17 Marzo 2023, 10.11
Eco del Perlasca

Caso Autodifesa

di Stefano Pialorsi

“Non è punibile chi ha commesso il fatto, per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un’offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa” (art. 52. c.p.p.)


Queste parole sono rimaste invariate sul Codice penale dall’ormai lontano 1930 e rimangono tuttora le fondamenta su cui si basa la legittima difesa in Italia.

Come con la maggior parte degli articoli precedenti alla Guerra Fredda, la Corte di Cassazione, nel 1994, si preoccupò di dare delle precisazioni a riguardo, tra cui:

È stato anticipato il momento utile per l’esercizio della difesa legittima: non è necessario, infatti, che sia in atto l’offesa, ma solo il pericolo dell’offesa”.
Questo vale a dire che anche in prossimità di un'offesa è possibile reagire ad un’aggressione per proteggere la propria o altrui incolumità, o i propri o altrui beni quando la minaccia è presente e, come dice sempre l’articolo 52, “con un’arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere”.

Sono però eclatanti i molti casi di cronaca nera di difesa domiciliare
.
Uno dei più famosi è il “Caso Birolo”, quello di un normalissimo tabaccaio a cui, in piena notte, sfondarono la vetrina con l’auto e lui, che al piano di sopra dormiva con la moglie e la figlia piccola, scese con la sua pistola e sparò a quell’uomo che, temeva Birolo in quell’istante, stava per lanciargli contro il registratore di cassa.

Secondo la legge di allora, la difesa sarebbe stata legittima, in quanto avrebbe difeso un proprio bene e se stesso con un’arma legalmente detenuta in un luogo in cui è esercitata la propria attività professionale, anche se la difesa può sembrare esagerata, l’aggredito credeva di essere in pericolo imminente e superato numericamente dagli aggressori.

Anche se il caso è stato apparentemente chiuso nel 2012, questo si chiuse realmente nel 2018 con Birolo accusato di eccesso colposo, in quanto, sarebbe potuto rimanere nella propria abitazione durante la rapina e, all’interno del buio della tabaccheria, non sarebbe riuscito a vedere se il rapinatore stava effettivamente tentando di colpirlo.

Un anno dopo, precisamente dal 18 maggio 2019, entrò in vigore un comma particolare nel reato di eccesso colposo che avrebbe potuto salvare Birolo:
Nei casi di cui ai commi secondo, terzo e quarto dell'articolo 52, la punibilità è esclusa se chi ha commesso il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità ha agito nelle condizioni di cui all'articolo 61, primo comma, n. 5) ovvero in stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo in atto” (art. 61 primo comma, n. 5)

Anche qui la situazione si fa delicata
: questi eventi, sebbene siano rari, possono accadere a chiunque ed in quanto le persone diffidano sempre più delle competenze delle forze dell’ordine, si armano ed anche i rapinatori, dovendosi adattare ad una difesa più spietata, sono costretti ad attrezzarsi a dovere.

di Stefano Pialorsi 5A Informatica




Vedi anche
27/05/2022 06:34

Obbligo di silenzio Il diritto di parola, una tra le più grandi conquiste dell'umanità: è sempre in ogni caso una conquista?

27/05/2016 10:16

Autodifesa per donne Sarà presentato questo sabato pomeriggio presso il saloncino del Comune il corso di difesa personale promosso dall’Asp Lavenone

29/12/2020 06:37

Quando lo Stato si fa innovatore? Lo Stato è sempre più considerato in maniera sospettosa, per il fatto che l’opinione pubblica oscura ciò che in esso ci potrebbe essere di buono, soprattutto dal punto di vista economico

13/03/2018 11:12

Autodifesa contro la violenza sulle donne Questo martedì sera nel municipio di Storo, al termine di un corso di autodifesa, una serata dedicata al tema dello stalking e della violenza sulle donne

10/12/2015 12:29

Perchè il terrorismo? Conferenza all'Itis Questo venerdì, nella sede vobarnese del Perlasca, in occasione dell'assemblea d'Istituto, l'esperto Michele Brunelli è stato invitato a parlare del più che mai attuale tema Isis




Altre da Eco del Perlasca
01/03/2024

Abdicazione o morte?

Negli ultimi giorni in Tv si parla spesso della disgrazia del Re d’Inghilterra Carlo III che, a quanto pare, ha un tumore alla prostata, e oltre a questo si parlerebbe anche di una sua possibile abdicazione

29/02/2024

Il nulla

Si può scrivere un articolo sul nulla in codice morse? Ecco a voi!

27/02/2024

Dalla Russia o dalla Polonia?

La parola "vodka" deriva dal termine slavo "voda", che significa "acqua" ed è stata utilizzata per la sua somiglianza nell’aspetto e nel colore ad essa

20/02/2024

Carnevale di Bagolino: che significato ha per i giovani?

Non molto lontano da Brescia, in un piccolo borgo di 4000 abitanti, il Carnevale diventa un momento di condivisione e gioia, atteso con ansia da grandi e piccini

18/02/2024

Rose d'affetto

Il 14 Febbraio gli studenti del I.I.S Giacomo Perlasca si sono riuniti in un’occasione unica, festeggiando l’amore e condividendo un gesto di affetto con i loro amati

15/02/2024

Può un particolare suscitare forti emozioni?

Dipende da come lo si guarda…

15/02/2024

Riscrittura di uno scritto sulla scrittura

Conoscete il mito del dio egiziano Teuth contenuto nel Dialogo “Il Fedro” di Platone? E la sua re-interpretazione valsabbina

10/02/2024

La Giornata del Ricordo: l'eccidio delle Foibe

Giorgio Napolitano: «Gli atroci crimini commessi non hanno giustificazione alcuna. Essi non potranno ripetersi nell'Europa unita, mai più. Condanniamo ancora una volta le ideologie totalitarie che hanno soppresso crudelmente la libertà»

09/02/2024

Violenza sulle donne: anche gli uomini siano coinvolti

Perché il 25 novembre dovrebbe essere una data dedicata solo alle donne? Tutti possono contribuire contro l'inaccettabile!

07/02/2024

La musica è...

La musica è un qualcosa di così bello da essere inevitabile, tutti ne cadiamo vittima e non sappiamo spiegare perché ci piaccia, perché ci faccia sentire come ci sentiamo, è irrazionalmente fondamentale nella vita di ognuno di noi