10 Luglio 2018, 15.45
Treviso Bs Capovalle
In montagna

Cadetti d'Italia, esercitazione in Valle Sabbia

di Redazione

La località Cavallino della Fobbia, tra Capovalle e Treviso Bresciano, nei prossimi giorni farà da sfondo al Summer Camp dei Cadetti d’Italia e degli inglesi dell’Army Cadet Force 


Alle ore 11.36 PM dell' 11 luglio 2018 dai monitor della sala controllo IDGZ, scompare il segnale dell’elicottero da sorveglianza e ricognizione Albatros3 in codice “Sky Angels”. Il velivolo era di ritorno da un volo di controllo dell’area di confine tra le province di Cubistan e Rombostan; probabilmente è precipitato e si teme per la sorte dell’equipaggio. L’area è vasta, più di 16 km quadrati ed è prevalentemente montagnosa caratterizzata da piccoli insediamenti rurali ubicati prevalentemente nelle poche radure prative proprio a ridosso dalla linea di confine. Nel settore è presente una compagnia multinazionale ITA-UK (TF Aquila), che viene immediatamente allarmata e riceve l’ordine procedere nella ricerca del velivolo e del suo equipaggio…
 
Il Summer Camp 2018 dei Cadetti d’Italia inizierà così; dal 12 al 19 luglio in campo una “forza multinazionale” costituita da cadetti ed istruttori italiani (volontari ANVG – Cadetti d’Italia) ed inglesi dell’Army Cadet Force; oltre alla compagine italiana, saranno presenti tre comandi regionali inglesi, Kent, Sussex e South East London per un numero complessivo di 70 persone. 
 
L’esercizio operativo 2018 (Field Tactical Exercise) “Sky angels” è sostanzialmente una grande manovra di ricerca dispersi in un’area vasta e montagnosa. Il tutto si svolgerà nelle prealpi bresciane in località Cavallino della Fobbia, tra i comuni di Capovalle e Treviso Bresciano. 
 
Il campo avrà una durata di 8 giorni, caratterizzati da diversi contenuti. I primi due, come da consuetudine (giovedì e venerdì) saranno dedicati all’ambientamento ed alla amalgama del gruppo. I cadetti avranno modo di conoscersi e lavorare insieme praticando un training leggero inerente la sicurezza, il movimento di squadra, primo soccorso ed altre attività propedeutiche alle successive operazioni. L’esercizio Tattico Operativo (FTX) occuperà complessivamente 4 giorni ed inizierà nella mattinata di sabato 14 luglio per terminare nella giornata di martedì 17 luglio. 
 
Nella prima fase (sabato e domenica) la forza complessiva dei cadetti sarà divisa in tre squadre (16 cadetti+4 Istruttori) ed ogni squadra avrà una serie di missioni da compiere in autonomia. Avranno modo di cimentarsi in diversi esercizi di orienteering, ricerca dispersi, primo soccorso, comunicazioni radio e allestimento di una zona per atterraggio elicottero. Tutte le prove saranno distribuite sul territorio circostante e le squadre le raggiungeranno in movimento tattico utilizzando mappe IGM al 25.000, bussola e coordinatometro. Gli istruttori presenti nelle squadre opereranno solo in funzione di controllori della sicurezza e valutatori.
 
La seconda fase inizierà nella mattinata di lunedì 16 luglio. Sarà una manovra tattica a livello di compagnia, i Cadetti a piedi dovranno raggiungere la zona in cui sono probabilmente sono stati individuati i piloti superstiti. La squadra esploratori effettuerà un ascensione al Monte Manos (1500 m) per ispezionare i ruderi delle postazioni italiane risalenti alla Grande Guerra, mentre la rimanente parte della compagnia con un movimento ampio seguirà una vecchia strada militare, posizionata un poco più a valle. Le forze si ricongiungeranno ai piedi del Monte Carzen dove allestiranno un bivacco per passare la notte. 
 
Nella mattina di martedì 17 la compagnia  salirà Monte Carzen alla ricerca dei piloti superstiti, in quanto i segnali emessi dai GPS indicano la loro presenza proprio questo punto. Tutto è bene quello che finisce bene, piloti ritrovati, stanno bene anche se un po’ ammaccati. Rapido allestimento di una ZAE per l’evacuazione MEDEVAC dei feriti. Missione terminata la compagnia può rientrare (a piedi) agli alloggi per il meritato riposo.
 
Gli ultimi due giorni di campo saranno dedicati al turismo e svago in generale. Non mancherà anche un momento celebrativo dedicato al centenario della Grande Guerra. Mercoledì 18 tutta la compagnia si trasferirà alla Rocca d’Anfo, splendida fortezza arroccata tra il Lago d’Idro e la montagna, che da ben seicento anni è posta a guardia di un antico confine. Dentro la fortezza la compagnia schierata deporrà una corona di fiori italo-inglese per ricordare  tutti i Fratelli caduti in quella tremenda tempesta. Giovedì 19 Luglio cerimonia di chiusura del campo con consueto scambio di doni e riconoscimenti. 
 
“Chiuderemo festeggiando i dieci anni di questo fantastico ed unico progetto educativo – scrive il Magg. RS Roberto Viani - nel quale adulti e giovani condividono fatica, regole, rispetto, ma soprattutto amicizia e valori universali. Un esempio chiaro e semplice di come si possono trasmettere i Valori ai giovani, un messaggio che richiede agli adulti di buona volontà impegno, coraggio ed esempio e che non delega ad altri il compito educativo”.

Foto di repertorio
 
  


Aggiungi commento:

Vedi anche
19/04/2019 19:06

Ma bravi! (si fa per dire) Una vera e propria discarica quella che ci segnala un lettore che l'ha immortalata al Cavallino della Fobbia

19/03/2018 10:00

In arrivo la «Cronoscalata della Fobbia» Nel prossimo mese di luglio la prima edizione di un nuovo progetto agonistico messo in campo dal Gs Odolese che coinvolgerà nello stesso tempo biker e runner

06/07/2016 16:29

Docenti a scuola per aggiornare i loro saperi Dal 7 al 9 luglio, esperti di rilievo e docenti s’incontreranno alle medie di Casto per il convegno di studi “Summer Camp 2016: incontri digitali”, dedicato espressamente agli insegnati del primo ciclo d’istruzione

07/07/2008 00:00

Sette giorni di sport Grazie a Summer camp, a partire da oggi Vobarno proporr per una settimana sport e giochi; ma con molta disciplina. L’idea del Comune, in collaborazione con la Polisportiva e con la bocciofila.

16/06/2017 10:27

Avis Summer Camp, il campo base della salute Domenica 25 giugno presso l’Unità di Raccolta Sangue di Barghe un’iniziativa aperta a tutta la popolazione dedicata alla prevenzione e alla diffusione dei corretti stili di vita




Altre da Capovalle
26/07/2021

Il sogno di Germano Eggiolini è realtà

È in fase di costruzione in queste settimane in quel di Capovalle una nuova stalla con annesso caseificio per la produzione del pregiato Tombea

(1)
16/07/2021

Il cuore cede mentre si reca al mercato

Inutili i soccorsi per un uomo di 85 anni che da decenni amava trascorrere lunghi periodi di villeggiatura a Capovalle

14/07/2021

Penne nere sullo Stino

Quest’anno a causa delle restrizioni l’anniversario della chiesetta alpina sarà celebrato in forma ridotta, ma gli alpini non mancano di prendersi cura del loro territorio

24/06/2021

Idroman, l'assalto di 600 coraggiosi

Domenica l’Eridio sarà il teatro di uno tra i più temuti ma affascinanti triathlon l’Europa giunto quest’anno alla decima edizione

23/06/2021

Cantieri in via di conclusione

Sono quelli relativi alla scuola primaria, al municipio e altri lavori stradali che hanno riqualificato il centro storico degli antichi borghi

21/06/2021

Il Tombea protagonista a Rai3

Il "nostro" Gianpaolo Capelli, insieme al giornalista Stefano Cangemi di Rai Tre giunto da Roma, è salito a Magasa, in località Denai, per intervistare l'allevatore e casaro Germano Eggiolini, nativo di Capovalle, classe 1974. VIDEO

16/06/2021

Itinerari sui percorsi della storia

Stanno riscontrando interesse le pubblicazioni dedicate ai paesi del lago d’Idro dedicati alle opere di difesa che circondano l’Eridio. E c’è pure un concorso

17/05/2021

«Il lago d'Idro come un fiordo norvegese»

Si è concluso sabato scorso il trekking attorno all’Eridio del blogger Gio del Bianco, che ha saputo cogliere e comunicare le bellezze del lago e ha un suggerimento per gli amministratori e per chi si occupa di turismo sul lago

(1)
22/04/2021

Grazie Gavardo!

Grazie Gavardo
Nonna Tina è tornata a casa, nella sua Capovalle, dopo tre lunghi mesi di ricovero causa Covid. I ringraziamenti della nipote

16/04/2021

Piccoli comuni di montagna, fonti di attività e telemedicina

Anche quattro Comuni Valsabbini possono usufruire dei fondi ministeriali per piccole attività economiche, commercio di vicinato e telemedicina attraverso un bando realizzato in collaborazione con Comuni della Valcamonica e Federfarma Brescia