23 Giugno 2017, 10.20
Valsabbia Provincia
Banche

Innovazione e sviluppo, Valsabbina c'è

di redazione

Banca Valsabbina ha siglato un accordo con il fondo europeo per gli investimenti: plafond da 50 milioni di euro per sostenere le imprese italiane innovative


Banca Valsabbina, assistita da FISG (Gruppo Banca Finint), ha siglato un accordo di garanzia con il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI), che le consente di mettere a disposizione delle imprese italiane innovative un plafond di 50 milioni di euro di finanziamenti, erogabili nei prossimi due anni, garantiti al 50% dal FEI.

L’accordo è stato siglato ieri mattina nel corso di una cerimonia tenutasi presso la sede di Banca Valsabbina, a Brescia, a cui hanno partecipato Pier Luigi Gilibert, Chief Executive del FEI, Renato Barbieri e Tonino Fornari, rispettivamente presidente e direttore generale di Banca Valsabbina.
 
L’accordo rientra nell’ambito del programma per la ricerca e l’innovazione dell’Unione Europea “Horizon 2020” ed è parte dell’iniziativa “InnovFin - EU finance for innovators”, finanziata dalla Commissione Europea.

E’ finalizzato a fornire supporto al tessuto economico locale e prevede la concessione di una garanzia da parte del FEI su finanziamenti destinati ad attività di ricerca, sviluppo e innovazione da parte di PMI e Small Mid-Cap (imprese con meno di 500 dipendenti).
La percentuale di copertura è fissa e pari al 50% del debito residuo tempo per tempo in essere ed è prevista una commissione di garanzia pari a 50bps per le PMI e di 80bps per le imprese a media capitalizzazione.
 
“Siamo orgogliosi della firma di questo accordo per un duplice motivo - ha dichiarato Tonino Fornari, Direttore Generale di Banca Valsabbina -. Da un lato perché l’ottenimento di tale fiducia da parte del FEI conferma la solidità e dinamicità del nostro istituto, dall’altro perché ci consente di continuare a sostenere concretamente l’attività delle piccole e medie imprese dei nostri territori, che continuano ad essere il cuore del sistema produttivo del nostro Paese e sono al centro delle nostre strategie di business sul territorio”.
 
Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) è parte della Banca europea per gli investimenti.
La sua missione è sostenere le micro aziende e le PMI europee facilitandole nell’accesso ai finanziamenti.
Il Fondo sviluppa strumenti di venture capital, garanzie e altri strumenti di micro-finanza dedicati a questo segmento di mercato. In questo ruolo, il FEI promuove gli obiettivi UE di innovazione, ricerca & sviluppo, imprenditorialitàÌ, crescita e occupazione.
 


Vedi anche
21/05/2019 09:40

Banca Valsabbina e FEI, 10 milioni per sostenere l'imprenditoria sociale Il Fondo Europeo per gli Investimenti (gruppo BEI) garantirà l'80% dei prestiti erogati da Banca Valsabbina, per sostenere fino a 70 nuovi progetti con finanziamenti medi intorno ai 140mila euro

16/04/2020 11:30

Banca Valsabbina, congelato il dividendo Il CdA di Banca Valsabbina, nella seduta di ieri, ha deliberato di proporre all'Assemblea dei Soci di destinare l'utile di esercizio interamente a riserva, fatta salva la quota destinata al fondo di beneficenza

05/05/2018 06:21

Valsabbina: 20 milioni di euro in «minibond» La principale banca bresciana ha annunciato di aver effettuato investimenti complessivi per oltre 20 milioni di euro sui mini bond. Paolo Gesa: “Si tratta di uno strumento importante per sostenere la crescita delle aziende del territorio”

06/09/2018 15:37

Valsabbia, semestrale ok Il Consiglio di Amministrazione di Banca Valsabbina ha approvato la situazione patrimoniale ed economica semestrale al 30 giugno 2018, che mostra tutti i principali risultati economici in miglioramento

12/11/2016 06:59

Titolo a sei euro per la Valsabbina Certificato il rialzo per le azioni della Banca Valsabbina Banca Valsabbina, con un prezzo di 6 euro (+18,6%) 



Altre da Provincia
24/01/2021

Rigenerazione urbana e borghi antichi, pubblicati i bandi

È di ben 130 milioni di euro lo stanziamento di Regione Lombardia a favore della riqualificazione territoriale e della ripresa economica post emergenza, anche in prospettiva turistico - culturale

23/01/2021

La Lombardia torna in zona arancione

La Lombardia passa da zona rossa a zona arancione a partire da domani, domenica 24 gennaio, dopo la correzione dei dati relativi all'Rt. Ecco cosa si può fare e cosa no

23/01/2021

Due milioni di euro per recuperare le miniere

Approvati dalla Regione i criteri di accesso al finanziamento. Il consigliere regionale Massardi: “Le miniere sono parte della nostra storia e della nostra cultura, vogliamo valorizzarle”

22/01/2021

I lunedì della salute

Anche Paitone, Prevalle e Serle hanno fornito il patrocinio ad una serie di incontri online dedicati al benessere psicofisico, tenuti da esperti nel campo della salute

22/01/2021

Punti Acqua presto a pagamento?

Un servizio finora gratuito e presente in diversi Comuni valsabbini che potrebbe a breve diventare un'erogazione a pagamento. Le modifiche proposte ai sindaci dall'Ufficio d'Ambito

21/01/2021

Accordo sul Fondo Nuove Competenze

Siglato l'accordo territoriale tra Confindustria Brescia e sindacati  L’intesa consente di accompagnare le imprese nel processo di adeguamento ai nuovi modelli organizzativi e produttivi, offrendo ai lavoratori l’opportunità di acquisire nuove e maggiori competenze professionali

20/01/2021

Brescia: nei primi 9 mesi del 2020 quasi 6mila assunzioni in meno

Il dato riguarda la sola industria: il calo è del 26,4% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Lombardia sono complessivamente oltre 34mila le assunzioni perse.

16/01/2021

Zona rossa, Girelli: «Polemiche sui dati pretestuose»

Per il consigliere regionale valsabbino del Pd critica la posizione della maggioranza in consiglio regionale: «Dopo quasi un anno manca ancora trasparenza sui numeri»

16/01/2021

Lombardia in zona rossa

Da domenica 17 gennaio scattano le nuove restrizioni per spostamenti e aperture negozi e bar. Eccole nel dettaglio

(6)
15/01/2021

Zanardi: «Regione Lombardia inadeguata nella gestione delle scuole»

Il segretario provinciale del Pd, nonché sindaco di Villanuova: «È l’ennesima conferma di quanto Regione Lombardia non riesca a connettersi con le reali esigenze del cittadino»