07 Novembre 2022, 07.00
Valsabbia Provincia
Statistiche

Popolazione in calo

di Cesare Fumana

Il 2021 ha fatto segnare il minimo storico di nascite in Italia e un calo della popolazione. Lo stesso in Valle Sabbia come nel resto della provincia di Brescia


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



La popolazione dei Comuni della Valle Sabbia è in calo, non da adesso, ma dagli inizi degli anni 2000. L’ultimo anno (il 2021) ha fatto registrare una diminuzione complessiva di 81 abitanti (considerando i comuni dell’Ambito 12, ovvero i 25 della Comunità montana più Muscoline e Prevalle).

In 16 paesi gli abitanti sono diminuiti, in 11 aumentati, ma il saldo complessivo è negativo.

Se in termini assoluti quello che è aumentato maggiormente è Vobarno (+60 abitanti) in termini relativi l’aumento maggiore lo ha registrato Odolo (+1,05%).

In negativo, la diminuzione maggiore l’ha fatta registrare (-56 abitanti) mentre in percentuale Preseglie (-1,87%).

È interessante anche l’andamento negli ultimi 10 anni: dall’1/1/2012 all’1/1/2022 la popolazione valsabbina è diminuita di 2005 abitanti, con paesi che hanno fatto registrare cali importanti come Lavenone, Pertica Bassa e Casto.

In crescita invece Gavardo, Muscoline, Paitone e Vallio Terme.

A livello provinciale, fra il 2020 e il 2021 si sono persi 1.387 residenti, lo 0,1% della popolazione. Il saldo della popolazione è la risultante del saldo naturale, ovvero la differenza tra i nati e i morti, e del saldo migratorio che considera chi arriva e si iscrive all’anagrafe e chi se ne va. Il saldo naturale nel corso del 2021 è negativo per 4.551 persone, poiché a fronte delle 8.807 nascite si registrano 13.358 decessi.

Nel corso del 2021, tuttavia, il saldo migratorio, che rappresenta la differenza tra chi si iscrive e chi si cancella dall’anagrafe dei comuni bresciani, è positivo per 3.164 persone.

La differenza tra il dato negativo del saldo naturale (appunto -4.551persone) e il saldo migratorio positivo (+3.164 persone) determina matematicamente il calo della popolazione residente in provincia di Brescia stimato dall’Istat in 1.387 unità con la popolazione che da 1.255.709 abitanti scende a 1.254.322.





Vedi anche
15/03/2022 12:00

La montagna si spopola, continua il calo della popolazione I dati dell’Istat a fine 2021 segnano ancora un calo della popolazione nell’ultimo anno in Valle Sabbia e per la prima volta dopo 80 anni anche per l’intera provincia Bresciana

19/07/2017 17:47

Lieve calo della popolazione Valsabbina Analizzando i dati Istat sulla popolazione, nell’arco del 2016 si evince un lieve calo dei residenti nei Comuni della Valle Sabbia, proseguendo il trend in diminuzione degli ultimi anni

29/06/2007 00:00

Più nascite a Preseglie, ma popolazione in calo Erano in 1561 i presegliesi di inizio 2006, ed oggi sono 1553. C’ quindi un calo di 8 unit, ma a fronte di 21 nascite contro 11 funerali, e con gli stranieri che, da 107, sono diventati 106.

19/01/2015 10:07

Vobarno multietnica Dopo il calo degli abitanti negli anni 90 a seguito della dismissione della Falck, la popolazione è aumentata grazie alla presenza di stranieri

02/01/2020 15:53

A Storo calano le nascite È quanto emerge analizzando e confrontando i dati contenuti nell’anagrafe storese inerenti a 2019, 2018 e 2017. In aumento invece la popolazione straniera residente




Altre da Provincia
31/01/2023

«Nessun dorma. Il Trentino si schieri per difendere il lago»

I festeggiamenti per i 15 anni di attività degli Amici della Terra sono stati l'occasione per invitare la Provincia autonoma al rispetto della naturalità del lago d'Idro
•VIDEO

30/01/2023

Moraschini è il nuovo presidente

Scarsa l'affluenza alle urne degli amministratori bresciani. Martedì il passaggio di consegne in Broletto

29/01/2023

Un nuovo centro per la Protezione Civile

Ieri a Roncadelle è stato inaugurato il nuovissimo Centro Polifunzionale emergenze e deposito

29/01/2023

Giorni della merla, tutto come da tradizione?

Secondo le previsioni la tradizione popolare che vuole gli ultimi tre giorni di gennaio come i più freddi dell'inverno potrebbe, dopo qualche anno, tornare ad essere rispettata

27/01/2023

Rinascita manageriale, 4 milioni a chi assume manager inoccupati

A Brescia il numero dei dirigenti è cresciuto dell’1,1% nell’ultimo triennio. In Lombardia quasi un imprenditore su due dichiara però difficoltà di reperimento delle figure dirigenziali

27/01/2023

Si vota per il presidente della Provincia

Nella giornata di domenica, sindaci e consiglieri comunali sono chiamati al voto per eleggere il numero uno di Palazzo Broletto

26/01/2023

Workplace Health Promotion, 96 le aziende aderenti nel 2022

Il programma, coordinato da ATS Brescia in collaborazione con Confindustria Brescia, promuove la salute nei luoghi di lavoro attraverso azioni mirate, tra cui la redazione di un Manuale delle procedure per l'attivazione delle buone prassi

26/01/2023

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

25/01/2023

A Brescia l'80° della battaglia di Nikolajewka

Il 26 gennaio la prima Giornata nazionale della memoria e del sacrificio degli Alpini e nel fine settimana le cerimonie solenni in ricordo della tragica battaglia della ritirata di Russia

25/01/2023

Brescia, capitale di quale Cultura?

Le Mamme del Chiese propongono al lettore una riflessione a tutto tondo sul significato di questo nuovo anno che per Brescia e Bergamo è stato denominato “della Cultura”