22 Ottobre 2017, 08.40
Vobarno
Fondazioni

Irene Rubini Falck, Salvadori si dimette

di val.

Un po' a sorpresa le dimissioni del presidente della struttura vobarnese per anziani. Una decisione forse figlia delle polemiche alimentate in queste ultime settimane. Tempo 20 giorni e potrebbe già essercene un altro.


Forse non erano del tutto strumentali, politicamente parlando, le polemiche innescate nelle scorse settimane attorno alla Fondazione Irene Rubini Falck di Vobarno.

Venerdì sera infatti, un poco a sorpresa, il presidente Alessandro Salvadori che era stato designato a quel ruolo dal sindaco di Vobarno solo pochi mesi fa, ha rassegnato le dimissioni al “suo” Cda e in municipio.

Ancora nessuna versione ufficiale circola in merito alle motivazioni di tale gesto, ma è difficile pensare che fra queste non ci siano i continui attacchi al suo operato, che avrebbero messo in discussione persino l’armonia in seno alla giunta comunale.

Questo anche se – e forse proprio per questo - una volta designati, e nel caso vobarnese ciò accade su indicazione del sindaco pro tempore, i membri del Consiglio di amministrazione della Fondazione sono assolutamente indipendenti nelle loro decisioni.

“Madre” di tutte le polemiche, sarebbe la decisione presa in autonomia dal presidente Salvadori di partecipare al bando per la gestione della struttura manerbiese “Le Farfalle”, investendo così gran parte dei fondi accantonati grazie ad una gestione oculata di chi l’aveva preceduto.

Una scelta che a Vobarno è stata però considerata non i linea con la “mission” della Fondazione, con l’idea che quei denari sarebbero dovuti essere piuttosto utilizzati a migliorare il servizio offerto invece che essere investiti in Valtenesi.
E su questa linea si era alla fine espressa anche la maggioranza, provocando la marcia indietro di Salvadori.

In municipio promettono ora tempi veloci per la sostituzione de presidente dimissionario: già questo lunedì potrebbe e esserci il bando, entro la prima metà di novembre un nuovo presidente potrebbe essere già al lavoro.



Commenti:
ID73844 - 22/10/2017 11:21:38 - (minkia) - struttura "manerbiese" ?

ma è lo stesso Salvadori direttore della RSA di Gavardo, messo lì con uno stipendio da top manager dall'ex sindaco Vezzola di Gavardo, condannato e quindi sospeso dal prefetto?

ID73845 - 22/10/2017 12:36:58 - (alfo70) - sig

Minkia,quale sarebbe lo stipendio da top manager??

ID73848 - 22/10/2017 13:38:21 - (turk182) - Si si

A cui si sommava pure lo stipendio da assessore ( ai sevizi sociali, niente conflitto d'interessi vero??), a cui a rinunciato, bontà sua, quanto da contratto a tempo determinato è stato assunto a tempo indeterminato dalla stessa RSA di Gavardo. .. . Quanta generosita..

ID73849 - 22/10/2017 15:13:03 - (maxero) -

Turk182 lei è sempre un signore.

ID73850 - 22/10/2017 15:28:47 - (turk182) - Dica

Signror max zero, ho detto qualcosa di sbagliato?Se non erro lei era quello che definiva pieno d'inventiva un Sindaco come quello gavardese che non rispettava le regole e le leggi giusto? mi corregga se sbaglio, nel caso dovrei aver conservato quanto scriveva ai tempi così vedo di citarla correttamente, non vorrei prendere del "signore" due volte e per nulla...

ID73852 - 22/10/2017 15:42:20 - (skyrunner968) - era ora

Giusto che la comunità vobarnese scelga un uomo di garanzia e conoscenza del luogo e delle persone,non uno che viene da un altro paese ed ha già altri incarichi......peccato che a volte le persone hanno la memoria corta...oppure che a forza di sciorinare mielosi cerimoniali gli viene la barba lunga...

ID73853 - 22/10/2017 15:44:46 - (maxero) -

Parlare di stipendi altrui in questo modo è una volgarità.Credo possa convenire anche lei.Preferirei leggere e dibattere nel merito.Se la butta in caciara perché non sa come riempiere una domenica uggiosa la lascio andare avanti da solo.E poi ci pensa già mia moglie a ricordarmi ciò che ho detto l'anno scorso o cosa mi dimentico e dovevo fare.Parliamo serenamente, suvvia.

ID73854 - 22/10/2017 16:05:23 - (turk182) - interessante

Ricordare che qualcuno prende uno stipendio che in realta' avrebbe potuto essere di qualcun altro "è volgarita'", bella questa!. Se è così volgare parlarne dovrebbe essere altrettanto volgare prendere una stipendio quando invece non se ne avrebbe diritto, invece come al solito, max zero gira la frittata "quando il saggio indica la luna lo stolto guarda il dito" nel caso di max zero lui guarda i piedi. Allora magari potrebbe trovare meno volgare ricordare che la persona di cui si parla è stato condannato per il danno erariale insieme a tutta la passata Giunta Vezzola? Buttandola nel merito, a VOBARNO non hanno trovato nessuno del luogo più adatto oppure serviva uno di fuori per fare il lavoro sporco legato alle "Farfalle" di Manerba??

ID73856 - 22/10/2017 18:58:08 - (Mariaantonietta) -

Secondo

ID73858 - 22/10/2017 19:11:17 - (Dioniso) - Peccato!

che talvolta la rete - strumento straordinario di informazione e scambio - sia popolata da troll a cui assai poco interessa il confronto sul merito dei problemi e delle vicende, ma piuttosto colgono ogni occasione per scaricare i propri personali risentimenti, odi, rancori che sarebbe, invece, assai più maturo e adulto sapersi comunicare di persona. Per quel poco che conosco il sindaco di Vobarno, sono certo che, insieme a Salvadori, avranno riflettuto e assunto la migliore decisione per assicurare alla Casa di Riposo quella serenità necessaria a continuare la propria opera meritoria. Nel lavoro, come negli impegni sociali, non sempre si fanno le cose giuste nel momento giusto: ciò che conta è assumere uno sguardo critico e avere il coraggio (che non è da tutti) anche di fare un passo indietro.

ID73860 - 22/10/2017 21:10:57 - (skyrunner968) -

Oh Dionisio,sarebbe capace di ammansire anche un leone affamato.qui nessuno sta scaricando sentimenti odi e rancori, questo lo pensa lei, qui si racconta la verità, che magari adesso le da fastidio e ne vorrebbe un'altra.Lo ammette lei stesso:.."non sempre si fanno le cose giuste", ma questi sbagli non sono figli di inesperienza!!, proprio per questo bisogna avere il coraggio di dare un calcio nel sedere a queste persone, altro che passo indietro!!In politica non si può improvvisare!!,si premedita tutto , anche le furbate e gli sbagli, finché qualcuno non se accorge e magari si stufa di essere preso per i fondelli.Se ne faccia una ragione.

ID73861 - 22/10/2017 23:13:20 - (Mariaantonietta) -

Non odio e non ho rancore ma ti assicuro che da anni sento e ascolto il malcontento di persone che lavorano lì e sinceramente non capisco perché non si facciano sentire...c'è uno strano meccanismo alla 'interno della struttura che permette a qualcuno di poter fare tutto e soprattutto di speculare su tante cose....persone che a quanto ho sentito offrono il loro tempo per aiutare ma vi assicuro che guadagnano dall'altra parte!!!Chi ha orecchie per intendere INTENDA!!!

Aggiungi commento:

Vedi anche
27/10/2017 11:36

Aperto il bando, dopo le dimissioni del presidente Scadranno alle ore 12 del prossimo 7 novembre, i termini per presentazione delle candidature per far parte del Cda della Fondazione Irene Rubini Falck

11/08/2017 09:59

Ancora sulla Irene Rubini Falck In merito alle questioni ancora aperte sulla Fondazione Irene Rubini Falck di Vobarno, ci scrive anche l'ex presidente Pierenzo Faberi. Pubblichiamo volentieri

15/07/2015 08:12

Porte aperte alla casa di riposo Di fronte all´imminente ritorno del caldo africano, la casa di riposo Irene Rubini Falck di Vobarno tende la mano agli anziani e a chi soffre l´afa

27/10/2017 11:06

«Non c'è più tempo da perdere» In merito alle vicende legate al funzionamento della Fondazione vobarnese, il gruppo consiliare di minoranza "Insieme per Vobarno" ci scrive, auspicando con l'elezione di un nuovo presidente una veloce soluzione ai problemi già segnalati

30/06/2007 00:00

La difesa del sindaco A Vobarno non si fatta attendere la reazione del sindaco alle accuse della minoranza dopo le dimissioni del Cda della Casa di riposo Irene Rubini Falck.




Altre da Vobarno
14/05/2021

Un'aula intitolata a Massimiliano Amolini

A ricordo perenne del giovane, venuto a mancare di recente dopo trent’anni vissuti a letto a causa di una tetraplegia irreversibile, un’aula della Scuola materna di Carpeneda di Vobarno

02/05/2021

L'altra campana

In merito alle vicende che riguardano la rotonda tanto attesa di fronte all'Itis di Vobarno, riceviamo e pubblichiamo anche la posizione del consigliere di minoranza Ernesto Cadenelli

02/05/2021

Il punto sulla rotonda dell'Itis

Se ne discute ormai da anni, a Vobarno, ma senza che i lavori per realizzare la rotatoria - indispensabile vista la pericolosità di quell’incrocio - possano iniziare. Il punto della situazione

28/04/2021

Ciao e buon cammino, Betty

Dal gruppo “Facciamo Rivivere Vobarno” un caloroso saluto alla “Parrucchiera Betty” di Elisabetta e Mariangela Gobbini, che dopo ben 41 anni di attività appende le forbici al chiodo

27/04/2021

Da Vobarno con «Bella ciao»

Per noi a Vobarno alla cerimonia del 25 aprile c'era Mario Pavoni. Ci regala, della Resistenza vobarnese, anche un piccolo aneddoto che riguarda la sua famiglia

26/04/2021

Andrea Mabellini e Virginia Lenzi conquistano il Rally Prealpi Orobiche

Il pilota valsabbino dopo essere rimasto in testa la prima giornata si ripete anche nella seconda facendo sua la 35esima edizione del rally organizzato da Aci Bergamo

25/04/2021

Rally Prealpi Orobiche, Mabellini-Lenzi in testa

Nella prima giornata di gara comandano il vobarnese Andrea Mabellini navigato da Virginia Lenzi su Skoda Fabia R5

22/04/2021

Vobarno celebra la Liberazione

In programma per il 25 Aprile quattro cerimonie, nel capoluogo e nelle frazioni, in presenza di rappresentanze di associazioni e forze dell'ordine ma senza la popolazione, per evitare assembramenti

20/04/2021

Ponchiardi quarto al «Palme» in Liguria

Ottima prestazione lo scorso fine settimana per il pilota valsabbino che si è piazzato quarto assoluto in classe N2 con la piccola Citroen Saxo

19/04/2021

«Lo Stato delle Cose» in uscita su YouTube

Esce oggi il singolo interpretato dal cantautore David M, firmato anche dalla vobarnese Sara Nolli