24 Ottobre 2015, 13.00
Deep Walking

Alla ricerca della prima donna pellegrina

di Sonia Piccoli

Era un po' di tempo che mi chiedevo chi fosse stata la prima pellegrina. E dopo diverse ricerche su libri e on-line sono arrivata a questa conclusione che ora vi racconto

Ho visionato i seguenti libri: Egeria "Diari di viaggio", Medioevo al Femminile, Egeria La Pellegrina.
Come avrete capito il presunto nome di una delle prime pellegrine è Egeria. Cito quanto ho trovato e letto.

Egeria era una colta (in altri testi sembra che non fosse colta) galiziana (forse di Santiago di Compostella); era profonda conoscitrice delle sacre scritture; infatti compì il suo lungo viaggio scritture alla mano, visitando scrupolosamente tutti, ma proprio tutti i luoghi menzionati nell'Antico e nel Nuovo Testamento.

L'intraprendente Egeria attuò il suo girovagare alla fine del IV secolo; all'epoca del viaggio doveva essere ancora abbastanza giovane, perché era in grado - come racconta, non sottovalutandone la fatica e il disagio - di scalare alti e ripidi monti, come il Sinai e il Nabo, di varcare grandi fiumi, come l'Eufrate.

Molto probabilmente era una patrizia, dotata di beni consistenti, infatti si poté permettere di alloggiare in modo agiato, di viaggiare con scorte militari romane, guide informate ed essere accolta dalle massime autorità religiose; il viaggio - che durò più di tre anni e si svolse in nave fino a Costantinopoli e poi a piedi o su cavalcature o su battelli, attraverso la Palestina, l'Egitto, la Fenicia, la Mesopotamia, l'Arabia - sembra essersi svolto in parte in comitiva e in parte in maniera solitaria: la narratrice passa infatti dal plurale al singolare, nella seconda parte dell'itinerario.

A quel tempo i luoghi dove si recava è ricchissima di romitori, monasteri, chiese, cippi commemorativi, sacre tombe; frequentissimi gli incontri con badesse ed eremite, con abati ed eremiti, monache e monaci, segno di una tenacissima e quanto mai praticata vita religiosa, edificata sul ricordo di un passato glorioso.

Egeria li visitava piamente, ma non mancava di gustare le eulogie, mele - pare - assai saporite, che venivano coltivate negli orti monastici e che le venivano generosamente e immancabilmente offerte; Il piacere e il gusto del viaggiare si accompagna in lei alla devozione in modo tale da indurre, a volte, maliziosamente a pensare che la religiosità sia stata quasi un pretesto: coma ama il deserto immenso e sabbioso che attraversa, come apprezza le fresche e ombreggiate rive del Nilo, le vetuste metropoli come Charris, Antiochia, Gerico, parlanti di antiche memorie!

Ce ne sarebbe da scrivere ma mi dilungherei troppo, ma sopra ho riportato i testi dai quali ho attinto queste informazioni. A voi di approfondire la lettura sei vi ho incuriosito!

 
Sonia Piccoli - Camminando qua e là
 


Aggiungi commento:

Vedi anche
22/07/2015 06:52

Il Cammino di San Giacomo in Val Pusteria A passi silenziosi.. attraversando un percorso poco conosciuto e alternativo .

16/07/2015 07:40

Un cammino di fede sulle tracce di Santa Giulia Percorso medievale  tra leggende e luoghi meravigliosi, da Livorno a Brescia, lungo uno storico ramo della Via Francigena

 

04/06/2015 07:49

Dai fienili di Cima Rest al Tombea  Tra fienili del VII secolo, fortificacazioni e trincee costruite nella roccia a difesa  del vecchio confine italo austro-ungarico.

16/05/2015 11:00

Il Cammino di Santiago de Compostela Viaggio a piedi legato al piacere dell'osservazione, nel quale si alternano solitudine e compagnia, città e natura, meditazione e spensieratezza

14/05/2015 13:00

Più lenti, più profondi, più dolci Inizia oggi la collaborazione con la gavardese Sonia Piccoli, appassionata viaggiatrice, soprattutto a piedi. Una disciplina che presenta interessanti risvolti anche nella ricerca interiore. Oggi andiamo a Prandaglio, alla Madonna della Neve




Altre da Viaggi
10/05/2021

Tuscia nella terra dei Papi e degli Etruschi

Area Viaggi organizza un tour di 4 giorni per il prossimo ponte del 2 giugno

04/05/2021

Riapertura «anticovid» per la Rocca d'Anfo

Da questo mercoledì ripartono le visite guidate nella fortezza napoleonica. Flocchini: «Un forte e chiaro segnale di resilienza»

30/04/2021

Don Carlo Tartari presidente di Brevivet

Il sacerdote gavardese, vicario episcopale per la Pastorale e i Laici della Diocesi di Brescia, guiderà l’agenzia turistica specializzata in pellegrinaggi e turismo religioso

21/04/2021

Budu nel Grande Nord

La straordinaria avventura a piedi dall'Italia a Capo Nord in una serata a Paitone trasmessa in streaming

10/03/2021

Il migliore

C’è molto di valsabbino nell’eccellenza certificata per il 2021 al Camping Village Eurcamping di Roseto degli Abruzzi, primo fra i “Glamping” italiani selezionato dal network KoobCamp

26/02/2021

Montagna bresciana, la strategia di rilancio post Covid

Turismo di prossimità ed esperienze a contatto con la natura, per ritrovare serenità e voglia di reinventarsi. L’analisi degli esperti di marketing per le montagne di Valle Sabbia, Valtrompia e Val Camonica

26/12/2020

Sicurezza, eventi ed iniziative speciali fanno da traino a «100 anni di emozioni»

Il bilancio della stagione 2020 all’Ippodromo Snai San Siro si può definire positivo anche se...

27/10/2020

Castelli delle meraviglie in Val d'Aosta

Un tour di due giorni dal sapore medievale quello proposto da Nicolini Viaggi nel mese di dicembre

23/10/2020

Mercatini di Natale in giornata

Niente di meglio che una gita ai tradizionali mercatini per immergersi nell'atmosfera magica del Natale. Ecco le proposte di Nicolini Viaggi

21/10/2020

Perché viaggiare con Italo: tra sconti, offerte e raccolta punti

Quattro diverse classi di viaggio ed un servizio completo per organizzare tutta l’esperienza nei minimi dettagli, oltre alla possibilità di accumulare punti PAYBACK