25 Maggio 2022, 09.00
Valsabbia Provincia
Economia e Finanza

Crolla la fiducia delle aziende bresciane

di redazione

Nel 1° trimestre del 2022, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si è attestato a 108, confermando la tendenza in ribasso riscontrata nelle ultime rilevazioni. La causa? La preoccupazione per i risvolti del conflitto russo-ucraino.  A evidenziarlo sono risultati dell’Indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria
 

 
Oltre al clima di sfiducia delle aziende bresciane si aggiunge anche il minore dinamismo del settore industriale, che lamenta la progressiva riduzione della marginalità (dovuta al “caro materie prime” e al “caro energia”), con evidenti ricadute in termini di commesse e investimenti. Nonostante ciò, Il quadro di fondo rimane tuttavia complessivamente positivo.
 
«Oggi, pur nella diminuzione generale dei dati sulla fiducia delle imprese attive nel comparto, permane un senso di "pacato allarmismo", soprattutto per questioni su cui le aziende del settore Terziario non possono incidere» commenta Fabrizio Senici, Presidente del Settore Terziario di Confindustria Brescia «Le nostre aziende hanno ben chiara la situazione, ma sanno anche che devono continuamente investire sull'innovazione per rispondere tempestivamente alle mutate esigenze dei propri clienti.»
 
Da inizio anno, il fatturato è aumentato per il 49% delle imprese intervistate, con un saldo positivo del 30% tra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +22% e a +30%); mentre i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione crescente (saldo netto pari a +28%); una tendenza che ha origine dalla dinamica inflattiva dei beni industriali, che ora si sta propagando al settore del terziario.
 
Ciò che invece si prevede per l’immediato futuro è una crescita del fatturato, con un saldo positivo del 24%; i saldi riferiti al portafoglio ordini (+34%) e all’occupazione (+30%) sembrano prevedere un ulteriore rafforzamento dell’attività; i prezzi dei servizi offerti manifestano un saldo positivo (+32%), come punto di forza per la fase rialzista. 
 
Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive generali dell’economia italiana divengono negative, andando a riflettere, in primo luogo, le evidenti incognite sulle politiche nazionali di approvvigionamento degli input energetici, la forte riduzione della marginalità delle imprese, nonché il crescente deterioramento del potere di acquisto delle famiglie, che si riverbera negativamente sulla loro propensione al consumo. Nel dettaglio, il 13% degli imprenditori ha espresso un orientamento ottimistico, a fronte del 43% che prevede stazionarietà e del 44% che ha invece una visione negativa.
 
Addentrandosi nello specifico, lo studio rivela che il clima di fiducia delle imprese attive nel comparto della consulenza alle imprese, si attesta a 98, contro 119 del periodo precedente. Nonostante il fatturato sia aumentato per il 50% delle imprese, con un saldo positivo del 22%; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +22% e a +27%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione in rafforzamento (saldo netto pari a +33%). Ed anche per quanto riguarda le prospettive a breve termine le indicazioni sono positive.
 
Nel settore digitale il clima di fiducia delle imprese, si attesta a 127, in continuità con i precedenti rilevamenti. Negli utlimi mesi, infatti, il fatturato è aumentato per il 67% delle imprese; gli ordini e l’occupazione evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +27% e a +33%); i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione debolmente crescente (saldo netto pari a +13%). Riguardo alle prospettive a breve termine anche in  questo caso si conferma la tendenza al rialzo.
 
Per quanto riguarda le imprese del comparto dei servizi, Il clima di fiducia, si attesta a 103, in contrazione rispetto al periodo precedente (133), sebbene il fatturato sia aumentato per il 33% delle imprese; gli ordini e l’occupazione hanno evidenziano incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +17% e a +34%) ed i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano per un’evoluzione rialzista (+33%). Anche per queste aziende le prospettive a breve termine prevedono che  il fatturato sia in crescita con un saldo positivo dell’8%; i saldi riferiti al portafoglio ordini (+16%) e all’occupazione (+17%) descrivono uno scenario di possibile rafforzamento dell’attività; i prezzi dei servizi offerti si contraddistinguono per un saldo positivo del 42%. 

Indipendentemente dai dati, ciò che le imprese bresciane rilevano è una situazione di instabilità e quindi una mancanza di fiducia verso il prossimo futuro. Le opinioni delle imprese in merito alle prospettive sulla tendenza generale dell’economia italiana risultano negative: il 17% degli imprenditori ha un orientamento ottimistico, a fronte del 42% che prevede stazionarietà e del 42% che invece propende per una flessione.
 

L’Indagine viene effettuata trimestralmente su un panel di imprese associate appartenenti al settore terziario.
 


Aggiungi commento:

Vedi anche
06/04/2021 09:31

Brescia, spesa per gli investimenti in calo Nel 2020 una caduta dell’11%. Lo evidenzia la decima edizione del Booklet Economia curato dal Centro Studi di Confindustria

19/04/2022 09:23

Cresce l'apertura sul credito, in salita i prestiti alle industrie Ad evidenziarlo è il Booklet Economia a cura del Centro Studi di Confindustria Brescia, che contiene i principali indicatori economici della provincia. Nel quarto trimestre 2021 i prestiti all'industria salgono del 2,6%

29/05/2022 09:19

Lavoro in somministrazione: a Brescia + 22% nel 1° trimestre 2022  Il risultato segnato nel periodo tra gennaio e marzo va a consolidare l'evoluzione sperimentata nell'ultimo periodo del 2021 (+23%); tra le categorie con la maggiore crescita figurano addetti al commercio (+132%) e tecnici (+68%).

17/12/2021 15:22

Rialzi gas ed energia elettrica, a rischio la continuità aziendale + 231% nei costi del gas e + 166% nell'energia elettrica. Lo evidenzia una survey condotta dal Centro Studi di Confindustria Brescia su un campione significativo di 113 aziende associate con 10.500 addetti

05/03/2022 08:00

Gussalli Beretta: «Con gli attuali costi dell'energia a rischio la produzione del nostro Paese» Per il presidente di Confindustria Brescia «è necessario adottare alternative in grado di guardare oltre alla fase emergenziale e di costruire un nuovo modello energetico nazionale e comunitario»




Altre da Valsabbia
24/06/2022

Prova scritta di indirizzo

Siamo andati a Idro a chiedere agli studenti del Perlasca com'è andata con la seconda prova scritta d'esame

23/06/2022

Tavolo di conciliazione in Prefettura

Lo stato di agitazione proclamato dai sindacati contro la direzione generale dell’Asst del Garda è stato sospeso e si riprendono le trattative

23/06/2022

Campagna Ace For The Cure

Banca Valsabbina dona 8 mila euro al Gruppo Cinofili della Protezione Civile grazie agli 80 ace casalinghi realizzati dalle atlete della Banca Valsabbina Millenium Brescia

23/06/2022

In 270 sotto esami al Perlasca

Al termine della prima prova, quella scritta "ministeriale", i ragazzi del Perlasca (ne abbiamo incontrati alcuni a Vobarno) sono tutto sommato tranquilli

23/06/2022

Bilancio Sae: «grande soddisfazione»

La "cassetta degli attrezzi" dei Comuni della Valle Sabbia (e non solo), quando si tratta di ambiente ed energia, ha chiuso il 2021 con un bilancio in crescita e l'apertura di nuovi servizi

22/06/2022

Festa del buon bracconiere sul Manos: «Torneremo, ma non prima del prossimo anno»

Chiuso (forse) il pericolo pandemia, non si farà comunque a fine agosto la Festa del Buon Bracconiere sul Monte Manos. E Antonio Rizzardini si toglie un sassolino dalla scarpa

22/06/2022

Tumore al Pancreas: ecco cosa devi sapere

Che cos’è il tumore al Pancreas? Abbiamo chiesto spiegazioni al professor Abu Hilal, medico specialista del Centro Medico Equilibrio di Salò e direttore del Dipartimento chirurgico dell’Istituto ospedaliero Poliambulanza di Brescia

21/06/2022

Matteo Pavoni, leader indiscusso nella gara di casa

Lo scorso week end, si è tenuta in Valle Sabbia, la quarta prova del campionato regionale di Enduro, memorial Valco Consoli: ad avere la meglio il pilota di Roè Volciano.

 

21/06/2022

«I campi hanno sete, ci vuole un metro di lago in più»

Coldiretti, Confagricoltura e Copagri, hanno chiesto al Prefetto di poter utilizzare l’acqua del lago d’Idro, in deroga alle concessioni. A fine mese il Consorzio di bonifica potrebbe essere costretto a chiudere i rubinetti

20/06/2022

«Il contratto di fiume? Facciamolo serio»

Si è tenuto a Pieve di Bono questa domenica sera il primo incontro organizzato dalla "Federazione delle associazioni che amano il fiume Chiese ed il lago d'Idro" per trattare sul territorio il tema "Contratto di Fiume". Cinque gli incontri, stasera (lunedì) tocca a Idro