09 Settembre 2020, 09.00
Pertica Alta
Lutto

In ricordo di don Ottorino

di Daniele Meschini

Un affettuoso ricordo, carico di aneddoti, quello tracciato da Daniele Meschini, di don Ottorino Gabusi, grazie alle loro numerose frequentazioni nelle Pertiche

 
Caro Don,

Stento ancora a credere alla notizia, ma davvero?! Per molti, me compreso, eri un Highlander (l'essere immortale e invincibile), proprio come loro, ad ogni "caduta", riuscivi ad assorbire "nuova energia" per riprenderti... le sette vite dei gatti ti facevano un baffo (di gatto, appunto). Avevi un carattere "felino".

Sì, lo so, avresti già da questionare su questa mia frase d'esordio, soprattutto sull'immortalità... ma non dispiacertene, ho scelto di usare questo esempio per attribuirgli un significato più profondo, infatti la mortalità del corpo è effimera al cospetto dell'immortalità dell'anima... il tuo spirito indomito continuerà ad aleggiare su di noi e il tuo ricordo ci accompagnerà nel tempo... sei stato un esempio di tenacia e sacrificio... di dedizione e attaccamento alla vita, pur nelle gravi difficoltà che hanno condizionato gran parte della tua esistenza.

Apparivi sempre socievole e umorista, quando mi incontravi a mezzogiorno mi dicevi sempre "Buongiorno capo, l'è tant che te si livat so ades?"; un giorno, mentre raccontavi le tue vicissitudini, io ti chiesi: "Però, sei sempre così allegro...... oppure è una maschera?" e tu: "E' una maschera, una situazione che tu conosci bene, forse anche più del sottoscritto... a volte vorrei mandare tutto a quel paese, ma poi... ritrovo sempre la retta via ... non ti conoscevo, ma ti ammiro perché, non so come, riesci a fare tutto quello che fai..." e io: "Semplicemente vivo, è la forza di volontà, quella che usi anche tu!".

Mi mancheranno i nostri pranzi del lunedì, dove ci "sfidavamo" in accesi confronti sulla contemporaneità locale e intergalattica. Sì, accesi, non tanto per il cibo bollente, ma più che altro per i temi "scottanti" che trattavamo, mai banali e sui quali, immancabilmente, non ci trovavamo d'accordo e ci piaceva così...!

Facendo una facile battuta, si può dire che ne sapevi una più del diavolo! Eri un simpatico furbastro, appena sentivi qualche interessante novità, venivi a "sondare" il terreno per vedere se io ne ero già a conoscenza... così "indagavi" per saperne di più... allo stesso tempo, conoscendo il gioco, io cercavo di carpire indizi, per scoprire l'informazione. La stima reciproca ci ha sempre portato a punzecchiarci e a provocarci a vicenda... la frase tipica: "Toh, l'è rivat 'l Grillino..." e la risposta subito pronta: "Adèl che l'amico de Salvini...", al di là delle appartenenze politiche (risultavano irrilevanti), le due figure scelte erano quanto di più lontano per rappresentare il nostro "essere", ma assolutamente perfette per schernire "l'avversario" ... quando poi, dopo ore di discussioni, io non riuscivo più a competere ad armi pari con la tua longeva esperienza, esclamavo la classica frase per farti deragliare: "Guarda che se non fai il bravo, chiamo la tua amica Barbara D'Urso!" e a quel punto sbottavi con "irriverenti imprecazioni colorite", che probabilmente avrebbero tramortito un qualsiasi benpensante bigottone, ma che facevano di te un uomo di fede vissuta concretamente "sul campo", non solo "sui libri".

Le tue parole erano sempre risolute, ma piene di significato, senza fronzoli; possedevi una cultura solida e cristallina, che tutti sapevano "leggere", non serviva "interpretarla". Una fede genuina, nata nella terra delle nostre montagne... Mi facevi "morire dal ridere" quando raccontavi la storia della tua vocazione: "Preferie studià che 'na a fa el fé, me sintaè so sota la pianta a lèsèr e po quando i pasàa carèc sola schena e i me domandàa – che lesèt de bèl? – e me pensaè – se seh, te sgoba, che me fo meno faiga!".

Avevi un carattere schietto, odiavi l'ipocrisia delle persone, portavi avanti le tue idee... che talvolta potevano risultare anche scomode... cercavi di valorizzare e difendere il "bene", ma eri ben conscio del "male" che si insinua nell'uomo, sciorinando così un'analisi inesorabile sulla società d'oggi.

Ecco, voglio ricordarti così, una persona con il sorriso, sempre al passo con i tempi a dispetto dell'età biologica, davanti al tuo tablet a guardare la comicità di Ficarra&Picone, ad ascoltare un comizio o una conferenza per poi confutare in parodia le tesi dello sfortunato protagonista di turno.

Da lassù consigliaci e se proprio è necessario, qualche volta tiraci pure le orecchie!

Grazie di tutto!

Daniele Meschini

Pertica Alta – 8.9.2020



Vedi anche
09/09/2020 09:00

L'ultimo saluto a don Ottorino Gabusi Si terranno questo giovedì nella chiesa parrocchiale di Belprato a Pertica Alta i funerali del sacerdote che è stato parroco a Casto e a Idro

20/02/2021 11:53

In ricordo di Rinaldo Sgotti Un grave lutto per Paitone e per l'Amministrazione comunale la perdita di Rinaldo Sgotti, venuto a mancare dopo una lunga lotta contro il Covid. Il ricordo affettuoso di un collega

26/11/2020 10:00

Grazie Mariangela Con affetto e sinceri sentimenti di gratitudine è l’intera comunità presegliese a dare l’ultimo saluto, l’ultimo grazie a Mariangela Gabusi

02/12/2010 07:42

Omaggio a Ottorino Garosio Aperta al pubblico sabato a Lavenone la mostra su Ottorino Garosio, a trent'anni dalla scomparsa.

09/10/2020 08:00

In ricordo di Ezio Paris Un pensiero affettuoso da parte degli amici sportivi per l’uomo di sport vobarnese che ha segnato la storia del tennis e dello sci in Valle Sabbia




Altre da Pertica Alta
14/06/2021

Il maestro Elio va in pensione

Il grazie dell’amministrazione comunale, degli alunni e delle famiglie e gli auguri dei colleghi per l’insegnante che conclude la sua attività lavorativa

05/06/2021

Vaccinazioni per over 60

Accesso libero senza prenotazione ai Centri vaccinali per questo e il prossimo fine settimana per i residenti nei piccoli comuni: otto quelli valsabbini e sette i gardesani

27/05/2021

Vax Day per gli over 60 ancora da vaccinare

Anche 8 Comuni valsabbini sono inseriti nella lista dei 28 Comuni Bresciani con libero accesso ai Centri vaccinali per gli ultrasessantenni per due fine settimana di giugno

15/05/2021

La mulattiera di «Gruffo»: la strada del mercato, antichissimo percorso tra vicinie

Oggi resiste ancora, vecchio tratturo da restauro, colma di innumeri ricordi e di antiche memorie che una sua sistemazione aiuterebbe a conservare

15/05/2021

Un sentiero da recuperare

L’antica strada comunale da Nozza porta a Belprato è ora un sentiero che necessiterebbe di un intervento di sistemazione e recupero

13/05/2021

Odeno, borgo gentile e signorile

Con questa "cartolina" di Alfredo Bonomi, la trentesima, si conclude la serie di preziosi spunti per conoscere ed apprezzare alcuni fra gli "scorci" più interessanti della Valle Sabbia

25/04/2021

Don Lorenzo Salice, un grande prete partigiano

È sempre bene e doveroso ricordare padre Bonifacio, al secolo don Lorenzo Salice, grande prete partigiano, parroco e monaco. Mai dimenticato in Valle Sabbia e anche oltre!

(2)
17/04/2021

Beatrice da 110 e lode

Congratulazioni a Beatrice Gabusi, di Belprato di di Pertica Alta, che il 15 aprile si è laureata in Psicologia Clinico Dinamica col massimo dei voti

09/04/2021

La via degli alpeggi

È il progetto messo in campo dall'amministrazione comunale di Pertica Alta per la valorizzazione turistico-ricettiva delle malghe di montagna

08/02/2021

Caduta massi

Intervento dei tecnici questa mattina per verificare la stabilità di un tratto di versante lungo la Bongi-Noffo dove ieri sera sono cadute due grosse pietre. Strada riaperta in tarda mattinata