricordi...le donne di Baitoni con Maria in spalla



Aggiungi commento:

Vedi anche
10/05/2019 15:00

Baitoni onora la Madonna del Rosario Il mese mariano a Baitoni è iniziato alla grande onorando la protettrice Madonna del Rosario, a cui è dedicata la chiesa, con la solenne processione per le vie del paese 

30/04/2019 14:00

A Storo e Bondone inizia il mese mariano Per tutto il mese di maggio nelle ore serali ci si riunirà nelle contrade, ai capitelli e alle santelle per la recita del rosario e dei canti sacri 

30/09/2019 09:24

Baitoni in festa per la Madonna del Rosario La comunità di Baitoni festeggia la prossima domenica, 6 ottobre, la patrona della sua chiesa, edificata circa settant'anni fa. Un excursus sull'articolata storia di questo luogo di culto

11/09/2017 10:00

A Bondone e Baitoni la Madonna di Settembre Sono accorsi in tanti, venerdì 8 e sabato 9, alla festa settembrina dedicata alla Vergine a Bondone e Baitoni, nelle Giudicarie. Una tradizione molto sentita e di grande valore storico e culturale 

03/10/2016 15:31

Madonna del Rosario, tradizione rispettata Tanta partecipazione alla solenne processione per la ricorrenza mariana che a Castel Condino si festeggia la prima domenica di ottobre




Altre da Val del Chiese
01/08/2021

Ritrovata e soccorsa in fondo a un dirupo

Dopo ore di ricerche è stata fortunatamente recuperata la signora di Trento scivolata per 25 metri nei boschi sopra Roncone. Sul posto il Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco

31/07/2021

Bondone verso il voto

A poco più di due mesi dalle elezioni il comune di Bondone ha una sola candidata per il ruolo di sindaco

26/07/2021

Massimo Salvagni nuovo presidente della Pro Loco

Succede a Daniela Baldracchi. Tra gli obiettivi del suo mandato ulteriori prospettive turistiche su Boniprati

26/07/2021

Saluti e ringraziamenti

Nell’occasione della festa patronale la comunità di Prezzo ha salutato i sacerdoti che per sette anni hanno guidato la parrocchia

25/07/2021

Nuovo direttore al Cedis

Dal prossimo primo agosto il ragioniere Franco Berti sarà direttore del Consorzio elettrico di Storo

23/07/2021

Tornano i «Martedì della Pieve»

Dopo un anno di pausa forzata a causa dell'emergenza Coronavirus torna l'apprezzata iniziativa del Gruppo “Amici della Pieve” di Condino

22/07/2021

Una vita in malga

Malga Vacil, a monte di Storo, è gestita dai coniugi valsabbini Crescini da ormai sette anni. Ad occuparsi dell'allevamento in zona sono quasi tutti bresciani, e molte donne

21/07/2021

Il saluto a parroco e curato

In occasione della festa patronale a Prezzo il saluto al parroco don Vincenzo Lupoli e a don Michele Canestrini che lasciano per nuovi incarichi pastorali

20/07/2021

Al via in Valdaone «Fungolife»

Sabato 31 luglio da Bianca, in Valdaone, si terrà la 21esima edizione della tradizionale manifestazione micologica

19/07/2021

Dalla Rurale nuovi bandi per le Associazioni del territorio

160.000 euro per il sostegno di investimenti materiali e progetti in ambito formativo culturale e sociale. Ecco come partecipare