25 Novembre 2022, 08.00
Valsabbia
Lettere

A proposito del 25 novembre

di Redazione

Con piacere vedo diverse iniziative proposte per la Giornata contro la violenza sulle donne, ma con tristezza prendo atto che spesso l'unico tipo di violenza cui si fa riferimento è quella fisica, raramente quella psicologica


Buongiorno,
con piacere vedo diverse iniziative proposte per la Giornata contro la violenza sulle donne, ma con tristezza prendo atto che spesso l'unico tipo di violenza cui si fa riferimento è quella fisica, raramente quella psicologica.

Io stessa credevo che la mia storia di violenza fosse iniziata insieme alle minacce, alla diffamazione, alle bugie.

Ho scoperto solo dopo che, in realtà, è iniziata prima, in modo silenzioso. E l'unico modo di prevenire questo tipo di violenza è parlarne.

Troppe volte si escludono i primi gradini di una scala di violenza, atteggiamenti spesso ignorati o addirittura socialmente accettati come "Troppo amore". Piccole frasi per controllarci, gelosie, bugie, fino ad allusioni al suicidio. Ho vissuto nella paura che un uomo iper geloso si togliesse la vita per "amore" nei miei confronti. L'ho visto passare dall'essere "Solo molto geloso", al mandarmi decine di messaggi, fino all'inventare e diffondere storie pesanti su di me, mirate forse ad infangare la mia reputazione perché non trovassi altri uomini.

Quello che voglio dire alle donne oggi è che se il vostro compagno è un possessivo, geloso, non vi fa uscire, controlla quando siete on-line o minaccia di togliersi la vita qualora voi lo lasciaste, non dovete esserne felici, perché non significa che vi ami. Al contrario, sta minando pesantemente la vostra libertà e la vostra mente. E lo stesso vale se vi tradisce costantemente, con vostro tacito consenso. Io credo dobbiate allontanarvene al più presto perché siete già in una storia violenta anche se ancora non si vede.

Conosco tante, troppe donne che stanno con uomini di questo tipo e mi sono chiesta il motivo per cui esse rimangano. Una delle risposte che mi sono data, dopo un lavoro durato un anno, è la paura di perdere la sicurezza. Una sicurezza, anche se negativa è comunque una sicurezza.

Le attenzioni, anche se malate, sono pur sempre attenzioni e per noi donne non è facile lasciare una persona con cui stiamo da anni e trovarci da sole, soprattutto in una società come questa. Ma è comunque necessario farlo, anche e soprattutto se ci sono bambini in casa.

Un bambino non è reso felice da due genitori che stanno insieme "ad ogni costo", come purtroppo mi sono sentita dire da donne tradite e manipolate. Come se, senza un uomo, non fossero abbastanza mamme. Si sa, un bambino si accorge sempre quando un genitore non rispetta l'altro e posso dire che si accorge anche se uno dei due ha un'altra relazione.

E a proposito di questo, non va mai dimenticata la violenza delle donne sulle donne. A volte abbiamo la tendenza a scaricare i problemi di coppia su fattori esterni come "l'altra donna". Non ci rendiamo conto che la donna che va insieme al nostro partner non è la nostra nemica, il nemico è dentro la nostra casa e spesso dentro di noi, sotto forma delle nostre idee e convinzioni che ci portano a rimanere. Spesso "l'altra" non è altro che la seconda vittima di un uomo che ha preso in giro entrambe.

Purtroppo c'è ancora una mentalità fortemente patriarcale per cui avere l'uomo è una sorta di benedizione che rende le donne rivali nella conquista. Ho constatato con rammarico che una donna tradita sarà molto più propensa a perdonare l'uomo traditore che non la donna con cui egli è andato, la quale verrà vista come la strega seduttrice.

L'unica cosa che posso fare oggi è portare la mia esperienza, di fidanzata, amica, amante, vittima. Vittima di uomini ma soprattutto vittima di me stessa, di credenze e idee che mi hanno portata a rimanere quando avrei dovuto andarmene.

Per questo 25 novembre fatevi un regalo e prendete il coraggio di cambiare la vostra relazione se essa mina la vostra serenità e la vostra libertà.

Con affetto.
S.


Aggiungi commento:

Vedi anche
25/11/2015 12:27

«Gh'ira semper de dì vargot» 25 novembre, giornata di riflessione e di impegno a un mese da Natale; è il giorno contro la violenza sulle donne, certamente, ma anche un'ottima occasione per osservare meglio il rapporto uomo/donna, spesso buono, spesso malato, spesso da studiare e ri-costruire.

22/11/2018 09:00

Un forte «no» alla violenza sulle donne Nell’ambito delle iniziative per la Giornata Mondiale contro la violenza di genere questo venerdì, 23 novembre, a San Felice del Benaco una proiezione e un dibattito 

25/11/2017 07:23

Contro la violenza sulle donne In occasione del 25 novembre, data che l'Onu ha identificato come giornata internazionale a contrasto della violenza contro le donne, Regione Lombardia lancia la propria campagna per promuovere i servizi attivati sul territorio e sensibilizzare l'opinione pubblica

21/11/2019 15:41

Due iniziative contro la violenza di genere Questo sabato sera, 23 novembre, a Storo il concerto “Voce al silenzio” e il prossimo venerdì, 29 novembre, a Condino lo spettacolo di Laura Cavinato, entrambi in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

29/11/2021 09:19

Peccato che tu sia femmina, la violenza psicologica sulle donne Uomini in scarpe rosse a Ravenna. Un flash mob tutto maschile per manifestare contro la violenza sulle donne e segnalare che serve un processo di cambiamento rispetto alla violenza degli uomini la quale ha radici profonde e radicate




Altre da Valsabbia
31/01/2023

«Nessun dorma. Il Trentino si schieri per difendere il lago»

I festeggiamenti per i 15 anni di attività degli Amici della Terra sono stati l'occasione per invitare la Provincia autonoma al rispetto della naturalità del lago d'Idro
•VIDEO

31/01/2023

Dalla Regione un milione di euro per la Valle Sabbia

Verranno destinati, su proposta di Comunità montana a tre interventi

31/01/2023

A piedi per onorare i Caduti di Nikolajewka

Alcuni Alpini valsabbini sono partiti il sabato da Vestone e dopo essere entrati in Valtrompia a Lodrino hanno raggiunto le altre Penne nere per la sfilata cittadina di domenica

31/01/2023

Giovani in azione

Green e digital: nuovi laboratori gratuiti per ragazzi del Garda e della ValleSabbia promossi da GAL GardaValsabbia2020 e la Cooperativa Sociale Area, insieme a Solco

31/01/2023

Lago d'Idro, Lombardia contro Trentino sul livello dell'acqua

L'abbassamento delle acque del lago d'Idro, invocato come improprio per potenziale violazione della direttiva Habitat del Trentino, è stato valutato dalla Commissione Europea. Ecco la risposta all'interrogazione

30/01/2023

Per un'illuminazione sostenibile

In corso i lavori di potenziamento e miglioramento dell'illuminazione pubblica per un investimento, a cura della Edison, di 28 milioni di euro

29/01/2023

Interventi sulla viabilità

Fra i lavori previsti dalla Provincia anche interventi sulla SP 79 «Sabbio Chiese – Lumezzane»

29/01/2023

Giorni della merla, tutto come da tradizione?

Secondo le previsioni la tradizione popolare che vuole gli ultimi tre giorni di gennaio come i più freddi dell'inverno potrebbe, dopo qualche anno, tornare ad essere rispettata

28/01/2023

Multe e Sanzioni, il bilancio

La Provincia di Brescia ha incassato nel 2021 oltre 28 milioni di euro in multe e sanzioni, dalla Valle Sabbia oltre 900mila

27/01/2023

Acqua: la faccia oscura della plastica

Dell’invasività della plastica per l’acqua in bottiglia, nello specifico nella fase produttiva delle bottiglie di Pet, abbiamo già detto. Rimane però il nervo scoperto riguardante l’impatto della plastica a valle del consumo dell’acqua