03 Agosto 2020, 10.11
Valsabbia
Lavoro e Salute

Valsir, controllo totale

di red.

Non solo in Valsir, ma anche per Oli, Marvon e Alba, è stata messa in pratica una massiccia operazione di controllo e prevenzione del rischio Covid


L’emergenza sanitaria legata al COVID-19, che ha investito in pieno il territorio delle nostre aziende, ha generato – causa anche la grande confusione mediatica – un notevole contraccolpo psicologico: incertezza e apprensione hanno condizionato, per forza di cose, l’intera collettività per settimane.

Sebbene Valsir abbia risposto prontamente a tutte le direttive volte a contenere e contrastare la diffusione del virus – garantendo un ambiente di lavoro protetto e tutelando sotto ogni punto di vista la salute di tutti i collaboratori – anche dopo la conclusione della fase più drammatica dell’epidemia è risultato evidente che la paura del contagio non si sarebbe dissolta spontaneamente, non senza qualche certezza in più.

Per questo motivo l’azienda ha deciso - estendendo l’invito anche ad Oli, Marvon e Alba che fanno parte del gruppo - di offrire la possibilità di eseguire il test sierologico direttamente sul luogo di lavoro, per fare definitivamente chiarezza sulle condizioni di salute in tutti i propri stabilimenti e per sciogliere ogni dubbio sui potenziali rischi legati sia alla permanenza in azienda, sia all’esposizione indiretta dei familiari dei collaboratori.

Ogranizzare uno screening di questa portata è stata cosa piuttosto compessa: una volta definite sia le modalità che il tipo di esame da eseguire, e individuata la percentuale di adesioni necessarie per dare validità statistica dell’iniziativa - che è stata battezzata “Togliti il pensiero!” - tutti i gruppi di lavoro sono stati preparati per coordinare le attività e per la raccolta delle partecipazioni, ed è stata messa in atto una capillare campagna informativa (con la realizzazione di opuscoli, poster, volantini, ecc.) per mettere al corrente l’intero organico aziendale e fornire tutte le indicazioni sul significato diagnostico del test e sull’iter da seguire. 

Contemporaneamente, con la collaborazione del medico competente
è stato sviluppato un protocollo di coordinamento con un laboratorio di analisi accreditato dalla Regione Lombardia (e riferimento anche per ATS per quanto riguarda l’esecuzione sul territorio dei medesimi test), che ha garantito la sufficiente disponibilità di kit per eseguire gli esami sierologici tramite prelievo di sangue (metodologia considerata oggi la più attendibile) ed i tamponi di controllo a quasi 700 persone, con un rapidissimo tempo di risposta.

L’estrema professionalità del personale sanitario
– che ha lavorato con grande flessibilità e disponibilità – ha assicurato la pronta comunicazione (via e-mail ed entro 36 ore) degli esiti del test, riducendo al minimo i tempi di attesa tra l’esecuzione del prelievo e l’esito del tampone (in caso di positività al sierologico, quest’ultimo è stato eseguito entro le 24 ore successive).

Va detto che Valsir ha condiviso l’opportunità di effettuare l’esame sierologico anche col personale delle ditte esterne - ad esempio gli operatori del servizio mensa e tutti gli addetti alle manutenzioni elettriche e meccaniche - presente in maniera continuativa negli stabilimenti.

Il progetto ha riscontrato, come previsto, un’eccellente adesione volontaria, con partecipazioni vicine alla totalità dei collaboratori e coi risultati riportati nella seguente tabella:



Valsir esprime grande soddisfazione per il successo e il buon esito dell’iniziativa; naturalmente l’attenzione e la serietà con cui è stata fronteggiata finora l’emergenza rimangono tali: è proprio grazie al lavoro di squadra e al rispetto delle indicazioni che è stato possibile condividere con tutti i collaboratori un ambiente di lavoro sicuro!

Un risultato di adesioni,
rispetto a quello riuscontrato in altre proposte "pubbliche", certamente dovuto al fatto che erano già stati predisposti fin da subito i tamponi da somministrare in caso di risultato positivo al test sierologico e nessuno avrebbe dovuto attendere in quarantena la chiamata di Ats.

Non inganni la percentuale di positivi nel sito produttivo Alba: si tratta in realtà di un unico soggetto.
Le misure già normalmente adottate per il contenimento del Coronavirus ed una pronta profilassi hanno evitato ulteriori problemi.

.fonte: comunicato stampa







Vedi anche
17/04/2021 07:20

Mascherine «Made in Valsir» L'azienda valsabbina, che conta quasi 600 collaboratori, fin dall'inizio ha reagito alla pandemia tutelando la salute sul posto di lavoro e anche salvaguardando la produzione ed il mercato. E' nato così anche questo prodotto di successo

20/03/2020 08:46

Valsir: produzione al 30% A casa per due settimane tutti i collaboratori con problemi di salute o di famiglia, ma anche chi aveva semplicemente paura

31/10/2020 12:50

Seconda ondata Torna a preoccupare la pandemia, anche in Valle Sabbia. Ecco i dati riferiti alle ultime due settimane

15/11/2020 09:02

Covid-19, casi ancora in aumento La curva dei contagi tende a piegarsi anche in Valsabbia, seguendo l’andamento provinciale. Più colpiti i grossi centri

19/04/2021 07:45

Calano i contagi, tornano i paesi Covid-free Si dimezza il numero dei positivi in Valle Sabbia nell’ultima settimana, anche se prosegue la conta dei morti




Altre da Valsabbia
17/05/2021

Comuni ancora sotto infrazione, si guarda al Recovery Plan

Sono 36 gli agglomerati bresciani sotto procedura d’infrazione per depurazione e fognature non conformi da parte dell’Unione Europea, tra cui anche alcuni valsabbini. Per sanare la situazione si tenta di accelerare con gli investimenti

17/05/2021

Cabina di regia per la decisione finale

Domani, 18 maggio, l’Ufficio d’Ambito provinciale dovrà comunicare al Ministero dell’Ambiente la scelta definitiva sulla localizzazione del depuratore del Garda

17/05/2021

«Il lago d'Idro come un fiordo norvegese»

Si è concluso sabato scorso il trekking attorno all’Eridio del blogger Gio del Bianco, che ha saputo cogliere e comunicare le bellezze del lago e ha un suggerimento per gli amministratori e per chi si occupa di turismo sul lago

(1)
16/05/2021

Vaccinazioni, avanti tutta

Prosegue spedita anche in Valle Sabbia la campagna vaccinale anti Covid. I dati Comune per Comune

15/05/2021

Approvato nuovo bando Dote Scuola

Il consigliere regionale Floriano Massardi (Lega): “13,6 milioni di euro per gli studenti lombardi under21”

15/05/2021

Covid, Girelli: «Urgente far ripartire la sanità non covid»

Secondo il consigliere regionale valsabbino del Pd in Lombardia si è registrata una pesante riduzione di visite, interventi e screening

15/05/2021

La mulattiera di «Gruffo»: la strada del mercato, antichissimo percorso tra vicinie

Oggi resiste ancora, vecchio tratturo da restauro, colma di innumeri ricordi e di antiche memorie che una sua sistemazione aiuterebbe a conservare

14/05/2021

Tavolo delle associazioni: «Peschiera la soluzione più economica e meno impattante»

La Federazione delle associazioni ambientaliste del Chiese guidata da Gianluca Bordiga ha commissionato uno studio nel quale vengono comparati i diversi progetti per il depuratore che sarà sottoposto all’Ato e alla Cabina di regia

13/05/2021

Un blogger sulle strade della Valle Sabbia

I noto blogger di viaggi Gio del Bianco sta percorrendo questa settimana le strade della Valle Sabbia lungo un itinerario alla scoperta del borghi che circondano il lago d’Idro

13/05/2021

«Orizzonti di giustizia»

Al Perlasca di Idro si è tornati agli incontri in presenza, con “Orizzonti di Giustizia”. Protagonista dell’evento Fiammetta, la terzogenita del giudice Borsellino, ucciso da un agguato mafioso il 19 luglio del 1992