03 Novembre 2021, 07.14
Vestone Pertica Alta Valsabbia
Lettere

«Meglio un profilo sobrio»

di Alessandro Giacomini

Con riferimento alle considerazioni di "valsabbino refrattario" a proposito della serata all'Auditorium di Vestone di sabato 30 ottobre ritengo di dover fare alcune precisazioni

 
Non vi e' stato alcun tentativo, tanto meno subdolo, di imporre una nuova narrazione dei fatti. Non vi e' stata della propaganda subdola e gretta.
Questi termini vengono usati per denigrare, secondo un esclusivo e personale punto di vista, un periodo storico ben definito con vicende ai piu' ben chiare nella loro tragicita'.

La manifestazione di Vestone non ha mostrato grettezza per il semplice fatto che non ha voluto celebrare propri eroi a prescindere, ma soltanto raccontare fatti ed episodi da un'altra visuale.
Non vengono rimossi giudizi storici nel modo piu' assoluto.

Spiace constatare una volta di piu' la capacita' intellettiva mediocre di persone che vogliono raccontare la cronistoria buia della nostra guerra civile solo ed esclusivamente da un proprio punto di vista. DI PARTE.
Il concetto di retorica puo' essere benissimo ascritto, in talune occasioni, anche a coloro che si sono professati liberatori della Patria omettendo per comodita' passaggi ed episodi a loro scomodi.

Non si vogliono assolvere le gesta militari di chi era dalla parte "sbagliata".
In questo "refrattario valsabbino" e' completamente fuori strada e dimostra solo di avere capacita' personali di sintesi assai limitate.
La schizofrenia da lui evocata e' probabilmente parte della sua persona.

Infine non occorre sottolineare la necessita' di difendersi da una propaganda specifica, di becero rimangono solo l'atteggiamento e le frasi di una persona che non ha nemmeno il coraggio od il buon senso di firmare le proprie considerazioni con un nome ed un cognome.

Forse qualche narrazione tossica c'e' stata in passato ed ancora oggi e' presente, in persone che hanno sempre avuto la presuntuosa convinzione di esternare concetti alla soglia dell' onnipotenza.

Meglio sarebbe avere e mantenere un profilo piu' basso, sobrio, semplice e di buon senso.
 
Alessandro Giacomini




Commenti:
ID82741 - 04/11/2021 09:16:07 - (Leretico) - Una dimanda

Mi aspettavo nella sua replica, rispettabile ovviamente, che lei approfondisse il motivo della celebrazione contestata. Perché, come lei ha sottolineato, ogni evento come questo in oggetto, subisce la classica accusa di revisionismo se non si specifica meglio il suo contorno. La retorica in questo casi imperversa, soprattutto quando residua una certa ambiguità nei termini delle vicende celebrate, che come un vento spinge le cose nella stereotipato mare del revisionismo nostalgico contrapposto all’eroismo resistenziale, sinceramente un po’ consumato e perciò alquanto noioso. Tuttavia, se lei non ci dà argomenti diversi per allontanarci da queste interpretazioni un po’ vecchie, non saprei come altro intendere queste celebrazioni.

Aggiungi commento:

Vedi anche
12/10/2020 09:53

Memoria partigiana a Barbaine Il distanziamento sociale, non ha impedito l’adesione, anche quest’anno, ai valori della Resistenza rappresentati a Pertica Alta dai cippi che onorano i partigiani caduti

20/03/2017 10:05

Con la partigiana Elsa A Barbaine di Pertica Alta, impegnati in una "due giorni" di memoria e di riflessione sui valori della Resistenza, gli scout Agesci hanno incontrato la testimonianza autentica di Elsa Pelizzari

05/10/2018 09:40

A Barbaine per rinnovare gli ideali della Resistenza Domenica a Livemmo di Pertica Alta l’annuale appuntamento per ricordare i Caduti della Brigata “Perlasca” delle Fiamme Verdi

30/06/2016 07:00

Tornano i segni sul sentiero di Emi e Fabio Volontari al lavoro sui sentieri della Resistenza, quelli raccolti nel volume “Sui monti ventosi” curato da Aldo Giacomini. Questa volta a Pertica Alta




Altre da Vestone
12/08/2022

L'ultimo saluto al Franco da VestĂą

Un uomo semplice e umile che si è fatto apprezzare per i suoi scritti sulle riviste locali dove intratteneva i lettori anche con i suoi cruciverba

08/08/2022

Falsa partenza

La coda si muove e lei sbaglia a ripartire, perde il controllo dell’auto e va a sbattere. É successo a Vestone

07/08/2022

Ciao Tigre

Sulla figura di Maurizio Genovese, calzolaio amante dei viaggi e della storia, riportiamo i ricordi dello storico vestonese Giancarlo Marchesi, pubblicati oggi anche sul Giornale di Brescia

(1)
06/08/2022

Il Tigre se n'è andato

Membro assiduo dell’associazione Amici del Tibet, Maurizio Genovese, “il Tigre” per tutti e non solo in Valle Sabbia, è scomparso prematuramente all’età di 61 anni

(1)
31/07/2022

Si ribalta lungo la 237

Se l’è cavata con un grande spavento il 50enne che nella notte si è ribaltato con la sua microcar lungo la 237 del Caffaro

28/07/2022

Da Fondital e Raffmetal buono straordinario per tutti i dipendenti

Le due aziende del Gruppo Silmar erogano un bonus straordinario di 700 euro a tutti i dipendenti: 500 euro bonus efficientamento e 200 euro in buoni carburante

26/07/2022

Regione Lombardia riconosce 456 nuove attività «storiche e di tradizione»

Nell’ambito del progetto di valorizzazione del patrimonio economico e sociale della Regione, il Pirellone riconosce nuove realtà storiche lombarde, ben 4 sono distribuite sul nostro territorio

26/07/2022

Nordic Walking lungo il Chiese

Il Cai di Vestone in collaborazione con il museo Pinac organizzano una camminata con i bastoncini sulla Greenway

26/07/2022

Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado

A Vestone, anche per quest’anno, vengono riproposte le borse di studio per merito indirizzate ai giovani studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado (medie e superiori)

25/07/2022

Mostra "Dalla testa ai piedi", anche lì c'era il nostro zampino...

Il 28 maggio scorso si è tenuta, presso le piste ciclabili di Nozza e Treviso Bresciano, l’inaugurazione della mostra della Fondazione PInAC di Rezzato, intitolata “Dalla testa ai piedi”, con un nostro piccolo contributo…