21 Marzo 2013, 07.21
Vestone Valsabbia Val del Chiese
Storia

«Memorie delle Giudicarie»

di Giancarlo Marchesi

fresca di stampa la nuova edizione dell'opera di Cipriano Gnesotti, cappuccino che nel 1786 pubblic un libro fondamentale per chi vuole conoscere la storia del Basso Trentino e dell'Alta Valle Sabbia

 

Il volume, riproposto grazie al sostegno della Regione Trentino Alto Adige, del Consorzio Bim del Chiese e dell’Associazione «il Chiese», è curato da Gianni Poletti, Franco Bianchini, Ivo Butterini e Maddalena Pellizzari che hanno svolto un paziente lavoro per arricchire l’edizione settecentesca con note redazionali e aggiunte che spiegano e completano l’opera.
I curatori hanno infatti voluto «offrire al lettore un testo completo, scorrevole nella lettura e accessibile anche ai non addetti ai lavori, scritto in grafia moderna». Il testo del 1786 è stato corretto e integrato con le parti tagliate dalla censura dell’epoca e con le annotazioni che lo stesso Gnesotti apportò alla sua personale copia a stampa.

Padre Gnesotti ebbe un legame forte e duraturo con il territorio bresciano: ancora sedicenne, nel 1733, studio presso il Convento dei padri Cappuccini di Brescia, ove compì l’anno di noviziato al termine del quale vestì il saio.
Durante quello stesso anno ebbe modo di conoscere il canonico bresciano Paolo Gagliardi che lo avvicinò allo studio della storia.
Successivamente, sempre a Brescia, ebbe modo di studiare parte dei carteggi del Monastero di Santa Giulia.
 
Negli anni Cinquanta del ‘700 Gnesotti fu prima destinato al Convento di Bovegno, per poi passare, nel 1756, a quello di Vestone.
Il suo soggiorno nel borgo sabbino fu significativo per i suoi futuri lavori storici: strinse amicizia con Giampiero Comparoni, l’autore della «Storia delle Valli Trompia e Sabia», che  gli fu certo da sprone per la stesura delle «Memorie delle Giudicarie».
Il saggio dello Gnesotti è infatti punteggiato da costanti riferimenti alla Valle Sabbia e alla gente sabbina.

Nel 1769, un decreto della Serenissima obbligò padre Gnesotti a lasciare il convento di Vestone in quanto nativo del Principato di Trento.
A malincuore si congedò dal Bresciano, ma questa suo lungo soggiorno nella nostra terra portò frutti copiosi, tanto che Gnesotti è considerato il padre della storiografia giudicariese.

Giancarlo Marchesi


Aggiungi commento:

Vedi anche
08/12/2014 07:53

Grazie ancora padre Giorgio Commosso il saluto della comunità di Bondone a padre Giorgio Anesi, nel giorno della sua ultima messa nel piccolo centro della Valle del Chiese

12/03/2009 00:00

L'esperienza di padre Battista in Brasile Si tenuto marted sera a Sopraponte un incontro con padre Battista Franzoni, missionario piamartino originario di Vobarno. Nell’occasione l’associazione Mandacar gli ha consegnato un’offerta. Stasera un incontro presso la biblioteca di Vobarno.

06/10/2015 09:11

Il ritorno del padre L'appuntamento di questo giovedì con Genitori in FormAzione è per le 20,45 nella biblioteca comunale di Vobarno, con lo psicoanalista milanese Claudio Risè, scrittore e noto giornalista

18/07/2016 10:27

Il Mali fra luci e ombre La testimonianza di padre Oskar Thera, sacerdote della diocesi di San in Mali, questa sera alla biblioteca di Vobarno per parlare di cristianesimo nel mondo

29/08/2014 07:56

Cittadella dello Sport, l'ok della Provincia Verrà presto sistemato a Condino il campo di allenamento dislocato nei pressi dell'antistadio dedicato a Padre Cristoforo Bettega




Altre da Valsabbia
13/05/2021

Un blogger sulle strade della Valle Sabbia

I noto blogger di viaggi Gio del Bianco sta percorrendo questa settimana le strade della Valle Sabbia lungo un itinerario alla scoperta del borghi che circondano il lago d’Idro

13/05/2021

«Orizzonti di giustizia»

Al Perlasca di Idro si è tornati agli incontri in presenza, con “Orizzonti di Giustizia”. Protagonista dell’evento Fiammetta, la terzogenita del giudice Borsellino, ucciso da un agguato mafioso il 19 luglio del 1992

12/05/2021

Depuratore a Lonato, in cosa consiste il progetto?

L’impianto sorgerà nella frazione di Esenta e, secondo Acque Bresciane, darà ampie garanzie di sostenibilità ambientale. Resta da sciogliere il nodo dello scarico dei reflui

12/05/2021

È Lonato la scelta finale per il depuratore

L’ufficialità arriverà nei prossimi giorni, ma la scelta è già stata fatta nel corso della Commissione Ciclo Idrico del Broletto, alla presenza dei vertici di Acque Bresciane e dell’Ufficio d’Ambito

12/05/2021

«Una bestemmia culturale»

Questo, in estrema ed iconica sintesi, il pensiero di un produttore vinicolo valsabbino riguardo all’iniziativa di Bruxelles di togliere l'alcol dal vino e di aggiungervi acqua

(2)
12/05/2021

Medicina di territorio, belle parole ma...

«Si stanno muovendo tutti per invertire lo stato di abbandono che la medicina sul territorio sta subendo da anni (vedi le proteste a Salò). Tutti meno che i valsabbini». Così un lettore, riferendosi al Presidio di Nozza

(1)
11/05/2021

I sindaci del Chiese: «L'opzione Gavardo/Montichiari non è più percorribile»

Dopo gli esiti dei tavoli tematici sul depuratore organizzati da Acque Bresciane i sindaci dei comuni del Chiese ribadiscono la propria posizione

11/05/2021

Ciao direttore

Si è spento domenica Francesco Saverio Lo Gaglio, a lungo dirigente scolastico del Circolo didattico di Vestone

11/05/2021

Meno ricoveri e meno posti letto Covid

Prosegue la riconversione dei reparti dell’Asst del Garda al loro impiego originario, visto il calo dei pazienti colpiti da Coronavirus

10/05/2021

Cinque Comuni Covid-free

Calano ulteriormente i contagi e aumentano i paesi valsabbini che non registrano nuovi positivi da più di 28 giorni