18 Marzo 2017, 09.49
Valsabbia

Obiettivo pensione

di Roberto Trevisani

“Istruzioni finanziarie di autodifesa” contro le lacune del sistema previdenziale

 
Anno 1990: il sig. Rossi, 57 anni, dopo aver lavorato per 35 anni nella stessa azienda è andato in pensione. Percepisce un assegno dell’80% rispetto ai suoi ultimi stipendi.
 
Anno 2050: il sig. Bianchi, 70 anni, dopo aver cambiato numerosi lavori e subito periodi di inoccupazione potrà, a breve, andare in pensione percependo un assegno del 60% rispetto ai suoi ultimi stipendi.
 
Le riforme previdenziali degli ultimi venticinque anni stanno cambiando radicalmente il futuro dei pensionati che per poter mantenere il tenore di vita conquistato, potersi permettere le cure necessarie a preservare un buono stato di salute ed eventualmente anche togliersi degli sfizi non potranno più basarsi solamente sulle risorse fornite dallo Stato. 

Senza entrare in tecnicismi, si lavorerà piu’ a lungo e con il passaggio al sistema contributivo si riceverà una pensione minore poichè non piu’ legata agli ultimi stipendi, generalmente piu’ elevati rispetto ai primi anni di attività, ma a quanto effettivamente versato alle casse previdenziali.
Per il sig. Bianchi ad esempio, con un tasso di sostituzione del 60%, cioè il rapporto tra l’importo della pensione e l’ultimo stipendio percepito, un reddito di euro millecinquecento si ridurrebbe ad un assegno di soli euro novecento. 
 
E cosa dire di un sistema sanitario pubblico sempre più bersaglio di tagli? Sarà in grado di garantirci i servizi a cui siamo oggi abituati?
La situazione non è sicuramente delle piu’ rosee, specialmente per le nuove generazioni, e probabilmente qualcuno starà iniziando ad imprecare contro i presunti colpevoli identificandoli nellla classe politica, nell’inps, in chi ha rubato, in chi percepisce pensioni d’oro, in chi è andato in pensione con diciannove anni un mese e un giorno di lavoro.
Ma tutto ciò sarebbe una magra consolazione in quanto nessuna polemica potrebbe risolvere il problema. 

Nonostante sia ormai noto che un forte cambiamento è in atto, diverse persone hanno adottato la scelta del non fare, lasciando alla collettività la risoluzione di eventuali loro future difficoltà.
Si abbia però la consapevolezza che la società potrebbe non essere in grado di intervenire in aiuto se tanti dovessero fare tale scelta.
L’opzione è a mio avviso da scartare.
 
Anche stavolta userò l’espressione ‘ma non tutto è perduto’.
Il passato non si può cambiare ma possiamo attrezzarci per la costruzione del nostro futuro. 
Se vogliamo goderci una pensione serena la miglior soluzione è iniziare a risparmiare il prima possibile. Per stabilire quanto accantonare dobbiamo analizzare il nostro stile di vita, identificare i nostri obiettivi da pensionati e quindi stimare l’importo della nostra pensione utilizzando la busta arancione o facendoci assistere dall’inps, da un caf o da un consulente finanziario.
 
Pensare al futuro non è un argomento utile solo per chi ha elevate possibilità finanziarie poichè anche piccoli importi accantonati con costanza possono fare la differenza.
A titolo di esempio investire cento euro al mese per trent’anni ipotizzando un tasso indicativo del 3% permetterebbe di ottenere un deposito finale di euro 58.800 di cui ben 22.800 di interessi.
Se potessimo addirittura iniziare ad investire per i nostri figli sin dalla loro nascita cento euro lasciando che, una volta indipendenti, continuino fino a sessant’anni potrebbe permetterebbe loro di accantonare oltre 200.000 euro di cui quasi 130.000 euro di interessi. 
Ricordiamo che Il fattore tempo sarà il nostro migliore alleato.

Le mie previsioni sul sistema previdenziale potrebbero essere troppo pessimistiche, anche se fatico a crederlo considerando la flessibilità che ci imporrà il nuovo mondo del lavoro con diversi cambi di professione e periodi di inoccupazione.
Scegliere la strada prudente ha solo il difetto di farci trovare con troppi risparmi nel caso la pensione dovesse risultare piu’ ricca delle stime fatte. Per questo enorme problema non ho rimedi se non consigliarvi di spendere o donare ai vostri cari...

E’ possibile accantonare denaro per la pensione in diversi modi alcuni dei quali prevedono dei benefici fiscali.
Se puo’ interessare che venga approfondito l’argomento in un prossimo articolo scrivetelo nei commenti oppure mandate una mail al mio studio o alla redazione di Vsn.

Roberto Trevisani

Via Quarena 145 - Gavardo (BS)
telefono 328 6457362
mail: studio@robertotrevisani.com
pagina facebook: Studio Roberto Trevisani
-----------------------------------------------

Abbiamo chiesto a Roberto Trevisani di aiutarci ad affrontare i piccoli e grandi problemi che le famiglie o le aziende possono incontrare ogni giorno in campo finanziario ed economico.
Lo potete leggere, ma anche chiamare o gli potete scrivere, ha promesso che vi risponderà.
 
 
Tag


Commenti:
ID71460 - 18/03/2017 19:15:07 - (Tc) - Sig Roberto...

SI,puo' interessare,vorrei approfondisse l'argomento,credo sia di interesse a tutti,per farle un esempio,per ora ho rifiutato il fondo pensionistico integrativo Cometa,avro' fatto bene o fatto male?...Ho versato per 31 anni e stando all'attuale,dovrei lavorare ancora per 11 anni e 1 mese e arrivare sotto la 60ina d'anni,ma sara' veramente cosi o dovro' aspettare fino ai 66 e 7 mesi di eta'? Un conto e' andare in pensione sotto i 60 un conto e' sotto i 70,anche perche' svolgo una mansione abbastanza pesante e se dovessi farlo per altri 20 anni,schiatterei prima senza godermi un centesimo della mia pensione.Perche' si innalza l'eta' in base anche al miglioramento della vita,ma non si guarda realmente la mansione che uno svolge,un edile 70enne non me lo vedo proprio,mentre uno dietro lo sportello si,quindi perche' non e' stato valutato anche i carichi di lavoro delle persone,per valutare l'eta' in cui e' piu' opportuno si vada in pensione?

ID71461 - 18/03/2017 19:19:11 - (Tc) - ...

e partendo da ora,quale sarebbe il moiglior sistema anche in ottica futura,per integrare la pensione...fondi Cometa,assicurazioni private,materasso? Cioe' non so se mi spiego...a volte e' dura anche metter via quei 100 eur al mese...si arriva in fondo e non ce n'e' piu'...senza accorgesene,in un attimo volano via...rimpiango un pò la Lira...qualche 100 o 200.000 lire riuscivo sempre a salvarli,ora con l'euro e' molto piu' arduo...Grazie.

ID71464 - 19/03/2017 16:58:51 - (PETER72) - Con la legge Fornero...

ormai Pensione fa rima sempre più con Illusione

ID71469 - 19/03/2017 19:38:54 - (Tc) - Peter72

la si puo' sempre cambiare...basterebbe un referendum,un popolo unito e che si vada a votare...purtroppo queste cose in Italia,non succederanno mai...

ID71474 - 19/03/2017 23:10:40 - (PETER72) - x Tc

I sogni son desideri, in questo caso viceversa

ID71478 - 19/03/2017 23:39:14 - (Tc) - Peter72

ti devo dar ragione ...azzo!

Aggiungi commento:

Vedi anche
23/10/2021 09:20

Finalmente tutti in pensione Auguri ai fratelli Ferri di Agnosine, Aldo, Pietro, Luigina, Giuliano e Natale: tutti quanti hanno raggiunto la meritata pensione

03/09/2018 10:31

Mimmo e la sua meritata pensione Domenico, per tutti Mimmo, di Mocenigo di Vestone, è andato in pensione. E gli amici gli hanno fatto una gran festa

24/11/2016 17:45

Lo stradino va in pensione Dopo una vita trascorsa presso la cantieristica del Comune di Storo, è giunto il tempo della pensione per Oliviero Ferretti

09/02/2022 09:39

La maestra Cristina Marchetti va in pensione Auguri alla maestra Scuola dell'Infanzia di Pompegnino che dopo 40 anni di insegnamento ha raggiunto l'età della pensione

06/05/2015 10:40

Il tempo libero di zio Lucio Tantissimi auguri allo zio Lucio di Ponte Caffaro che finalmente può godersi la pensione




Altre da Valsabbia
27/06/2022

Italian Custom Family, tour della Valsabbia

Un giro panoramico fra Benaco e Valsabbia, ammirando i due laghi e la diga di Valvestino per i biker del gruppo

27/06/2022

Basta competitività nello sport

Qualche giorno fa in una lettera al Direttore, un padre indignato scriveva: “La partita è stata «animata» da un tifo tutt’altro che sportivo rivolto sia alla squadra bresciana che agli arbitri, pesante anche dal punto di vista delle parole, ma l’apice è addirittura stato raggiunto con l’esposizione dello striscione: «Basket Ome come Viadana, figli conigli, mamma p...»”

27/06/2022

Le foto dell'estate

Siete stati o andrete in vacanza al mare o in montagna? Visiterete qualche città d’arte o delle zone naturalistiche? Farete gite in montagna? Rimarrete nella nostra magnifica Valle Sabbia? Mandateci le vostre foto più belle dell’estate

26/06/2022

I comitati rispondono

A seguito dei numerosi articoli apparsi sulla stampa locale, anche relativamente alla grave siccità che ha colpito i nostri territori, tornano a farsi sentire l’associazione Gaia ed il comitato “la Roccia”

26/06/2022

Alla ricerca della tana perduta

No, non è un film con Harrison Ford ma narra comunque di una avvincente avventura nei monti orobici presso un torrente alpino da favola e come protagonista una meravigliosa Fario selvatica.

26/06/2022

I maturandi maturano ma...

I dati Istat mostrano che la Valle Sabbia resta fanalino di coda in provincia di Brescia per numero di laureati: solo 4 comuni su 27 si avvicinano alla media, ben 10 su 27 si trovano tra i peggiori 20 della provincia

(1)
26/06/2022

Crisi idrica: la Valsabbia a secco

Numerosi i comuni bresciani con criticità, la maggioranza si trova proprio in Valle Sabbia. I sindaci agiscono con ordinanze anti spreco: multe fino a 500 euro per chi non rispetta le indicazioni. La Regione: «stato d'emergenza fino al 30 settembre»

25/06/2022

Consiglio Coldiretti Brescia: riunito questa mattina a Lonato del Garda

Giacomelli Coldiretti Brescia: «occasioni utili per un confronto operativo e per azioni concrete per l'agricoltura bresciana»

25/06/2022

Maniva s.p.a e la multinazionale Tetra Pak assieme per «Rendere visibile la risorsa invisibile».

In occasione della giornata mondiale dell’acqua (che si celebra nel mese di marzo) l’azienda bresciana ha scelto nel Tetra Pak il nuovo packaging sostenibile per la sua acqua minerale, mirando a rendere visibile, riconoscibile ed al contempo proteggere il proprio profotto

25/06/2022

La sezione Valsabbina festeggia il compleanno dell'Arma

Si terrà questa domenica 26 giugno a Livemmo di Pertica Alta il raduno della sezione Valsabbina dell’Anc per la ricorrenza del 208° anniversario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri

(1)