14 Novembre 2017, 17.33
Agnosine
Servizi

È il regolamento bellezza

di Ubaldo Vallini

Parafrasando l’indimenticabile battuta di Humprey Bogart in “L’ultima minaccia” si spiega quello che è accaduto ad una studentessa 18enne di Agnosine


In questo caso inflessibile non è la stampa, come nel film del ’52, ma il regolamento stabilito da Arriva Italia sul comportamento da tenere in autobus.
Ma andiamo con ordine.

La vicenda risale a qualche giorno fa.
Stefania, studentessa di Agnosine che frequenta la Pastori a Brescia, da qualche tempo è costretta all’utilizzo delle stampelle, causa improvvida caduta con la moto.

Utilizzando le grucce ha dovuto giocoforza adattare numerose e consolidate abitudini.
Fra queste anche quella la sequenza che ogni giorno la porta ad obliterare il biglietto sul pullman che la porta a scuola o la riporta a casa.
Che è questa: salita come sempre al volo sul mezzo di trasporto pubblico trova posto, ci si sistema non senza qualche affanno, apre la cartella, estrae il biglietto e lo consegna all’amica Asia che provvede alla sua obliterazione.

Così anche l’altro giorno, con la differenza che, mentre Asia tornava sui suoi passi per raggiungere la macchinetta obliteratrice, ecco salire un controllore.

«Prego signorina, il biglietto è da timbrare prima di sedersi, favorisca un documento, lei è in multa».

Invano Asia ha spiegato che il biglietto non era il suo, che l’amica era stampellodotata ed impossibilitata ad espletare l’incombenza secondo le regole previste, pena il blocco totale per qualche minuto del corridoio con seguito di contumelie collettive.
Il solerte controllore, a quel punto ha solo deviato di un poco l’attenzione e la multa, 30 euro, è stata appioppata ad un’allibita Stefania, che non si sa bene cosa abbia pensato in quel momento, ma c’entravano sicuramente anche le due pizze che il mese prossimo non potrà farsi con gli amici.

«Ma quali stampelle e stampelle, se non le sta bene se ne lamenti in direzione»
così ha chiuso la discussione il bigliettaio.

E così Stefania ha fatto, ottenendo una rapida risposta: «In riferimento alla sua segnalazione …. nel caso di biglietto di corsa semplice va subito obliterato all’atto della salita a bordo…. Anche se oggettivamente non abbiamo riscontrato le insolite circostanze da Lei esposte…. chiamati ad esprimere un parere… riteniamo che lei avrebbe dovuto informare immediatamente il conducente del Suo impedimento cosicché egli avrebbe potuto testimoniare la Sua eventuale buona fede…. per quanto sopra esposto non possiamo che confermare la sanzione…. la invitiamo a conciliare…» .

Niente da fare insomma: gli stampellomuniti sono da oggi avvisati, possono anzi devono prendersi tutto il tempo necessario davanti alla macchinetta.
E chi aspetta dietro? Si lamenti col controllore. E’ il regolamento, bellezza.



Commenti:
ID74137 - 14/11/2017 17:47:36 - (bob63) - fuga di cervelli

La stampella glie la doveva picchiare in testa, capisco le regole ma spesso questi tutti chiacchiere e distintivo dovrebbero capire anche la situazione e/o al limite far presente x il futuro, ma la regola e sempre quella... fare cassa, e quando i trasporti sono in sciopero, viene riconosciuto il rimborso dell'abbonamento agli utenti?

ID74138 - 14/11/2017 17:55:17 - (piedemerda) - ignoranza

Purtroppo l'ignoranza abbonda in questi sceriffi di quart'ordine, se fosse stato un uomo grande e grosso cosa avrebbe fatto? abuso di potere, il licenziamento sarebbe il minimo per questo emerito imbecille.

ID74139 - 14/11/2017 17:58:15 - (piedemerda) -

ci si lamenta che i giovani passano tutto il tempo attaccati al cell, una che vuole andare a imparare nonostante la menomazione, anche se per poco tempo, appena sarà a posto non userà più le grucce, e vuole andare a scuola viene multata è una vergogna.

ID74140 - 14/11/2017 19:35:36 - (Tc) - ...

mi vergogno qundo leggo ti controllori pestati a sangue per aver proferito il loro mestiere...in questo caso pero' ,mi sarei vergognato di meno...e' brutta da dire,ma l'e' ise...

ID74143 - 14/11/2017 21:23:27 - (PETER72) - Come siamo fatti bene noi altri italiani...

"Acchiappano un ladro in casa d'altri, Poverino! Povero Ragazzo, Aveva Bisogno... Ci troviamo il ladro dentro casa nostra, ci precipitiamo subito al telefono, ci affacciamo alla finestra, Pronto, Aiuto, Carabinieri, Polizia, Arrestatelo!!!" così raccontava Aldo Fabrizi nel 1959 nel film "I Tartassati"

ID74146 - 15/11/2017 07:03:28 - (GGA) - Solito discorso del C

A questi signori non gli frega nulla di nulla , non guardano i bisogni reali della gente. IO questo controllore gli toglierei la paga e lo manderei a lavorare in miniera

ID74147 - 15/11/2017 07:07:13 - (FilippoIppo) - E dagli al controllore...

E se la ragazza non l'avesse proprio raccontata giusta? Per esempio: come mai tutti i giorni a scuola col biglietto singolo e non con l'abbonamento che costerebbe di meno?

ID74154 - 15/11/2017 15:14:37 - (nina) - dubbio

Sono d'accordo con te mi fa molto strano tutti i giorni a scuola con biglietto singolo anzichè abbonamento perchè il risparmio c'è alla grande. L'unico dubbio che andasse in auto prima dell'infortunio. Comunque il biglietto era stato vidimato il controllore poteva essere meno fiscale.Forse era una lezione per i furbetti.

ID74156 - 15/11/2017 15:48:35 - (Tc) - ...

anche se la ragazza non la raccontasse giusta,saranno affari suoi,al controllore deve solo interessare la vidimazione del biglietto,ed essendo stata fatta,non si doveva certo permettere di rispondere cosi,fosse stato una persona diversa lo avrebbe anche tirato giu' magari da quel pullman...

ID74158 - 15/11/2017 18:04:22 - (St) - Per togliere tutti i dubbi

Non ho fatto l'abbonamento per il semplice fatto che non riesco ad andare a scuola tutti i giorni, sia per la difficoltà che si ha a camminare con le stampelle, sia perché i dolori al ginocchio mi fanno compagnia costantemente.

ID74159 - 15/11/2017 18:16:42 - (And75) -

Io di solito, quando salgo sui mezzi pubblici lo faccio con il biglietto in mano o a portata di mano, se il problema era non avere le mani libere bastava avvisare l'autista oppure darlo PRIMA DI SALIRE SUL BUS all'amica che l'avrebbe timbrato mentre saliva. Io non me la sento di dar torto al controllore, perché ha solo fatto il suo lavoro, magari dopo la spiegazione avrebbe potuto essere più clemente. Però sono molti, anche insospettabili, che fanno finta di nulla e poi corrono alla macchinetta quando vedono apparire all'orizzonte il controllore... Quindi credo che se ha ritenuto di dare la multa avrà avuto i suoi buoni motivi... Io una volta mi son dimenticato di timbrare il biglietto della metro, quando me ne sono accorto (anche se non c'era il controllore) sono sceso alla prima stazione per timbrarlo e sono risalito sul treno successivo... anche perché far figure per 1.40€ non mi sembra il caso...

ID74160 - 15/11/2017 18:39:43 - (St) -

Sono perfettamente d'accordo con te che il controllore faccia il suo lavoro correttamente e che sia abituato a incontrare dei furbetti come dici tu, ma l'autista mi conosce da 5 anni(ho sempre avuto l'abbonamento regolarmente pagato) e sa benissimo il mio problema attuale e sa anche che tutte le volte io prendo il posto sul mezzo e poi mando qualcuno a far timbrare...quindi si poteva semplicemente avere quel briciolo di buon senso che in quel momento è mancato. Credo che molte persone prima di fare commenti inadeguati dovrebbero provare a mettersi nei panni di una ragazza con le stampelle.

ID74161 - 15/11/2017 19:05:59 - (sonio.a) -

Sarei curioso di sapere se il controllore e' cosi solerte anche nei confronti dei vari furbetti nord'africani che abitualmente non pagano il biglietto soprattutto il sabato mattina nella corsa delle 6.30 che dalla stazione porta a Sal dove i suddetti chiedono l'elemosina zona mercato e sul bus che alle 12.30 li riporta a Brescia..

ID74162 - 15/11/2017 19:08:29 - (sonio.a) -

Sal

ID74172 - 16/11/2017 06:55:48 - (roberto74) - Perfettamente d'accordo...

Con l'ultimo intervento di Stefania, alla quale invidio questa calma nel raccontare il tutto qui..ancora più d'accordo con Sonio.a

ID74173 - 16/11/2017 07:20:02 - (ubaldo) - Ignoranza e pregiudizio

Eccolo il chiodo fisso, ti pareva che i soliti non andavano a parare lì? E perchè mai un controllore non dovrebbe essere allo stesso modo solerte anche nei confronti dei furbetti nordafricani? Ce lo spiegate voi sonio.a e roberto74.

ID74174 - 16/11/2017 10:36:00 - (sonio.a) -

Perch senno vengono menati e minacciati...chiedere agli autisti della sia

ID74176 - 16/11/2017 12:22:26 - (ubaldo) - x sonio.a

Leggende metropolitane. Io non consoco nessun autista della Sia che possa afefrmare che i controllori controllano gli italiani e non i nordafricani perchè hanno paura di prenderle. Se quello che lei afferma non è una sciocchezza, come io credo, la invito a farmi avere il nominativo (in privato ubaldo@vallesabbianews.it), che provvedo io direttamente verificare i fatti ed eventualmente a segnalarli a chi di dovere.

ID74178 - 16/11/2017 12:45:40 - (sonio.a) -

Segnali a chi di dovere di salire il sabato mattina sul bus che parte alle 6.30 dalla stazione di Brescia verso il lago di Garda e sul bus che torna poi alle 12.30 dal lago (Sal)verso la citt...grazie

ID74179 - 16/11/2017 14:13:38 - (ubaldo) - Prego sonio.a

Si, il controllore del controllore. Ma mi faccia il piacere. Lei riporta delle leggende metropolitane senza cognizione di causa. Solo per il gusto di sparlare degli stranieri, come non perde occasione di fare, anche commentando articoli come questo dove nemmeno sono menzionati. Stranieri che lei evidentemente ritiene siano tutti delinquenti o approfittatori o chissà che altro. Questo è razzismo, identico come lo è stato nel ventennio fascista nei confronti degli ebrei ed è anche perseguibile per legge.

ID74180 - 16/11/2017 14:15:17 - (ubaldo) - Prego sonio.a

Oppure lei sa molto più di quello che vuol far credere sul comportamento dei controllori della Sia quando incontrano dei nordafricani. Se è così il suo sarebbe un classico caso di omertà. Badi bene: omertà nei confronti dei soprusi (presunti) perpetrati da quelli che lei definisce "nordafricani".

ID74181 - 16/11/2017 14:16:05 - (ubaldo) - Prego sonio.a (fine)

Delle due una. Il suo è un comportamento razzista oppure quello di un pavido spettatore pronto a darsi da fare solo con la tastiera di un computer? Veda lei cosa preferisce.

ID74182 - 16/11/2017 14:45:53 - (sonio.a) -

Razzista no...diversamente buonista!cmq ha ragione...la segnalazione la faccio io in sia...poi le far sapere cosa mi risponderanno...

ID74183 - 16/11/2017 14:50:25 - (ubaldo) - Bravo

Così si fa

ID74185 - 16/11/2017 17:47:32 - (DODECA) -

mi spiace (perchè non sono razzista) ma purtroppo ho sentito giusto pochi giorni fa con le mie orecchie un autista della tratta in oggetto lamentarsi degli stranieri che salgono e non timbrano regolarmente e di come lui non chieda loro l'obliterazione per paura di beccarsi qualche ceffone. inoltre diceva di aver chiesto in direzione maggiori controllori ma nulla da fare...

ID74186 - 16/11/2017 17:51:36 - (DODECA) -

piena solidarieta con la studentessa che nonostante le stampelle segue virtualmente le lezioni e si reca fisicamente x verifiche o interrogazioni. solo chi è stato studente e ha usato le filo in orari scolastici sa che è fisicamente impossibile bloccare il flusso della massa in salita sulla filo perchè tu hai le stampelle e sei lento e vuoi pure obliterare il biglietto.... ok applicare i regolamenti... ma anche il buon senso va usato... e in questo caso non è stato fatto

ID74187 - 16/11/2017 18:36:44 - (ubaldo) - x DODECA

Legga meglio che le parole hanno ancora un senso, credo. Sonio.a non ha parlato di autisti che vedono passeggeri viaggiare a sbafo (piaga generalizzata, che poi siano tutti stranieri è da verificare perchè le statistiche dicono altro), ma di controllori che non darebbero la multa a nordafricani, per paura di essere minacciati o addirittura di prenderle.

ID74190 - 16/11/2017 20:51:16 - (DODECA) -

l'autista in questione affermava che anche i controllori sono... abbastanza intimoriti... e comunque in nonobliteratori incalliti (sia italiani che stranieri) dicono sempre di non avere con se documenti e a seguire forniscono false generalità. questo quanto sentito. c'era poi anche tutto un discorso legato ad eventuali processi che l'autista o il controllore eventualmente lesi fisicamente dal nordafricano doveva sostenere in prima persona in quanto la societa non è parte in causa visto che l'aggressione è fatta alla persona e non al mezzo. va da se quindi che è piu facile applicare il regolamento con una stampellodotata che con un irregolare senza documenti alto 2 metri...

ID74191 - 16/11/2017 20:59:00 - (ubaldo) - Sono d'accordo DODECA

Il tuo discorso così non fa una piega e giustamente la distinzione è fra una stampellodotata e un energumeno. Non altre distinzioni strane. Perdonami la ridondanza degli interventi, ma qui c'è gente che se la stampelloditata fosse stata una ragazza marocchina avrebbe commentato in modo assai diverso. Ho deciso di non accettare più passivamente su queste pagine le derive xenofobe.

ID74193 - 16/11/2017 21:51:29 - (DODECA) -

pienamente daccordo

ID74195 - 16/11/2017 22:00:34 - (sonio.a) -

Se dire che molti extra non pagano il biglietto e sono prepotenti e strafottenti significa essere xenofobi allora lo sono!abbiamo gi i nostri parassiti autoctoni da mantenere...non ce ne servono altri!tanto l'anno prox cari pendolari vi aumenteranno i biglietti per rientrare delle perdite!paga somaro italiano!

ID74196 - 16/11/2017 22:11:39 - (ubaldo) - x sonio.a

Vedi qual'è il tuo problema: a te stan bene i parassiti se sono nostrani, a me no. I parassiti sono parassiti e basta e non sono interessato al colore che hanno, quale religione professano, se sono maschi, femmine o a metà stada. La stessa cosa per le persone, che distinguo fra quelle per bene, i delinquenti o gli idioti. Ce n'è di diverso tipo per ogni razza e non è certo quella che fa la differenza.

ID74197 - 16/11/2017 23:58:48 - (sonio.a) -

Forse non mi sono spiegato!a me non stanno bene i nostri parassiti che gi abbiamo in casa...purtroppo quelli ce li dobbiamo tenere perch sono cittadini italiani...a partire dai nostri politici..perch andiamo a prenderne altri?chi non rispetto le regole deve essere sanzionato e se non ha i requisiti per stare qui rimpatriato...non possiamo mantenere tutto il Mondo..abbiamo gi le pezze al culo noi!capit?

ID74199 - 17/11/2017 07:17:11 - (ubaldo) - no no, ti sei spiegato benissimo

Tu i parassiti nostrani li sopporti e quegli alti no. E "quegli altri" non li sopporti in ogni caso. A me invece i parassiti danno fastidio comunque, allo stesso modo. E allo stesso modo apprezzo le persone per bene. La differenza è solo questa.

ID74201 - 17/11/2017 12:21:25 - (sonio.a) -

La pensi un po' come vuole...me ne far una ragione

Aggiungi commento:

Vedi anche
25/02/2014 06:40

Volo in elicottero per il boscaiolo Brutto incidente quello accaduto ieri a un 51 enne di Agnosine, colpito dalle fronde di una robinia abbattuta nel bosco

21/09/2007 00:00

Maggioranza in bilico salvata dalla Lega Non sarebbe la prima volta che le decisioni vengono prese con un solo voto di scarto: “ la democrazia bellezza”, verrebbe da dire parafrasando la ben nota affermazione. Fin che la barca va...

29/04/2014 07:00

L'oratorio delle Miss, purchè cittadine italiane E' opportuno per un oratorio organizzare un concorso per Miss? Già qui qualcuno potrebbe storcere il naso. Non basta poi che siano residenti, recita il regolamento, devono essere anche di cittadinanza italiana

25/03/2015 07:25

Prevenzione e formazione Patrocini a... tasso alcolico ridotto in Valle Sabbia, dove per contrastare l'abuso di beveroni "devastanti", sei Comuni si accordano per formulare il relativo regolamento. Ed una serie di incontri formativi

23/02/2017 06:13

Come per i terremotati In attesa che vengano prese decisioni definitive, in merito alla sistemazione del vecchio ufficio postale, ad Agnosine va in scena quello "mobile"




Altre da Agnosine
10/06/2021

Pirla: un anno di lavori

C’è chi si chiede, transitando sulla 237 del Caffaro quando diventa tangenziale di Odolo, che cosa sta succedendo alla montagna. Sono i lavori di Terna ed A2A per costruzione di una “sottostazione”

08/06/2021

La risposta del Prefetto

In merito alla richiesta da parte dei sindaci che amministrano il territoio delle "Coste", il tratto di 237 del Caffaro su cui avvengono numerosi incidenti, arriva anche una nota del Prefetto

(5)
08/06/2021

Corse folli sulle Coste

I sindaci di Caino, Agnosine, Odolo e Vallio Terme scrivono al Prefetto per sollecitare più controlli sul passaggio delle moto e uno minaccia di bloccare la strada

(5)
05/06/2021

Vaccinazioni per over 60

Accesso libero senza prenotazione ai Centri vaccinali per questo e il prossimo fine settimana per i residenti nei piccoli comuni: otto quelli valsabbini e sette i gardesani

27/05/2021

Vax Day per gli over 60 ancora da vaccinare

Anche 8 Comuni valsabbini sono inseriti nella lista dei 28 Comuni Bresciani con libero accesso ai Centri vaccinali per gli ultrasessantenni per due fine settimana di giugno

07/05/2021

Tutto da solo, senza patente

E’ arrivato “lungo” in curva ed è andato a sbattere con violenza contro un pilastro in cemento: tanta paura, meno danni fisici che guai

30/04/2021

Tanti auguri Rosalba

Buon compleanno a Rosalba Francinelli, di Agnosine, che proprio oggi, venerdì 30 aprile, compie 64 splendidi anni

21/04/2021

Pronto Emergenza sempre in prima fila

L'associazione Pronto Emergenza "Volontari in Odolo" non si arrende di fronte alle sfide dell'emergenza sanitaria ed è sempre pronta ad offrire i suoi servizi alla comunità.

16/04/2021

Agnosine e i tamponi

L’Amministrazione comunale di Agnosine si ripete: dopo l’esperienza di “tamponamento” per gli over 70, ecco quella per tutti i maggiorenni

12/04/2021

Spiedo e taragna per l'ambulanza

Polisportiva e cacciatori Acl insieme, ad Agnosine, per una giornata di solidarietà. Obiettivo: una nuova ambulanza per Pronto Emergenza

Agnosine, il paese la sua gente

Il Santuario della Madonna di Calchere

14/04/2020

Il nuovo municipio di Agnosine è stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

14/04/2020

E’ stata l’azienda che per più di 50 anni, fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, più di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

14/04/2020

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, già citata in un documento del 1037.
L’edificio attuale risale al 1771


14/04/2020

Col suo campanile domina la valle.
L’attuale costruzione risale al 1674 ed è stata eretta su una struttura precedente