18 Novembre 2015, 16.00
Controcorrente

Anche le immagini uccidono

di Redazione

Ci sarà anche il "nostro" padre Fabrizio Colombo, comboniano di Agnosine, alla conferenza programmata alla Camera dei Deputati per sensibilizzare al corretto uso delle immagini quando si raccolgono fondi da destinare ad aiuti umanitari


Venerdì 20 novembre 2015 alle 11, a Roma nella sala stampa della Camera dei Deputati, in via della Missione 4, si svolgerà la conferenza stampa per la presentazione della campagna di sensibilizzazione sociale “Anche le immagini uccidono”, promossa da Redani – Rete della Diaspora Africana Nera in Italia.

Intervengono Khalid Chaouki, deputato parlamentare, Silvia Costa, europarlamentare, Livia Turco, presidente Fondazione Nilde Iotti, S.E. M. Manuel Amante DA ROSA, Ambasciatore della Repubblica di Capo Verde e Presidente della Commissione di Immigrazione, Fabrizio Colombo, direttore Signis Services Roma (Associazione Cattolica Mondiale per la Comunicazione), Esoh Elamé, docente Università di Padova, Massimo Coen Cagli, direttore scientifico Scuola di Roma fundraising.it, Gianfelice Bisceglia, Dipartimento Marketing di Ria Money Transfer, Ada Ugo Abara, studentessa “G2”.
Modera Suzanne Mbiye Diku, ginecologa INMP Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti.

Alla conferenza sono presenti anche S.E. Mme Mariem AOUFFA, Ambasciatore della Repubblica Islamica della Mauritania e Presidente della Commissione Cooperazione e Sviluppo, e S.E. M. Didace HYGIN SABIN, Incaricato degli Affari Consolari presso l’Ambasciata della Repubblica del Congo.
È prevista inoltre la proiezione in anteprima nazionale del video omonimo “Anche le immagini uccidono” del regista etiope Dagmawi Yimer, realizzato appositamente per l’occasione.

L’evento ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e di coinvolgere le istituzioni su un tema delicato e quanto mai attuale: l’uso indiscriminato delle immagini da parte delle associazioni e organizzazioni non governative per la raccolta fondi da destinare agli aiuti umanitari e alla solidarietà internazionale.

Periodicamente infatti, in concomitanza con le festività natalizie e pasquali, vengono realizzate campagne promozionali dallo stile pressoché identico: ritratti di bambini africani, fortemente denutriti, dal respiro ansimante, lo stomaco gonfio, lo sguardo vuoto, spot che hanno il solo scopo di speculare sulla sofferenza.

È acceso il dibattito fra i sostenitori “del fine giustifica i mezzi” e coloro che invece condannano messaggi che si basano sul cliché dello scheletrino africano, considerati un mezzo di spettacolarizzazione del dolore, così crudeli da definirli “pornografia del dolore”.

A prescindere dalla propria opinione, è lecito domandarsi:
è proprio necessario usare immagini così forti o si dovrebbe invece preferire una forma di comunicazione più rispettosa delle popolazioni destinatarie?

Nella ferma convinzione di voler superare la polemica sterile e di dare una risposta a tale interrogativo, la campagna “Anche le immagini uccidono” (#ancheleimmaginiuccidono #dignitàxbambiniafricani sono gli hashtag per Facebook) si realizza con il desiderio di avanzare proposte che coinvolgano gli attori sociali e le istituzioni impegnate nel Terzo Settore, così come accrescere la consapevolezza di tutti i cittadini sul tema, promuovere un dibattito sulla necessità di una legge che eviti gli abusi e lo sfruttamento delle immagini di sofferenza, riconoscendo un Codice di Condotta.

Molti passi in avanti sono stati fatti nel corso degli anni.
Per citare un esempio, l’articolo 7 della Carta di Treviso recita: “Nel caso di minori malati, feriti, svantaggiati o in difficoltà occorre porre particolare attenzione e sensibilità nella diffusione delle immagini e delle vicende al fine di evitare che, in nome di un sentimento pietoso, si arrivi a un sensazionalismo che finisce per divenire sfruttamento della persona”.

Un imperativo morale che non ammette eccezioni e che è valido a prescindere dal colore della pelle o dal Paese di provenienza.

“Anche le immagini uccidono” è promossa da Redani in partenariato con Associazione Africafriends, Associazione Tam Tam d’Afrique, Associazione Comunità Eritrea a Roma e nel Lazio, Arising African, WFWP Federazione delle Donne nel Mondo per la Pace, Upter, Signis, Le Réseau, Peace words.

Media Partner Rivista Africa.
Collaborano alla realizzazione della campagna Cesv, Stardust Village, Guiotto Graphic Design e il fotografo Marco Ambrosi.

Il progetto è finanziato da Ria Money Transfer e ha il patrocinio del Corpo Diplomatico Africano, Municipio IX di Roma Capitale e Fondazione Nilde Iotti.

C'è anche una pagina Facebook




Aggiungi commento:

Vedi anche
07/12/2008 00:00

Un calendario da collezione anche sul sito di Repubblica.it il calendario 2009 del Gruppo Africa di Odolo. Le suggestive immagini, scattate dai giovani del gruppo nel corso di alcuni missioni in Mali, l’hanno fatto diventare un oggetto da collezione.

11/12/2019 18:00

Cooperazione e resistenza a Brescia Sarà presentato questo giovedì sera presso la biblioteca di Vobarno il libro di Paolo pagani dedicato al mondo della cooperazione bresciana nel Novecento

28/06/2014 08:00

Una corsa per l'Africa Il Gruppo Africa Grand Baobab, di Odolo, organizza per domenica mattina una corsa podistica raccogliere fondi per la realizzazione del reparto di maternità del centro ospedaliero di salute di San, in Mali

24/11/2018 15:00

Educare i figli per prevenire la violenza sulle donne Se sai che una ragazza di 23 anni è andata a fare volontariato in Africa per occuparsi di bambini in un progetto di cooperazione internazionale, dovresti rivedere immediatamente tutte le idee negative che puoi avere sui giovani e sulla loro indifferenza 

17/05/2018 08:00

Al via la Baobab Running Cup E' in programma per questa domenica, 20 maggio, la consueta corsa non competitiva a favore della costruzione dell'ospedale nella Diocesi di San in Malì, in Africa occidentale




Altre da Eventi
16/06/2021

«La Calle 92»

Nel fine settimana a Maderno il terzo concerto del Festival “Suoni e Sapori del Garda”, con Piercarlo Sacco e Andrea Dieci. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria

16/06/2021

Charlie Cinelli sul palco con Si può fare band

Questa sera alla Scar di Roè Volciano la prima serata della rassegna “Il dono del tempo”, nell'ambito del progetto “Oltre il Chiostro”, per promuovere la cittadinanza attiva

15/06/2021

Premiati i vincitori del Concorso Intercultura

Sei i ragazzi premiati ieri in una cerimonia presso l'Auditorium del Liceo Fermi di Salò. Un momento importante e significativo, soprattutto nel periodo delicato che stiamo ancora attraversando

12/06/2021

«Cuore Italiano», in autunno l'anteprima

Riapre il Circolo Pensionati di Storo e a settembre, salvo eventuali restrizioni, ci sarà l'anteprima del cortometraggio di Virginia Grassi

12/06/2021

La «sacerdotessa del rock» sul palco del Vittoriale

La grande Patti Smith, vera icona del rock vivente, si esibirà in concerto a Gardone Riviera domenica 11 luglio

11/06/2021

«Vie di libertà»

Il ciclo di incontri promosso dall'associazione culturale “La Rosa e la Spina” di Villanuova continua nel weekend con un appuntamento dedicato a Chiara d'Assisi

11/06/2021

Ettore Giuradei live alla Latteria Molloy

Per la rassegna “Summer Revolution” questo sabato, 12 giugno, l'artista bresciano sarà protagonista alla Latteria nell'unica data estiva in quartetto

10/06/2021

L'estate inizia con il teatro in piazza

Due spettacoli del Teatro Telaio sabato e domenica sera per bambini e famiglie per dare il via agli eventi estivi del paese

09/06/2021

Salò riparte con gli eventi dell'estate

Dal passaggio della corsa automobilistica più bella del mondo all’Estate Musicale del Garda, la cittadina lacustre è pronta ad accogliere residenti e turisti con un ricco calendario di iniziative

09/06/2021

Ironia, tante risate ed un ambito premio

Il comico valsabbino Ruben Spezzati, in coppia con l’amico e collega Davide Spadolà, ha trionfato nella 27esima edizione del Festival Cabaret Emergente, a Modena