30 Marzo 2020, 10.30
Valsabbia
Emergenza Coronavirus

Fondi ai Comuni per buoni spesa

di Redazione

Il governo ha assegnato dei fondi ai Comuni per l'emergenza alimentare per sostenere le famiglie rimaste senza possibilità di fare la spesa. Il riparto dei fondi in Valle Sabbia


L'emergenza sanitaria scatenata dal Coronavirus, con il conseguente stop dell'Italia intera, ha già fatto sentire la prima mazzata economica e sociale: dipendenti finiti in cassa integrazione, famiglie rimaste senza reddito, attività che hanno dovuto chiudere, negozi, bar, ristoranti, lasciando i titolari con le casse vuote.

È a rischio la tenuta sociale del Paese: ci sono famiglie, già in difficoltà da una crisi endemica, che non riescono a soddisfare il bisogno primario: quello del cibo.

Nuclei familiari che non riescono più a fare la spesa. È a loro, prima di tutto, che sono indirizzate le misure «contro l'emergenza alimentare» previste dal nuovo decreto Conte, firmato e annunciato sabato sera dal premier in una conferenza stampa.

Le risorse andranno direttamente ai Comuni. Si tratta di 4,3 miliardi di euro che anticiperanno il Fondo di solidarietà comunale (il 66% di quest'ultimo). A questa somma si aggiungono altri 400 milioni destinati ad aiutare quei cittadini che in questi giorni di emergenza «non hanno soldi per fare la spesa».

Con una ordinanza della Protezione civile «tale somma sarà incrementata con una anticipazione, a valere sulle risorse del secondo acconto del FSC», pari a 400 milioni «da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare per consentire alle persone in stato di bisogno di soddisfare i bisogni più urgenti ed essenziali, reintegrando il Fondo in sede di emanando nuovo decreto legge».

Alla fine nel Bresciano arriveranno 7 milioni e 352mila euro.

Ciascun Comune, è scritto nel documento, è autorizzato «all’acquisizione di buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun Comune nel proprio sito istituzionale» e «di generi alimentari o prodotti di prima necessità».

Per l’acquisto e la distribuzione dei bonus i Comuni «potranno avvalersi degli enti del Terzo Settore». La platea dei beneficiari sarà individuata dall’Ufficio dei Servizi sociali di ciascun Comune «tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico». Anche «il relativo contributo» sarà individuato dagli uffici comunali.

Questo il riparto dei fondi per i ciascun Comune della Valle Sabbia:

AGNOSINE  9.044,81

ANFO 3.203,89

BAGOLINO  23.620,96

BARGHE  6.234,64

BIONE  7.802,12

CAPOVALLE  2.452,34

CASTO 9.226,82

GAVARDO 74.680,91

IDRO  10.492,11

LAVENONE 3.265,90

MURA 4.691,57

MUSCOLINE  14.202,89

ODOLO  10.924,79

PAITONE  13.237,01

PERTICA ALTA 3.233,98

PERTICA BASSA  3.794,47

PRESEGLIE
8.738,87

PREVALLE 47.767,18

PROVAGLIO VAL SABBIA  5.387,81

ROÈ VOLCIANO  23.936,56

SABBIO CHIESE 22.492,98

SERLE 20.436,04

TREVISO BRESCIANO 3.696,03

VALLIO TERME  8.499,56

VESTONE  24.150,56

VILLANUOVA SUL CLISI 34.069,48

VOBARNO  52.823,69


Vedi anche
26/11/2020 07:00

Fondi ai Comuni, arriva il Ristori ter Reintrodotti, in questa seconda ondata di emergenza sanitaria ed economica, i buoni spesa a favore delle famiglie in difficoltà. A distribuirli, anche questa volta, i Servizi Sociali di ciascun Comune

13/05/2020 10:20

Fondi post emergenza per i Comuni È in arrivo un tesoretto di 77,7 milioni di euro per gli enti locali bresciani, uno stanziamento straordinario del Governo per le zone più colpite dal coronavirus. I fondi per i Comuni valsabbini

21/05/2020 16:11

Proroga per rinnovo bonus sociali È stata ufficializzata la proroga al 31 luglio 2020 per la richiesta del rinnovo dei bonus sociali nazionali (elettrico, gas e idrico) presso i Comuni

11/04/2020 10:50

Gavardo, superata l'emergenza Anche il più popoloso Comune della Valle Sabbia, dove in termini assoluti ci sono stati più contagiati e persone in quarantena, ha affrontato con determinazione e resilienza la fase critica della pandemia

13/03/2020 08:00

Muscoline pronta a fronteggiare l'emergenza Dal 10 marzo è attivo anche a Muscoline il Centro Operativo Comunale, con servizi studiati per aiutare le fasce più svantaggiate della popolazione ad affrontare questo periodo di emergenza coronavirus



Altre da Valsabbia
17/01/2021

Contagi ancora alti

Lieve flessione dei positivi rispetto al picco della scorsa settimana in Valle Sabbia. Cambia la distribuzione all'interno dei paesi valsabbini: colpiti anche centri minori

17/01/2021

Nel 2020 forte inasprimento della repressione in Russia

Lo denunciano i Testimoni di Geova, oggetto di intolleranza religiosa, «colpevoli solo di professare, in casa propria, una religione ritenuta 'sbagliata'».

16/01/2021

Zona rossa, Girelli: «Polemiche sui dati pretestuose»

Per il consigliere regionale valsabbino del Pd critica la posizione della maggioranza in consiglio regionale: «Dopo quasi un anno manca ancora trasparenza sui numeri»

16/01/2021

La «Ciclabile alta» per unire il Garda all'Eridio

Il progetto messo in campo dalla Comunità montana del Parco Alto Garda è finanziato con i fondi dei Comuni di confine e recupererà sentieri escursionisti per collegare il Garda con la Valsabbia

16/01/2021

Zona rossa, Massardi: «Bene ha fatto Fontana a chiedere una revisione»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega: «Il sistema dell’indice RT si basa su dati vecchi, sembra che vogliano punire la Lombardia»

(4)
16/01/2021

Lombardia in zona rossa

Da domenica 17 gennaio scattano le nuove restrizioni per spostamenti e aperture negozi e bar. Eccole nel dettaglio

(6)
15/01/2021

Nuove opportunità di lavoro per lo sviluppo e la valorizzazione turistica della Valle Sabbia

Comunità Montana Valle Sabbia investe in risorse umane con il bando di assunzione per il coordinatore del turismo

15/01/2021

Le sorelle di Mozart

La musica: nome comune femminile singolare.
Ma nella storia la musica è maschile.

15/01/2021

Zanardi: «Regione Lombardia inadeguata nella gestione delle scuole»

Il segretario provinciale del Pd, nonché sindaco di Villanuova: «È l’ennesima conferma di quanto Regione Lombardia non riesca a connettersi con le reali esigenze del cittadino»

15/01/2021

Il Tar boccia l'ordinanza regionale sulla rientro in classe

Da lunedì 18 gennaio la Lombardia potrebbe riaprire le scuole superiori, ma solo se non verrà dichiarata zona rossa per via del diffondersi della pandemia