07 Dicembre 2007, 00.00
Vobarno
Innovazione

I servizi online di Secoval

di c.f.

La Secoval, la societ dei servizi della Comunit montana e dei Comuni della Valle Sabbia, si sta dotando sempre pi di sistemi informatici all’avanguardia, per fornire ai Comuni e quindi ai cittadini servizi sempre pi efficienti.

La Secoval, la società dei servizi della Comunità montana e dei Comuni della Valle Sabbia, si sta dotando sempre più di sistemi informatici all’avanguardia, per fornire alle pubbliche amministrazioni locali servizi sempre più efficienti, che avvantaggino sia i Comuni sia i cittadini-utenti.

«La Secoval – afferma Dante Freddi, presidente della società – è nata proprio per offrire servizi associati ai Comuni della valle, ma anche altre Amministrazioni locali al di fuori dei confini della Comunità montana si avvalgono dei nostri servizi».

«La società - ci spiega Marco Baccaglioni, coordinatore operativo - risponde principalmente a due esigenze: una dettata dall’innovazione tecnologica, che mette a disposizione strumenti informatici sempre più avanzati ma troppo costosi per un singolo Comune; dall’altro dalle nuove leggi sul decentramento di alcuni servizi disposti dallo Stato, in particolare dal ministero della Funzione pubblica, che sarebbero difficili da gestire in proprio.
Già la maggior parte dei Comuni della valle – prosegue il dottor Baccaglioni – si avvale di Secoval per la riscossione dell’Ici, l’imposta comunale di maggior importanza per le amministrazioni locali. Alcuni si affidano alla società anche per la Tarsu e per l’imposta di pubblicità e pubbliche affissioni».
Per i cittadini e gli studi professionali è già possibile consultare la banca dati ICI in possesso del Comune, fare il calcolo dell’imposta e stampare il bollettino di pagamento.

In collaborazione con la Provincia di Brescia, Secoval sta realizzando il Sistema Informativo Territoriale (Sit) della Valle Sabbia. Si tratta di un sistema informativo geografico che fornisce informazioni cartografiche di vario genere. Questo servizio è disponibile per tutti gli utenti che si collegano al Datawarehouse geografico (questo il nome tecnico di questo genere di base di dati) direttamente dal sito di Secoval. Per chi ha dimestichezza con Google Heart o Google Maps, tanto per citare i più famosi, e ama navigare su siti geografici qui può trovare mappe dettagliate per tutti i comuni della Valsabbia. Si parte dalle foto aeree realizzate a tre scale di grandezza diverse, a cui si possono aggiungere diversi livelli tematici che vanno dalla rete stradale, alla rete del trasporto locale (con le indicazioni delle fermate degli autobus di linea), dall’uso del suolo all’altimetria, dal reticolo idrico minore alle zone di dissesto o a rischio idrogeologico, alla rete wireless.

Per i Comuni di Barghe e Roè Volciano è stata già completata la cartografia ufficiale e man mano si sta completando anche per gli altri paesi.
Per gli i Comuni (ufficio tecnico, anagrafe, ecc.) esiste un accesso riservato che permette di usufruire di ulteriori dati e servizi.mTutti questi strumenti sono di aiuto ai vari operatori che hanno necessità di conoscere questi dati, a cominciare ovviamente dai Comuni che li possono usare per redigere il Piano del Governo del territorio (ex Prg), il Piano di emergenza e altro.
Per un giusto utilizzo di questi strumenti da parte del personale delle amministrazioni locali si sono già tenuti dei corsi appositi, alcuni di informatica di base, altri di livello più avanzato.

«La Secoval – ci anticipa Baccaglioni – in questo momento sta lavorando per creare un unico portale della Valle Sabbia che integri quello attuale della Comunità montana e di Secoval e collegato a questo dei nuovi portali per i singoli comuni, con l’aggiunta di nuovi servizi online, non solo di richiesta di modulistica per autocertificazione, come avviene ora, ma dei veri sportelli telematici dei Comuni».

Progetti di questo tipo non sono molto diffusi nelle amministrazioni pubbliche e la Comunità montana valsabbina è risultata ai primi posti in questo campo lo scorso anno.

Va però detto che in Valle Sabbia soffriamo ancora di un gap tecnologico non marginale: in molti paesi non esiste ancora la linea adsl. Se si andranno ad offrire nuovi servizi telematici è necessario avere anche una rete ad alta velocità (e a costi contenuti), altrimenti non tutti i cittadini potranno accedere a questo genere di servizi.



Aggiungi commento:

Vedi anche
04/09/2016 09:43

Secoval, sempre più Social Facebook, Twitter e Linkedin. Questi i canali per non perdere preziose informazioni e utili aggiornamenti in tempo reale della società valsabbina che si occupa di servizi nei singoli Comuni

09/11/2014 09:46

Il futuro dei servizi è già qui Piccoli Comuni, grandi servizi. E’ la dicotomia valsabbina sviluppata in dieci anni di ricerca e innovazione targata “Secoval”, il braccio operativo della Comunità montana. Se ne parlerà in convegno che avrà luogo a Vobarno martedì mattina

22/09/2014 06:49

Innovazione, c'è Secoval al primo posto Escludendo quelli forniti direttamente da Regione Lombardia, infatti, l’azienda valsabbina di servizi ai Comuni è risultata essere al primo posto per servizi erogati attraverso gli sportelli telematici

05/12/2015 18:00

Passa per Nozza l'innovazione in Valle Sabbia Dalla Banda Ultra Larga alla gestione associata, passando per la Rocca d’Anfo. Il ruolo della Comunità montana di Valle Sabbia, col supporto di Secoval

09/05/2019 10:36

Società partecipate, innovazione e occupazione Secoval, Servizi Ambiente Energia Vallesabbia e Vallesabbia Solidale: tre realtà della Comunità montana che danno lavoro a circa 150 persone, per lo più giovani se non giovanissimi “millennial”




Altre da Vobarno
21/07/2021

Silmar Group, strategie di crescita

Nonostante il calo di fatturato nel 2020, l’utile consolidato del gruppo della famiglia Niboli è aumentato e le prospettive per il 2021 sono promettenti

20/07/2021

Rollershow protagonista agli Italian Roller Games

La società con atleti valsabbini e gardesani è in vetta al medagliere della più grande manifestazione italiana di pattinaggio

20/07/2021

Da muri ad opere d'arte, Ericailcane a Vobarno

Le pareti del Campo Sportivo di Vobarno sono state trasformate in un’opera d’arte grazie al noto street artist. Tema centrale l'emergenza climatica
•VIDEO

17/07/2021

«Modificatelo così»

Alla luce delle intenzioni dell'attuale Cda della Fondazione Irene Rubini Falck di modificare prossimamente lo Statuto, Giovanni Scalora ci scrive ed elenca quelli che secondo lui potrebbero essere gli aggiustamenti

14/07/2021

In Valle Duppo il 1° Memorial «Gianni Amolini»

Una bella iniziativa solidale, il cui ricavato è stato devoluto alla Scuola dell'Infanzia “Pio XII” di Carpeneda. Il ringraziamento della scuola a Imelda, moglie del compianto Gianni e mamma di Massimiliano, entrambi venuti a mancare di recente

13/07/2021

Dieci candeline per Patrick

Tanti auguri a Patrick di Collio Vobarno, che oggi, 13 luglio, compie 10 anni

(1)
09/07/2021

Fondazione Falck, finalmente la tanto attesa riapertura del Centro Diurno

Dal 1 luglio, dopo mesi di forzata chiusura per via del lockdown, il Centro Diurno integrato della Fondazione “I. R. Falck Onlus” di Vobarno ha riaperto le porte agli ospiti

06/07/2021

Riconoscere la malattia da Covid sin dai primi giorni

Sarà possibile grazie ad una nuova prestazione offerta dal Poliambulatorio Synlab Santa Maria di Vobarno per individuare precocemente un'eventuale polmonite virale o i suoi esiti

05/07/2021

Giulia diventa maggiorenne

Tanti auguri a Giulia Giacomini, di Collio di Vobarno, che oggi, 5 luglio, compie 18 anni

28/06/2021

Controllo e bonifica

Sono proseguite anche nella giornata di domenica le operazioni di monitoraggio e disgaggio sull’incendio di Degagna, dove è intervenuto ancora l’elicottero