13 Marzo 2017, 07.00
Barghe Salò Valsabbia Garda
Alpini

«Monte Suello», 2016 fra soddisfazioni e preoccupazioni

di Cesare Fumana

Bilancio più che positivo per le attività e le manifestazioni dello scorso anno, con particolare riferimento al grande Raduno di Desenzano. Preoccupa la situazione generale del Paese e la diminuzione e l’invecchiamento degli alpini


Le Penne nere della “Monte Suello”
sono ancora un punto di riferimento per le loro comunità e un’associazione ancora molto attiva in tanti settori del volontariato, secondo quello speciale mix che da sempre contraddistingue gli alpini dell’Ana: essere associazione d’arma, ricordando le gesta del passato, ma molto presenti anche sul territorio e nel campo della solidarietà.

Tutto questo è emerso nell’assemblea annuale svoltasi ieri nel teatro dell’oratorio di Barghe, nel corso della quale il presidente Romano Micoli e il gruppo dirigente della sezione di Salò, a cui fanno capo 57 gruppi della zona del Garda Bresciano e della Valle Sabbia, ha presentato una dettagliata relazione sulle attività svolte lo scorso anno.

L’Italia di oggi

Nelle premesse Miccoli ha voluto esprimere alcune considerazioni sulla realtà del nostro Paese, dove «la situazione economica, ma ancor più etica, aggravata tra l'altro da un panorama internazionale confuso e per niente tranquillizzante, non ha ancora portato a cambiamenti positivi e concreti» e dove «un eccessivo egoismo, una immotivata arroganza, una impreparazione e non consapevolezza dei propri mezzi e dei propri limiti ha portato a deleterie contrapposizioni, con il risultato di un eccesso di parole, spesso in contraddizione tra loro, e una sottovalutazione del buon senso e dell'intelligenza comune, ad un consenso basato unicamente su vuoti slogan, e ad un preoccupante allontanamento dalla cosa pubblica, dal bene comune, dalla condivisione e dal mutuo rispetto».
Parole che, ha proseguito Micoli, sono «la cartina di tornasole di una politica che ha parzialmente fallito, in quanto, tra false e ripetitive promesse, tra ritardi e colpevole inefficienze, non ha saputo e non sa garantirci un presente e un futuro in cui alla base ci siano più collaborazione e preparazione e meno esasperata competizione e improvvisazione».

Alpini sempre più anziani
In questo scenario anche gli sforzi dell'Ana per dare un futuro agli alpini risultano compromessi.
 Ed è questa una delle preoccupazioni che emerge nell'associazione: calano i soci alpini (4.128, -2,06 %), stabili gli Amici (1.158, il 21,9% sul totale dei soci), ma dove oltre il 60% degli iscritti ha un'età superiore ai 70 anni.

Volontariato
Nonostante questo, i 57 gruppi della sezione dimostrano sempre molta concretezza, con 59.738 ore di lavoro e più di 240 mila euro di elargizioni, fra le quali rientrano 51.600 euro donati all’Ana nazionale per progetti di ricostruzione nei luoghi colpiti dal terremoto nel Centro Italia, che già nei primi mesi del 2017 sono saliti a 71.512 euro.

Manifestazioni di successo
Il 2016 è stato poi contraddistinto da numerose manifestazioni capaci di coinvolgere sia agli alpini sia la popolazione: in particolare ottimi riscontri ha avuto il Raduno del 2° Raggruppamento di ottobre a Desenzano, preceduto nei mesi estivi da tanti eventi culturali nei paesi del basso lago; così come l'Adunata sezionale del 90° della sezione a Salò e al pellegrinaggio estivo sul monte Suello a luglio a Ponte Caffaro.

Attività coi ragazzi
Sempre intensa l'attività con le scuole, sia con progetti di educazione ambientale, sia con la consolidata iniziativa delle escursioni al rifugio di Campei de Sima, che ha visto la presenza di 7 scuole. A questo si è aggiunto lo scorso anno il Campo estivo di Protezione civile, sempre presso il rifugio di Campei, che ha coinvolto 27 ragazzi e che sarà ripetuto anche la prossima estate.

Apprezzamenti
Nel corso dell'assemblea hanno portato il loro saluto il vicepresidente della sezione di Brescia Claudio Turati, il consigliere nazionale dell’Ana Luciano Zanelli, il sindaco di Barghe Gian Battista Guerra e il consigliere regionale Gian Antonio Girelli, tutti concordi nell'esprimere apprezzamento per l'intensa attività delle Penne nere gardesane e Valsabbine.


Aggiungi commento:

Vedi anche
08/03/2017 10:20

«Monte Suello» in assemblea Si svolgerà domenica prossima, 12 marzo, a Barghe, l’annuale assemblea dei delegati della sezione Ana di Salò, che presenterà il bilancio delle attività svolte delle penne nere gardesane e valsabbine nel 2016

14/03/2016 07:00

Alpini «civicamente attivi» In una esaustiva relazione all’assemblea dei delegati svoltasi ieri a Gargnano, il presidente della sezione “Monte Suello” di Salò Romano Micoli ha tracciato il bilancio delle attività del 2015 del sodalizio delle penne nere del Garda e della Valle Sabbia.

05/03/2015 08:00

Alpini in assemblea È in programma domenica a Salò l’assemblea annuale degli alpini della sezione “Monte Suello”, chiamati quest’anno a rinnovare i loro vertici per il triennio 2015-2017

22/06/2020 07:00

Penne nere, «Stima e fiducia dalla gente» L’assemblea annuale della “Monte Suello” di ieri a Polpenazze era chiamata a valutare le iniziative e il bilancio del 2019, ma si è inserita con forza l’attualità della pandemia

06/03/2008 00:00

Domenica l'assemblea della «Monte Suello» Si terr questa domenica a Prevalle, presso la sede del locale Gruppo Alpini, con inizio alle 9, l’Assemblea sezionale dei delegati della Sezione Ana “Monte Suello” di Sal, dove sar tracciato un bilancio delle attivit del 2007.




Altre da Valsabbia
15/08/2022

Per le scuole in arrivo i fondi del Pnrr

La scuola italiana prova a vincere la sfida della «digitalizzazione» e anche per gli Istititi comprensivi e superiori valsabbini sono in arrivo le risorse per realizzarla

14/08/2022

In volo sulla valle

Anche in Valle Sabbia ci sono alcuni punti dai quali partire e librarsi nel cielo col parapendio.

14/08/2022

Dalla Cisgiordania lo zafferano... made in Valsabbia

Un'idea tutta valsabbina quella di provare a coltivare, prima a Treviso Bresciano e Villanuova, poi anche in Medio Oriente, il crocus sativus, dal quale estrarre il prezioso zafferano. Ecco chi e come

(1)
14/08/2022

Non solo zafferano

Che fare di ciò che rimane dalla produzione di zafferano, vale a dire la montagnetta di fiori senza più stami? Chiodo e Matteo hanno pensato anche a questo

13/08/2022

Livemmo: si comincia per davvero

Con un'assemblea pubblica in piazza, la prima di una lunga serie, è iniziata la fase dela progettazione partecipata, per spendere al meglio i 18 milioni di euro e passa "caduti" sul borgo valsabbino

12/08/2022

Il Consorzio del Chiese dà il via libera all'irrigazione

Dopo  quasi  un mese di stop forzato a causa della forte siccità, il consorzio riapre la possibilità di prelevare acqua dal Chiese per irrigare ma «solo per le colture maggiormente bisognevoli»

12/08/2022

Banca Valsabbina, performance positive: utile primo semestre a 18,2 milioni

Si consolidano le masse, i nuovi business e la redditività, nonostante gli effetti di un contesto ancora incerto e volatile. Superati i 100 mila conti correnti (+4,5%)

12/08/2022

Banca Valsabbina, rete in espansione

Prosegue nel processo di razionalizzazione e rafforzamento della propria rete territoriale che attualmente conta 70 filiali. Allo studio ulteriori due aperture in capoluoghi di provincia del Nord-Ovest

10/08/2022

«Fine settimana all'Ecomuseo»: i musei della Valvestino visitabili liberamente

Nell’ambito del progetto “I fine settimana dell’Ecomuseo”, i musei disseminati in Valvestino, tra il Garda e l’Eridio, apriranno le loro porte gratuitamente ogni fine settimana a partire dal prossimo fino all’11 settembre

10/08/2022

«È l'occasione buona per un cambio di passo»

Gentile direttore, con l'odierno sequestro della discarica di Vergomasco, ancora una volta, e questa in modo assai eclatante, Odolo finisce sulle pagine dei giornali per il non invidiabile primato che detiene nell'inquinamento industriale...